ARTICOLI RECENTI

mercoledì 16 gennaio 2019

SUPERCOPPA: E' TRIONFO JUVENTUS (con polemica arbitrale annessa)

SUPERCOPPA ITALIANA 2018
JUVENTUS-MILAN 1-0
61’ Cristiano Ronaldo

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur (41' st Bernardeschi), Pjanic (19' st Emre Can), Matuidi; Dybala, Ronaldo, Costa (45' st Khedira).
A disp.: Perin, Pinsoglio, Del Favero, De Sciglio, Rugani, Spinazzola, Kean.
All.: Allegri.
MILAN (4-3-3): G. Donnarumma; Calabria, Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko, Paquetà (25' st Borini); Castillejo (25' st Higuain), Cutrone (34' st Conti), Calhanoglu.
A disp.: Reina, A. Donnarumma, Musacchio, Abate, Strinic, Laxalt, Bertolacci, Mauri, Montolivo.
All.: Gattuso.
Arbitro: Banti

È la Juventus che si aggiudica la Supercoppa Italiana. A Gedda i bianconeri dimostrano ancora una volta di essere i più forti e portano a casa il primo trofeo stagionale, non senza qualche inevitabile polemica per decisioni arbitrali che come sempre fanno discutere. Decide Cristiano Ronaldo con un colpo di testa a metà ripresa, ma sul bilancio della gara pesano un’espulsione di Kessie e soprattutto un rigore netto negato al Milan che l’arbitro Banti neanche si preoccupa di andare a rivedere.

Allegri ritrova Cancelo dopo l’operazione al menisco, dall’altro lato Gattuso deve fare a meno dello squalificato Suso e di Higuain che si accomoda in panchina per una presunta febbre influenzale (in realtà il Pipita è ormai ad un passo dal trasferimento al Chelsea).

martedì 15 gennaio 2019

IL MANCHESTER UNITED AI PIEDI DI SOLSKJAER

Inchinatevi signori, passa Re Ole Gunnar Solskjaer, il salvatore della patria a Manchester, sponda United. Da quando l'ex giocatore dei Red Devils ha preso il posto di Mourinho ha rovesciato la squadra come un calzino. Fin qui ha sempre e solo vinto, l’ultima volta in casa del Tottenham. Cinque successi consecutivi in campionato, eguagliato così il record del mitico Sir Matt Busby, anzi superato se si considera anche la vittoria di Coppa sul Reading. Solskjaer a febbraio compie 46 anni, quindi non è un enfant prodige delle panchine. Tutt’altro. Allena dal 2011 e nella sua bacheca ci sono 2 campionati norvegesi (2011 e 2012) e una Coppa di Norvegia (2013), ottenuti quando allenava il Molde in patria. Ha allenato anche il Cardiff in Premier cinque anni fa, ma ha perso 14 partite su 25, più della metà di quelle disputate. Insomma: risultati non esattamente esaltanti.

lunedì 14 gennaio 2019

LA C PERDE PEZZI E LA FACCIA

PUNTO C – Notizie dalla Serie C
Nuove e pesanti criticità si addensano su un campionato di Serie C da tempo alla frutta. Un torneo sulla cui legittimità pesano come un macigno l’iscrizione di club in possesso di una fideiussione dichiarata farlocca dalla stessa Lega Pro di Firenze guidata da Frencesco Ghirelli (il caso Finworld), l’avvio ritardato, i recuperi ancora da mettere in calendario quando siamo già a metà gennaio (il caso Viterbese docet).
La credibilità della terza serie nazionale, già assai compromessa, pare aver toccato il fondo. Il fatto è che ci sono due club (Pro Piacenza nel girone A e Matera nel girone C) che sembrano ormai ai titoli di coda.
Dopo il parere del Collegio Arbitrale del Coni si stanno svincolando, a causa della mancato pagamento degli emolumenti concordati, 12 giocatori e due dirigenti del club emiliano. Il futuro della società rossonera è ormai appeso al classico filo, se già il filo non si è rotto.

