ARTICOLI RECENTI

lunedì 6 aprile 2020

SERIE A, SÌ AL TAGLIO DEGLI STIPENDI


“La Lega Serie A ha deliberato oggi, all’unanimità con esclusione della Juventus che ha già raggiunto un accordo coi propri giocatori, una comune linea di indirizzo per contenere l’importo rappresentato dagli emolumenti di calciatori, allenatori e tesserati delle prime squadre. Questo intervento, necessario per salvaguardare il futuro dell’intero sistema calcistico italiano, prevede una riduzione pari a 1/3 della retribuzione totale annua lorda (ovvero 4 mensilità medie onnicomprensive) nel caso non si possa riprendere l’attività sportiva, e una riduzione di 1/6 della retribuzione totale annua lorda (ovvero 2 mensilità medie onnicomprensive) qualora si possano disputare nei prossimi mesi le restanti partite della stagione 2019/2020. Resta inteso che i Club definiranno direttamente gli accordi con i propri tesserati".

domenica 5 aprile 2020

APPUNTI DOMENICALI IN TEMPO DI CORONAVIRUS - Domenica n° 2


L’ammetto. Alla fine non ce l’ho fatta. Anche io sono entrato nel tunnel delle repliche delle partite. L’ho fatto però per una partita che valeva la pena rivedere: Milan-Inter 0-4 del 29 agosto 2009. L’ultimo quarto d’ora del primo tempo è poesia pura con l’Inter che sembrava il Barcellona di Guardiola. Quella squadra era proprio di un altro pianeta e aver fatto il Triplete è solo una diretta conseguenza.

“Ma perché riguardi solo le partite in cui avete vinto? Un vero tifoso dovrebbe rivedere tutte le partite”. No, non è proprio così. Un vero tifoso lo sa e chi non ama il calcio non potrà mai capire la differenza.


sabato 4 aprile 2020

QUI SI GIOCA!!! (ma noi non lo possiamo vedere…)

Siete proprio in crisi d’astinenza? Non ne potete più di repliche e speciali vari? Non vi rimane che cercare disperatamente un modo per poter seguire uno dei campionati di calcio dove ancora si gioca. Cosa non semplice, visto che nessuna emittente televisiva trasmette i campionati ancora attivi.
In tutto il mondo sono rimasti solo in quattro a continuare a giocare. Si gioca in Bielorussia, a Nicaragua, in Burundi e questo fine settimana parte anche il campionato in Tagikistan.
Se in Bielorussia ancora si gioca è soprattutto grazie al premier Aljaksandr Lukashenko che qualche settimana fa ha suggerito di combattere il coronavirus a colpi di sauna, vodka e molto lavoro (le considerazioni le lascio a voi…).

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails