GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 31 maggio 2007

TIFOSE

Dopo aver letto questa notizia e visto questo spettacolo mi era quasi venuta voglia di diventare almeno simpatizzante del Milan. Poi ci ho rinunciato, ho cambiato idea.
Le tifose belle mica ce l'hanno solo le altre squadre. Anche le tifose nerazzurre sono sexy ed affascinanti. Solo che le nostre (purtroppo...) non si spogliano quando l'Inter vince...

(Emanuela Folliero, Elisabetta Canalis e Luisa Corna, tre tifose nerazzurre niente male...)

mercoledì 30 maggio 2007

FIGO E CRESPO RESTANO ALL'INTER

Con il campionato ormai finito è il calciomercato a tenere banco. C'era grande attesa per sapere se Hernan Crespo sarebbe rimasto in nerazzurro o sarebbe tornato al Chelsea. Alla fine il bomber argentino rimane all'Inter, il Chelsea l'ha mollato. Rimarrà quasi certamente anche Luis Figo. L'accordo con gli arabi è saltato pertanto il portoghese è pronto a disputare un'altra stagione con la maglia nerazzurra.
Non sono daccordo con la scelta del giocatore portoghese. Ha l'occasione di andarsene da campione acclamato e rimpianto dalla tifoseria nerazzurra. Se l'anno prossimo dovesse incappare in una stagione negativa se ne andrebbe fra fischi e mormorii.
Chi se ne andrà sicuramente (e sarebbe ora...) sarà Recoba. Difficilmente il Chino resterà in Italia, probabile la destinazione di Madrid, sponda Atletico. Più incerta la situazione di Adriano. Il brasiliano gode della fiducia di Moratti ma Mancini è stufo delle sue bizze. Alla fine se arriverà una offerta allettante l'Imperatore nerazzurro potrebbe lasciare Milano.

martedì 29 maggio 2007

VINCENTI E ANTIPATICI


Siamo diventati antipatici. Prima Gattuso si è lamentato con Materazzi, poi Del Piero si è detto infastidito per certi cori. Volete sapere qual'è la verità? Siamo diventati vincenti e antipatici. Per anni ci hanno preso (e l'abbiamo preso) per il culo perché perdevamo. Ora siamo odiati perché vinciamo. Non so voi ma io con l'odio altrui ci convivo benissimo. Chi sarà il prossimo a dire la sua?

lunedì 28 maggio 2007

UNA STAGIONE TRIONFALE

97 punti (su 114 a disposizione): primato assoluto italiano nel Campionato a 20 squadre; primato assoluto europeo (superato quello dei 95 punti del Chelsea 2004-'05);
+22 sui vincitori della Coppa Italia;
+36 sui Campioni d’Europa;
+ un'abisso sulla squadra più titolata d'Italia;

30 vittorie (su 38 partite): primato assoluto;
0 sconfitte esterne;
15 vittorie (su 19) in trasferta: primato assoluto nel Campionato a girone unico;
17 vittorie consecutive: primato assoluto nel Campionato a girone unico; record europeo per i campionati di prima fascia;
107 gol realizzati complessivamente: eguagliato il primato dell'Inter 1950-'51 che lo aveva realizzato in 38 incontri contro i 55 di questa stagione;
33 gare utili consecutive: primato assoluto nel Campionato a 20 squadre;
31 gare iniziali senza sconfitte: primato assoluto nel Campionato a 20 squadre;
5 giornate: i turni d'anticipo sulla fine del torneo con i quali è stato vinto aritmeticamente lo scudetto;
1 sconfitta: eguagliato il record nel Campionato a 20 squadre (Juventus 2005-2006);

SCUSATE SE NON SIAMO RIUSCITI A FARE DI MEGLIO...
FORZA INTER

LA GRANDE FESTA SCUDETTO










GRAZIE RAGAZZI !!!

FORZA INTER !!!

(Foto: AliceSport e Inter.it)

domenica 27 maggio 2007

L'ULTIMA GIORNATA

PARMA, REGGINA, SIENA E CATANIA SALVI. CHIEVO RETROCESSO
Gli emiliani battono l'Empoli 3-1, la Reggina rifila 2 gol al Milan, il Siena soffre ma batte 2-1 la Lazio. I siciliani battono 2-0 il Chievo e lo condanna alla serie B. Tutto come previsto. Fin troppo.
Per l'ennesima volta dobbiamo assistere ad un'ultima giornata dove le squadre che hanno già raggiunto i loro obbiettivi si lasciano sconfiggere dalle squadre che rincorrono la salvezza o altri obiettivi.
A Siena la Lazio pareggia su rigore e per un quarto d'ora si lascia travolgere dal Siena che, dopo aver buttato via, 7-8 occasioni da gol, riesce finalmente a segnare il gol salvezza.

PER L'INTER E' IL GIORNO DELLA FESTA SCUDETTO
Materazzi su rigore, Maicon e Figo (alla sua ultima partita in maglia nerazzurra) ancora su rigore stendono il Torino.
Altri due record per la squadra di Mancini. Vittorie ottenute (30 su 38 partite) e record di punti (97).
Dopo la consegna del trofeo da parte del Presidente della Lega Matarrese, la grande festa scudetto dei nerazzurri può iniziare.

DOPPIETTA DI TOTTI: E' SCARPA D'ORO
Due gol (e un rigore sbagliato) contro il Messina permettono al capitano giallorosso di avvicinarsi alla conquista della Scarpa d'Oro come miglior realizzatore stagionale europeo. Sorpassato il brasiliano Alves (che gioca nell'Heerenven), Totti dovrà guardarsi dal ritorno di Ruud Van Nistelrooy, che ha a disposizione due partite col Real per segnare almeno tre gol e raggiungerlo.

IN 5 PER EVITARE LA SERIE B

Ultimi 90 minuti di una stagione ricca di emozioni che però ha già detto praticamente tutto. Già assegnato lo scudetto, già assegnati i posti per la Champions League e la Coppa Uefa, già assegnati due dei tre posti per la serie B, rimane da decidere chi farà compagnia ad Ascoli e Messina nel viaggio verso la serie cadetta. Sono 5 le squadre che cercheranno di non occupare quel posto. Parma, Chievo, Catania, Reggina e Siena. Il calendario offre un’interessante scontro diretto Catania-Chievo (sul neutro di Bologna). Sono proprio queste due squadre che potrebbero rischiare di più. La Reggina infatti ospita un Milan campione d’Europa già appagato, e discorso analogo vale per il Siena che riceverà la Lazio e il Parma che incontrerà l’Empoli, felice per la sua prima qualificazione europea. Ovviamente questo è un discorso teorico. Bisognerà considerare molto fattori. Per esempio siamo sicuri che Milan, Lazio ed Empoli faranno le comparse? Altro fattore da non sottovalutare lo stato di forma. Chievo e Parma sono in buona forma, anche la Reggina può contare su un ottimo stato, mentre il Catania è messo meno bene, considerando anche che Marino, fra squalifiche ed infortuni, dovrà rinunciare a molti giocatori.
Saranno 90 minuti intensi. Non capita tutti gli anni che all'ultima giornata ci siano 5 squadre a contendersi la salvezza. Speriamo di assistere a delle sfide interessanti e magari ricche di emozioni e gol. Vinca il migliore.

sabato 26 maggio 2007

LE DIMISSIONI DI DESCHAMPS

Didier Deschamps si è dimesso dall'incarico di allenatore della Juventus. Tra conferme e smentite la notizia circola da due giorni.
Credo che il francese abbai fatto una scelta giusta. E'ormai certo che non gode della fiducia della società bianconera. Piuttosto che farsi cacciare ha preferito dimettersi da solo.
Per Deschamps c'è l'ipotesi Lione (Houllier lascerà a fine stagione) mentre sulla panchina bianconera ci potrebbe essere il ritorno (l'ennesimo...) di Marcello Lippi.

venerdì 25 maggio 2007

LO STILE DEI CAMPIONI D'EUROPA

Va bene festeggiare, va bene nell'euforia cantare "lo scudetto mettilo nel culo" ma quel striscione che ha fatto il giro di Milano e del mondo mi sembra una grande caduta di stile.
Per l'ennesima volta ho la certezza che gli altri ci temono. Non manca occasione per punzecchiarci, lo scudetto di cartone, lo scudetto da infilare nel di dietro. Tutto è il frutto di rabbia, rodimenti, di repressioni. Perché, diciamocelo tutto, vedere l'Inter che domina il campionato a suon di record infastidisce molti.
Ci temono, per quello che abbiamo fatto e per quello che potremmo fare ancora in futuro. E anche nel giorno del grande trionfo non riescono a godere in pieno della gioia perché hanno quel terrore nella mente che li assilla giorno e notte.
Battute a parte, rendiamoci conto che non serve a niente essere vincenti se non si ha un po' di stile.
E anche una volta abbiamo dimostrato di essere superiori, anche nello stile.

giovedì 24 maggio 2007

CONTANO I FATTI


Nella vita contano i fatti e i fatti dicono che il Milan è campione d’Europa. Non importa se non doveva nemmeno partecipare alla competizione, non importa se ha avuto un sorteggio favorevole sia nel girone eliminatorio che agli ottavi, non importa se ha giocato tre partite decenti su 15, non importa se ha vinto la finale con il più fortunato dei gol. Purtroppo il fattore C fa parte del calcio e il Milan quest’anno in Champions ne ha avuto tantissimo. Certo non possiamo ignorare un Kakà mostruoso, né la grinta di Gattuso o la bravura dei vari Pirlo, Nesta e Seedorf. La squadra rossonera ha avuto il pregio di crederci fino in fondo, di fornire una grande prestazione quando era necessario e di ricorrere al fattore C quando occorreva. Siamo di fronte ad una squadra che ha disputato tre finali in 5 anni. E disputare 3 finali di Champions in così poco tempo non è frutto di una semplice casualità. Il Milan è campione, meritatamente o no, bè credo che conti poco.
Contano i fatti. E i fatti dicono anche che quest'anno abbiamo incontrato due volte i campioni d'Europa e in entrambi i casi abbiamo vinto e dimostrato di essere superiori. Non capita tutti i giorni di battere due volte su due i campioni d'Europa. E' vero con questo Milan forse non avremmo vinto ma... contano i fatti. Il Milan è campione d'Europa ma noi quest'anno abbiamo dimostrato di essere superiori. Sperando che la prossima Champions League arrivi dall'altra parte di Milan...

martedì 22 maggio 2007

LA GRANDE VIGILIA

Ancora 24 ore, poi sapremo chi è la nuova regina d'Europa. Al Milan sono ottimisti, convinti che la Coppa sarà loro. Non vorrei sbagliarmi ma erano dello stesso parere anche due anni fa. Come finì lo sappiamo. Anche in casa Liverpool traspare un certo ottimismo. Chi avrà ragione?
Sinceramente sono convinto che il Milan vincerà la Coppa. Una squadra che non doveva prendere parte alla manifestazione, viene ammessa, affronta un girone molto facile e lo supera per il rotto della cuffia, agli ottavi incontra la squadra più facile e vince ai supplementari. Gioca bene sono la partita di ritorno dei quarti e le due sfide della semifinale. Se non sono segnali positivi questi...
Io sportivamente non tiferò per nessuno. Seguirò la partita e spero di vedere una bella sfida con tanti gol. E che vinca il migliore.

lunedì 21 maggio 2007

MILLESIMO GOL DI ROMARIO

Finalmente ci è riuscito. L'attaccante brasiliano Romario è riuscito a realizzare il suo millesimo gol in carriera, traguardo che stava inseguendo da molto tempo. Il bomber carioca lo ha realizzato contro lo Sport Recife. Al 3' del secondo tempo, sull'1-0 per il Vasco, l'arbitro ha concesso un penalty, trasformato dal 41enne bomber che poi è scoppiato in lacrime, mentre la partita veniva interrotta per 15 minuti.

CI MANCHERETE

Alessandro "Billy" Costacurta (difensore-Milan) e Angelo "Tyson" Peruzzi (portiere-Lazio) nello scorso weekend calcistico hanno giocato la loro ultima partita in campionato.
Aldilà della fede calcistica e delle simpatie/antipatie ci mancheranno entrambi e mi sembra giusto ringraziarli per le emozioni che ci hanno regalato, nel bene e nel male.
GRAZIE BILLY
GRAZIE TYSON

domenica 20 maggio 2007

INTER, ANCORA RECORD


ATALANTA - INTER 1 - 1
8' Ferreira Pinto, 48' FIGO rig.

Si chiude con un pareggio la serie di trasferte nerazzurre di questo campionato. La squadra di Mancini aggiunge un altro record, riuscendo a rimanere imbattuta fuori casa per tutto il campionato. Impresa riuscita già alla Fiorentina, al Perugia ed al Milan (1968/69, 1978/79 e 1987/88, tornei a 16 squadre), e ancora al Milan (1991/92 e 1992/93, stagioni a 18 squadre). Il bilancio nerazzurro lontano da San Siro vede 15 vittorie (altro record) e 4 pareggi.
Primo gol in campionato per Figo che aveva realizzato, ad agosto, il gol vittoria nella Supercoppa Italiana.

sabato 19 maggio 2007

ANCORA CAMPIONI !!!

Nella finale del campionato Primavera l'Inter batte 1-0 la Sampdoria e diventa
CAMPIONE D'ITALIA

LA JUVENTUS PROMOSSA IN SERIE A


PRIMAVERA, TUTTI PRONTI PER LA FINALE

Grande attesa per la finale del campionato Primavera che stasera vedrà di fronte l'Inter e la Sampdoria.
La speranza dei nerazzurri è di ripetere la vittoria della prima squadra. Evento che riusci nel 1989. L'ultima vittoria dell'Inter primavera è arrivata nella stagione 2001-2002. Nelle due stagioni successive l'Inter è arrivata in finale battuta in entrambe le occasioni dal Lecce.
FORZA INTER !!!

venerdì 18 maggio 2007

NOTIZIE DI MERCATO

Con la stagione ormai agli sgoccioli, gli occhi iniziano a puntarsi sul mercato estivo. Due finora i tormentoni, che ci porteremo fino ad agosto. Buffon e Ronaldinho. Il portiere potrebbe lasciare la Juventus per accasarsi a Milano (Inter o Milan) mentre il fuoriclasse brasiliano potrebbe vestire la maglia rossonera. Intanto l'Inter ha già bloccato Suazo del Cagliari. Moratti sta provando a convincere Figo a restare ancora all'Inter per un'altra stagione. I nerazzurri sono interessati anche ai romanisti Chivu e Mancini.
La Juventus ha già preso Mesto della Reggina che piaceva anche a Milan e Inter. In partenza, destinazione Firenze, Marchionni e Balzaretti.
Il Milan sogna Ronaldinho ma nel frattempo sta cercando altri elementi per rinforzare la rosa. Piace Zambrotta e la trattativa sembrerebbe ben avviata.
Il Parma è ad un passo dal portiere Handanovic (Rimini) mentre anche la Lazio cerca un estremo difensore (De Sanctis?) per sostituire Peruzzi. Il Torino punta il bomber Lucarelli, che piace anche alla Fiorentina, mentre il Napoli sta provando a convincere Bobo Vieri. La Lazio è alla ricerca di un difensore piacciono Pratali e Bovo. Uno dei due arriverà sicuramente in biancoceleste.
Siamo solo a maggio ma il mercato è già in fermento.

giovedì 17 maggio 2007

SENZA INFAMIA E SENZA LODE

L'impresa non riesce. L'Inter vince la finale di ritorno di Coppa Italia per 2-1 ma, ovviamente, il risultato non basta per ribaltare la sonora scoppola subita 8 giorni fa all'Olimpico. Al 50' va a segno Crespo (7 gol in 4 partite, scusate se è poco). Dopo 6 minuti arriva anche il gol di Cruz. I sogni di rimonta si spengono però al 72' quando Cordoba riceve il secondo giallo e viene spedito anzitempo negli spogliatoi. La Roma riprende coraggio e al 84' segna con Perrotta. Finisce 2-1. La Roma vince la Coppa Italia meritatamente. L'Inter riscatta la prestazione orrenda dell'Olimpico e questo è sufficiente. Non sempre le grandi rimonte riescono. Ad agosto riuscimmo a ribaltare uno 0-3 e a portare a casa la Supercoppa Italiana. Stavolta non ci siamo riusciti. Ciò non toglie che abbiamo fatto un campionato straordinario e bellissimo e che una partita sbagliata non cambia il giudizio su una stagione irripetibile.

Onore e merito alla Roma. Unica squadra in grado di arginare l'uragano Inter e a ritagliarsi un piccolo spazio nella strepitosa stagione nerazzurra.

VOGLIAMO 11 LEONI

La partita dell’orgoglio. Ecco cosa vogliamo vedere oggi pomeriggio. 11 leoni che si battono come se fosse la partita della loro vita. 11 leoni incazzati che aggrediscono palla e avversari per portare a casa un risultato positivo. La Coppa Italia possiamo anche lasciarla alla Roma, ma vogliamo vedere una squadra che dimostri di essere Campione d’Italia. Vogliamo vedere una vittoria netta, dal punto di vista dei gol e del gioco. Se poi riuscimmo anche a realizzare l’impresa di recuperare 4 gol, bè sarebbe fantastico.
FORZA INTER !!!

(PS: E tanto per cambiare anche oggi pomeriggio mi affiderò agli sms per sapere l’andamento della partita…)

mercoledì 16 maggio 2007

IL SIVIGLIA CONCEDE IL BIS

Il Siviglia, detentore del trofeo, si aggiudica la Coppa Uefa 2006-07 al termine di una finale tutta spagnola intensa e divertente. Sono proprio i detentori del trofeo ad andare in vantaggio con Adriano al 18'. Dieci minuti dopo pareggia Reira. Al 70' arriva quella che sembra la svolta della partita. L'Espanyol rimane in 10 per l'espulsione di Moises. Ma il risultato non cambia e si va ai supplementari. Al 105' Kanoutè realizza il gol che ammutolisce i supporter catalani. Per l'Espanyol sembra finita e invece al 115' Jonatas pareggia i conti. 2-2 Si va ai rigori. E qui il protagonista diventa il portiere sivigliano Palop che para 3 rigori su 4 regalando alla sua squadra il bis.

BUON COMPLEANNO PRESIDENTE

Il nostro grande Presidente Massimo Moratti festeggia oggi il 62esimo compleanno. Ed è un compleanno festeggiato da Campione d'Italia.
Ragazzi, domani facciamogli un bel regalo!!!
AUGURI PRESIDENTE !!!

martedì 15 maggio 2007

UN GIORNALISTA COMICO

Pur essendo un appassionato di calcio e di giornalismo sportivo non ho mai comprato Tuttosport. Non è una scelta forzata. Semplicemente compro altri quotidiani sportivi. Ultimamente però mi sto appassionando al quotidiano torinese ed in particolare al suo direttore. Vi confesso che leggo con interesse ciò che scrive. Mi piace scoprire fino a che punto può spingersi un giornalista che nega l'evidenza. Sapete benissimo a chi mi riferisco. Al signor Padovan che in questi mesi ha dato ampio sfoggio di stronzate contro l'Inter. Benedetto figliolo, ti rode che l'Inter vince? Parla d'altro, parla di Formula 1, di ciclismo, di motomondiale, di curling, ma non negare l'evidenza con editoriali degni del repertorio di un comico. Una cosa è essere soggetti ad un padrone e ad una linea editoriale, un'altra cadere nel ridicolo. Leggere un'editoriale di Padovan o vedere un film di Totò è la stessa cosa ormai.
Da quando seguo Padovan non rimpiango più di essere diventato un giornalista sportivo. Immaginare di fare la fine di quel poveretto mi mette i brividi. Come mi mette i brividi pensare che ci sia gente che legge con interesse serio ciò che lui scrive e lo prende per buono. Bah, sono senza parole...
Joe Paterno (chi era costui?) diceva "Se un giorno dovessi fare un trapianto di cervello, vorrei quello di un giornalista sportivo. Perché so che non è mai stato usato." Meglio se è quello di Padovan...

lunedì 14 maggio 2007

L'INTER E IL CAMPIONATO

Neanche il tempo di sederti sul divano e stai già 0-2. Il pomeriggio non può cominciare peggio. Per fortuna il boato dei tifosi laziali sveglia l'Inter impegnata da mercoledì in un lungo e rilassante sonnellino post-tricolore. Da quel momento inizia un'altra partita. Crespo accorcia, poi pareggia. L'Inter prende un paio di brividi in difesa. E quando l'intervallo è quasi vicino, arriva la punizione di Ledesma. Incredibilmente perfetta: 2-3
Il secondo tempo è un batti e ribatti con occasioni da entrambe le parti. Finché a 10 minuti dalla fine Crespo trova la tripletta personale che vale il pareggio. Dai, in fondo può bastare così. Ma Materazzi non è dello stesso parere e all'84esimo su un calcio d'angolo svetta più alto di tutti e infila Ballotta. 4-3. Record su record e un dubbio che ci trascineremo per molto tempo: Come ha fatto questa Inter a prendere 6 pere all'Olimpico?

IL RESTO DEL CAMPIONATO. Lazio e Milan (1-1 col Catania) sono matematicamente qualificate per la prossima Champions League. Al quinto posto sale la Fiorentina (battuto il Cagliari 1-0). Accesissima la lotta per la salvezza. Reggina e Chievo si dividono la posta in palio (1-1) e ora sono entrambe terz'ultime. Vittorie fondamentali per il Siena (2-0 sull'Empoli), per il Parma (4-1 sul già retrocesso Messina) e per il Torino che compie il colpaccio della giornata espugnando l'Olimpico (1-0 alla Roma, rete dell'ex Muzzi). Vincono anche l'Ascoli (3-2 al Palermo), l'Atalanta (battuto l'Udinese 3-2 con gol partita di Vieri) e del Livorno (1-0 alla Sampdoria).

domenica 13 maggio 2007

CRESPO SVEGLIA L'INTER


INTER - LAZIO 4 - 3
3' Pandev - 5' Mutarelli - 20' Crespo - 35' Crespo - 41' Ledesma - 80' Crespo - 84' Materazzi

Come contro la Roma dopo 5 minuti è già 0-2. Poi Crespo riporta l'Inter in carreggiata accorciando le distanze al 20' e pareggiando al 35'. Ma al 41' Ledesma pennella una punizione perfetta: 2-3. Nel secondo tempo l'Inter parte al'arrembaggio e al 80' Crespo trova il pareggio (tripletta per il bomber argentino, la prima con la maglia nerazzurra). Ma non è finita. Al 84' Materazzi di testa trafigge Ballotta e regala all'Inter una vittoria insperata.
93 punti in campionato per l'Inter. Ennesimo record di una stagione straordinaria ed indimenticabile.
ED ORA TUTTI ALL'ASSALTO DELLA ROMA.
PER SALVARE L'ONORE

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails