GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 31 agosto 2007

SORTEGGI DI CHAMPIONS LEAGUE

GRUPPO A Liverpool * Porto * Marsiglia * Besiktas
GRUPPO B Chelsea * Valencia * Schalke 04 * Rosenborg
GRUPPO C Real Madrid * Werder Brema * LAZIO * Olympiacos
GRUPPO D MILAN * Benfica * Celtic * Shakhtar Donetsk
GRUPPO E Barcellona * Lione * Stoccarda *Glasgow Rangers
GRUPPO F Manchester United * ROMA * Sporting Lisbona * Dinamo Kiev
GRUPPO G INTER * Psv Eindhoven * Cska Mosca * Fenerbahce
GRUPPO H Arsenal * Siviglia/Aek Atene * Steaua Bucarest * Slavia Praga

I sorteggi di Champions League sorridono alle milanesi, un po' meno alle romane. La fortuna assiste il Milan per il secondo anno consecutivo. Il Benfica, il Celtic di Donati e lo Shakhtar Donetsk di Lucarelli non sono avversarie proibitive. Anche all'Inter non è andata male. Psv Eindhoven, Cska Mosca e Fenerbahce sono avversarie abbordabili anche se potrebbero nascondere qualche insidia. La Roma rincontra il Manchester dopo il clamoroso 7-1 dell'aprile scorso. Insieme a loro nel girone Sporting Lisbona e Dinamo Kiev. Nettamente più difficile il girone della Lazio. Real Madrid e Werder Brema sono avversarie ostiche e lo stesso Olimpiakos non è da sottovalutare.
Sfortunate, secondo me, Chelsea e Barcellona. Gli inglesi hanno pescato Valencia e Schalke 04 mentre ai catalani sono toccati Lione e Stoccarda (e occhio al Glasgow Rangers) Nel girone A Liverpool, Porto e Marsiglia si giocheranno l'accesso agli ottavi mentre il gruppo H è il più agevole con Arsenal e Siviglia (se si qualifica) che si contenderanno la leadership del girone.

mercoledì 29 agosto 2007

IL DILEMMA ADRIANO, TENERLO O CEDERLO


E va bene dico anche la mia su Adriano. Purtroppo sono di parte e non sarò obiettivo. A me Adriano piace, se è in forma è uno dei migliori attaccanti del mondo. Ha potenza, forza fisica e segna. E'anche vero che l'Adriano visto negli ultimi tempi è l'esatto contrario del bomber che la Curva Nord aveva eletto Imperatore. E' pur vero che in questa estate Adriano aveva spiegato i motivi del suo calo e aveva promesso impegno e serietà (più lavoro e meno "divertimento"). Mi sembrava di aver intuito che gli fosse data fiducia. Il brasiliano oggi ha bisogno di ritrovare fiducia (la sua e quella degli altri), ha bisogno di giocare, di tornare in forma e di ritornare quello visto un paio di stagioni fa. Mancini dovrebbe convocarlo e se è il caso farlo anche giocare (in fondo, per esempio, difficilmente contro l'Udinese Adriano sarebbe riuscito a fare peggio di Cruz e Suazo). Il buon Mancio invece lo ignora.
Cederlo? No, non possiamo svendere un giocatore con le sue potenzialità. Prestito? Sarebbe una buona idea ma fra un anno potremmo essere difronte allo stesso dilemma. E allora? E allora ce lo teniamo e lo recuperiamo. Lui può e deve tornare quello di prima ma la società gli deve stare accanto.
A breve (venerdì scade il mercato) sapremo come finirà questa storia. E spero che la società nerazzurra non faccia l'ennesima cazzata.

martedì 28 agosto 2007

CALCIO IN LUTTO. E' MORTO ANTONIO PUERTA, GIOCATORE DEL SIVIGLIA

SIVIGLIA, 28 agosto 2007 - Il giocatore del Siviglia e della nazionale spagnola Antonio Puerta, ricoverato in condizioni molto gravi da sabato sera dopo avere subito un arresto cardio-respiratorio nella partita con il Getafe, è morto oggi nell'ospedale Virgen del Rocio di Siviglia. (Gazzetta.it)
Ho pensato molto prima di scrivere questo post, volevo cercare le parole giuste. E’ facile scrivere quando devi parlare di calcio, di cose leggere, di sciocchezze come il post precedente. Ma quando si tratta di parlare della morte che colpisce una giovane vita, bè non è per niente facile. Volevo rimandare tutto a domani in attesa che mi venissero le parole. Poi ho deciso che non potevo andare a dormire senza aver scritto questo post. Non importa se non trovo le parole. Credo che in alcuni casi le parole non servano più di tanto.
CIAO ANTONIO...

COLPO DI MERCATO DELL'INTER: PRESO PELE'


PELE' E' DELL'INTER.

Scusa, ma non era meglio comprare Maradona?

lunedì 27 agosto 2007

IL "CALCIO" CHE NON VORREMMO VEDERE


Brutto episodio ieri durante Parma-Catania. Al 38' del secondo tempo, Baldini, allenatore etneo, viene espulso per proteste. Invece di uscire il tecnico si attarda a dare disposizioni alla sua squadra, allora si avvicina il collega del Parma, Di Carlo, che in modo poco elegante lo invita ad andarsene, vola qualche parola e nel gesticolare i due si sfiorano, poi Di Carlo si gira per andarsene e Baldini reagisce dando un calcio nel fondoschiena al mister emiliano. Per fortuna i due vengono subito separati e la lite finisce lì.
Non è questo il modo migliore per iniziare una nuova stagione di calcio. Baldini e, in tono minore, Di Carlo non hanno dato un bell'esempio.
Non è questo il calcio che vorremmo vedere...

BUON COMPLEANNO

Tanti auguri di BUON COMPLEANNO a Scherrer Cabelino Andrade MAXWELL. Il difensore brasiliano, all'Inter dalla scorsa stagione, compie oggi 26 anni.
TANTI AUGURI

domenica 26 agosto 2007

VA BENE COSI'

Quando dopo appena 5 minuti Stankovic segna l'1-0 pensi che forse vivrai una domenica tranquilla. E invece non è così. L'Inter il primo tempo gioca bene e sfiora il raddoppio in un paio di occasioni. Anche il secondo tempo inizia bene ma quando al 55' Julio Cesar banalmente (e stupidamente) si fa espellere l'Inter incredibilmente si ammoscia. Tutti sembrano stanchi, incapaci di correre e fare gioco. Una mezzora di sofferenza in cui stai con il patema che possa arrivare il pareggio e quando inizi a pensare che è ormai finita (minuto 92), arriva un autogol di Cordoba.
Se non fosse per i processi che subito i giornali inizieranno, il pareggio potrebbe andare bene. L'Inter è apparsa ancora fuori forma ma rispetto alla Supercoppa ha fatto vedere qualcosina. L'Udinese si è confermata avversaria ostica e ha giocato una buona partita. In fondo anche lo scorso anno pareggiammo la prima partita in casa giocando non benissimo. Ibrahimovic è sembrato in palla, Samuel e Cordoba non hanno fatto rimpiangere l'assenza di Materazzi, Stankovic è apparso tutt'altro rispetto a quello orribile visto sette giorni fa. Unica perplessità Suazo. Ha fatto un ottimo precampionato ma nelle prime due uscite ufficiali ha deluso. Sembra la copia invecchiata di Martins (con la differenza che Oba Oba correva sempre, lui oggi è entrato nel secondo tempo è sembrava il più stanco di tutti). E' solo la prima giornata ci sarà tempo e modo per riscattarsi, per tutti. FORZA INTER

RIPARTE ANCHE LA LIGA SPAGNOLA

In questo weekend riparte anche la Liga spagnola. Partenza col botto visto che è stato subito derby madridista fra Real e Atletico (per la cronaca hanno vinto gli uomini di Schuster per 2-1).
La super favorita è il Barcellona dei fantastici 4 (Ronaldinho-Messi-Henry-Eto'o). Gli uomini di Rijkard hanno sicuramente una marcia in più, sarà interessante vedere se sapranno sfruttarla a dovere.
I campioni del Real Madrid hanno cambiato molto ma si ripresentano ugualmente competitivi, forti degli acquisti di prestigio effettuati (Robben, Heinze, Drenthe, Saviola, Metzelder, Snejder). Attenzione anche al Siviglia di Maresca che da un paio di stagioni si sta riconfermando grande protagonista e che quest'anno è attesa al grande salto. Infine il Valencia di Villa e Morientes. Da questo quartetto uscirà la vincente con le prime due che ovviamente partono nettamente favorite.
Sarà una Liga "italiana" visto che saranno molti i nostri connazionali che giocheranno nei club spagnoli. A partire dai portieri Abbiati (Atletico Madrid), Storari (Levante), De Sanctis (Siviglia) e Sorrentino (Recreativo Huelta), ci saranno poi Cirillo e Tommasi (entrambi al Levante), Cannavaro (Real Madrid), il già citato Maresca, Moretti (ormai leader nel Valencia), il baby Rossi (appena acquistato dal Villareal) e Zambrotta (Barcellona).
Sarà un bellissimo campionato. Vinca, come sempre, il migliore. Anche se siamo sicuri che, visto i giocatori e le squadre coinvolte, sarà lo spettacolo a trionfare sicuramente.

sabato 25 agosto 2007

ORE 18. SI PARTE

BUON CAMPIONATO
A TUTTI !!!

A CACCIA DELL'INTER

Finalmente oggi pomeriggio si riparte. Sarà sicuramente un campionato avvincente con il ritorno in A della Juventus e di squadre storiche come Napoli e Genoa (peccato manchi il Bologna) e con tutte le squadre che ripartono alla pari, senza penalizzazioni.
A contendersi il tricolore saranno sempre le solite note. L'INTER campione in carica, che potenzialmente ha la rosa migliore, la ROMA che ha dimostrato di essere un'ottima squadra e che può puntare in alto, il MILAN, campione d'Europa, che vuole vincere anche in Italia. Inserisco in questo gruppo anche la JUVENTUS. Molti addetti ai lavori sono scettici circa le potenzialità dei bianconeri, io invece credo che abbiano tutte le carte in regola per fare bene e poter lottare per lo scudetto.
Dietro questo quartetto ci sono la LAZIO di Delio Rossi, la FIORENTINA, orfana di Toni ma con tanti giovani interessanti, e il PALERMO che punta a riconfermarsi una buona squadra. Queste tre lotteranno per l'Europa e saranno pronte ad inserirsi per la lotta al quarto posto se qualcuna del quartetto là davanti dovesse andare in crisi. In corsa per l'Europa vedo anche UDINESE di Marino che avrà tra le sue fila anche Quagliarella, rivelazione della scorsa stagione, e la SAMPDORIA dell'ottimo Mazzarri che potrà contare sui gol di Montella e la classe di Cassano.
Nella griglia delle squadre di metà classifica ecco il TORINO che ha lavorato molto bene in sede di campagna acquisti, l'EMPOLI, che punta a riconfermare l'ottima stagione scorsa, il NAPOLI di patron De Laurentiis, tornato in A e deciso a rimanerci, l'ATALANTA di Delneri, chiamato a rinverdire i fasti del suo Chievo, e il PARMA dei giovani che però ha perso il bomber Giuseppe Rossi.
Infine la lotta per non retrocedere che vedrà coinvolte secondo me il LIVORNO, orfano di Lucarelli ma con un Tavano in più, il GENOA che rivede la serie A, il CAGLIARI, che ha perso Sauzo, la REGGINA della scommessa-Ficcadenti che non ha più bomber Bianchi e l'allenatore Mazzarri, il CATANIA che proverà a ripetere le buone cose della scorsa stagione, e il SIENA, affidato all'esordiente Mandorlini.
Ovviamente le mie griglie sono solo frutto di sensazioni, sarà il campo a dare poi i primi, veri responsi. E non escluderei affatto di essere smentito. Non mi meraviglierei di vedere un Torino in lotta per l'Europa o l'Empoli e il Parma infischiate nella lotta per non retrocedere oppure Livorno e Genoa fare un tranquillo campionato di metà classifica.
BUON CAMPIONATO A TUTTI !!!

venerdì 24 agosto 2007

CHI SARANNO LE SORPRESE DELLA NUOVA STAGIONE?

Inter, Roma, Milan e forse Juventus a contendersi il tricolore. Lazio, Palermo e Fiorentina pronte ad inserirsi nella lotta per il quarto posto. Tutto scontato, parrebbe. Ma la storia del campionato di serie A ci ha abituati alle sorprese.
SQUADRE - Chi si contenderà lo scettro di squadra rivelazione? Nella passata stagione toccò all'Empoli di Gigi Cagni. L'undici toscano potrebbe riconfermarsi anche se la concorrenza di fascia si è attrezzata. Come l'Udinese. che potrà schierare il tridente Quagliarella-Floro Flores-Di Natale; c'è chi giura che farà male a molti. Da non sottovalutare anche la nuova Sampdoria. Montella, tornato all'ovile, potrebbe essere il punto di riferimento per fare esplodere Caracciolo e aiutare Cassano a ritrovare se stesso. Il barese recuperato regalerebbe ai blucerchiati un tasso di classe con pochi eguali. Ma c'è anche il Napoli. Dopo anni di repressione psicologica, la squadra di Reja è in grado di regalare qualche soddisfazione al popolo partenopeo.
GIOCATORI - Tutti aspettano Quagliarella. I suoi eurogol nella Samp e nella Nazionale hanno fatto il giro del mondo. Ma la sensazione è che saranno in molti a rendere più spettacolare il campionato. Suazo è una ciliegina sulla torta in grado di rendere l'Inter una schiacciasassi. Lavezzi il possibile protagonista del Napoli formato serie A. Amauri e Miccoli il tandem in grado di lanciare molto in alto le azioni del Palermo. Il fattore sorpresa potrebbe essere Antonio Cassano. L'ex madridista, nella stagione che porta a Euro 2008, ha tutte le carte in regola per sorprendere tutti. Da non dimenticare lo juventino Criscito, difensore di razza, Pazzini, erede del vuoto lasciato da Luca Toni a Firenze, oppure Ronaldo. Ritrovasse il passo giusto potrebbe essere lui la sorpresa.
ALLENATORI - La scorso anno Cagni fece capire a tutti di non essere solo un esperto di salvezze. Questione di carattere. Chiedetelo anche a Colantuono. Il nuovo allenatore del Palermo punta in alto e non lo nasconde: tiene la squadra in pugno e la fa giocare bene. Difficile che sbagli. Un po' come Mazzarri, passato dalla Reggina alla Sampdoria; l'uomo giusto per restituire prestigio alla squadra di Genova. Sono loro i due tecnici più attesi; dotati di tutti mezzi per far compiere il salto di qualità alle loro squadre. In molti si aspettano l'impennata di orgoglio di Luigi Del Neri sulla panchina dell'Atalanta, ma non sottovalutiamo Ficcadenti, voluto a tutti i costi da Foti per la sua Reggina, e Marino, approdato all'Udinese dopo avere salvato in extremis il Catania.

giovedì 23 agosto 2007

SE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO...


Prima la Supercoppa Italiana persa con la Roma.
Poi l'infortunio di Materazzi.
Se il buongiorno si vede dal mattino non aspettatevi una giornata di sole.
Non mi piace proprio come è iniziata la stagione...


Entius, della sconfitta dell'Italia non parli?
Materazzi resterà fermo quattro mesi. Ma vadano al diavolo la Nazionale e queste amichevoli del c...
E della Sharapova cosa dici?
Secondo me il problema era lui. Se Maria veniva a letto con me avrebbe sicuramente dimostrato di non essere solo brava a giocare a tennis.

ITALIA KO, MATERAZZI PURE

L'Italia ha perso (3-1) una amichevole banale ed inutile contro un'avversaria modesta (l'Ungheria). Ma non è importante, era solo un'amichevole
L'Inter (e forse l'Italia) ha perso Materazzi, per infortunio, e non si sa neanche l'entità dell'infortunio e i tempi di recupero. Questo è importante, parecchio importante. Fra 4 giorni inizia il campionato. E là dietro Matrix era l'unico che sembrava in forma.
Se non è sfortuna questa...

mercoledì 22 agosto 2007

ACCATTATIVILLO*

Faccio mio l'appello lanciato da CalcioSpagnolo. Riquelme è, secondo me, un'ottimo giocatore che potrebbe tornare utile a molte squadre, sia in Italia che all'estero. Non si capisce come mai sia ancora in cerca di una formazione.
*COMPRATELO

CHE AMAREZZA...


"Maria rifiutava di muoversi e stava sempre zitta. Ci sono rimasto malissimo la prima volta che abbiamo fatto l'amore. E' bellissima e come tanti ragazzi sognavo di fare sesso insieme a lei. Ma appena abbiamo cominciato sono rimasto deluso. Se provavo a dire qualcosa lei si arrabbiava, è rimasta ferma e zitta durante ogni rapporto che abbiamo avuto".
Altro che Emerson al Milan o la sconfitta dell'Inter in Supercoppa. Queste sono notizie serie su cui riflettere. E' l'ennesima conferma che viviamo in un mondo di merda. Che tristezza, che delusione, che amarezza.

martedì 21 agosto 2007

VINCENTI IN CRISI

Lo scudetto conquistato la stagione scorsa sembra lontano anni luce per alcune delle big europee, alle prese con una partenza piuttosto deludente nei rispettivi campionati e coppe nazionali. L'Inter, sconfitta dalla Roma in Supercoppa, si aggiunge a chi si trova già con l'acqua alla gola come il Manchester Utd (2 punti in 3 partite), Lione (3 punti in 4 gare), Stoccarda (1 punto in 2 giornate) e il Real Madrid.
L'Inter è in buona compagnia: i nerazzurri devono ancora iniziare il campionato, ma c'è chi se la passa peggio in Europa. Una sorta di maledizione, infatti, ha colpito le squadre vincitrici nei principali tornei del Vecchio Continente. Tutte, o quasi, sono in crisi di gioco con i risultati che stentano ad arrivare. In Spagna il Real Madrid ha disputato uno dei peggiori precampionati della sua storia recente, poi c'ha pensato il Siviglia a rovinare la serata di domenica a Schuster, con una umiliazione d'altri tempi al Bernabeu. Domenica c'è il derby contro l'Atletico e pare che il tecnico tedesco sia già con l'acqua alla gola. Non se la passano meglio Lione e Stoccarda, campioni uscenti della Ligue 1 e della Bundesliga. I francesi, dopo quattro giornate, hanno 3 punti e sono in 12.ma posizione, lontani parenti di quella squadra che ha dominato le ultime stagioni come se nulla fosse. I tedeschi soffrono la pressione di un Bayern Monaco partito a razzo e dopo 2 giornate hanno conquistato un solo punto. Il Manchester Utd non sorride: sconfitto nel derby dal City, la squadra di Ferguson si ritrova inaspettatamente nei bassifondi della classifica con soli due punti, segno che qualcosa non va per il verso giusto. Peccato che non si tratti più di amichevoli.
(FONTE: TgCom)


Insomma per l'Inter una magra consolazione "mal comune mezzo gaudio"

lunedì 20 agosto 2007

LA ROMA VINCE LA SUPERCOPPA ITALIANA


Deluso, amareggiato, se vogliamo anche un po' incazzato. L'Inter inizia nei peggiore dei modi la stagione. Ci si aspettava un'Inter bella, organizzata, che creasse gioco e mettesse in difficoltà l'avversario. Invece è stata la Roma a creare gioco, è stata la Roma a mettere in difficoltà l'avversario, è stata la Roma a portare a casa meritatamente il primo trofeo della stagione.
E' vero non si può vincere sempre, daccordo siamo a inizio stagione e la forma fisica non è perfetta. Ma in pochi mesi abbiamo buttato via due trofei contro la Roma. Passi la Coppa Italia, eravamo ancora ebbri di gioia per lo scudetto e per una stagione irripetibile ma ieri era tutto azzerato, bisogna costruire una nuova stagione vincente e la Supercoppa poteva (anzi doveva) essere un punto di partenza.
Non mi va di fare processi prematuri a giocatori, squadra, soluzioni tattiche e via discorrendo. L'Inter vista ieri sera è apparsa molle come un budino, svogliata, senza cuore, senza rabbia, senza orgoglio. Ha avuto un paio di fiammate di tanto in tanto, poi ha subito il gioco della Roma e incassato il gol non ha dato segnali di vita. Non è questa l'Inter vista lo scorso anno, non è questa l'Inter che vogliamo vedere. Se abbiamo sbagliato solo questa partita, potrebbe andare bene. Ma fra una settimana inizia il campionato e a settembre inizia la Champions League. L'Inter di ieri sera non la vogliamo vedere più, vogliamo rivedere l'Inter tutta cuore, grinta, orgoglio e palle della scorsa stagione. FORZA INTER

domenica 19 agosto 2007

SUPERCOPPA ITALIANA, INTER E ROMA SI CONTENDONO IL PRIMO TROFEO STAGIONALE

Si inizia a fare sul serio. Fra poche ore Inter e Roma scenderanno in campo per contendersi il primo trofeo della stagione: la Supercoppa Italiana. Le due squadre si ritrovano davanti per l'ennesima volta dopo le ultime tre finali consecutive di Coppa Italia e la finale di Supercoppa dello scorso anno. L'Inter vi partecipa per la 5 volta (3 vittorie, nel '89, nel 2005, nel 2006) la Roma per la 4 volta (solo una vittoria nel 2001). La squadra di Mancini vincendo eguaglierebbe il record del Milan che vinse il trofeo per tre stagioni consecutive ('92, '93, '94).
Mancini, che ha lasciato Adriano a casa, dovrebbe iniziare con la coppia Ibrahimovic-Suazo in attacco mentre Chivu, il grande ex, inizialmente siederà in panchina. La Roma, alle prese con acciacchi ed infortuni, dovrà fare a meno di Pizarro e Juan ma recupera Totti, Mancini e Perrotta con gli ultimi due che potrebbero sedere in panchina.
Difficile dire chi vincerà. Entrambe vengono da un pre-campionato contraddittorio, entrambe hanno sete di vittoria, entrambe vogliono iniziare la stagione nei migliori dei modi. Assisteremo sicuramente ad una sfida interessante e, mi auguro, piena di gol. E che vinca il migliore...

BUON COMPLEANNO MATRIX


Tanti auguri di BUON COMPLEANNO al grandissimo MARCO Matrix MATERAZZI che oggi compie 34 anni. Il difensore nerazzurro ormai è un leader ed un trascinatore di questa Inter vincente. Per anni è stato definito un macellaio, uno spot negativo del calcio. Ora finalmente si sta prendendo le sue rivincite e le sue soddisfazioni. Speriamo che continui a prendersene altre. A partire da stasera nella finale di Supercoppa Italiana.
TANTI AUGURI MATRIX

sabato 18 agosto 2007

IL MISTERO E' RISOLTO


9 luglio 2006. Finale dei Mondiali di calcio. Di fronte Francia e Italia. Nel corso dei tempi supplementari Zidane colpisce con una testata al petto Materazzi: espulsione diretta. Il francese si difende dicendo che il difensore azzurro gli ha rivolto una frase sgradevole. Inizia il grande mistero. Cosa ha detto Materazzi a Zidane? Si fanno le più svariate ipotesi, vengono chiamati a raccolta tutti i maggiori investigatori del mondo, compreso il commissario Rex (visto che si giocava in Germania...). Ma tutti rimane nel mistero e nel campo delle ipotesi.
Oggi il mistero è stato risolto. Il settimanale "TV Sorrisi e Canzoni" anticipa che nel numero in edicola lunedì prossimo Materazzi rivela la frase misteriosa. "Preferisco la p... di tua sorella". Questo è ciò che ha detto Matrix al fuoriclasse francese che gli chiedeva se voleva la sua maglietta.
Incredulità e rabbia fra giornalisti e investigatori per non essere giunti alla conclusione con tempestività e per essere stati battuti da un settimanale.
Rimane comunque un altro mistero da risolvere. Zidane ha dato la testata per l'offesa alla sorella o perché Materazzi preferiva la sorella alla sua maglia?

AGGIORNAMENTO
Dopo intense ricerche gli investigatori hanno scovato nella notte Lila Zidane, sorella di Zizou, chiamata in causa da Materazzi.
La signorina si è detta felice per la grande popolarità che ha acquisito nell'ultimo anno ed essere onorata che qualcuno la preferisca alla preziosa ed ambita maglia del fratello calciatore ("Italien buongustaio" ha affermato soddisfatta).
Ha poi precisato di non aver gradito affatto l'aggettivo volgare affibbiatogli dal difensore azzurro.

BUON COMPLEANNO !!!


BUON COMPLEANNO al centrocampista argentino ESTEBAN CAMBIASSO che oggi compie 27 anni. L'ex centrocampista del real Madrid rappresenta sempre più una colonna del nostro centrocampo e con Vieira forma una coppia fortissima.
TANTI AUGURI ESTEBAN !!!

venerdì 17 agosto 2007

TRA AMICHEVOLI E PRIMI VAGITI DELLA NUOVA STAGIONE

Ultimi spiccioli di amichevoli estive in questa settimana che ci avvicina alla Supercoppa Italiana, primo appuntamento ufficiale della nuova stagione. In realtà la stagione 2007-2008 ha già emesso i primi vagiti con il primo turno di Coppa Italia e l'andata dei preliminari di Champions League (la Lazio ha pareggiato 1-1 in casa con la Dinamo Bucarest).
Due gli eventi "amichevoli" di questa settimana. Il Trofeo Tim disputatosi la vigilia di Ferragosto e che ha visto di fronte Inter, Juve e Milan (indovinate un po' chi ha vinto?) e il tradizionale Trofeo Berlusconi che si disputerà questa sera.
Nel frattempo, come detto, primo turno di Coppa Italia e preliminari di Champions League. Fra due giorni è già Supercoppa Italiana e nel prossimo week end è già tempo di campionato.
La ricreazione è finita, ora si ritorna a fare sul serio. Finalmente.

IL BLOG CHE VERRA'...

Dopo qualche giorno di pausa (ma ahimè non di riposo) DeRerumCalciorum riapre i battenti. Questi giorni sono serviti per riorganizzare l’idee in vista della nuova stagione. Dal punto di vista grafico ho fatto grossi cambiamenti a metà luglio pertanto modificherò qualche elemento qua e là ma resterà tutto pressoché uguale. Dal punto di vista dei contenuti in modo involontario in questa lunga estate ho tracciato un nuovo percorso ed ora ho deciso di seguirlo. Ultimamente sto parlando meno di Inter e molto di più di calcio in generale. Ed quello che continuerò a fare. Chiariamo subito: questo è e rimane un blog nerazzurro ma vorrei parlare anche d’altro. Mi piacerebbe trattare i campionati esteri o magari le serie minori. Mi piacerebbe che questo diventasse un blog per tutti. Dove gli interisti si sentano a casa loro ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore peri colori nerazzurri.
Per ora sono solo buone intenzioni. Alla fine il percorso di un blog cambia giorno per giorno. Questo doveva essere un blog interista, alla fine sta diventando un blog interista-sportivo. Non so domani cosa diventerà. Nel mio primo post scrivevo La mia speranza è di costruire un blog interessante e originale, tra il serio e il faceto. Non so se ci riuscirò ma almeno potrò dire di averci provato. L'importante era partire, giorno dopo giorno spero di crescere e migliorare. Dopo pochi mesi credo di essere riuscito nel mio intento. Sto dedicando molto tempo a questo blog e giorno dopo giorno sta crescendo e migliorando. Deve continuare a crescere e migliorare. Anzi non dovrà mai smettere di crescere e migliorare. Non so se ci riuscirò ma farò di tutto per raggiungere il mio obiettivo.
BUON CALCIO A TUTTI!!!

martedì 14 agosto 2007

QUALCHE GIORNO DI PAUSA


Questi sono giorni molto intensi dal punto di vista lavorativo. Perciò mi fermo per qualche giorno. Tornerò dopo Ferragosto, in concomitanza con la Supercoppa Italiana.

BUON FERRAGOSTO

A TUTTI!!!

domenica 12 agosto 2007

CALCIO BALILLA ALLE OLIMPIADI


Il Calcio Balilla approda alle Olimpiadi. Siamo cresciuto praticando una disciplina olimpica e non lo sapevamo.

In attesa di Pechino 2008 gustatevi questo video.


sabato 11 agosto 2007

BUNDESLIGA E PREMIER LEAGUE AL VIA


Con il pareggio spettacolare fra Stoccarda e Schalke 04 (arrivate prima e seconda lo scorso campionato) è partita ieri sera la nuova stagione di Bundesliga. Il Bayern Monaco, grande delusa dello scorso campionato, si è rinforzato con gli arrivi di Toni, Ribery e Klose ed è la grande favorita alla vittoria finale. Ma attenzione anche ai campioni dello Stoccarda e allo Schalke 04. I campioni in carica, oltre al fantasista Basturk dall’Hertha, hanno potenziato l’attacco con Ciprian Marica dallo Shakhtar Donetsk (oltre 7 milioni) e l’ex borussiano Ewerthon, preso dal Saragozza. Serviranno subito visto che Mario Gomez, eletto giocatore dell’anno, è fuori causa per il debutto. Lo Schalke, che nella primavera 2008 toccherà i cinquant’anni senza campionati vinti, dovrebbe presentarsi senza nuovi: il regista diciannovenne Ivan Rakitic, sfilato al Basilea per cinque milioni, non ha convinto. Il sostituto di Lincoln, brasiliano ceduto al Galatasaray, sarà l’altro diciannovenne Ozil, cresciuto in casa. Non sono escluse però sorprese com Werder Brema o Borussia Dortmund.
Il prodotto Bundesliga piace, rimane il torneo mondiale con più spettatori allo stadio (37.644), batte continuamente i record di abbonamenti (380 mila), ma va migliorato televisivamente. Se il debutto avviene un giorno prima della partenza ufficiale, può essere venduto meglio; se è un frontale fra grandi, interessa tutto il mondo.

E oggi pomeriggio parte anche la Premier League. Il Manchester United, campione in carica, ha speso moltissimo comprando Tevez e le due giovani promesse Nani e Anderson. La squadra di Ferguson, al 20° anno di gestione, rimane la grande favorita insieme al Chelsea di Abramovich, rivale numero uno del Manchester, che non ha speso moltissimo come nelle scorse stagioni e punta su Malouda (arrivato dal Lione) e sulla voglia di riscatto di Shevchenko. Dietro alla coppia che parte in prima fila, un posto va di sicuro al Liverpool, reduce dallo smacco in finale di Champions ad opera del Milan, ma determinato a fare suo quel titolo inglese che gli manca dal 1990. Con l'arrivo di Babel, Voronin e soprattutto Fernando Torres, l'acquisto più costoso in Premier (39 milioni di euro all'Atletico Madrid) i Reds hanno deciso di non accontentarsi e rafforzare un gruppo già solido. La vera sorpresa della stagione potrebbe essere il Manchester City, con i suoi richiami all'Italia e i 60 milioni spesi sul mercato. La squadra, affidata alla guida di Eriksson, in attacco può contare, oltre che sul confermato Corradi, sull'ex reggino Bianchi e sul bulgaro Bojinov, acquistato dalla Fiorentina (senza contare che potrebbe arrivare anche Mark Bresciano dal Palermo), e si candida come outsider della Premiership. Sembra essersi indebolito, invece, l'organico dell'Arsenal: privo di Henry, volato a Barcellona dopo ben 9 stagioni con i Gunners, il club ha deluso sul mercato in entrata non trovando un sostituto degno del francese e perdendo anche Julio Baptista, tornato al Real Madrid. Più dietro buone speranze per il Sunderland del tecnico Roy Keane e il Newcastle del trio Owen-Martins-Viduka, ai quali va aggiunto Alan Smith arrivato dal Manchester United, mentre le prime giornate serviranno a capire se le deboli Wigan e Derby County riusciranno a tenere il passo delle altre.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails

AVVISO

Questo è un BLOG NERAZZURRO pertanto rivolto soprattutto ai tifosi dell’Inter. Mi piacerebbe però che diventasse UN BLOG PER TUTTI. Dove gli interisti si sentano a casa ma dove tutti gli altri non si sentano estranei. Un blog rivolto a tutti gli appassionati di calcio non solo a quelli con cui condivido l’amore per i colori nerazzurri. Pertanto tutti i tifosi sono ben accetti a patto che mantengano un comportamento sportivo e civile. Potete scherzare, prendere in giro, fare sfottò purché non si superino i limiti dell’educazione e del rispetto. Questo vale per tutti, interisti e non. Grazie!!!