GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 18 gennaio 2018

ESCOBAR, DOPO 24 ANNI ARRESTATO IL MANDANTE

Dopo 24 anni è stato arrestato il mandante dell'omicidio di Andres Escobar, avvenuto la notte del 2 luglio 1994, cinque giorni dopo l'eliminazione della Colombia dai Mondiali di Usa 1994.
È il 2 luglio del 1994, il giocatore Andres Escobar Saldarriaga viene assassinato con sei colpi di pistola. In qualche modo è ritenuto l'unico colpevole per l’eliminazione della Colombia dal Mondiale americano. Un suo autogol sancisce l’uscita definitiva al primo turno per mano degli Stati Uniti padroni di casa. Sconfitta per 2-1. Lui, capitano 27enne e leader di quel gruppo, torna a casa triste per il risultato. Ma ancora non sa di aver firmato la sua condanna a morte.

In Colombia ora comandano quelli del cartello di Cali. Il calcio è nelle loro mani, come è successo anni prima con Pablo Escobar, re dei narcotrafficanti del cartello di Medellin. Pablo, che con le sue fortune ha finanziato l’Atletico Nacional, dove proprio Andres Escobar milita.

mercoledì 17 gennaio 2018

CASO BERGAMINI, SPUNTA UN TERZO INDAGATO

C’è un terzo indagato nell’inchiesta sulla morte di Donato Bergamini, il giocatore del Cosenza trovato cadavere il 18 novembre 1989 sulla statale 106 nei pressi di Roseto Capo Spulico. È questa la grande novità, ma non l’unica, delle indagini condotte da Eugenio Facciolla, il procuratore capo di Castrovillari che 9 mesi fa ha riaperto il caso con un’ipotesi di reato pesantissima nei confronti di Isabella Internò (l’ex ragazza del calciatore) e Raffaele Pisano (l’autista del camion sotto il quale Bergamini si sarebbe suicidato, come da racconto della donna presente alla tragedia): omicidio volontario in concorso, aggravato dalla premeditazione. Proprio "in concorso" apriva la strada a presunti complici, quelli che probabilmente secondo il pm avevano ucciso il giocatore. Adesso la ricerca ha portato a un primo risultato.

C’è infatti un altro nome nel registro degli indagati, una persona da individuare nella cerchia familiare della Internò. Avrebbe avuto secondo gli investigatori un ruolo primario nella vicenda e sarebbero diversi i riscontri a suo carico trovati in questi mesi di attività dell’inchiesta.

martedì 16 gennaio 2018

"NAPOLI? NO GRAZIE". LA SCELTA IMPOPOLARE MA GIUSTA DI VERDI

E’ sicuramente la notizia più interessante di questo periodo di sosta (per fortuna mancano pochi giorni alla ripresa del campionato, personalmente mi sono già rotto le scatole di questa pausa: mai come stavolta è stata noiosa e pesante. Ridateci il campionato!!!): Simone Verdi rifiuta il trasferimento al Napoli. Non era mai stato troppo convinto di questa scelta. Lasciare Bologna a metà stagione non era una prospettiva che lo allettava e così ha preferito rimanere in maglia rossoblù fino a giugno e rinunciare di fatto ad un ingaggio di tutto rispetto.

Come era facile immaginare i tifosi partenopei non l’hanno presa bene, al contrario dei supporter rossoblu che stanno già raccogliendo le firme per far costruire una statua alla loro nuova bandiera e per proporne la santificazione (poi magari a giugno se ne andrà e i tifosi bolognesi si rimangeranno tutto…).

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!