venerdì 22 maggio 2015

Palla al Centro. IL DERBY DI ROMA VALE LA CHAMPIONS

 PALLA AL CENTRODiscussioni e commenti aspettando il fischio d’inizio 
Ultimo turno in praticamente tutte i principali campionati (solo la Serie A giocherà anche nel prossimo weekend). Il derby di Roma, decisivo per la corsa alla Champions League, è la partita più attesa del weekend che propone anche Juventus-Napoli e lo spareggio per l’Europa League tra Genoa e Inter.

 Vuoi seguire TUTTI I RISULTATI in TEMPO REALE?
 *** CLICCA QUI *** 

SERIE A (Italia) – 37^ Giornata 
Sabato 23 Maggio ore 18
JUVENTUS-NAPOLI
Il Napoli va a far visita alla Juventus per la sessantanovesima volta nella storia della Serie A; nei 68 precedenti i bianconeri sono assolutamente in vantaggio con 41 vittorie a 7 (20 pareggi). L’ultimo pareggio degli azzurri a Torino risale al 2010-2011, 2-2 con reti di Chiellini e Matri e doppietta di Lucarelli. Nella stagione immediatamente precedente ci fu invece l’ultimo successo esterno dei partenopei: 3-2 in rimonta firmato da Trezeguet, Giovinco, Hamšík (doppietta) e Datolo.

Sabato 23 Maggio ore 20.45
GENOA-INTER
Genoa e Inter si sono già affrontate 47 volte. Il tabellino è in totale pareggio, visto che i padroni di casa hanno trionfato 14 volte a fronte di altrettante sconfitte; il dato più frequente, però, è quello del pareggio che si è verificato in ben 19 occasioni. 

E' STATO STREPITOSAMENTE FANTASTICO ED INDIMENTICABILE ("quella sera", cinque anni dopo)

“E intanto i giorni passano... ed i ricordi sbiadiscono... e le abitudini cambiano... E' stato splendido...”. E all'improvviso ieri sera nel letto mi sono venute in mente le parole di una canzone di Vasco Rossi che calzavano a pennello col ricordo della finale di Champions League di cinque anni fa.
Sono passati ormai cinque anni da quella fantastica ed indimenticabile serata. Un lustro intero da quando ci issammo sul tetto del mondo e lì piazzammo la nostra bandiera del Triplete.
Se pensiamo a tutto ciò che è successo in questi cinque anni (non solo dal punto di vista sportivo ma anche per quanto riguarda le nostre singole vite di poveri mortali) sembra un’eternità.
Per non parlare dell'abisso che separa quella Inter da questa attuale. Cinque anni fa c'era il Capitano Zanetti, c'era Cuchu Cambiasso, c'erano Eto'o e Milito, c'era Sneijder, c'erano Lucio e Samuel, Maicon e Julio Cesar, Thiago Motta e Stankovic. E oggi chi abbiamo? Capitan Ranocchia, Medel, Palacio e Icardi, Hernanes, Vidic e Juan Jesus, D'Ambrosio e Handanovic, Kovacic e Guarin.

giovedì 21 maggio 2015

CI RISIAMO, L'INCUBO CALCIOSCOMMESSE PIOMBA SUL NOSTRO CALCIO


Ci aspetta un'altra estate caldissima. Nella notte tra lunedì e martedì è partita l'operazione della Polizia di Stato, denominata "Dirty Soccer", coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, che ha già portato a una cinquantina di fermi, tra calciatori, dirigenti e presidenti di club. Arresti e perquisizioni in 21 provincie italiane, tra Calabria, Campania, Puglia, Emilia Romagna, Abruzzo, Marche, Toscana, Liguria, Veneto e Lombardia, il capo d'accusa è associazione a delinquere, finalizzata alla frode sportiva, aggravata dall'associazione mafiosa. Ci sarebbero almeno cinque latitanti, e oltre settanta indagati. Accertata l'esistenza di due diverse associazioni criminali in grado di alterare risultati degli incontri di Lega Pro e Serie D. Decine le partite combinate, almeno 30 le squadre coinvolte: vi sarebbero Pro Patria, Barletta, Brindisi, L'Aquila, Neapolis Mugnano, Torres, Vigor Lamezia, Sant'Arcangelo, Sorrento, Montalto, Puteolana, Akragas, San Severo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails