ARTICOLI RECENTI

domenica 26 settembre 2021

MAGIA DI CARRARO, I LUPI SBRANANO GLI SQUALI

Serie B 2021-2022 – 6^ Giornata 
 COSENZA-CROTONE 1-0 
77’ Carraro 

COSENZA: Vigorito; Tiritiello, Rigione, Vaisanen; Situm, Carraro, Palmiero, Boultam (25’st Eyango), Sy (1’st Corsi); Gori, Caso (1’st Millico). 
A disp.: Saracco, Matosevic, Minelli, Venturi, Pirrello, Vallocchia, Gerbo, Kristoffersen, Pandolfi. 
All. Zaffaroni 
CROTONE: Contini; Nedelcearu, Canestrelli, Paz; Giannotti (34’st Mogos), Estevez, Vulic (34’st Zanellato), Molina (15’st Sala, 90+2′ Oddei); Kargbo (15’st Maric), Benali; Mulattieri. 
A disp: Festa, Saro, Mondonico, Cuomo, Visentin, Donsah, Sala, Schirò. 
All. Modesto 
 ARBITRO: Chiffi di Padova 

Il Cosenza batte il Crotone 1-0 nel derby e conquista il terzo successo in tre gare al “Marulla” portandosi a 10 punti e agganciando la zona playoff. Una vittoria di personalità dei Lupi che, dopo un primo tempo attento in difesa ma abulico in fase offensiva, grazie ai cambi (decisivi gli ingressi di Millico ed Eyango) aggrediscono con maggiore costanza un avversario che, di fatto, si rende pericoloso in un’unica occasione con Benali, che però trova l’ottima risposta di Vigorito. 
La gara è però decisa da una vera e propria magia. Al 77’ Eyango conquista un calcio piazzato ai venti metri, sul pallone va Marco Carraro che con il sinistro pennella una traiettoria che scavalca la barriera e si insacca all’incrocio dei pali, facendo esplode di gioia il San Vito “Marulla”. 

SI POTEVA VINCERE, SI POTEVA PERDERE (cose positive e cose negative del pareggio di ieri pomeriggio)

Alla fine ha ragione Annuccia “Sono stati 90 minuti appassionanti. Potevamo vincerla, é vero, ma potevamo anche perderla”. Il che vuol dire che ci sono state delle cose positive, ma anche delle cose negative. Ci teniamo stretto questo punticino anche se siamo andati molto vicini a portare a casa l’intera posta in palio. 
Abbiamo giocato un’ottima gara nel complesso. Soprattutto abbiamo avuto un ottimo approccio al match con 15 minuti iniziali dove in campo ci siamo stati solo noi (e se Dzeko avesse buttato dentro quel pallone al decimo minuto…). E se pensiamo che in genere nelle grandi sfide non sempre abbiamo avuto questo tipo di approccio, possiamo ritenerci contenti e soddisfatti di quel quarto d’ora iniziale dove l’Atalanta sembrava un Bologna qualsiasi. 

sabato 25 settembre 2021

SPETTACOLO,GOL ED EMOZIONI, MA ARRIVA SOLO UN PUNTO

Serie A 2021-2022 – 6^ Giornata 
INTER - ATALANTA 2 - 2 
5' L. MARTINEZ – 30' Malinovsky – 38' Toloi – 71’ DZEKO

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni (12' st Dimarco); Darmian (12' st Dumfries), Barella (45' st Satriano), Brozovic, Calhanoglu (12' st Vecino), Perisic; Dzeko, Martinez (36' st Sanchez). 
A disposizione: Cordaz, Radu, D'Ambrosio, Kolarov, Ranocchia, Gagliardini, Sangalli. 
Allenatore: Inzaghi 
ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Toloi, Demiral, Palomino (25' st Maehle); Zappacosta (32' st Pasalic), De Roon, Freuler, Gosens; Pessina (18' st Djimsiti); Malinovsky (17' st Ilicic), Zapata (18' st Piccoli). 
A disposizione: Rossi, Sportiello, Lovato, Pezzella, Koopmeiners, Miranchuk. 
Allenatore: Gasperini 
ARBITRO: Maresca di Napoli 

Al termine di una partita folle e divertente (divertente solo per un tifoso neutrale, di sicuro non per noi che tifavamo) dove è successo di tutto, l’Inter porta a casa un pareggio contro l’Atalanta. Vantaggio interista con Lautaro Martinez, l’Atalanta la ribalta nell’ultimo quarto d’ora del primo tempo con Malinovskyi e Toloi, Dzeko pareggia a metà ripresa prima del finale thrilling sconsigliato ai deboli di cuore. Rigore netto per l’Inter (assegnato tramite Var) che Dimarco spedisce sulla traversa, gol vittoria di Piccoli che il Var annulla dopo 3 minuti di consulto (la palla era uscita fuori dal rettangolo di gioco ad inizio azione). 
Inzaghi conferma l’Inter delle prime uscite con Darmian e Perisic preferiti a Dumfries e Dimarco e Dzeko che affianca Lautaro Martinez. 

CHIUDIAMO IN SCIOLTEZZA LA PRATICA OROBICA

Neanche il tempo di metabolizzare la bella vittoria di Firenze, che c’è già da pensare alla prossima sfida. E che sfida: di fronte avremo l’Atalanta di Gasperini, ex dal dente avvelenato dopo che la sua esperienza in nerazzurro durò quanto un gatto in tangenziale. Ma noi non possiamo certo farci intimorire dal tecnico degli orobici, noi che abbiamo Simoncino Inzaghi. La partita non è delle più facili, ma in queste prime uscite stagionali la Dea non è sembrata in formissima come al suo solito, al contrario di un’Inter che invece sembrerebbe in palla (e il set tennistico col Bologna e la bella rimonta di Firenze lo dimostrano). Dai ragazzi, chiudiamo in scioltezza questa pratica e portiamo a casa i tre punti. FORZA INTER !!!

venerdì 24 settembre 2021

Palla Al Centro. DERBYSSIMAMENTE WEEKEND !!!

 PALLA AL CENTRO Discussioni e commenti aspettando il fischio d’inizio 
 Versione Extralight 
 Per Non Perderti Nessun Gol...
Tutti I Risultati 📺 IN TEMPO REALE 📺 
 ⚽  ⚽ 

 I BIG MATCH DEL WEEKEND
LAZIO – ROMA (Serie A) 
CHELSEA – MANCHESTER CITY (Inghilterra) 
ARSENAL – TOTTENHAM (Inghilterra) 
COSENZA – CROTONE (Serie B)

martedì 21 settembre 2021

PROVA DI FORZA INTER: RIBALTA LA FIORENTINA E SI RIPRENDE LA VETTA

Serie A 2021-2022 – 5^ Giornata 
FIORENTINAINTER 13 
23' Sottil – 52’ DARMIAN – 55’ DZEKO – 87’ PERISIC 

FIORENTINA (4-3-3): Dragowski; Benassi (20' st Odriozola), Milenkovic, Nastasic, Biraghi; Bonaventura (40' st Kokorin), Torreira (20' st Amrabat), Duncan (40' st Callejon); Sottil, Vlahovic, Gonzalez. 
A disposizione: Bianco, Igor, Maleh, M. Quarta, Rosati, Saponara, Terracciano. 
Allenatore: Italiano. 
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian (21'st Dumfries), Barella (25' st Vecino), Brozovic, Calhanoglu (38' st Gagliardini), Perisic; Dzeko (25' st Sanchez), L. Martinez (38' st Dimarco). 
A disposizione: Cordaz, D'Ambrosio, Kolarov, Radu, Ranocchia, Sangalli, Satriano. 
Allenatore: Inzaghi. 
ARBITRO: Fabbri di Ravenna 

È un’Inter a due facce quella che torna da Firenze con in saccoccia i tre punti che le permettono di conquistare la testa della classifica aspettando Sampdoria-Napoli di giovedì sera. I nerazzurri giocano un primo tempo pessimo dove per 30 minuti sono in balia degli avversari che trovano anche il gol con Sottil. Tutt’altra Inter nella ripresa con Darmian e Dzeko che ribaltano il risultato in pochi minuti prima che Perisic la chiuda definitivamente nei minuti finali. 
Darmian, Calhanoglu e Perisic ritrovano una maglia da titolare mentre Dzeko affianca Lautaro Martinez in attacco. Sono queste le novità rispetto alla formazione che ha straripato contro il Bologna. 

lunedì 20 settembre 2021

SVOLTA NEL CASO BERGAMINI: RINVIATA A GIUDIZIO L'EX FIDANZATA

A quasi 32 anni dalla strana morte di Donato “Denis” Bergamini arriva il passo importante che la famiglia ha atteso a lungo: è stata rinviata a giudizio con l’accusa di omicidio Isabella Internò, l’ex fidanzata del ragazzo. Lo ha deciso il gup di Castrovillari Fabio Lelio Festa accogliendo la richiesta del pm Luca Primicerio. La prima udienza del processo è fissata per il 25 ottobre prossimo. Internò, che oggi ha 52 anni, è accusata di concorso in omicidio aggravato dalla premeditazione e dai motivi futili. 
L’ipotesi dell’accusa è che la donna, all’epoca 19enne, avrebbe voluto punire l’ex fidanzato per aver interrotto il loro rapporto. Dopo averlo narcotizzato e soffocato, con l’aiuto di persone ancora rimaste senza nome, fu realizzata la messinscena del suicidio. Suicidio a cui, infatti, non hanno mai creduto né la famiglia di Denis Bergamini, né i tifosi e le persone che lo conoscevano meglio. 

domenica 19 settembre 2021

LA RISPOSTA PERFETTA A TANTI DUBBI

Dopo il pareggio di una settimana fa contro la Sampdoria e la sconfitta “last minute” contro il Real Madrid in Champions League erano iniziati i primi mugugni e i primi processi. L’attacco risente dell’assenza di Lukaku, Dumfries è poco convincente, Calhanoglu deludente, Dzeko ha 35 anni, e via discorrendo (tenere il passo delle critiche non è sempre facile…). 
Quale poteva essere la risposta migliore a questi malumori? Vincere, magari giocando una buona partita. Sì, ma vincere come? Un secco 2-0? Forse è meglio un netto 3-0? Nel dubbio i ragazzi di Simone Inzaghi si sono mantenuti larghi e di gol ne hanno fatti ben 6 (più una traversa di Lautaro Martinez, giusto per non farsi mancare nulla), mandando in rete cinque giocatori. 

sabato 18 settembre 2021

INTER, SEI TRAVOLGENTE

Serie A 2021-2022 – 4^ Giornata 
INTER - BOLOGNA 6 - 1 
6' L. MARTINEZ – 30' SKRINIAR – 34' BARELLA – 54’ VECINO – 63’ DZEKO – 68’ DZEKO – 85’ Theate 

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij (22' st Ranocchia), Bastoni (29' st Kolarov); Dumfries, Barella, Brozovic (29' st Gagliardini), Vecino, Dimarco; Martinez (22' st Sanchez), Correa (29' Dzeko). 
Allenatore: Inzaghi. 
BOLOGNA (4-2-3-1): Skorupski; De Silvestri (29' st Theate), Medel, Bonifazi, Hickey (11' Dijks); Svanberg (11' st Vignato), Dominguez (24' st van Hooijdonk); Skov Olsen, Soriano, Sansone (11' st Barrow); Arnautovic. 
Allenatore: Mihajlovic. 
Arbitro: Ayroldi 

L’Inter reagisce al pareggio con la Sampdoria e alla sconfitta in casa contro il Real Madrid con una sonora vittoria per 6-1 contro un Bologna che è stato travolto dalla valanga nerazzurra senza riuscire a reagire. Già Lautaro Martinez, Skriniar e Barella avevano chiuso la pratica nel primo tempo, Vecino e Dzeko (con una doppietta) hanno dilagato nella ripresa. Teathe nel finale segna l’inutile gol della bandiera. Unica nota stonata l’infortunio dopo mezz’ora di Correa, uscito per un trauma contusivo al bacino. L’Inter si gode la vetta solitaria per una notte. Aspettando di vedere cosa combineranno Milan, Napoli e Roma domani. 

giovedì 16 settembre 2021

PORCAPUTTENA, CHE BEFFA!!!

Champions League 2021-2022 – Girone D Prima Giornata 
INTER - REAL MADRID 0 -
89’ Rodrygo 

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian (10' st Dumfries ), Barella (39' st Vecino), Brozovic, Calhanoglu (20' st Vidal), Perisic (10' st Dimarco); Martinez (20' st Correa), Dzeko. 
Allenatore: Inzaghi. 
REAL MADRID (4-3-3): Courtois; Carvajal, Militao, Alaba, Nacho; Modric (35' st Camavinga), Casemiro, Valverde; L. Vazquez (21' st Rodrygo), Benzema, Vinicius; 
Allenatore: Ancelotti. 
Arbitro: Siebert. 

L’esclamazione di Lino Banfi, tornata in auge negli ultimi tempi grazie alla pubblicità di Tim Vision, è quasi d’obbligo dopo aver preso un gol al 89esimo che ci condanna a perdere una partita che avremmo largamente meritato di vincere. Inizia così nel peggiore dei modi la nostra avventura in Champions League (era dal 2011 che non perdevamo all’esordio), con una sconfitta contro il Real Madrid tanto bruciante quanto immeritata per la prestazione che abbiamo fatto. E proprio dalla prestazione bisognerà ripartire alla grande per tentare l’assalto alla qualificazione agli ottavi che è comunque apertissima e alla nostra portata. 

martedì 14 settembre 2021

COPPE EUROPEE: SI PARTE !!!

Ci siamo. Da stasera ripartono anche le coppe europee. Sarà, come al solito, la Champions League a dare il via. E lo farà con una supersfida come Barcellona-Bayern Monaco (naturalmente insieme alle altre sette sfide che compongono la prima giornata). Giovedì toccherà poi all’Europa League e soprattutto all’esordio assoluto della Conference League, la nuova coppa europea che fa il debutto in questa stagione. 
Sette le squadre italiane in corso. Inter, Atalanta, Milan e Juventus in Champions League, Lazio e Napoli in Europa League, Roma in Conference League. Obiettivo? Riportare in alto i colori italici. Dopo il trionfo della nostra Nazionale nel campionato europeo, sarebbe bello che una delle nostre squadre la prossima primavera alzasse al cielo un trofeo europeo. Non siete d’accordo? In bocca al lupo a tutte e sette!!!

lunedì 13 settembre 2021

UN BUON PUNTO IN UNA GIORNATA STORTA MA...

Un punto guadagnato o due punti persi? L’eterno dilemma si ripropone ad ogni passo mezzo falso della nostra squadra. Onestamente non saprei dare una risposta. Se penso alle occasioni che abbiamo avuto sono sicuramente due punti persi, se penso alla prestazione complessiva dei nostri ragazzi è un punto guadagnato. O meglio, è un punto. 
L’ho scritto anche ieri il pareggio ci sta ed è il risultato più giusto per quello che si è visto in campo. E’ vero l’avremmo potuta vincere, ma l’avremmo anche potuta perdere se D’Ambrosio non si fosse trovato al posto giusto nel momento giusto. Vi ricordo che la scorsa stagione tornammo da Genova a mani vuote e che comunque anche la scorsa stagione avevamo sette punti dopo tre giornate. Quindi teniamoci stretto questo punticino e guardiamo avanti, senza fare drammi e senza disegnare scenari apocalittici che sono totalmente fuori luogo. 

domenica 12 settembre 2021

DIMARCO E IL "TORO" NON BASTANO: INTER, UN PUNTO E TANTI RIMPIANTI

Serie A 2021-2022 – 3^ Giornata 
SAMPDORIA - INTER 2 - 2 
18’ DIMARCO – 34’ Yoshida – 44’ L. MARTINEZ – 47’ Augello 

SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley, Augello (32’ st Murru); Candreva, Silva (43' st Torregrossa), Thorsby, Damsgaard (32’ st Verre); Caputo, Quagliarella (22’ st Askildsen). 
All: D'Aversa. 
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Dimarco (22’ st Dumfries); Darmian, Barella, Brozovic (8’ st Vidal), Calhanoglu (22’ st Sensi), Perisic (8’ st D’Ambrosio); Dzeko, Lautaro (17’ st Correa). 
All: Inzaghi. 
Arbitro: Orsato 

L’Inter torna da Genova con un punto e tanti rimpianti. I nerazzurri vanno due volte in vantaggio e si fanno raggiungere entrambe le volte. Al gol di Dimarco (punizione spettacolare) risponde Yoshida, mentre dopo il nuovo vantaggio firmato da Lautaro Martinez arriva il pareggio di Augello. Inter che nell’ultimo quarto d’ora gioca praticamente in 10 perché Sensi (subentrato a Calhanoglu) si infortuna in un normale contrasto di gioco dopo che mister Inzaghi aveva esaurito i cambi. Sfuma quindi l’occasione di agganciare il Napoli in vetta alla classifica e di andare a +8 dalla Juventus
Inzaghi, come anticipato ieri, deve rinunciare a Bastoni. Al suo posto Dimarco. Darmian e Perisic sono gli esterni di centrocampo, mentre in attacco è Lautaro Martinez e non Sensi ad affiancare Dzeko. 

sabato 11 settembre 2021

SZCZESNY E KEAN: CHE ERRORACCI!!! IL NAPOLI RIMONTA E RINGRAZIA

Serie A 2021-2022 – 3^ Giornata 
NAPOLI-JUVENTUS 2-1 
10' Morata – 57’ Politano – 85’ Koulibaly 

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (45' st Malcuit); Anguissa, Fabian Ruiz; Politano (27' st Lozano), Elmas (1' st Ounas), Insigne (28' st Zielinski); Osimhen (45' st Petagna). 
A disp.: Idasiak, Marfella, Rrahmani, Zanoli, Juan Jesus. 
All.: Spalletti. 
JUVENTUS (4-4-2): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Pellegrini (13' st De Ligt); McKennie (27' st Ramsey), Locatelli, Rabiot, Bernardeschi; Kulusevski, Morata (37' st Kean). 
A disp.: Pinsoglio, Perin, Rugani, De Winter, Miretti, Soule. 
All.: Allegri. 
Arbitro: Irrati 

È il Napoli ad aggiudicarsi il primo big match del weekend. I partenopei vincono in rimonta una sfida che si era messa male dopo 10 minuti quando Morata, approfittando di una ingenuità di Manolas, superava Ospina per l’1-0 bianconero. Il Napoli trova il pari al 56esimo con Politano, bravo a sfruttare un errore di Szczesny che respinge in modo errato un tiro non irresistibile di Insigne. La rimonta dei padroni di casa si concretizzava a cinque minuti dalla fine quando da calcio d’angolo Kean provava a segnare nella propria porta, Szczesny compiva un mezzo miracolo respingendo il colpo di testa del proprio attaccante, ma nulla poteva sulla pronta ribattuta di Koulibaly. 

TRA TRADIZIONI FAVOREVOLI E ARBITRI DI CUI AVREMMO FATTO A MENO

Smaltiti i vari impegni delle Nazionali, è tempo di pensare nuovamente al campionato e alle sfide imminenti che ci aspettano. A partire dalla insidiosa trasferta di Genova di domani all’ora di pranzo (
lo ribadisco ancora una volta e scusate se insisto: non capisco e non capirò mai questa cosa di giocare alle 12.30). Saranno 90 minuti importanti per testare la forma dei nostri ragazzi (non al top considerando impegni e fusi orari) e per prepararci al meglio alle prossime sfide che ci attendono (martedì c’è l’esordio in Champions League contro il Real Madrid). Oltre al fatto che potremmo approfittare dei big match di giornata (Napoli-Juventus e Milan-Lazio) per provare a dare subito un impronta nerazzurra a questo campionato. 

venerdì 10 settembre 2021

Palla Al Centro. NAPOLI-JUVE, MILAN-LAZIO: SERIE A, ORA SI FA SUL SERIO

 PALLA AL CENTRO Discussioni e commenti aspettando il fischio d’inizio 
Dopo la sosta si riparte col botto in Serie A. Subito Napoli-Juventus e Milan-Lazio per cominciare a capire di che pasta sono fatte le pretendenti al titolo. Ma le emozioni non mancheranno neanche negli altri campionati, da Bayer Leverkusen-Borussia Dortmund e Lipsia-Bayern Monaco in Germania, Monaco-Marsiglia in Francia, Sporting Lisbona-Porto in Portogallo e il derby di Bucarest. Insomma ce n'é per tutti i gusti. Pronti a gustarvi lo spettacolo?
 Per Non Perderti Nessun Gol...
Tutti I Risultati 📺 IN TEMPO REALE 📺 
 ⚽  ⚽ 

 I BIG MATCH DEL WEEKEND
NAPOLI-JUVENTUS (Italia)
MILAN-LAZIO (Italia)
BAYER LEVERKUSEN-BORUSSIA DORTMUND (Germania)
LIPSIA-BAYERN MONACO (Germania)
LEICESTER CITY-MANCHESTER CITY (Inghilterra)
MONACO-MARSIGLIA (Francia)
SPORTING LISBONA-PORTO (Portogallo)
STEAUA BUCAREST-DINAMO BUCAREST (Romania)

mercoledì 8 settembre 2021

AZZURRI A VALANGA: L’ITALIA TRAVOLGE LA LITUANIA

QUALIFICAZIONI MONDIALI 2022 – Girone C 
ITALIA-LITUANIA 5-0 
11' Kean – 14’ Utkus (aut.) – 24’ Raspadori – 29' Kean – 55’ Di Lorenzo 

ITALIA (4-3-3): Donnarumma (1' st Sirigu); Di Lorenzo, Bastoni, Acerbi, Biraghi (1' st Calabria); Cristante, Jorginho (16' st Castrovilli), Pessina; Bernardeschi (17' st Scamacca), Raspadori, Kean (28' st Berardi). 
A disp.: Gollini, Chiellini, Bonucci, Locatelli, Toloi, Florenzi, Barella. 
All.: Mancini. 
LITUANIA (4-2-3-1): Setkus; Lasickas, Klimavicius (38' st Tutyskinas), Utkus (1' st Satkus), Slavickas (1' st Barauskas); Dapkus (1' st Megelaitis), Slivka; Kazlauskas, Verbickas, Novikovas; Dubickas (28' st Uzela). 
A disp.: Krapikas, Gertmonas, Gaspuitis, Baravykas. 
 All.: Razanauskas. 
Arbitro: Pawson (Inghilterra) 

L’Italia di Mancini risponde alle critiche successive ai pareggi con Bulgaria e Svizzera travolgendo la Lituania con un sonoro 5-0. Partita già chiusa nel primo tempo con le doppiette di Kean e Raspadori. Di Di Lorenzo il gol del 5-0 finale. Ma le buone notizie arrivano anche da Belfast dove la Svizzera non va oltre lo 0-0 con l’Irlanda e scivola a -6 dall’Italia (con due partite in meno). 
Mancini deve fare la conta degli assenti. Out Immobile, Insigne, Zaniolo, Verratti, Pellegrini, Chiesa. Davanti a Donnarumma la difesa è composta da Di Lorenzo, Acerbi, Bastoni e Biraghi. Jorginho, Cristante e Pessina a centrocampo, mentre in attacco spazio alla linea giovane con Raspadori (all’esordio dal primo minuto) e Kean oltre a Bernardeschi. 

lunedì 6 settembre 2021

L’AUTORITÀ SANITARIA FERMA BRASILE-ARGENTINA DOPO 5 MINUTI

Scene incredibili al limite del surreale ieri sera a San Paolo nella sfida tra Brasile-Argentina, valida per le qualificazioni ai mondiali di calcio di Qatar 2022. La sfida dura appena cinque minuti, poi sul rettangolo di gioco si presenta l’Anvisa (
autorità nazionale brasiliana) che entra in campo per interrompere il match, mandando negli spogliatoi i giocatori dell’Albiceleste. 
Il motivo risiede nel mancato rispetto del protocollo anti-coronavirus emanato dal governo brasiliano, che impedirebbe a quattro giocatori provenienti dalla Premier League di prendere parte all’incontro. Il portiere Emiliano Martinez, il difensore Romero, il centrocampista Lo Celso e l’ala Buendia infatti, da regolamento, dovrebbero rispettare almeno 14 giorni di quarantena prima di potersi muovere in Brasile, essendo stati almeno due settimane in Inghilterra (in quanto appunto giocatori del campionato inglese). Tre di loro erano invece titolari, mentre Buendia sedeva in panchina. 

domenica 5 settembre 2021

GOL CERCASI: L'ITALIA NON RIESCE PIU' A VINCERE

QUALIFICAZIONI MONDIALI 2022 – Girone C 
SVIZZERA-ITALIA 0-0 

SVIZZERA (4-3-2-1): Sommer; Widmer, Elvedi, Akanji, Rodriguez (18' st Garcia); Aebischer, Frei, Sow (18' st Zakaria); Steffen (26' st Fassnacht), Zuber (18' st Vargas); Seferovic (40' st Zeqiri ). 
A disp.: Mvogo, Kobel, Lauper, Ndoye, Lotomba, Schar, Zesiger. 
All.: Yakin. 
ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Di Lorenzo, Bonucci, Chiellini, Emerson Palmieri; Barella (45' st Pessina), Jorginho, Locatelli (32' st Verratti); Berardi (14' st Chiesa), Immobile (14' st Zaniolo), Insigne (45' st Raspadori). 
A disp.: Sirigu, Gollini, Calabria, Pellegrini, Toloi, Cristante, Bastoni. 
All.: Mancini. 
Arbitro: Del Cerro Grande (Spagna) 


Altra prestazione opaca dell’Italia che contro la Svizzera non va oltre lo 0-0 (quinto pareggio nelle ultime sei gare, considerando anche le sfide degli Europei nei 90 minuti). Decisivo il portiere elvetico Sommer che nel primo tempo ferma Berardi e nella ripresa para un rigore (calciato malissimo) a Jorginho. La qualificazione a Qatar 2022, con ogni probabilità, si deciderà il 12 novembre prossimo, all'Olimpico di Roma, per il ritorno di questa sfida. 

sabato 4 settembre 2021

L'ONORE DI ESSERE INTERISTI COME FACCHETTI

Ciao Giacinto, non smetteremo mai di dirti quanto ci manchi. E quanto manchi a questa Inter e a questo calcio. Passano gli anni, ma tu rimani sempre nei nostri cuori e nei nostri ricordi, come se fossi andato via appena ieri. Se essere interista è un onore, essere interista come Facchetti lo è ancora di più. Ciao Cipe. 
"Ci sono giorni in cui essere Interista è facile, altri in cui è doveroso e giorni in cui esserlo è un onore."
"Sono sempre stato del parere che se si deve essere un esempio per gli altri ci si deve anche comportare bene. Quando andavo all'oratorio non bastava essere bravi per giocare in squadra, ci si doveva sempre comportare bene. Poi diventa un'abitudine."  

venerdì 3 settembre 2021

SHERIFF TIRASPOL, LA PRIMA FORMAZIONE MOLDAVA IN CHAMPIONS LEAGUE

Tra le 32 formazioni che disputeranno la fase a gironi di Champions League ci sarà anche lo Sheriff Tiraspol, capitato nel girone di Inter, Real Madrid e Shakthar Donetsk. La formazione moldava è stata capace di eliminare nell'ordine gli albanesi del Teuta, gli armeni dell' Alaskert e soprattutto i ben più quotati serbi della Stella Rossa e i croati della Dinamo Zagabria. 
L'impresa compiuta nel playoff ha così reso lo Sheriff la prima squadra moldava della storia ad approdare ai gironi di Champions. Un traguardo gigantesco, per un club nato nel 1997 e che come punto massimo in una competizione europea ha raggiunto 3 volte la fase a gironi di Europa League. 

giovedì 2 settembre 2021

ITALIA SBIADITA, CONTRO LA BULGARIA NON VA OLTRE L'1-1

QUALIFICAZIONI MONDIALI 2022 – Girone C 
ITALIA-BULGARIA 1-1 
16' Chiesa – 39' A. Iliev 

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Florenzi (19' st Toloi), Bonucci, Acerbi, Emerson (45' st Pellegrini); Barella (19' st Cristante), Jorginho, Verratti; Chiesa, Immobile (31' st Raspadori), Insigne (31' st Berardi). 
A disp.: Sirigu, Gollini, Chiellini, Biraghi, Bernardeschi, Castrovilli, Bastoni. 
Ct.: Mancini. 
BULGARIA (4-3-3): Georgiev; A. Hristov, Antov, P. Hristov, Nedyalkov; Kostadinov, Vitanov (32' st Malinov), Yankov (12' st Chochev); Despodov (32' st Kirilov), A. Iliev (25' st Krastev), Yomov (1' st Delev). 
A disp.: Naumov, Mihaylov, Turistov, Delev, Bozhikov, D. Iliev, Velkovski, I. Iliev. 
Ct.: Petrov. 
Arbitro: Gozubuyuk (Olanda) 


L’Italia campione d’Europa riparte da un pareggio. A Firenze, contro la Bulgaria, gli azzurri non vanno oltre l’1-1 nella sfida valevole per la qualificazione ai Mondiali 2022. Al gol di Chiesa dopo 16 minuti risponde Iliev poco prima dell’intervallo. Nella ripresa tanta supremazia territoriale della formazione guidata da Roberto Mancini che però non è stata sufficiente per portare a casa i tre punti. 
L'Italia resta al primo posto del Girone C, arrivando a 10 punti con quattro partite disputate. La Svizzera, nostra prossima avversaria, è attualmente al secondo posto con 6 punti e però soltanto due match all'attivo. Seguono Irlanda del Nord (4 punti in 3 partite), Bulgaria (2 punti in 4 partite) e Lituania (0 punti in 3 partite). 

mercoledì 1 settembre 2021

CALCIOMERCATO: PROMOSSE ROMA, MILAN E INTER, BOCCIATE JUVE E NAPOLI

Si è concluso ieri sera alle 20 il calciomercato estivo. Dopo aver visto le ultime operazioni di mercato, proviamo a tracciare un bilancio di questo mercato. 
Sicuramente è un mercato molto positivo per Roma e Milan. I giallorossi hanno dato a Mourinho una squadra veramente competitiva. Abraham in attacco è un colpaccio non da poco, Shomurodov ci sembra un buon prospetto e Rui Patricio è il portiere affidabile che si aspettava dai tempi di Alisson. 
Ben 11 i nuovi acquisti rossoneri che si sono assicurati, tra gli altri, Maignan in porta, Florenzi in difesa, il ritorno di Bakayoko e Messias a centrocampo e l’esperienza di Giroud in attacco. Senza dimenticare la scommessa Pellegri e le riconferme di Tomori, Diaz e Tonali. 

martedì 31 agosto 2021

ULTIMO GIORNO DI CALCIOMERCATO: GLI ULTIMI COLPI

IL MERCATO DI CIP&CIOP
Si è concluso poco fa, alle ore 20, il calciomercato estivo 2021. In attesa di fare un bilancio complessivo vediamo quali sono state le ultime operazioni di mercato 
• Il Milan ha ufficializzato Junior Messias, centrocampista brasiliano che arriva dal Crotone. La formula è quella del prestito oneroso con diritto di riscatto. 
• Ufficiale il ritorno in bianconero di Moise Kean. L'attaccante classe 2000 nativo di Vercelli arriva dall'Everton (al quale era stato ceduto nell'estate 2019 per 27 milioni di euro più bonus) in prestito oneroso a 7 milioni, con obbligo di riscatto al verificarsi di determinate condizioni a 28 milioni di euro più bonus. 
André Anguissa, mediano classe 1995 di proprietà del Fulham, è un nuovo giocatore del Napoli. C'è, infatti, la firma del contratto: prestito oneroso con diritto di riscatto a 15 milioni di euro. 

lunedì 30 agosto 2021

AGGREDITI E PICCHIATI DOPO VERONA-INTER: IL RACCONTO CHOC

Un brutto episodio avvenuto venerdì sera al Bentegodi alla fine del match tra Verona e Inter. Fabrizio Nonis, noto volto della tv, è stato aggredito insieme al figlio all'uscita dello stadio e ha riportato la perforazione del timpano. Attimi di terrore che il giornalista ha raccontato al Corriere Veneto: "
Siamo usciti dallo stadio contenti e felici per aver visto una bella partita. Era da due anni che non andavamo allo stadio. Io tifo Inter e seguo con molta simpatia l'Udinese, grazie alla mia attività professionale ho avuto modo di conoscere e frequentare molti giocatori come Andrea Ranocchia e Kevin Lasagna. Li avevo sentiti in settimana ed eravamo riusciti a recuperare due biglietti sotto la tribuna stampa per la prima partita da vedere assieme. Stavamo ricordando l'ultima trasferta al Bentegodi, 11 anni fa, quando la squadra della nostra città, Portogruaro, era in Serie B. E di quella trasferta non avevamo un bel ricordo della tifoseria gialloblù. 

sabato 28 agosto 2021

L'INIZIO CHE NON CI ASPETTAVAMO DOPO UN'ESTATE COMPLICATA

Non è stata un’estate semplice quella del popolo nerazzurro. L’addio di Conte, il gravissimo problema al cuore occorso ad Eriksen, l’aria di smobilitazione, le cessioni di Hakimi e Lukaku, la preoccupazione che potessero salutare molti altri. 
Ritrovarci il 28 agosto, dopo due giornate di campionato, a punteggio pieno, mi sembra un piccolo grande traguardo (e se pensate che non lo sia, vi faccio notare che la Juventus, nostra diretta concorrente nella corsa al titolo, ha raccolto un solo punto tra Udinese ed Empoli). Per carità, la stagione è appena iniziata, mancano ancora 36 giornate e in nove mesi può succedere davvero di tutto. Però arrivare alla sosta in modo tranquillo, quasi rilassato, mi sembra già un buon punto d’inizio.

IL BIMBETTO VIZIATO PORTOGHESE SALUTA LA JUVE E VA A MANCHESTER

"Il Manchester United è lieto di confermare che il club ha trovato un accordo con la Juventus per il trasferimento di Cristiano Ronaldo previo accordo sui termini personali e superamento delle visite mediche".
E alla fine Cristiano Ronaldo fa "ciao ciao" alla Juventus e si accasa altrove. Il portoghese aveva ampiamente manifestato l'intenzione di andare via dalla squadra bianconera una volta reso conto che la permanenza a Torino non lo avrebbe aiutato ad inanellare altri record e trofei (l'unica cosa che conta per il fuoriclasse portoghese). E così dopo aver fatto i capricci e ottenuto di non giocare titolare ad Udine e dopo aver bussato a mille porte (sembrava un rappresentante di enciclopedie...) alla fine ha trovato qualcuno che l'ha aperto e lo ha accolto. 
Dopo tre anni la sua avventura alla Juventus termina. Era arrivato per far vincere la Champions League al club bianconero: obiettivo mai nemmeno sfiorato (in tre anni una eliminazione ai quarti e due agli ottavi). Un'esborso economico notevole che ha prodotto due aumenti di capitale da 700 milioni di euro totali e una montagna di debiti non tutti quantificabili. 
Possiamo finalmente dire che è stata un'operazione economica palesemente fallimentare? O dobbiamo continuare a far finta di vedere dei pseudo-vantaggi per la Juventus che in realtà non ci sono e non ci sono mai stati?

venerdì 27 agosto 2021

TORO-TUCU DOPO IL PASTICCIO DI HANDANOVIC: L'INTER VINCE ANCORA

Serie A 2021-2021 – 2^ Giornata 
VERONA - INTER 1 -
15' Ilic – 48’ L. MARTINEZ – 83’ CORREA – 94’ CORREA 

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Magnani (30' st Dawidowicz), Guenter, Ceccherini (8' st Casale); Faraoni (30' st Sutalo), Hongla (30' st Tameze), Ilic, Lazovic; Barak, Cancellieri (17' st Lasagna); Zaccagni. 
Allenatore: Di Francesco 
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Barella, Brozovic (21' st Vidal), Calhanoglu, Perisic (21' st Dimarco); Martinez (29' st Correa), Dzeko. 
Allenatore: S. Inzaghi. 
Arbitro: Manganiello 

La passeggiata della prima giornata si trasforma in un percorso tortuoso, ma alla fine il risultato finale è lo stesso. L’Inter porta a casa i tre punti dopo una partita che aveva iniziato bene, ma che si è complicata dopo l’errore di Handanovic che ha permesso il gol del vantaggio di Ilic dopo un quarto d’ora. I nerazzurri di Simone Inzaghi riescono a trovare il pareggio in apertura di ripresa con Lautaro Martinez e nel finale riescono a conquistare l’intera posta in palio con una doppietta di Correa, che aveva fatto il suo esordio in nerazzurro ad un quarto d’ora dalla fine.

EUROPA LEAGUE E CONFERENCE LEAGUE: ECCO I GIRONI

Sorteggio sfortunato da testa di serie per Napoli e Lazio che nei gironi dell'Europa League 2021/22 hanno pescato rispettivamente Leicester e Marsiglia. Gli azzurri di Spalletti, inseriti nel gruppo C, oltre che con gli inglesi dovranno vedersela con Spartak Mosca del tecnico italiano Domenico Tedesco e Legia Varsavia. Nel gruppo E con la Lazio di Sarri sono state sorteggiate anche Lokomotiv Mosca e Galatasaray oltre all'OM. 
Le vincitrici dei gironi si qualificheranno direttamente agli ottavi di finale. Le seconde passeranno alla fase a eliminazione diretta, dove affronteranno le terze classificate della Champions League per un posto agli ottavi. Le squadre terze classificate retrocederanno alla fase a eliminazione diretta della Conference League, dove affronteranno le seconde dei gironi della nuova competizione europea per un posto agli ottavi. 

SERIE A, I CONSIGLI PER SCOMMETTERE SULLA SECONDA GIORNATA

Iniziamo subito con Udinese – Venezia, partita che apre la seconda giornata di campionato. Dopo aver fermato la Juventus pareggiando 2-2, gli undici di Gotti si preparano ad affrontare il Venezia, reduce dalla sconfitta con il Napoli. I friulani sono favoriti, ma la squadra di Zanetti cercherà di conquistare i suoi primi punti proprio ad Udine. 
Passiamo a Verona – Inter. Brutta partenza per il Verona, che ha esordito perdendo 3-2 con il Sassuolo. Discorso diverso per l’Inter, che ha vinto senza problemi con il Genoa per 4-0. Sulla carta non c’è storia: la formazione di Inzaghi è nettamente più forte. Ma il Verona ha bisogno di riscattarsi e di risalire in classifica. Sarà questa l’occasione giusta? 

giovedì 26 agosto 2021

CHAMPIONS LEAGUE: SORRISO JUVE, REMAKE INTER, INCUBO MILAN

Sono stati sorteggiati i gironi della Champions League 2021/22 con quattro squadre italiane impegnate. Come sempre sorteggio in chiaroscuro per le nostre formazioni, mentre bisogna ammettere che il sorteggio ha subito regalato sorprese con scontri di alto livello nella fase a gironi.
Per l'Inter, inserito nel gruppo D con il Real Madrid di Carlo Ancelotti, lo Shakhtar Donetsk di Roberto De Zerbi (che nel preliminare ha superato il Monaco ai supplementari) e lo Sheriff Tiraspol (formazione moldava all’esordio nella massima competizione continentale dopo aver eliminato la Dinamo Zagabria) quasi un remake della scorsa stagione (speriamo con esiti diversi). 

mercoledì 25 agosto 2021

INTER: È FATTA PER CORREA

Finalmente è arrivata la fumata bianca: l’Inter ha messo le mani su Joaquin Correa. L’accordo è stato sostanzialmente trovato nel pomeriggio di ieri: un’operazione complessiva da 31 milioni di euro, divisi in 5 milioni di prestito oneroso, 25 di riscatto obbligatorio e un ulteriore milione di bonus da versare nelle casse di Lotito. Il tutto per la gioia di Simone Inzaghi, che ritrova il Tucu in nerazzurro dopo i tre campionati trascorsi insieme alla Lazio. 
Nessun problema nell’accordo tra l’Inter e il giocatore, che da giorni avevano già raggiunto un’intesa su base quadriennale (ovvero fino al 2025) per un ingaggio da 3,5 milioni di euro netti a stagione. 

martedì 24 agosto 2021

MESSI E CR7 INSIEME AL PARIS SAINT GERMAIN?

IL MERCATO DI CIP&CIOP
Si infittisce il mistero attorno a Cristiano Ronaldo. Nonostante le smentite di Nedved, non è del tutto chiaro il futuro del fuoriclasse portoghese alla Juventus, partito dalla panchina nel primo match di campionato dei bianconeri. L'accostamento più frequente è quello al Paris Saint-Germain, per andare a completare un team stellare con Messi, Neymar, Di Maria, Verratti, Hakimi, Wijnaldum, Sergio Ramos e Donnarumma (con Mbappé che partirebbe in direzione Real). 
Una conferma arriva direttamente da Khalifah Bin Hamad Al-Thani, membro della famiglia reale qatariota proprietaria del club, che ha pubblicato una foto di CR7 e la Pulce insieme con la maglia dei parigini. Al-Thani aveva anticipato via social proprio l'ingaggio dell'argentino svincolatosi dal Barcellona. 

lunedì 23 agosto 2021

FAR WEST A NIZZA, INVASIONE DI CAMPO E SCONTRI TIFOSI-CALCIATORI


La pagina più nera del calcio francese. È stata ribattezzata così la maxi rissa che si è consumata durante Nizza-Marsiglia di ieri sera. Uno spettacolo orrendo, a dir poco scandaloso trattandosi di una partita di calcio. La rivalità tra le due tifoserie era risaputa ma alla vigilia della gara nessuno si sarebbe mai aspettato di dover assistere a qualcosa del genere. 
L'episodio che scatena l'inferno avviene al 74esimo minuto quando i padroni di casa sono in vantaggio per 1 a 0. Payet, regista del Marsiglia, va a battere un calcio d'angolo sotto la curva del Nizza, la brigata Sud. Da qui iniziano a piovere bottigliette dei tifosi verso la bandierina e una di queste colpisce il giocatore del Marsiglia alla nuca. L'episodio fa infuriare il giocatore che per tutta risposta rilancia la bottiglietta verso gli spalti. 

domenica 22 agosto 2021

UNA RONDINE NON FA PRIMAVERA, MA CHI BEN COMINCIA…

Dicono che una rondine non fa primavera, ma anche che chi ben comincia è a metà dell’opera o se preferite che il buongiorno si vede dal mattino. Esaltarsi troppo per la vittoria di ieri pomeriggio potrebbe sembrare esagerato, ma è anche vero che, come scriveva Matrix nei commenti al precedente post, “Dopo sembra sempre una passeggiata, ma alle 18 e 25 in quanti erano convinti che sarebbe stata una passeggiata?”. Del resto, e non è certo una novità, quante volte partite apparentemente semplici sulla carta si trasformano in sfide insidiose, complicate in cui magari alla fine neanche riesci a vincere? Mi viene in mente un Inter-Torino, prima giornata di qualche stagione fa, chiuso 2-0 nel primo tempo e finito poi 2-2. 

POKER INTER: I CAMPIONI D’ITALIA RIPARTONO ALLA GRANDE

Serie A 2021-2022 – 1^ Giornata 
INTER - GENOA 4 -
6' SKRINIAR – 14' CALHANOGLU – 74’ VIDAL – 87’ DZEKO 

INTER (3-5-1-1): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni (39' st Dumfries); Darmian, Barella (32' st Vecino ), Brozovic, Calhanoglu (32' st Satriano), Perisic (24' st Dimarco); Sensi (24' st Vidal); Dzeko. 
A disp.: Cordaz, Radu, Kolarov, Ranocchia, Agoume, D'Ambrosio, Pinamonti. 
All.: Inzaghi. 
GENOA (3-5-2): Sirigu; Biraschi (1' st Serpe), Vanheusden, Criscito; Sturaro (26' st Melegoni), Badelj, Rovella, Hernani (1' st Bianchi), Cambiaso (1' st Sabelli); Pandev, Kallon (9' st Favilli). 
A disp.: Marchetti, Masiello, Ekuban, Buksa, Agudelo, Eyango, Portanova. 
All.: Ballardini. 
Arbitro: Marini 

Parte alla grande la nuova era nerazzurra. I campioni d’Italia in carica infatti iniziano la nuova stagione con un convincente 4-0 ai danni del Genoa, mai veramente in partita. Match già indirizzato dopo un quarto d’ora grazie ai gol di Skriniar e Calhanoglu, mentre nel finale Vidal e Dzeko hanno arrotondato il punteggio. Nel mezzo anche due gol annullati per fuorigioco a Perisic e Calhanoglu. Insomma quello dei nerazzurri è stato un esordio più che soddisfacente, aspettando gli ultimi botti di mercato (questo attaccante prima o poi arriverà…) e avversari un tantino più attendibili. 

sabato 21 agosto 2021

CHE LO SPETTACOLO ABBIA INIZIO: BUON CAMPIONATO A TUTTI !!!


⚽ BUON CAMPIONATO A TUTTI !!!


Se ti è piaciuto l’articolo ISCRIVITI AI FEED per rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti !!!

SERIE A, SI PARTE: SARÀ DUELLO INTER-JUVENTUS MA…

Ancora otto ore, poi la lunga attesa estiva sarà terminata. Fra otto ore infatti Verona-Sassuolo e Inter-Genoa daranno il via alla stagione 2021-2022, la 90esima edizione della Serie A di calcio a girone unico. La giornata proseguirà con Empoli-Lazio e Torino-Atalanta in programma stasera alle 20.45. Domani toccherà alle altre, dalla Juventus che andrà ad Udine a prendersi i primi tre punti sicuri, al Napoli che riceverà il Venezia, a Mourinho che tornerà a sedersi su una panchina di Serie A dopo 11anni (curiosità: undici anni fa chiuse affrontando un toscana, il Siena, domani, ripartirà affrontando un'altra toscana, la Fiorentina). Chiuderà la giornata il Milan che lunedì sera farà visita alla Sampdoria. 
Inizia il campionato e quale è il giochino preferito dagli appassionati di calcio? Esatto, creare le famose griglie. 
Che poi magari servono a poco perché molto spesso non ci si azzecca (per dire, lo scorso anno avevo pronosticato un campionato tranquillo del Parma), però è divertente così. 

venerdì 20 agosto 2021

SCUDETTO, CHAMPIONS, RETROCESSIONE: I NOSTRI PRONOSTICI !!!

Meno di 24 ore al fischio d’inizio della stagione 2021-2022 di Serie A. È praticamente tutto pronto, e allora in redazione abbiamo provato a fare dei pronostici su chi succederà all’Inter nell’albo d’oro del campionato, su quali squadre andranno in Champions League e su quali sono le principali candidate alla retrocessione. Ovviamente, come sempre, sono pronostici fatti il 20 agosto e come tali lasciano il tempo che trovano. Con la speranza di aver azzeccato qualche pronostico e la certezza che saremmo smentiti dai fatti. 

ENTIUS 
Scudetto: Juventus 
Champions League: Inter, Milan e Roma 
Retrocessione: Sassuolo, Udinese e Genoa (Più che un pronostico è una speranza…
Sorpresa: Mi incuriosisce molto il ritorno di Mourinho in Italia. Spero che ci faccia divertire in campo e anche fuori. 

giovedì 19 agosto 2021

INTER TRA BELOTTI E THURAM. BERARDI DOVE VA?

IL MERCATO DI CIP&CIOP
• Sempre molto attiva l’Inter nella ricerca di un altro attaccante da dare a Simone Inzaghi dopo la partenza di Romelu Lukaku. L’ampio casting si è ridotto ormai ad un ballottaggio tra Andrea Belotti del Torino e Marcus Thuram del Monchengladbach con il francese grande favorito. I dirigenti nerazzurri avrebbero già presentato un’offerta ai tedeschi da 30 milioni di euro. Abbandonata ormai la pista Zapata (l’Atalanta chiede troppo e vuole prima tutelarsi trovando un sostituto), mentre sono state per ora messe da parte altre opzioni come Correa della Lazio, giocatore che piacerebbe al tecnico nerazzurro, Vlahovic della Fiorentina (Commisso chiede troppo) e Jovic del Real Madrid. 

mercoledì 18 agosto 2021

CHI SIAMO? DOVE ANDIAMO? COSA VOGLIAMO? (quesiti nerazzurri di metà agosto)

- Buonasera Entius. Entius… Entius…. Ci sei? 
- Sì eccomi Alter. Sono tutto per te. 
- Passate bene queste vacanze? 
- Certo. Sole, mare, relax. Ci volevano proprio questi giorni di assoluto riposo. Peccato che tra un bagno al mare e una grigliata con gli amici ci ha pensato l’Inter a rovinarmi la giornata. 
- La cessione di Lukaku è stato un brutto colpo… 
- Altroché. Sinceramente non me lo aspettavo. Il belga ha sempre professato amore sincero per l’Inter, salvo poi voltarci le spalle alla prima occasione difronte ad un contratto sostanzioso. Va bene i soldi, ma qui era trattato da re e in nerazzurro si sarebbe potuto le sue belle soddisfazioni. E sorvoliamo sul messaggio d’addio ai tifosi. Arrivato tardivo e pieno di frasi di circostanza. Poteva tranquillamente risparmiarselo.