GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 11 dicembre 2017

ATALANTA, CHE SFORTUNA!!! BENINO IL NAPOLI, BENE MILAN E LAZIO

Urna agrodolce per le quattro squadre italiane protagoniste nel sorteggio dei sedicesimi di Europa League. Sfortunata l'Atalanta che, pur da testa di serie dopo aver vinto un girone di ferro, ha pescato il Borussia Dortmund. Sfida tedesca anche per il Napoli che se la vedrà con l'RB Lipsia con ritorno in trasferta. Più semplici gli accoppiamenti di Lazio, che giocherà con la Steaua Bucarest, e Milan, che se la vedrà con il Ludogorets.
L'urna di Nyon ha riservato due sfide Italia-Germania decisamente non semplici soprattutto per l'Atalanta. I nerazzurri di Gasperini, dopo aver sopravanzato Lione e Everton nel girone di ferro, hanno pescato il Borussia Dortmund di Aubameyang e Pulisic, fresco di esonero di Bosz. La sfida al Signal Iduna Park sarà un premio per la cavalcata europea della Dea che poi al Mapei Stadium, al ritorno, cercherà di firmare l'ennesima impresa stagionale.

JUVENTUS, SOLITO SORTEGGIO FORTUNATO (e anche la Roma…)

Messa alle spalle la fase a gironi, per le squadre ancora in corsa in Champions League, è arrivato già il momento di catapultarsi negli ottavi di finale del torneo. La massima competizione continentale per club infatti, è giunta alla fase più entusiasmante, quella nella quale anche ogni minima variabile rischia di avere un peso elevatissimo: quella ad eliminazione diretta.

La Juventus sfiderà il Tottenham negli ottavi di Champions League, mentre la Roma giocherà contro lo Shakhtar Donetsk. Questo l'esito del sorteggio di Nyon, che ha regalato delle supersfide da brividi: il Real Madrid campione in carica giocherà contro il Psg, mentre il Chelsea di Conte trova il Barcellona. Gli altri accoppiamenti: Porto-Liverpool, Siviglia-Manchester United, Besiktas-Bayern Monaco, Basilea-Manchester City.

domenica 10 dicembre 2017

SIAMO COME MURI IMPOSSIBILI DA ABBATTERE

Non abbiamo giocato una grande partita, la Juventus ci ha messo sotto e avrebbe meritato di portare a casa i tre punti. Ma il calcio non è una scienza esatta. Non sempre vincono i più forti, non sempre gli eventi seguono il naturale corso delle cose. A volte la Dea Eupalla tanto cara al grande Gianni Brera (wow, da quanto tempo non la citavo?) si diverte a scombinare i piani delle squadre più forti.
L’Inter porta a casa un punto prezioso, anzi preziosissimo per come è arrivato, e aggiunge qualche certezza in più al suo campionato. Innanzitutto continuiamo la nostra striscia di imbattibilità che dura da inizio campionato, rimaniamo saldamente in testa e per un’altra settimana guarderemo tutti dall’alto in basso. Già, perché se è vero che la fortuna aiuta gli audaci, Chievo e Fiorentina hanno fermato Roma e Napoli e quindi il nostro distacco dalle concorrenti rimane immutato (aspettando Lazio-Torino di domani sera…). In più, cosa che non sottovaluterei, abbiamo fermato l’attacco bianconero che segnava da 44 turni consecutivi e che in casa non rimaneva all’asciutto dall’agosto 2015.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails