GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 31 ottobre 2008

LE MIE TRASFERTE NERAZZURRE

Mancano poche ore alla trasferta di Reggio Calabria. Dopo la vittoria di Roma ero entusiasta dell'idea e sono stato io a convincere gli altri ancora un po' titubanti. Ora invece l'entusiasmo è diminuito ma sono comunque contento di andare a vedere l'Inter dal vivo. E' qualcosa che non faccio spesso e ogni volta che c'è l'occasione meglio approfittarne.
La mia prima volta da tifoso nerazzurro dal vivo non fu felice. Era il 19 dicembre 1999. Ero emozionato e carico. L'Inter perse a Bari 2-1 e segnò Cassano. Il ritorno in macchina fu un trauma. Esperienza indescrivibile.
Tre anni dopo andò decisamente meglio. Era il 22 settembre del 2002. Il 5 maggio bruciava ancora ma nonostante tutto decidemmo di andare a vedere Reggina-Inter. Vincemmo 2-1 con gol vittoria di Recoba in pieno recupero. In precedenza aveva segnato Vieri (sotto la nostra curva) e aveva pareggiato Nakamura su rigore ad un minuto dal novantesimo. Vittoria a parte fu una trasferta memorabile. Viaggiammo con un pullman di tifosi e andammo in curva. Bello, troppo bello. Ci divertimmo moltissimo.
Ancora tre anni e il 12 marzo del 2005 entrai all'Olimpico per un Lazio-Inter. Finì 1-1 (gol di Cruz). L'Olimpico è uno stadio bellissimo e quando ci entri la prima volta ne rimani sicuramente affascinato. In notturna poi, secondo me, è ancora più bello. Seguii la partita in tribuna tra tifosi laziali e nerazzurri che si comportarono in modo sportivo.
Ancora tre anni e domani sarà Reggina-Inter. Mourinho lascia di nuovo a casa Cruz e Adriano (penso proprio che a gennaio entrambi faranno le valigie) e non convoca nemmeno Cambiasso e Dacourt perché non al meglio.
Spero di tornare vittorioso e soprattutto spero di divertimi tantissimo.
FORZA INTER

CLICCA SUL BOTTONE PER VOTARE QUESTO POST
VOTAMI ANCHE SU OK NOTIZIE

giovedì 30 ottobre 2008

SIAMO IN DIFFICOLTA'

L'ho detto ieri sera e lo ripeto anche oggi. Un pareggio a Firenze può andar bene. Pazienza se negli ultimi due anni abbiamo vinto al Franchi e ieri abbiamo solo pareggiato. Ogni campionato fa storia a sé e bisogna tener conto anche della forza degli avversari.
Non è nemmeno grave il tanto acclamato sorpasso rossonero (nonostante certa stampa gli ha dato l'importanza di una vittoria mondiale). Ha solo un punto più di noi e la stagione è ancora lunga.
In fondo anche il fatto che dopo 3 anni siamo così in basso in classifica non è poi così grave (prima o poi doveva succedere). L'importante è essere lassù a fine stagione.
Insomma ci sono tutti gli elementi per essere tranquilli, nonostante tutto. E invece così non è. Questa Inter ha avuto un'esordio stagionale strepitoso (in Supercoppa contro la Roma) ma poi è svanita nel nulla. Se escludiamo la sfida col Torino e quella contro la Roma (che era comunque un'avversaria in grossa difficoltà) non abbiamo più visto un'Inter convincente, un'Inter bella o almeno un'Inter vincente.
L'Inter di Mancini (mi pesa fare certi paragoni ma purtroppo è inevitabile farli) magari non giocava bene però dava l'impressione di poter segnare, di avere in mano la situazione e di poter sfruttare il momento buono. L'Inter di Mourinho non mi dà questa sicurezza. Sembra timorosa, incapace di far male, quasi innocua.
Qualche giorno fa scrissi che avevo la sensazione che l'allenatore portoghese avesse perso le redini della situazione. La mia voleva essere quasi una provocazione e invece mi sa che avevo visto giusto. Avete notato che sta perdendo la sua iniziale spavalderia? La sua sicurezza? Sembra più stanco, più incerto.
Dai Mou, svegliati. Non vorrai mica fare la figura del pirla?

CLICCA QUI PER VOTARE
VOTAMI ANCHE SU OK NOTIZIE

mercoledì 29 ottobre 2008

TUTTO SOMMATO...


FIORENTINA - INTER 0 - 0

Secondo pareggio consecutivo e secondo 0-0 consecutivo. Abbiamo una difesa di ferro e un'attacco che non vale una cippa (ovvio se lasci Adriano e Cruz a casa, Balotelli scalda la panchina e giochi con Obinna).
Napoli e Udinese, entrambe vittoriose, sono da sole in testa alla classifica, ci ha scavalcato pure il Milan e ora siamo quarti.
Anche se mi girano le palle e quasi quasi mi sono già pentito di aver deciso di andare a vedere Reggina-Inter, devo ammettere che tutto sommato un pareggio a Firenze non è da buttare via. Bisogna aspettare sabato sera e il risultato finale della sfida con la Reggina per capire se dobbiamo iniziare a preoccuparci. Certo, questa Inter non fa dormire sonni tranquilli e ho l'impressione che sarà una stagione sofferta, indipendentemente se sarà vincente oppure no. FORZA INTER

CLICCA SUL BOTTONE PER VOTARE QUESTO POST
VOTAMI ANCHE SU OK NOTIZIE

martedì 28 ottobre 2008

MARADONA NUOVO CT DELL'ARGENTINA


La notizia circolava già da qualche giorno e sembrava la solita bufala che i giornali pubblicano per vendere di più. Invece la notizia era vera ed ora è diventata ufficiale. Diego Armando Maradona è il nuovo commissario tecnico della Nazionale Argentina. L'ex Pibe d'oro subentra ad Alfio Basile, dimessosi dopo i risultati poco convincenti della nazionale nelle qualificazioni sudamericane ai Mondiali 2010.
A guidare l'Argentina nell'amichevole con la Scozia del prossimo 19 novembre sarà Sergio Batista, con Maradona che seguirà la squadra solo per prendere contatto col gruppo. Il debutto ufficiale sulla panchina della Seleccion per il nuovo ct argentino dovrebbe avvenire l'11 febbraio contro la Francia.
Nello staff dovrebbe esserci anche Carlos Bilardo, tecnico dell'albiceleste ai Mondiali 1986 che avrà funzione di direttore tecnico, Pedro Troglio, ex giocatore di Lazio, Verona e Ascoli e vice-campione del Mondo con la Seleccion a Italia '90 che sarà l'aiutante del Pibe de Oro, e Fernando Signorini in qualità di preparatore atletico.

VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI
VOTAMI ANCHE SU OK NOTIZIE

PUNIZIONI INGIUSTIFICATE

Dalle parole si passa ai fatti. A farne le spese per la pessima prestazione di domenica sono Cruz e Adriano (reo di essere andato a divertirsi in un locale milanese). Due punizioni che secondo me sono ingiustificate e, nel caso di Cruz, anche assurde.
Partiamo da Adriano. Premetto che secondo me tutto sommato la punizione ci può stare. Adriano deve rispettare certe regole e se le infrange è giusto che ne paghi le conseguenze. Credo che però si sia venuto a creare un clima assurdo intorno all'attaccante brasiliano. Ogni volta che viene avvistato in un locale di Milano sembra che stiamo facendo un'omicidio di massa. E' un ragazzo di 26 anni che si è andato a divertire con gli amici. Che c'è di male? Dalle cronache non mi risulta che abbia bevuto o si sia dato alla pazza gioia. Del resto Milan e Juventus non hanno punito Ronaldinho e Sissoko che erano con lui. In fondo sono ragazzi e nei limiti consentiti posso divertirsi anche loro. O forse nel caso di Adriano bisogna rassegnarsi ad una vita militar-monacale?
Più complessa la situazione di Cruz. Non stiamo parlando di un giocatore qualsiasi. Stiamo parlando di un signor giocatore. Uno di quelli che stanno in panchina, che non creano polemiche, che non vanno a mormorare sui giornali. Uno di quelli che entrano e ti risolvono la partita e poi se ne tornano in panchina senza fiatare. Stiamo parlando di un grande professionista oltre che di un grande attaccante. Premesso che io tifoso nerazzurro a Cruz perdonerei praticamente tutto, credo che per punirlo deve aver fatto qualcosa di veramente grave. E invece ha semplicemente svolto male il ruolo di centrocampista lui che è un'attaccante. Come lamentarsi di un'ortopedico che vi ha operato il cuore e l'operazione non è riuscita.
Ho la vaga sensazione (e spero che i fatti smentiscano clamorosamente questa mia sensazione) che Mourinho abbia un po' perso la bussola. Sembra che la situazione gli sia sfuggita di mano e che non riesce più a gestire la squadra come vorrebbe.
I conti si fanno alla fine e aspettiamo maggio per dare dei giudizi su Mourinho. Però, almeno finora, questa Inter non mi è piaciuta. Sta sopravvivendo sulle magie di Ibrahimovic ma non potrà farlo all'infinito. E se viene dato la colpa degli insuccessi a Cruz le prospettive future diventano grigie come il cielo d'autunno.


CLICCA SUL BOTTONE
PER VOTARE QUESTO POST E QUESTO BLOG
VOTAMI ANCHE SU OK NOTIZIE

lunedì 27 ottobre 2008

MOURINHO, TROPPI ERRORI !!!


Credo che un'Inter così brutta come quella di ieri non la vedevamo da un bel po'. Alla fine il pareggio ci può anche andar bene per come si era messa la partita e considerando che il Genoa si è reso più volte pericoloso.
Mourinho alla fine ha sbottato accusando i giocatori di scarso impegno e minacciando esclusioni per mercoledì. E ci ha dato la dimostrazione lampante che sarà uno Special One ma di sicuro è anche un grandissimo pirla visto che il principale responsabile è lui. Innanzitutto i panni sporchi si lavano in casa e certe affermazioni si fanno nello spogliatoio e non in sala stampa. Si è arrabbiato con i neo entrati (Obinna, Balotelli e Cruz) ovvero tre attaccanti schierati sulla fascia o a centrocampo. Che colpa hanno se non riesco a rendere in un ruolo che non è il loro? Purtroppo sta diventando una triste abitudine dell'allenatore portoghese quella di schierare giocatori fuori ruolo. Ormai le punte centrali fanno tutto tranne le punte centrali. E al centro dell'attacco schiera un'attaccante che punta centrale non è.
Altro punto. Che senso ha schierare 4-5 attaccanti contemporaneamente. Sono mosse della disperazione che un'allenatore fa una volta ogni 20-30 partite. Il portoghese invece lo ha fatto almeno 4-5 volte nelle ultime partite. Gli è andata bene contro il Lecce e ormai è convinto che la chiave per vincere certe partite sia quella di schierare tutto il reparto offensivo.
Infine il signor Mourinho si ostina a far giocare sempre gli stessi 11 senza fare un minimo di turnover che ormai nel calcio attuale è più che mai indispensabile. Normale che i vari Maicon, Ibrahimovic, Zanetti, Cambiasso siano a corto di energia e che lo stesso Cambiasso prima e Muntari poi si siano infortunati.
Mi scoccia dare addosso all'allenatore o fare il disfattista ecco perché terrò per me altre mille considerazioni sul portoghese (dallo schierare Quaresma a certe dichiarazioni in conferenza stampa).
Di sicuro questa Inter di inizio stagione lascia a desiderare. Non dà spettacolo (pazienza), non gioca come dovrebbe (e va bene) ma almeno i tre punti dovrebbe conquistarli. Vorrei ricordare che Mourinho è stato preso per vincere la Champions League. Ora mi chiedo, se ci facciamo mettere in difficoltà da Genoa, Catania e Lecce come possiamo sperare di avere la meglio su Chelsea, Barcellona, Manchester United e via discorrendo?

CLICCA SUL BOTTONE PER VOTARE QUESTO POST
VOTAMI ANCHE SU OK NOTIZIE

domenica 26 ottobre 2008

INTER, QUESTA NON CI VOLEVA


INTER - GENOA 0 - 0

Alla fine i miei timori diventano realtà. Dopo 60 partite consecutive l'Inter non riesce a segnare in casa e impatta contro il Genoa più per demeriti propri che per meriti dei rossoblu. Un'Inter schierato con il solito modulo con Adriano e Quaresma sulle fascia e Ibrahimovic punta centrale (Balotelli ancora in panchina). I nerazzurri, tanto per cambiare, nella ripresa giocano con 4 attaccanti ma nonostante giochino l'ultima mezzora in superiorità numerica sono incapaci di portare a casa i tre punti.
Napoli e Udinese ci agganciano in vetta, il Milan è ad un punto.La Fiorentina se vince stasera va pure lei ad un punto. E mercoledì c'è Fiorentina-Inter. Non sembra ma questo pareggio ci complica parecchio la vita...

AIUTA QUESTO BLOG A CRESCERE
CLICCA SUL BOTTONE PER VOTARE
VOTAMI ANCHE SU OK NOTIZIE

TOCCA A BALOTELLI?

In casa l’Inter segna da 60 giornate consecutive di campionato. I nerazzurri non subiscono gol in gare ufficiali da 214’ (34 minuti di Inter-Bologna più le sfide con Roma e Anorthosis). Il Genoa è reduce da 5 sconfitte esterne consecutive subite in campionato, tra vecchia e nuova stagione.
Basteranno questi tre dati per ben sperare? La sfida contro il Genoa non dovrebbe essere particolarmente insidiosa ma questo inizio di stagione ha già dimostrato che non esistono partite facili e che anche nella sfida più semplice può arrivare la sorpresa. Inoltre i rossoblu hanno dimostrato di essere una bella squadra e anche se fuori dai confini liguri hanno sempre perso rimangono un'avversario da prendere con le molle. Dall'altro lato l'Inter non è l'ultima arrivata. La squadra di Mourinho sta migliorando di partita in partita e sicuramente rimane tra le peggiori avversarie da affrontare. Senza dimenticare che stiamo parlando della capolista. Mancherà Cambiasso ma rientrano Materazzi e Maxwell quindi capitan Zanetti dovrebbe tornare a centrocampo. Solita abbondanza in attacco sperando che l'allenatore portoghese scelga il tridente più efficace. Indiscrezioni dicono che Mou giocherà con Balotelli, Adriano e Quaresma alle spalle di Ibrahimovic. Soluzione che non mi dispiacerebbe anche se io vedrei bene Ibrahimovic trequartista e Adriano punta centrale. Mi fa comunque piacere che finalmente si sia deciso a far giocare Balotelli. SuperMario è ancora giovane e va gestito con cautela ma è fondamentale che lo faccia giocare. Magari non sempre, magari non da titolare però deve dargli spazio.



Per quanto riguarda le altre partite di giornata occhio a Lazio-Napoli (grande sfida tra Lavezzi e Zarate) e Udinese-Roma due sfide che promettono emozioni e gol. Il Milan va a Bergamo mentre nel posticipo il Palermo ospiterà la Fiorentina. La Sampdoria cercherà la prima vittoria in campionato contro il Bologna mentre Cagliari-Chievo e Reggina-Lecce sono le altre due sfide della giornata.
Negli anticipi di ieri la Juventus ha vinto il derby 1-0 (gol di Amauri) mentre tra Siena e Catania è finita 1-1.
Il campionato sta per entrare nel vivo. Mercoledì sarà di nuovo campionato con un turno infrasettimanale.

CLICCA SUL BOTTONE PER VOTARE QUESTO POST
VOTAMI ANCHE SU OK NOTIZIE

sabato 25 ottobre 2008

REGGINA-INTER. NOI CI SAREMO


Sabato 1 novembre 2008. Stadio "Oreste Granillo" di Reggio Calabria. Ore 18. Reggina-Inter. Noi ci saremo !!!

CLICCA QUI PER VOTARE

venerdì 24 ottobre 2008

HELP !!!

Quaresma è sicuro: "Con l'Inter vincerò il Pallone d'Oro" (Calciomercato.com)

Se è una battuta ci è piaciuta moltissimo. Era sicuramente simpatica e tutto sommato anche originale.
Se diceva sul serio dovremo iniziare a preoccuparci. Sniffa? Si alcolizza per dimenticare? Fa uso di stupefacenti?
Se così fosse si spiegherebbero un bel po' di cose...
E comunque questa notizia mi rincuora. Se lui può vincere il Pallone d'oro io posso trombarmi Monica Bellucci...
CLICCA QUI PER VOTARE

VINCENZINO SARNO, IL BABY PRODIGIO DIMENTICATO

Ricordate Vincenzino Sarno? No? Non preoccupatevi non siete gli unici. Neanche io mi ricordavo di lui. Vincenzo Sarno, classe 1988, venne acquistato nel 1998 dal Torino all'età di soli 10 anni. Fu un caso mediatico incredibile. Se ne parlò a lungo. Poi il buio. L'avventura granata fu breve, finita dopo pochi mesi per problemi tra i genitori del ragazzo e la società torinista. Un ritorno alla vecchia squadra che puzzava di ritorno nell’anonimato, una lunga squalifica, tredici mesi per non aver abbandonato il campo dopo un’espulsione, tre anni lontano dai riflettori. Poi a quattordici anni venne tesserato dalla Roma ma ormai del baby prodigio si erano perse le tracce. Lo scorso anno è ripartito dalla Sangiovannese. Quest'anno era svincolato. In questi giorni si è accasato al Potenza (Lega Pro, prima divisione girone B).
Una storia che dovrebbe farci riflettere. Trovo assurdo che vengano tesserati dei bambini di 10-12 anni etichettandoli già come dei fenomeni. E' normale che poi strada facendo si perdano. Si perdono per strada dei futuri campioni di 18-20 anni figuriamoci dei ragazzini.
Eppure si continuano a tesserare dei baby fenomeni nella speranza di trovare il fuoriclasse di domani. Ma, correggetemi se sbaglio, finora nessuno di questi baby prodigio hanno poi realmente sfondato nel calcio. Sarà un caso?
E voi che ne pensate? E' giusto tesserare dei presunti campioni di 10 anni?

CLICCA QUI PER VOTARE QUESTO POST
VOTAMI ANCHE SU OK NOTIZIE

giovedì 23 ottobre 2008

GLI OLIMPIONICI ATTRATTI DALLA TELEVISIONE

Sempre più atleti, forti del successo per aver vinto una medaglia olimpica, scelgono di fare televisione. In questi giorni possiamo vedere Matteo Tagliarol e Clemente Russo a “La Talpa”, Filippo Magnini a “L’Isola dei famosi” e Margherita Granbassi ad “Annozero”. Proprio quest’ultima partecipazione è stata quella che ha creato più discussione con l’Arma dei Carabinieri che prima ha dato l’ok e poi ha revocato l’autorizzazione. Alla fine la fiorettista azzurra ha deciso di lasciare l’Arma per poter partecipare al programma.
In parte condivido la partecipazione ad un reality. E’ un programma per la famiglia, ti riempiono di soldi e alla fine magari acquisti notorietà. Se non ti distoglie dalla tua vita professionale e sportiva può andar bene. Anche se probabilmente il reality è qualitativamente il peggior prodotto che l'industria televisiva riesce a produrre.
Più delicata la questione-Granbassi. Stiamo parlando di un programma giornalistico dove spesso si affrontano argomenti delicati e dove si potrebbero creare situazioni imbarazzanti. Voglio fare un esempio banale. Immaginate Margherita Granbassi, rappresentante dell’Arma dei Carabinieri, che in una puntata si ritrova davanti i genitori di Gabriele Sandri. Non sarebbe certo una situazione piacevole.
Credo sia naturale essere daccordo con l’Arma dei carabinieri
nel negare l’autorizzazione a partecipare al programma di Santoro. Oltretutto non vedo l’utilità di questa partecipazione. Margherita Granbassi non è una giornalista, non mi pare che nel programma godi di molta visibilità e non credo che sia una questione economica. E, dall’altro lato, perché gli autori di “Annozero” hanno scelto la fiorettista azzurra? Ok, è carina e abbastanza famosa, ma non era più giusto dare spazio ad una giornalista vera come fatto in passato?
E’ una scelta che fatico a comprendere da entrambi le parti anche se, indubbiamente, da entrambe le parti avranno avuto le loro buone ragioni per operare questa scelta.
La verità è che siamo tutti un po’ esibizionisti e la televisione è la massima aspirazione per poter dare libero sfogo a questa voglia di esibizionismo. Siamo tutti come dei navigatori che si fanno attrarre ed affascinare da questa sirena. Appena sentiamo un lontano richiamo perdiamo il lume della ragione e ci facciamo coinvolgere.
E voi da che parte state? Condividete la scelta della Granbassi o siete d’accordo con l’Arma dei Carabinieri? E siete daccordo con gli sportivi che partecipano ai reality?


CLICCA SUL BOTTONE PER VOTARE QUESTO POST
VOTAMI ANCHE SU OK NOTIZIE

SE IL COMPUTER FA I CAPRICCI...

Ah, la tecnologia, che grandissima invenzione la tecnologia. E che stupenda invenzione il computer.
Già, peccato che i PC a volte sono come bambini capricciosi che non ne vogliono sapere di fare quello che tu gli dici.
E così a distanza di una settimana mi vedo costretto a riportare il mio PC a riparare e fermarmi al box col blog. Non so quanto tempo se lo terranno, speri meno possibile. Comunque per non lasciare il blog senza aggiornamenti ho scritto qualche post con pubblicazione post-datata.
Spero che nel frattempo continuiate a seguire il mio blog e a lasciarmi qualche commento. Io torno il prima possibile. Almeno credo.
UPDATE delle 18.20. Anche stavolta M&M sono stati strepitosamente rapidi ed efficienti e mi hanno restituito il PC a tempo di record. Sono grandi, anche se non tifano Inter.


CLICCA QUI PER VOTARE

mercoledì 22 ottobre 2008

L'IMPERATORE DECISIVO


INTER - ANORTHOSIS FAMAGOSTA 1 - 0
44' ADRIANO

L'Inter batte l'Anorthosis Famagosta e porta a casa i tre punti. Decisivo un gol di Adriano sul finire del primo tempo. Nella ripresa i nerazzurri sfiorano il raddoppio ma senza successo. I ciprioti hanno confermato di essere un'ottima squadra che si difende bene e copre gli spazi. L'Inter, pur non brillando, riesce ad avere la meglio e a portarsi in testa al girone.

AIUTA QUESTO BLOG A CRESCERE
CLICCA SUL BOTTONE PER VOTARE QUESTO POST

DE CIPRIOTEM AVVERSARIUM

Smaltita l'abbuffata romana ecco concentrarci sulla Champions League e sull'impegno che ci vede opposti all'Anorthosis Famagosta, squadra cipriota. Sulla carta è una partita abbastanza agevole. Una squadra che punta alla vitoria finale non può temere l'Anorthosis.
Con ciò non voglio dire che sarà una passeggiata. I ciprioti, alla loro prima partecipazione in Champions, sono ancora imbattuti e sono in testa al girone insieme all'Inter. Insomma l'avversario non è di caratura elevata ma è bene non prenderlo sotto gamba.
L'Inter ospita per la seconda volta un team cipriota: nella coppa Uefa 1993-'94 si impose 1-0 sull'Apollon Limassol. Nei 18 precedenti confronti tra squadre italiane e cipriote il bilancio è di 15 successi e 3 pareggi a favore del nostro calcio, con 56 gol segnati dai nostri club.
Giocherà Toldo in porta (dopo 2 anni). Niente riposo per Ibrahimovic, alla ricerca di visibilità europea per il Pallone d'oro. Ancora panchina per Adriano e Balotelli.
Sulla carta non ci dovrebbe essere storia ma aspettiamo il fischio finale per cantare vittoria.


CLICCA QUI PER VOTARE QUESTO POST

MILAN, A GENNAIO ARRIVA BECKAM

E' la notizia del giorno, il colpo di mercato del prossimo mercato autunnale: David Beckham al Milan da gennaio.
Qualche anno fa sarebbe stato un colpo ad effetto eccezionale. Del resto anche Ronaldinho qualche anno fa sarebbe stato un'acquisto straordinario. Entrambi invece sono solo un'abile mossa di strategia mediatica del club rossonero.
Credo che il ragionamento della dirigenza rossonera non sia così sballato. Non potendo comprare i fuoriclasse del momento mi accontento di quelli che hanno ancora un certo appeal sui tifosi e che comunque mi faranno guadagnare tramite botteghini e merchandising. Quanti rossoneri si sono esaltati all'acquisto del Dentuco? E quanti in questo momento sono in pieno godimento sportivo?
Perché purtroppo il tifoso rossonero non è razionale, non si accorge che la propria squadra ha preso un giocatore finito e lo ha fatto solo per aumentare gli introiti derivanti dal merchandising. No, il tifoso rossonero sogna che il campione finito ritorni all'antico splendore, che di colpo ringiovanisca e diventi il campione che fu. E' successo con Vieri, con Ronaldo, con Emerson, con Ronaldinho.
Sinceramente in estate storcevo il naso all'idea che Ronaldinho potesse arrivare all'Inter e non mi interessava neanche Beckham. Dobbiamo sorbirci Figo, basta e avanza.
Personalmente sogno il giocatore che sia fuoriclasse oggi non il fuoriclasse di ieri. Sogno Aguero, Messi, Benzema, Fabregas. Oppure un giovane (del vivaio o acquistato) che possa raggiungere quei livelli crescendo in nerazzurro giorno dopo giorno.
Sotto questo aspetto sono daccordo con Simone quando sostiene che all'interno di un progetto tecnico che guarda al futuro è meglio un Quaresma che un Beckham.
Oggi è una stronzata ma domani chissà...


CLICCA SUL BOTTONE PER VOTARE QUESTO POST E QUESTO BLOG

martedì 21 ottobre 2008

PALLONE D'ORO. TUTTO GIA' SCRITTO


E' stato reso noto l'elenco dei 30 candidati al Pallone d'oro. Solo due italiani (Toni e Buffon) e altri due (Ibrahimovic e Kakà) che giocano nel campionato italiano.
In realtà questo trofeo sta assumendo sempre contorni grotteschi. Stilano un'elenco di candidati ma si sa già che vincerà Cristiano Ronaldo. In fondo si sapeva già dallo scorso anno. Come del resto si sa già che nel 2009 vincerà quasi sicuramente Messi.
Ho sempre sostenuto che questo trofeo lascia il tempo che trova. E' un bel riconoscimento ma si è grandi anche senza averlo vinto e vincerlo non significa essere grandi.
Basta dare un'occhiata all'albo d'oro per rendersi conto che l'hanno dato a gente come Owen, Cannavaro, Sammer, Stoichkov, insomma non proprio campionissimi da Pallone d'oro.
Del resto anche nei trenta candidati di quest'anno ci sono nomi che destano qualche perplessità. Sergio Ramos, Pepe, Van der Sar, giusto per citare i primi tre che mi sono saltati agli occhi.
Sinceramente non saprei dire chi lo merita. Cristiano Ronaldo ha fatto bene fino a giugno ma agli Europei si è perso. Messi ha trascinato l'Argentina alle Olimpiadi ma col Barcellona non ah inciso molto, Ibrahimovic ha segnato i gol scudetto e sta entusiasmando nelle ultime settimane ma in Europa è sempre in ombra, Torres ha fatto un ottimo Europeo ma col Liverpool non ha fatto cose straordinarie.
Probabilmente il vincitore dovrebbe uscire da questo poker di nomi tenendo conto anche dell'andamento da ora fino a fine novembre. Teoricamente. Perché in fondo il vincitore è già stato scritto e tutto ciò che c'è prima (candidature, votazioni, ipotesi di vincitore) è solo una buffonata.

ECCO L'ELENCO DEI TRENTA CANDIDATI
Adebayor (Togo, Arsenal) Aguero (Argentina, Atletico Madrid) Arshavin (Russia, Zenit San Pietroburgo) Ballack (Germania, Chelsea) Benzema (Francia, Lione) Buffon (Italia, Juventus)Casillas (Spagna, Real Madrid) Cristiano Ronaldo (Portogallo, Manchester United) Drogba (Costa d'Avorio, Chelsea) Eto'o (Camerun, Barcellona) Fabregas (Spagna, Arsenal) Fernando Torres (Spagna, Liverpool) Gerrard (Inghilterra, Liverpool) IBRAHIMOVIC (Svezia, Inter)Kakà (Brasile, Milan) Lampard (Inghilterra, Chelsea) Messi (Argentina, Barcellona) Pepe (Portogallo, Real Madrid) Ribery (Francia, Bayern Monaco) Rooney (Inghilterra, Manchester United) Senna (Spagna, Villarreal) Sergio Ramos (Spagna, Real Madrid) Toni (Italia, Bayern Monaco) Van der Sar (Olanda, Manchester United) Van der Vaart (Olanda, Amburgo poi Real Madrid) Van Nistelrooy (Olanda, Real Madrid) Vidic (Serbia, Manchester United) Villa (Spagna, Valencia) Xavi (Spagna, Barcellona) Zhirkov (Russia, Zenit San Pietroburgo).
Secondo voi chi merita di vincerlo?
VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI

lunedì 20 ottobre 2008

RASSEGNA STAMPA


Gazzetta dello Sport del 20 ottobre 2008

IL ROMPIPALLONE di Gene Gnocchi

Dopo la nuova sconfitta della Juve, Blanc è ottimista <<Entro sei mesi Moggi dovrebbe avere la libertà vigilata>>.

UN'INTER DA PAURA !!!


In sede di presentazione (caspita, era una vita che sognavo di scrivere in sede di presentazione) sono stato profetico senza volerlo. Parlando degli avversari ho detto che non è più la Roma bella e spumeggiante delle scorse stagioni. E i fatti mi hanno dato conferma lampante. Mi auguravo una sfida ricca di gol ed emozioni. Bè, credo che ieri sera abbiamo fatto una abbuffata di entrambe le cose (anche se un altro golletto l'avrei gradito). Ma forse il meglio di me l'ho dato in tutte quelle piccole scaramanzie del pre-partita rivelatesi quanto mai opportune.
Profezie a parte, abbiamo assistito ad una sfida che non lascia dubbi su chi è la più forte in Italia. Straordinari, siamo stati semplicemente straordinari. Per l'ennesima volta abbiamo ribadito la nostra supremazia sui giallorossi.
Non ho condiviso molto le scelte di Mourinho e vi confesso che leggendo la formazione mi è scappato un "cazzo, stasera perdiamo di nuovo". I fatti mi hanno dato torto. L'Inter ha giocato benissimo, Ibrahimovic punta centrale ha fatto sfracelli, Obinna ha segnato, strepitoso Stankovic, bene il centrocampo. Insomma una formazione perfetta. Quasi. Già, perché c'è sempre Quaresma. Mi viene il sospetto che Moratti gli dia un bonus per ogni trivela che prova a fare. Se un giorno imparerà a giocare semplice, senza giochi di prestigio e numeri ad effetto forse ritroveremo l'ala che ci serve.
Per il resto accontentiamoci di questo. Siamo la capolista. Le avversarie rimangono più o meno indietro. Sembrano già in affanno ma rientreranno presto nel gruppo. Ecco perché bisogna distanziarli il più possibile adesso.


FORZA INTER

domenica 19 ottobre 2008

CICLONE INTER, ROMA ASFALTATA


ROMA - INTER 0 - 4
5' IBRAHIMOVIC - 47' IBRAHIMOVIC - 54' STANKOVIC - 56'
OBINNA


Travolgente, dilagante, strepitosa. Nessun aggettivo basta per descrivere questa Inter. Trascinati da un Ibrahimovic da Pallone d'oro i nerazzurri mortificano una Roma in grave crisi. Bastano 5 minuti per indirizzare la partita sui binari giusti. La Roma nel primo tempo gioca alla pari, ma quando a inizio ripresa Ibrahimovic colpisce ancora per i giallorossi è notte fonda. Stankovic e Obinna arrotondano la vittoria. Inter bellissima ma la Roma stasera dimostra di essere al capolinea.
FORZA INTER !!!

PS: Ah, siamo la capolista in solitario. Ma questa ormai non è una novità...

PER UN'INTER COSI' TRAVOLGENTE...
CLICCA SUL BOTTONE PER VOTARE QUESTO POST

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!