domenica 13 gennaio 2019

INTER, TUTTO FACILE: FINISCE IN GOLEADA

COPPA ITALIA 2018-2019 – Ottavi di Finale
INTER - BENEVENTO 6 - 2
2' ICARDI (rig.) - 7' CANDREVA - 46' DALBERT – 48’ L. MARTINEZ - 59’ Insigne - 66’ L. MARTINEZ - 73’ Bandinelli – 94’ CANDREVA

INTER (4-2-3-1): Padelli; Vrsaljko, Ranocchia, Skriniar, Dalbert; Gagliardini, Brozovic (37' st Joao Mario); Candreva, Martinez, Perisic (22' st Borja Valero); Icardi (1' st Politano).
A disp.: Handanovic, Berni, De Vrij, Miranda, D'Ambrosio, Asamoah, Vecino, Nainggolan, Keita.
All.: Spalletti.
BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Tuia (37' st Billong), Antei, Di Chiara; Improta, Bandinelli, Buonaiuto (39' st Sanogo), Tello, Letizia; Insigne, Coda (29' st Ricci).
A disp.: Gori, Zagari, Gyamfi, Costa, Sparandeo, Cuccurullo, Maggio, Del Pinto, Armenteros.
All.: Bucchi.
Arbitro: Giua

Vince in goleada l’Inter che, in un San Siro vuoto (si gioca a porte chiuse dopo gli ululati a Koulibaly), esordisce negli ottavi di finale di Coppa Italia con un secco 6-2 ai danni del malcapitato Benevento. Fanno festa Lautaro Martinez e Candreva con una doppietta a testa (di Icardi e Dalbert le altre due reti), ma il Benevento non molla fino alla fine e nonostante la sconfitta pesante esce a testa alta da San Siro.
Memore degli ottavi di finale di Coppa Italia dello scorso anno quando l’Inter superò il Pordenone sono ai rigori, Spalletti decide di applicare poco turnover. Davanti a Padelli in porta giocano Vrsaljko e Dalbert sugli esterni e Skriniar e Ranocchia (al suo esordio stagionale in maglia nerazzurra) in mezzo alla difesa, Gagliardini e Brozovic sono i centrali di centrocampo, mentre dietro l’unica punta Icardi giocano Candreva, Lautaro Martinez e Perisic.

sabato 12 gennaio 2019

FINALMENTE SI GIOCA (e pazienza se è solo la Coppa Italia...)

Buongiorno Mondo !!!
Entius, cosa è successo? Cosa è tutta questa allegria?
Sveglia gente, avete visto che bella giornata.
Ma quale bella giornata??? Fa un freddo assurdo e ha fatto pure la neve.
Non importa. Finalmente ci siamo !!!
Ci siamo per cosa?
Ci siamo!!! Il digiuno è finito, da oggi finalmente si riparte col calcio giocato.
Ma dai. È solo la Coppa Italia…
Lo so, il campionato ha un altro sapore, ma in tempi di carestia va bene anche un pezzo di pane. Non vedo l’ora che si cominci a giocare. Onestamente non ne potevo più di fare colazione la mattina ascoltando solo notizie di mercato e guardando i gol della Coppa d’Asia.

venerdì 11 gennaio 2019

STAVOLTA ICARDI HA RAGIONE (nonostante Wanda...)

"Ci sono club molto importanti interessati a Mauro e siamo molto lontani dall’arrivare a un accordo. Le cifre di cui si parla non sono vere e non ci è ancora arrivata una proposta soddisfacente da parte dell’Inter. Non neghiamo che si possa arrivare a un accordo, però ad oggi siamo molto lontani. Non ha senso rinnovare per lo stesso ingaggio che percepisce ora Mauro perché crediamo che sia arrivato a un livello superiore.” (Wanda Nara)

Voglio chiarire a tutti i lettori che leggono pseudogiornalisti e giornali seri che scrivono senza sapere o danno istruzioni di scrivere senza avere una reale idea dei fatti, che il mio rinnovo avverrà nel momento in cui l'Inter mi sottoporrà un'offerta corretta e concreta. Ci tengo a precisare che sono molto, ma molto felice e soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto insieme finora. Per questo sarà sempre Wanda Icardi a curare i miei e i nostri interessi fino a fine carriera". (Mauro Icardi)

"Presto ci incontreremo e parleremo del suo contratto" (Steven Zhang)

"Noi siamo assolutamente tranquilli e anche i tifosi possono stare tranquilli". (Beppe Marotta)

giovedì 10 gennaio 2019

IL FALSO PROBLEMA DEL BOXING DAY (ovvero, l’astinenza da calcio giocato)

Per anni abbiamo invocato il famigerato “boxing day”, il turno di campionato a Santo Stefano che in Inghilterra è ormai una piacevole abitudine. Oltremanica giocano sempre, anche il primo gennaio, riuscendo a riempire gli stadi, mentre noi passavamo interminabili giornate coi parenti senza la possibilità di riempire il buon numero di giornate festive con qualche partita che riempisse lo spazio vuoto del periodo dedicato al riposo.
E allora che boxing day sia. Due turni tra Natale e Capodanno, scorpacciata di partite e gol e poi? Sosta fino al 21 gennaio!!!
E allora di colpo ci siamo accorti che il problema non era il boxing day, il problema siamo noi tifosi. Dai, diciamocelo schiettamente, per noi si dovrebbe giocare sempre. A Natale, a Capodanno, a Ferragosto. La questione di fondo non era “giochiamo a Santo Stefano”, ma “giochiamo tutti i weekend”. Perché noi senza calcio proprio non riusciamo a stare. Già facciamo un sacrificio enorme nei mesi estivi, poi ci sono le soste per la Nazionali che ci irritano come un chihuahua attaccato alle zone basse, ora c’è pure la sosta invernale (che fino a due anni fa era sosta per le festività natalizie, quindi la sostanza è cambiata poco).

mercoledì 9 gennaio 2019

SERIE B: DOMINIO PALERMO, SORPRESA LECCE, DELUSIONE CROTONE

 LATO BAppunti sulla Serie Cadetta 
È il Palermo la regina d’inverno per quanto riguarda la serie cadetta. I siciliani al giro di boa hanno cinque lunghezze di vantaggio sul tandem Brescia-Pescara. In zona playoff anche Verona, Lecce, Benevento, Spezia e Cittadella. Nelle zone basse della classifica ci sono Foggia, Crotone e Padova nelle ultime tre posizioni della classifica, mentre Carpi e Livorno occupano attualmente i due posti playout.

Le sorprese di questa prima parte di stagione sono sicuramente Brescia e Lecce. Non ci aspettavamo queste due formazioni così in alto, soprattutto la formazione pugliese, appena promossa dalla Serie C e già fermamente intenzionata a conquistare la promozione nella massima serie. Liverani sta proseguendo l’ottimo lavoro iniziato lo scorso anno e questo Lecce può sicuramente dire la sua fino alla fine.

martedì 8 gennaio 2019

SERIE A, BILANCIO AL GIRO DI BOA

 CLASSE AAnalisi e commenti sul Campionato Italiano 
Dopo esserci ingozzati di panettone e calcio (per quanto mi riguarda più di panettone che di calcio…) nelle festività natalizie ci toccherà rimanere a “dieta” fino al 21 gennaio (almeno per quanto riguarda il calcio, la dieta alimentare temo debba durare un po’ di più).
Ne approfittiamo allora per tirare un po’ di somme al giro di boa.
Ancora una volta è un campionato all’insegna della Juventus che sta dominando a colpi di record e di vittorie. Gli uomini di Allegri hanno finora portato a casa 53 punti, frutto di 17 vittorie e solo due pareggi (col Genoa in casa e con l’Atalanta in trasferta). Di questo passo mi sembra evidente che i bianconeri non solo saranno campioni d’inverno con largo anticipo, ma batteranno il record di punti.

Peccato perché, tolta la schiacciasassi bianconera è tutto sommato un campionato equilibrato dove l’incertezza e le sorprese sono dietro l’angolo. E se il Napoli ha momentaneamente blindato il secondo posto con i suoi 44 punti e lo stesso ha fatto l’Inter che con i suoi 39 punti occupa l’ultimo gradino del podio, c’è invece una equa lotta per i rimanenti posti che portano all’Europa.

lunedì 7 gennaio 2019

SUPERCOPPA IN ARABIA SAUDITA? IO SONO DACCORDO

Ad un paio di settimane dalla finale di Supercoppa Italiana tra Juventus e Milan tutti si sono improvvisamente accorti che si giocherà in Arabia Saudita, paese dove la parità tra uomini e donne non è assolutamente contemplata. Infatti le donne non potranno accedere allo stadio se non accompagnate da uomini e verranno collocate in un settore esclusivamente adibito a loro.
Strano come nell’epoca di Internet e del “perennemente collegati con il mondo” nessuno si sia accorto di questo piccolissimo particolare, né si sia minimamente indignato quando la nostra Federazione ha firmato un accordo per far disputare tre delle prossime cinque finali di Supercoppa Italiana in Arabia Saudita (e non mi pare che l’accordo sia stato firmato l’altro ieri). E sorvoliamo sul fatto che la stessa Federazione a novembre abbia fatto scendere in campo i giocatori con un segno rosso sul viso per protestare contro la violenza sulle donne e a gennaio faccia disputare una finale di Supercoppa in un paese dove la donna è considerata meno che zero.

sabato 5 gennaio 2019

INTER CHE COLPO: PRESO GODIN

L’Inter mette a segno un grande colpo di mercato. Il club nerazzurro si è assicurato il difensore uruguiano Diego Godin che arriverà a parametro zero a giugno.
Dopo nove stagioni nella Liga, in cui ha vinto otto titoli tra campionato e Europa, il capitano dell'Atletico Madrid cambierà aria. Lo farà andando a scadenza di contratto per cominciare una nuova avventura in un nuovo campionato. È un'operazione che la squadra nerazzurra sta mettendo a punto in queste ore. Un colpo sensazionale per la società del presidente Steven Zhang, portata avanti nelle ultime settimane dal direttore sportivo Piero Ausilio. Mancano solo alcuni dettagli: il giocatore ha già dato l’ok.
L’Atletico Madrid ha tentato in ogni modo di arrivare all’accordo per il rinnovo di contratto, ma la fumata bianca non è mai arrivata. E a questo punto il giocatore lascerà la Spagna per vestire proprio la maglia nerazzurra.

venerdì 4 gennaio 2019

MANCHESTER CITY-LIVERPOOL: QUESTO E’ CALCIO SPETTACOLARE

Premier League 2018-2019 – 21^ Giornata
MANCHESTER CITY-LIVERPOOL 2-1
40’ Aguero – 64’ Firmino – 72’ Sané

La Premier League è un campionato tutt’altro che finito. Lo dice il Manchester City di Pep Guardiola, che all’Etihad Stadium ha la meglio sul Liverpool capolista, imbattuto nelle prime venti gare di campionato, grazie ai gol di Aguero e Sané. Partita meravigliosa, maschia sin dall’inizio e giocata su ritmi altissimi. Un vero spettacolo per gli appassionati di calcio, una partita di un altro pianeta se pensiamo alle sfide della nostra Serie A.


giovedì 3 gennaio 2019

COME UN BAMBINO CHE CRESCE (Dodici anni di Calciomania 90)

Ecco qua. E sono 12. Eh già, ad inizio anno ho festeggiato il dodicesimo compleanno di De Rerum Calciorum/Calciomania 90. Dodici anni sono un bel traguardo. O almeno credo. Dai, pensate ad un bambino di 12 anni. È praticamente un ometto (o una signorina, se pensiamo ad una donna). E allo stesso modo questo blog ha una sua maturità (sulla maturità dell’amministratore non garantisco… eh eh eh eh eh).
Oddio, e adesso cosa scrivo. In undici anniversari credo di aver detto e scritto praticamente tutto. No, anzi, scusate, dimenticavo. “La mia speranza è di costruire un blog interessante e originale, tra il serio e il faceto. Non so se ci riuscirò ma almeno potrò dire di averci provato. L'importante era partire, giorno dopo giorno spero di crescere e migliorare.
Questa cosa la scrissi nel primo articolo in assoluto (datato 1 gennaio 2007, per quanto mi riguarda una vita fa) e l’ho ripetuta sistematicamente ad ogni anniversario. Credevate di passarla liscia quest’anno? Non credo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails