ARTICOLI RECENTI

domenica 2 agosto 2020

L’INTER E QUELLA MALEDETTA PROPENSIONE ALL’AUTOLESIONISMO

Potevamo beatamente festeggiare questo secondo posto, potevamo sciorinare numeri con cui dimostrare che questa stagione è stata positiva, nonostante non abbiamo centrato la vittoria dello scudetto (per un solo punto…) potevamo comunque essere soddisfatti per come era andata la stagione. E poi, come se non bastasse, avevamo battuto una delle squadre più in forma del campionato come l’Atalanta in casa (gli orobici non perdevano dal 20 gennaio 2-1 in casa contro la Spal), inoltre abbiamo la miglior difesa, il secondo miglior attacco, il minor numero di sconfitte stagionali. Insomma ci sarebbe solo da stappare birre (lo spumante serve per festeggiare la vittoria dei trofei) e brindare allegramente a questo campionato appena concluso. Che poi, oh, non dimentichiamoci che mercoledì riparte l’Europa League quindi magari la stagione poteva finire in modo ancora più positivo di quanto potessimo immaginare.
Sostieni CALCIOMANIA 90 Votalo Come BLOG DELL'ANNO 2020 e Su NET PARADE !!!

sabato 1 agosto 2020

INTER, CHE PROVA DI FORZA: IL SECONDO POSTO E' SUO!!!

Serie A 2019-2020 – 38^ Giornata
ATALANTA - INTER 0 - 2
1' D'AMBROSIO - 20' YOUNG

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini (5' Sportiello); Toloi, Caldara, Djimsiti; Castagne (15' st Hateboer), De Roon, Freuler (15' st Malinovskyi), Gosens; Pasalic (15' st Muriel), Gomez (46' st Da Riva); Zapata.
A disp.: Rossi, Czyborra, Sutalo, Guth, Bellanova, Tameze, Colley.
All.: Gasperini.
INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Bastoni (32' st Skriniar); D'Ambrosio (32' st Biraghi), Brozovic, Gagliardini, Young (45' st Moses); Barella (45' st Eriksen); Lukaku, Martinez (25' st Sanchez).
A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Candreva, Pirola, Agoume, Esposito.
All.: Conte.
Arbitro: Giacomelli
Missione compiuta. Obiettivo centrato. Firmato Antonio Conte. Dovevamo battere l’Atalanta per conquistare il secondo posto? Fatto. L’Inter sbanca Bergamo, chiude il match nel primi 20 minuti con i gol di D’Ambrosio (dopo nemmeno un minuto) e Young che decidono il match e porta a casa la seconda piazza. Tra l’altro, giusto per aumentare rimpianti e rosicamenti vari, con la contemporanea sconfitta per 3-1 dei Campioni d’Italia della Juventus in casa contro la Roma, chiudiamo il campionato ad un solo punto della vetta.
Conte rinuncia al trequartista per rinforzare il centrocampo con Barella, Brozovic e Gagliardini. Sull’esterno D’Ambrosio è preferito a Candreva mentre in difesa gioca Godin e non Skriniar.
 Sostieni CALCIOMANIA 90 Votalo Come BLOG DELL'ANNO 2020 

ALL'ASSALTO DI BERGAMO PER CONQUISTARE LA PIAZZA D'ONORE

Ecco, l'Inter stasera me la immagino così...
Nelle ultime due stagioni siamo arrivati all’ultima giornata con una qualificazione in Champions League da conquistare. Qualificazione che alla fine in qualche modo siamo riusciti a conquistare (sorvoliamo sui patemi d’animo dello scorso anno contro l’Empoli, quando nel finale rischiammo anche il tracollo). Stavolta, salvo catastrofi, la qualificazione in Champions League è saldamente nelle nostre mani, ma ancora una volta abbiamo un obbiettivo da centrare: il secondo posto. Lo so, non è un grande obiettivo, un obiettivo prestigioso. Ma arrivare secondi è sempre meglio che arrivare terzi o quarti. Senza contare il lato economico: arrivare secondi ci permetterebbe di incassare 27 milioni di euro, contro i 21,9 del terzo posto e i 16,9 del quarto posto.
Sostieni CALCIOMANIA 90 Votalo Come BLOG DELL'ANNO 2020