giovedì 25 agosto 2016

JUVENTUS E NAPOLI: L'URNA DI NYON VI SORRIDE

Un sorriso o meglio una strizzatina d’occhio, è quello che ricevono Juventus e Napoli dall’urna di Nyon. Il sorteggio dei gironi di Champions League non poteva andare meglio alle due squadre italiane che se la vedranno con avversarie nettamente alla loro portata (se poi decideranno, come ha fatto la Roma, di suicidarsi facendosi eliminare è un altro discorso).
I bianconeri sono finiti nel girone H con Siviglia, Lione e Dinamo Zagabria (evitati Arsenal e City, ma anche L’Atletico Madrid). Da parte sua, la squadra di Maurizio Sarri è finita nel gruppo B insieme a Benfica, Dinamo Kiev e Besiktas, evitando Bayern Monaco e Barcellona.

JUVENTUS - La Juventus ritrova il Siviglia, vincitore delle ultime tre edizioni di Europa League, già affrontato nella fase a gironi della scorsa edizione di Champions: 2-0 bianconero all'andata e ko per 1-0 in Andalusia, sconfitta che costò ai bianconeri il primo posto nel girone con conseguenze nel sorteggio degli ottavi.

mercoledì 24 agosto 2016

CHI SARA' LA SORPRESA DELLA SERIE B?

 LATO B – Appunti sulla Serie Cadetta 
Domenica riparte il campionato di Serie B che negli ultimi anni non ha certo lesinato sorprese e colpi di scena. Basti pensare che nelle ultime due stagioni hanno provato l’ebbrezza della promozione per la prima volta ben 3 squadre: Carpi, Frosinone e Crotone.
Aspettando il fischio d’inizio che arriverà venerdì, proviamo a fare le carte al campionato cadetto.

Candidate alla promozione
Anche questa stagione si prospetta alquanto incerta riguardo la lotta per la promozione. A mio parere, pole position per Verona e Cesena. Mentre in seconda fila collocherei Perugia, Bari e Frosinone, con Spezia e Trapani che potrebbero confermarsi le outsider nella corsa ai playoff. Come possibile sorpresa, che in serie B non manca mai, direi la Salernitana guidata da Sannino.

Le retrocesse
Come detto il Verona è candidato ad una stagione da protagonista. Frosinone e Carpi potrebbero dire la loro ma in questo momento ho la sensazione che non possano competere con le altre candidate alla promozione.

martedì 23 agosto 2016

SUICIDIO ROMA, E TANTI SALUTI ALLA CHAMPIONS LEAGUE

Champions League 2016-2017 – Ritorno dei Playoff
ROMA-PORTO 0-3
8’ Felipe – 73’ Layun – 75’ Corona

ROMA (4-2-3-1) Szczesny; Bruno Peres, Manolas, De Rossi, Juan Jesus; Strootman, Paredes (dal 42’ p.t. Emerson); Salah, Nainggolan, Perotti (dal 41’ s.t. Gerson); Dzeko (dal 14’ s.t. Iturbe). (Alisson, Totti, Fazio, El Shaarawy). All. Spalletti.
PORTO (4-1-4-1) Casillas; Maxi Pereira (dal 47’ p.t. Layun), Felipe, Marcano, Telles; Danilo; Corona, Herrera, André André, Otavio (dal 12’ s.t. S. Oliveira); André Silva (dal 21’ s.t. A. Lopez). (José Sà, R. Neves, Varela, Evandro). All. Espirito Santo.
ARBITRO Marciniak (Polonia).

E anche quest’anno i preliminari di Champions League restano un tabù per le squadre italiane. L’ottimo primo tempo dell’andata e l’1-1 con cui si era concluso il match giocato in terra lusitana aveva fatto ben sperare per la Roma. Ma i giallorossi stasera all’Olimpico sono andati incontro ad un vero e proprio suicidio.
Una partita nata male a causa di un gol subito dopo appena 8 minuti, ma il vero suicidio lo compiono De Rossi al 40esimo (entrata col piede a martello su Maxi Pereira) e Emerson Palmieri ad inizio ripresa (intervento scomposto su Corona) quando si beccano due rossi diretti per falli scellerati. Con la formazione giallorossa ridotta in nove, rimontare lo svantaggio è diventato una montagna ardua da scalare (anche se sarebbe bastato un gol per andare ai supplementari). Il gol di Layun, con la complicità di Szczesny, al minuto 73 chiude i conti e il tris firmato da Corona due minuti dopo serve solo per il tabellino e per appesantire un bilancio già parecchio pesante.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails