ARTICOLI RECENTI

venerdì 31 gennaio 2020

VENTIDUESIMA GIORNATA: CONSIGLI PER SCOMMETTERE

La Serie A inizia con la partita di domani alle 15:00 tra Bologna e Brescia. Al Dall'Ara, i bresciani dovranno fare del loro meglio per evitare la lotta per la salvezza. Il Cagliari affronterà il Parma alle 18:00: entrambe le squadre con 31 punti in classifica. La partita delle 20:45 sarà Sassuolo-Roma. Gli ospiti sono favoriti a 1.85, tuttavia il Sassuolo ha la motivazione giusta per scalare di qualche posizione la classifica. Alle 12.30 di domenica 2 febbraio, la Juventus ospiterà la Fiorentina, reduce dallo 0 a 0 contro il Genoa e dalla sconfitta in Coppa Italia contro l'Inter. La giornata di Serie A continua alle 15:00 con Lazio-Spal, partita in cui la vittoria dei biancocelesti è pronosticata con l'1+over, Atalanta-Genoa, con gli ospiti quotati a ben 13.00 e Milan-Verona, avversarie con identico rendimento nelle ultime sei gare di campionato: tre vittorie, due pareggi e una sconfitta.

Palla Al Centro. IL DERBY MADRILENO CHIAMA, MOU VS GUARDIOLA RISPONDE

 PALLA AL CENTRODiscussioni e commenti aspettando il fischio d’inizio (versione extralight) 

 Tutti i Risultati IN TEMPO REALE 
⚽ ⚽ ⚽ ⚽ ⚽

 I BIG MATCH DEL WEEKEND
JUVENTUS-FIORENTINA (Italia)
TOTTENHAM-MANCHESTER CITY (Inghilterra)
REAL MADRID-ATLETICO MADRID (Spagna)
LIPSIA-BORUSSIA GLADBACH (Germania)




domenica 26 gennaio 2020

ORMAI NON VINCIAMO PIU' NEANCHE PER SBAGLIO…

Serie A 2019-2020 – 21^ Giornata
INTER - CAGLIARI 1 - 1
29' L. MARTINEZ – 78’ Nainggolan

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar (17' Godin), De Vrij, Bastoni; Young, Barella, Borja Valero, Sensi ( 37' st Sanchez), Biraghi (40' st Dimarco); Lukaku, Lautaro.
A disposizione: Padelli, Berni, Moses, Ranocchia, Esposito, Agoumé, D’Ambrosio.
Allenatore: Antonio Conte.
CAGLIARI (4-3-2-1): Cragno; Faragò, Walukiewicz, Klavan, Pellegrini (32' st Mattiello); Nandez, Oliva (29' st Castro), Ionita; Nainggolan (42' st Cigarini), Joao Pedro; Simeone.
A disposizione: Rafael, Olsen, Birsa, Lykogiannis, Gagliano, Porru.
Allenatore: Rolando Maran.
Arbitro: Manganiello


Niente da fare, i miei oscuri presagi non sono stati smentiti. L’Inter non va oltre il pari anche col Cagliari (terzo consecutivo) e vede sempre più allontanarsi la Juventus (credo che la vittoria a Napoli sia fuori discussione). Al gol di Lautaro Martinez nel primo tempo risponde Naingollan a meno di un quarto d’ora dalla fine. Finale infuocato con Lautaro Martinez espulso e l’Inter inviperita per l’ennesimo arbitraggio discutibile (benvenuto dall’altra parte della barricata, mister Conte). Del resto, l’abbiamo sempre detto, per essere competitivi bisogna essere più forti degli arbitri (fermo restando che se abbiamo pareggiato non è solo colpa dell’arbitro).

sabato 25 gennaio 2020

TRISTI PRESAGI CHE SPERO VENGANO CLAMOROSAMENTE SMENTITI


Non so perché ma ho l’impressione che domani il pranzo ci andrà di traverso. Lo so cosa state pensando: fino a due settimane fa sprizzavo entusiasmo da tutti i pori e ora sono il pessimismo fatta persona. Diciamo che due settimane fa fantasticavo con la mente (anche se rimango del parere che lo scudetto lo meriteremmo ancora noi per quello che abbiamo fatto finora), mentre ora sono tornato con i piedi per terra. Il pareggio di Lecce, al netto di alcune decisioni arbitrali, ha fatto emergere le lacune di questa squadra. Lacune che erano state ben coperte da prestazioni superlative da parte di tutti. Ma, come è giusto che sia, ora si inizia a tirare il fiato e il timore che Lecce non sia stato solo un episodio inizia a prendere forma.

venerdì 24 gennaio 2020

VENTUNESIMA GIORNATA: I CONSIGLI PER SCOMMETTERE

Il campionato di Serie A riparte con Brescia-Milan, l'anticipo delle 20:45 di questa sera. I rossoneri sono favoriti dai bookmaker con la quota di 1.75, contro quella vertiginosa di 5.25 dei bresciani. Alle 15:00 di sabato, La Spal potrà aspirare alla vittoria contro il Bologna, che nella scorsa gara si è arenato all'1 a 1 contro il Verona. Il Genoa avrà appuntamento alle 18:00 al Franchi: i genoani, reduci dalla pesante sconfitta contro la Roma per 3 a 1, affronteranno la Fiorentina, forte del 2 a 0 rifilato al Napoli nello scorso match. Il sabato si conclude alle 20:45 con la sfida tra Torino e Atalanta: i granata, nonostante giochino in casa, sono sfavoriti con la quota di 4.75, mentre la vittoria dei nerazzurri di Gasperini è quotata a 1.72. Alle 12:30 della domenica, le protagoniste in campo saranno due squadre che nella scorsa settimana sono state bloccate da un pareggio: Inter e Cagliari. I nerazzurri fermati al Via Del Mare dal goal di Mancosu, mentre il Cagliari ostacolato dal 2 a 2 contro un Brescia in dieci uomini.

Palla Al Centro. NAPOLI-JUVE E DERBY ROMANO: CHE DOMENICA!!!

 PALLA AL CENTRO Discussioni e commenti aspettando il fischio d’inizio 
Domenica tutta da seguire quella della Serie A. Si parte con un leggero Inter-Cagliari all’ora di pranzo e poi tra tardo pomeriggio e serata ecco i fuochi d’artificio. Prima il derby romano, poi Napoli-Juventus. C’è da giurarci: domenica sera la classifica non sarà più la stessa.
 Segui Tutti i Risultati IN TEMPO REALE 
 per non perderti nessun gol... 
⚽ ⚽ ⚽ ⚽ ⚽

 ⇒ I BIG MATCH DEL WEEKEND ⇐ 
NAPOLI-JUVENTUS (Italia)
ROMA-LAZIO (Italia)
BAYERN MONACO-SCHALKE04 (Germania)
BARCELLONA-VALENCIA (Spagna)
YOUNG BOYS-BASILEA (Svizzera)
FENERBAHCE-I. BASAHSEKIR (Turchia)

mercoledì 22 gennaio 2020

MAGIA DI INSIGNE E “SCANSAMOSE” ROMANISTA: NAPOLI E JUVE IN SEMIFINALE

Coppa Italia 2019-2020 – Quarti di Finale
NAPOLI-LAZIO 1-0
2’ Insigne

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Hysaj, Manolas, Di Lorenzo, Mario Rui; Lobotka (22' Luperto), Demme, Zielinski; Callejon (23' st Elmas), Milik, Insigne (37' st Ruiz).
A disp.: Karnezis, Meret, Tonelli, Leandrinho, Llorente, Lozano.
All.: Gattuso.
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu (24' st Patric); Lazzari, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic (36' st Jony); Immobile, Caicedo (9' st Correa).
A disp.: Guerrieri, Proto, Anderson, Bastos, Vavro, Berisha, Minala, Anderson, Adekanye.
All.: Inzaghi.
Arbitro: Massa

Una magia di Insigne dopo appena due minuti regala al Napoli la semifinale di Coppa Italia. La reazione della Lazio ha portato al rigore sbagliato da Immobile al minuto 9, prima delle espulsioni di Hysaj e Leiva. Due i pali del Napoli con Milik e Rui, traversa di Immobile e palo di Lazzari per i biancocelesti.

martedì 21 gennaio 2020

VERGOGNA A COSENZA: IL GOL E' REGOLARE, MA NESSUNO LO VEDE!!!

 LATO B Appunti sulla Serie Cadetta 
Guardate nella prima foto dov'è il guardalinee. Come si fa a non vedere che il pallone è abbondantemente oltre la linea di porta?
Vergognoso. Non trovo altri aggettivi per definire quello che è successo ieri sera nel derby calabrese tra Cosenza e Crotone. Minuto 71. Il Crotone è in vantaggio per 1-0 (gol di Messias dopo appena 12 minuti), ma il Cosenza spinge alla ricerca del pareggio. E il pareggio arriva. Su colpo di testa di Sciaudone, Cordaz respinge abbondantemente oltre la linea. È gol. Non per l’arbitro, né per il guardalinee. Ed è proprio quest’ultimo il principale colpevole visto che è in linea con la porta e quindi è praticamente impossibile non vedere che la palla ha superato abbondantemente la linea di porta. Un episodio vergognoso che penalizza pesantemente il Cosenza (e in questa stagione non è la prima volta che abbiamo a che fare con decisioni arbitrali discutibili).

lunedì 20 gennaio 2020

UNA BATTUTA D'ARRESTO CHE EVIDENZIA LE TANTE LACUNE

Una giornata a vuoto può starci. Non per questo dobbiamo iniziare con i processi o, peggio ancora, con i discorsi catastrofici. La nostra situazione attuale non è delle migliori. Questi ultimi due turni sono stati una vera e propria mazzata per le nostre ambizioni. E se, a conti fatti, il pareggio in casa con l’Atalanta poteva starci (anche se, per come si era messa la partita, avremmo potuto tranquillamente portarla a casa), quella di ieri è una battuta d’arresto sanguinosa. Sanguinosa perché, come scrivevo anche ieri sera, la Juventus vola a +4 e la Lazio ci contende ormai il secondo posto. Non so voi, ma io 10 giorni fa non avrei mai immaginato di ritrovarmi il 20 gennaio a quattro punti dalla vetta (così come a novembre non mi sarei mai immaginato di arrivare a Natale a pari punti con la Juventus, segno che questa stagione nerazzurra è imprevedibile).

LUPI SI NASCE. E... IO LO NACQUI. Intervista a Eleonora Cristiani

Questo weekend è ripartita la Serie B dopo la sosta invernale e il calendario offre subito un’interessante derby calabrese tra Cosenza e Crotone. Per avvicinarci alla sfida abbiamo deciso di scambiare quattro chiacchiere con Eleonora Cristiani, volto della trasmissione web “Lupi si nasce” dove in genere sonda l’umore dei tifosi bruzi all’uscita dallo stadio “San Vito – Gigi Marulla” subito dopo i match. Con lei abbiamo parlato di Cosenza e del derby calabrese di stasera.
Partiamo con una domanda personale. Come nasce la tua passione per il Cosenza?
Cosenza ha un tifo da serie A e la passione per il Cosenza calcio travolge la maggior parte dei cittadini. Un amore e Un tifo così sfegatato che trascina tutti con sé.. e ha travolto anche me.. già da prima, ora sia per lavoro sia seguendo i tifosi, di più.

domenica 19 gennaio 2020

MOLLE E SVAGATA: L'INTER FRENA ANCORA (e come sempre l'arbitro...)

Serie A 2019-2020 – 20^ Giornata
LECCE - INTER 1 - 1
72’ BASTONI – 77’ Mancosu

LECCE (3-4-1-2): Gabriel; Rossettini, Lucioni, Dell'Orco; Rispoli (31. st Falco), Deiola, Petriccione, Donati; Mancosu (38' st Meccariello); Lapadula (17' st Majer), Babacar.
A disp.: Vigorito, Gallo, Riccardi, Vera, Tachtsidis, Maselli, Chironi, Falco.
All.. Liverani.
INTER (3-5-2): Handanovic; Godin (23' st Bastoni), Skriniar, De Vrij; Candreva, Barella, Brozovic (37' st Borja Valero), Sensi (37' st Sanchez), Biraghi; Lukaku, Martinez.
A disp.: Padelli, Berni, Dimarco, Pirola, Lazaro, Ranocchia, Agoumè, Esposito.
All. Conte.

Qualcuno (purtroppo non io) l'aveva messo in preventivo. Queste sono le tipiche partite che sei sicuro di vincere e invece poi alla fine vieni beffato (vabbè, Matrix ha usato un'altra definizione, ma il significato è quello).
L’Inter torna da Lecce con un misero punticino, frutto di una partita giocata male (forse una delle peggiori Inter della stagione) in cui ci siamo fatti imbrigliare dall’avversario, dove gli esterni sono stati inguardabili, dove Lukaku e Lautaro e Martinez erano in giornata negativa, dove è mancato lo spunto di un giocatore di qualità (sì, Eriksen ci serve come il pane se vogliamo competere a certi livelli).

sabato 18 gennaio 2020

UN'ERRORE IMPERDONABILE DA EVITARE (tornare da Lecce senza i tre punti)

Io c’ero. Il 29 gennaio 2012, data dell’ultimo confronto tra Lecce e Inter in terra pugliese, io ero lì, allo stadio. Io c’ero. C’ero mentre veniva già il diluvio universale, c’ero mentre Giacomazzi segnava il gol che decideva il match, c’ero mentre insieme ad altri compagni di tifo, bagnati e delusi, facevamo ritorno a casa. Credo di aver preso più acqua quel pomeriggio che in tutta la mia vita, ad un certo punto (come scrissi anche in un articolo) probabilmente nelle vene non scorreva più sangue ma acqua piovana. Mamma mia che domenica bestiale (sotto tutti i punti di vista), se ci penso mi sembra di avere ancora addosso tutta l’umidità di quel giorno. È stata la mia ultima trasferta nerazzurra e spero presto di sostituire quella maledetta domenica con un’altra partita alla voce “ultima trasferta nerazzurra”.

venerdì 17 gennaio 2020

Palla Al Centro. REDS VS RED DEVILS: THE FIRE MATCH !!!

 PALLA AL CENTRODiscussioni e commenti aspettando il fischio d’inizio 
È senza ombra di dubbio la sfida tra i Reds del Liverpool e i Red Devils del Manchester United la partita più interessante di questo weekend dove non mancano altre sfide da non perdere. Da Real Madrid-Siviglia in Spagna a Napoli-Fiorentina in Serie A, passando per Schalke04-Gladbach in Germania, Sporting Lisbona-Benfica in Portogallo e il derby calabrese tra Cosenza e Crotone. Insomma c’è solo da mettersi comodi e godersi lo spettacolo.
 Tutti i Risultati ⏩IN TEMPO REALE
⚽ ⚽ ⚽ ⚽ ⚽

I BIG MATCH DEL WEEKEND
LIVERPOOL-MANCHESTER UNITED (Inghilterra)
REAL MADRID-SIVIGLIA (Spagna)
NAPOLI-FIORENTINA (Serie A)
SCHALKE 04-B. GLADBACH (Germania)
SPORTING LISBONA-BENFICA (Portogallo)
COSENZA-CROTONE (Serie B)

giovedì 16 gennaio 2020

VENTESIMA GIORNATA: I CONSIGLI PER SCOMMETTERE

Il girone di ritorno della Serie A è iniziato: la 20esima giornata si apre sabato 18 gennaio alle 15:00 con il match Lazio-Sampdoria, con i biancocelesti usciti vittoriosi dalla scorsa gara contro il Napoli grazie al goal di Immobile e una Samp in grado di segnare 5 goal contro il Brescia. Alle ore 18:00 il Sassuolo, ancora stordito dal 3 a 0 con l'Udinese di De Paul, sfiderà il Torino, che nella settimana passata ha portato a casa l'1 a 0 contro il Bologna. Napoli-Fiorentina, alle 20:45, chiude la giornata di sabato. Domenica 19 gennaio, alle 12:30, un Milan che sembra aver ritrovato fiducia, affronterà la stoica Udinese. Alle ore 15:00, il fragile Lecce ospiterà in Via del Mare l'Inter, reduce dal pareggio con l'Atalanta, ma certa del talento del suo implacabile Romelu Lukaku, come dimostrato in Coppa Italia. Alla stessa ora, si scontreranno Brescia-Cagliari e Bologna-Verona. La Roma sarà in trasferta a Genova alle 18:00, aspirando alla vittoria per poter superare in classifica l'Atalanta, con la quale condivide gli stessi punti. Il posticipo della domenica sarà Juventus-Parma alle 20:45. La 20esima giornata si concluderà lunedì 20 gennaio con la sfida tra Atalanta e Spal, squadra che ha come unico dovere quello di vincere.

martedì 14 gennaio 2020

IL CICLONE LUKAKU TRAVOLGE IL CAGLIARI

Coppa Italia 2019-2020 – Ottavi di Finale
INTER - CAGLIARI 4 - 1
1’ LUKAKU – 22’ B. VALERO – 49’ LUKAKU – 73’ Oliva – 81’ RANOCCHIA

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, Ranocchia, Skriniar; Lazaro, Barella, Brozovic (70' Sensi), Borja Valero, Di Marco (78' Biraghi); Sanchez (69' Esposito), Lukaku.
A disposizione: Padelli, Berni, De Vrij, Martinez, Pirola, Agoume, Candreva, Bastoni.
Allenatore: Conte.
CAGLIARI (4-3-2-1): Olsen; Faragò, Pisacane, Walukiewicz, Lykogiannis; Nandez (80' Birsa), Oliva, Ionita (80' Joao Pedro); Nainggolan, Castro (46' Rog); Cerri.
A disposizione: Rafael, Cragno, Cigarini, Klavan, Pellegrini, Simeone.
Allenatore: Maran.
Arbitro: Chiffi

Ancora una volta è Lukaku-show. Il belga bagna il suo esordio in Coppa Italia con una doppietta (e poteva essere tripletta se non gli avessero annullato un altro gol) e sbloccandosi dopo appena 22 secondi. Con un bomber così è tutto facile per l’Inter che vince agevolmente 4-1 (di Borja Valero, Ranocchia e Oliva gli altri gol della serata) contro il Cagliari (5 sconfitta consecutiva tra campionato e Coppa Italia, 10 gol presi in 9 giorni) e vola ai quarti dove troverà la vincente di Fiorentina-Atalanta.
Conte applica un moderato turnover. Si rivede Sanchez titolare dal primo minuto accanto a Lukaku in attacco, ci sono Lazaro e Dimarco come esterni di centrocampo con Barella, Borja Valero e Brozovic in mezzo e in difesa ecco Ranocchia accanto a Godin e Skriniar.

OTTAVI DI FINALE DI COPPA ITALIA: PRONOSTICI PER SCOMMETTERE


Iniziano oggi 14 gennaio gli ottavi di finale di Coppa Italia con Napoli, Lazio e Inter ad aprire le danze. Alle 15:00 il Napoli, un po' zoppicante nelle ultime gare di serie A, giocherà contro il Perugia. Seguirà alle 18:00 Lazio-Cremonese, con i biancocelesti in gran forma: sei vittorie consecutive in campionato. L'inter scenderà in campo alle 20:45 sfidando il Cagliari, reduce da 4 sconfitte, 1 vittoria e 1 pareggio. La seconda giornata di Coppa Italia, prevista il 15 gennaio, inizierà alle 15:00 con la Fiorentina che sfiderà l'Atalanta, gli uomini di Gasperini galvanizzati dall'ottimo rendimento in campionato. Il Milan, affidandosi alle magie di Ibra-Kadabra affronterà la Spal alle ore 18:00, mentre la capolista Juventus si preparerà alla sfida contro l'Udinese delle 20:45. Infine, il 16 gennaio si scontreranno Parma-Roma, due squadre con identiche performances nelle ultime partite disputate: 3 vittorie, 2 pareggi e due sconfitte.

lunedì 13 gennaio 2020

BRUTTO INFORTUNIO PER ZANIOLO: ROTTURA DEL CROCIATO ANTERIORE

Durante Roma-Juventus, nel corso del primo tempo, dopo una cavalcata palla al piede da un’area di rigore all’altra, il centrocampista della Roma Niccolò Zaniolo è caduto subendo fallo di De Ligt e Rabiot. Il giocatore ha immediatamente chiesto il cambio (al suo posto è entrato Under) per un infortunio al ginocchio destro. Zaniolo ha lasciato il campo in lacrime in barella ed è stato subito trasportato in ambulanza a Villa Stuart per valutare l'infortunio con gli esami strumentali. Esami che hanno subito evidenziato la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro con associata lesione meniscale.

domenica 12 gennaio 2020

UNA CERTEZZA AL GIRO DI BOA: SIAMO DA APPLAUSI


Togliamoci subito il dente: per quanto mi riguarda il rigore del primo tempo poteva starci. È vero che Zapata spinge Lautaro Martinez, ma è anche vero che l’attaccante nerazzurro nel ricadere aggancia con la mano il piede di Toloi. Rigore giusto. Il problema è: cosa ha visto Rocchi? E soprattutto cosa ha visto Irrati al Var? Come hanno giudicato l’episodio? Ecco, sarebbe interessante avere delucidazioni. Così come sarebbe interessante capire su che basi giudicano da rigore la spinta di Bastoni su Malinovskyi. Fallo che sinceramente non mi sembra da rigore. Poi, per carità, la mia è un’opinione da tifoso interessato e pertanto poco obiettivo. Del resto, chi ha un’opinione obiettiva? I tifosi della Juventus nostra diretta concorrente? Quelli del Milan? O i tanti giornalisti che in genere minimizzano gli episodi che capitano agli altri arrampicandosi sugli specchi per trovare giustificazioni valide e che da ieri sera non gli pare vero di poter sparare a zero sull’Inter?

sabato 11 gennaio 2020

LAMPO LAUTARO, MA NON BASTA (e dobbiamo ringraziare San Samir)

Serie A 2019-2020 – 19^ Giornata
INTER - ATALANTA 1 - 1
4' L. MARTINEZ – 75’ Gosens

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin, De Vrij, Bastoni; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Sensi (26' st Borja Valero), Biraghi; Lukaku, Lautaro Martinez (35' st Politano).
A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Dimarco, Lazaro, Vecino, Sanchez, Esposito, Pirola, Agoumé.
All.: Conte.
ATALANTA (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Palomino, Djimsiti; Hateboer, De Roon, Pasalic (25' st Muriel), Gosens (46' st Castagne); Gomez; Ilicic, Zapata (8' st Malinovskyi).
A disp.: Sportiello, Rossi, Masiello, Okoli, Heidenreich, Da Riva, Freuler, Traoré, Piccoli.
All.: Gasperini.
Arbitro: Rocchi

I timori della vigilia, alla fine si sono rivelati infondati. Più per demeriti nostri che per meriti altrui. Dopo un primo tempo strepitoso con Lautaro Martinez che sbloccava la partita dopo appena 3 minuti, l’Inter nel secondo tempo tira i remi in barca, abbassa il baricentro, dà coraggio all’Atalanta e subisce il gol del (meritato) pareggio. E deve ringraziare San Handanovic che all 87esimo para un rigore a Muriel, altrimenti saremmo qui a raccontare ben altra partita. Sfuma la vittoria e con essa quasi certamente il titolo di campione d’inverno. Che, ribadisco, serve a poco, ma era comunque un’importante tassello su cui poggiare la nostra stagione.
Conte conferma la formazione ipotizzata alla vigilia con Gagliardini preferito a Vecino e il ritorno tra i titolari di Godin e Sensi.

TRE PUNTI PER UN PRIMO MATTONCINO

Non sono tranquillo. Normale, direte voi. È vero, a poche ore da Inter-Atalanta non essere tranquillo è la normalità. È vero che spesso i bergamaschi sono tornati a mani vuote da San Siro (40 volte su 58), ma è anche vero che ogni partita fa storia a sé. A ciò aggiungiamo che: 1) L’Atalanta in questo momento è una delle squadre più in forma del campionato; 2) Le ultime due sfide le ha portate a casa con due rotondi 5-0 (contro Milan e Parma); 3) Noi siamo sempre bravi a complicarci la vita; 4) Dirigere la gara l’arbitro Rocchi. Devo andare avanti o ce n’è già abbastanza per essere preoccupati? Sì, direi che ce n’è abbastanza per essere preoccupati.
È vero, anche loro non sono tranquilli visto che faranno visita alla capolista, reduce da una roboante vittoria in quel di Napoli. E se noi temiamo Gomez e Ilicic, loro non dormono certo sonni tranquilli pensando a Lukaku e Martinez. Però, come facevo notare anche poc’anzi, quelli bravi a complicarsi la vita siamo sempre noi…

venerdì 10 gennaio 2020

DICIANNOVESIMA GIORNATA: ECCO I CONSIGLI PER SCOMMETTERE !!!


La 19esima giornata di Serie A si aprirà alle ore 15:00 di sabato 11 gennaio con il Cagliari che dovrà affrontare il Milan di Ibrahimovic. Alle ore 18.00, seguirà il match tutto celeste Lazio-Napoli, con i partenopei reduci dalla sconfitta contro l'Inter di Conte e vogliosi di riscatto. Sabato sera, saranno proprio i nerazzurri a sfidare l'Atalanta, la dilagante macchina da goal di Giampiero Gasperini. Domenica 12 gennaio inizierà con lo scontro delle 12.30 tra Udinese e Sassuolo, con la squadra ospite ancora claudicante dallo scorso match con il Genoa. Si proseguirà alle 15.00 con Sampdoria-Brescia, Fiorentina-Spal, Torino-Bologna. La Spal reduce dalla sconfitta con il Verona di un ispirato Pazzini, mentre il Torino si presenta al Dall'Ara con l'entusiasmo di chi ha battuto la Roma per due reti a zero nella scorsa giornata.

Palla Al Centro. ROMA-MILANO-ROMA: LO SPETTACOLO È QUI

 PALLA AL CENTRODiscussioni e commenti aspettando il fischio d’inizio 
Grandissimo weekend di calcio in Serie A con le prime sei che si sfidano nell’ultimo turno del girone d’andata. Si parte con Lazio-Napoli sabato pomeriggio, si prosegue con Inter-Atalanta sabato sera e si chiude con Roma-Juventus domenica sera quando sapremo chi tra Inter e Juventus si laureerà campione d’inverno. Non siete interessati alla serie A? Nessun problema, ecco per voi Tottenham-Liverpool in Inghilterra e Psg-Monaco in Ligue1. Non rimane che mettervi comodi e prendere i pop corn, lo spettacolo sta per iniziare.
 Segui Tutti i Risultati IN TEMPO REALE 
⚽ ⚽ ⚽ ⚽ ⚽

 I BIG MATCH DEL WEEKEND
LAZIO-NAPOLI (Serie A)
INTER-ATALANTA (Serie A)
ROMA-JUVENTUS (Serie A)
TOTTENHAM-LIVERPOOL (Inghilterra)
PARIS SAINT GERMAIN-MONACO (Francia)

mercoledì 8 gennaio 2020

CALCIOPOLI: ESAURITI I GRADI DI GIUSTIZIA SPORTIVA. E ORA CHE FARANNO?


Lo scorso 8 novembre il Collegio di garanzia del Coni aveva dichiarato inammissibile il ricorso della Juventus in merito all'assegnazione dello scudetto 2005/06 all'Inter per i fatti di Calciopoli, nelle scorse ore sono uscite le motivazioni della sentenza e potrebbero portare ad una svolta definitiva dopo i 30 tentativi bianconeri andati a vuoto per revocare quello scudetto ai nerazzurri. Secondo il Collegio presieduto da Franco Frattini le doglianze della Juve "non avrebbero potuto più essere oggetto di deliberazione alcuna da parte del sistema di giustizia sportiva". E il fatto che invece la Juventus abbia deciso di tornare al Collegio di garanzia per ricorrere contro una nuova decisione della Corte d’Appello federale ha portato al giudizio di inammissibilità e alla condanna di 10mila euro di spese (cifra considerevole per la giustizia sportiva).

martedì 7 gennaio 2020

UNA SQUADRA DI PIPPE GUIDATE DA UN'INCAPACE (eppure siamo primi...)

Avevo 18 anni. L’ultima volta che l’Inter vinse a Napoli io avevo 18 anni. E ora che ho superato la soglia degli -anta (fra qualche settimana saranno 41 anni…) mi rendo conto che è passata una vita. Oggi a più riprese ho pensato a tutte le cose successe in questo arco di tempo. Da Ronaldo (il Fenomeno, quello originale, ci tengo a sottolinearlo) a Lukaku passando per il 5 maggio e il Triplete, Cuper e Mourinho, Vieri e Milito, Zaccheroni e Stramaccioni, la Coppa Uefa del 1998 e il Mondiale per Club del 2010, Tardelli e Mancini, Ibrahimovic e Adriano, Eto’o e Icardi, Baggio e Cassano, Lippi e Mazzarri. Ok, ok, basta così altrimenti parte un paranoico revival che non finisce più.
L’Inter vince a Napoli dopo 22 anni (22 anni, due mesi e 19 giorni per l’esattezza) e soprattutto lo fa con una prova maiuscola, straripante (come l’ho definita ieri sera). L’Inter vista ieri sera fa impressione e la fa soprattutto se pensiamo a chi c’era in campo.

lunedì 6 gennaio 2020

"BEFANA" LUKAKU: L'INTER ESPUGNA NAPOLI DOPO 22 ANNI

Serie A 2019-2020 – 18^ Giornata
NAPOLI - INTER 1 - 3
14' LUKAKU – 33' LUKAKU – 39' Milik – 62’ L. MARTINEZ

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Hysaj (36' st Lozano), Mario Rui; Zielinski, Fabian Ruiz (39' st Llorente), Allan; Callejon, Milik, Insigne.
A disp.: Ospina, Karnezis, Tonelli, Luperto, Elmas, Leandrinho, Gaetano, Younes.
All.: Gattuso.
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Candreva, Gagliardini (11' st Barella), Brozovic, Vecino (28' st Sensi), Biraghi; Lukaku (43' st Borja Valero), Lautaro Martinez.
A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Godin, Dimarco, Lazaro, Politano, Sanchez, Esposito.
All.: Conte.
Arbitro: Doveri

Ci voleva Romelu Lukaku per sfatare un tabù che durava dal secolo scorso. Una doppietta del belga e un gol di Lautaro Martinez permettono all’Inter di vincere a Napoli dopo più di 22 anni. I nerazzurri, favoriti anche dagli errori difensivi dei padroni di casa, danno l’ennesima prova di forza dimostrando di candidarsi seriamente al ruolo di anti-Juve (che nel pomeriggio ha battuto 4-0 il Cagliari), nonostante l’arbitro Doveri neghi due rigori clamorosi ai nerazzurri (uno per tempo) e distribuisca cartellini gialli come se non ci fosse un domani.

domenica 5 gennaio 2020

CONFIDIAMO NELLA BEFANA PER SFATARE UN TABÙ LUNGO 22 ANNI

Pagliuca, Bergomi, Sartor, Galante, J.Zanetti, Moriero, Zè Elias (61’ Fresi), Winter (75’ Ganz), Simeone (64’ Cauet), Djorkaeff, Ronaldo. Allenatore Simoni.
Oddio, Entius è impazzito e dà i numeri !!! No, tranquilli, non sono impazzito (o perlomeno non ancora). La formazione appena scritta è quella che il 18 ottobre 1997 batté 2-0 il Napoli al San Paolo (per la cronaca, gol di Galante dopo 10 minuti, autogol di Turrini al minuto 69). Dopo 22 anni (e due mesi e mezzo) quella rimane l’ultima vittoria dell’Inter al San Paolo contro il Napoli. 22 anni, no dico V-e-n-t-i-d-u-e a-n-n-i, roba da non crederci. Come scrissi lo scorso maggio “Praticamente un secolo fa (infatti eravamo nel precedente secolo). Io avevo appena preso la maturità e mi apprestavo al mio primo anno di università e nel frattempo stavo prendendo la patente (due giorni prima avevo superato l’esame teorico) ). L’allenatore dell’Inter era Gigi Simoni, in porta Pagliuca, il capitano era Bergomi, a centrocampo il Cholo Simeone e Ze Elias, in attacco un brasiliano arrivato quell’estate dal Barcellona, un certo Luis Nazario da Lima Ronaldo (Ronaldo l’originale, ci tengo a sottolinearlo). Come finì quella stagione non credo che ci sia bisogno di ricordarvelo.

sabato 4 gennaio 2020

DICIOTTESIMA GIORNATA: ECCO I CONSIGLI PER SCOMMETTERE !!!

I primi match del 2020 saranno quelli della diciottesima giornata di Serie A, in programma tra domenica 5 e lunedì 6 gennaio.
Si comincia domenica alle 12:30 con la partita Brescia-Lazio. La squadra di Balotelli è terzultima in classifica e nella scorsa giornata ha ottenuto un pareggio per 1-1 contro il Parma. Gli Aquilotti stanno vivendo un sogno: vincendo di nuovo per 3-1 sulla Juventus, hanno conquistato la Supercoppa; in campionato hanno centrato otto vittorie consecutive e in classifica sono terzi. La Spal ospita il Verona. Entrambe hanno disputato la loro ultima gara contro il Torino: per i padroni di casa si trattava della diciassettesima giornata (21 dicembre) ed hanno vinto per 1-2; gli ospiti hanno giocato contro i Granata il match valido per la sedicesima giornata (15 dicembre) ed hanno realizzato un pareggio. Il Genoa affronterà il Sassuolo. A seguito della pesante sconfitta per 4-0, Thiago Motta è stato esonerato, sarà Davide Nicola il nuovo allenatore dei Liguri; ko anche per i Neroverdi contro il Napoli.

Palla Al Centro. NELLA CALZA DELLA BEFANA C’É NAPOLI-INTER

 PALLA AL CENTRODiscussioni e commenti aspettando il fischio d’inizio 
Dopo la sosta natalizia riparte il campionato di Serie A. E si ricomincia subito col botto: il calendario offre infatti subito un interessantissimo Napoli-Inter con i nerazzurri che proveranno a sfatare il tabù San Paolo, dove non vincono dal 1997, per tenere il passo della Juventus impegnata in casa contro il Cagliari. Tra le sfide interessanti in giro per l’Europa (dove molti campionati sono fermi) il derby di Barcellona in Spagna, Sporting Lisbona-Porto in Portogallo e Olimpiakos-Panathinaikos in Grecia.
 Tutti i Risultati IN TEMPO REALE 
⚽ ⚽ ⚽ ⚽ ⚽

 I BIG MATCH DEL WEEKEND
NAPOLI-INTER (Italia)
SPORTING LISBONA-PORTO (Portogallo)
OLIMPIAKOS-PANATHINAIKOS (Grecia)
ESPANYOL-BARCELLONA (Spagna)

venerdì 3 gennaio 2020

CHI COMANDA IN EUROPA?

Che il Liverpool stia dominando in Inghilterra (+14 sul Leicester e +15 sul Manchester City con una partita in meno) lo sanno tutti, così come è cosa risaputa che il Psg sia in testa alla classifica in Francia (sette punti di vantaggio sul Marsiglia). Credo che sia superfluo dirvi che in Spagna il Barcellona guidi il gruppo con due punti di vantaggio sul Real Madrid e che in Germania a sorpresa davanti a tutti ci sia il Lipsia (segue il Gladbach a due punti e il Bayern a quattro). L’Italia non la cito nemmeno: anche chi non è appassionato di calcio sa che Inter e Juventus sono in testa alla classifica a pari punti.
E negli altri campionati europei invece chi è in testa alla classifica? Sapete chi è la capolista in Bosnia o magari in Romania? E chi ci sta davanti a tutti in Polonia oppure in Turchia? Nessun problema, siamo qui apposta per voi e vi facciamo una breve carrellata delle prime posizioni in varie nazioni europee (attenzione non sono tutte, qualcuno ci è sfuggita sicuramente).

giovedì 2 gennaio 2020

SERIE B: CICLONE BENEVENTO, SORPRESA PORDENONE, DELUDENTE EMPOLI

 LATO BAppunti sulla Serie Cadetta 
➤ È sicuramente il Benevento la squadra protagonista di questo girone d’andata di Serie B. Filippo Inzaghi si prende la sua ennesima rivincita dopo aver ricevuto la seconda delusione su una panchina di A (l'esonero col Bologna) si è rimesso in gioco in Serie B guidando da solo il campionato in testa alla classifica con una corazzata che per il momento sembra non avere dirette concorrenti per il primato. Inzaghi ha già ottenuto una promozione in carriera col Venezia in Serie C, ora se arrivasse anche quella della B, sarebbe l'ennesimo riconoscimento importante per un allenatore che a questo punto può considerare completa la propria gavetta. Numeri impressionanti per la squadra di Pippo Inzaghi, miglior attacco e miglior difesa, porta inviolata in 13 partite su 19. Per trovare numeri simili bisogna tornare alla stagione 2006-2007, con la Juventus di Deschamps. Erano i favoriti per la promozione e stanno confermando le aspettative.

mercoledì 1 gennaio 2020

HO FATTO TREDICI !!!

Ho fatto tredici!!! Qualche lustro fa questa frase avrebbe fatto un certo effetto. Sono abbastanza grande (o forse in questi casi si dice vecchio?) da ricordarmi quel periodo degli anni '80-'90 quando fare tredici al Totocalcio era il sogno di tutti gli italiani (e anche il mio, nonostante fossi adolescente).
No, purtroppo (una vincita economica fa sempre comodo) non ho fatto tredici al Totocalcio (tra l’altro non so neanche se esiste ancora…), ma ho fatto tredici col mio blog che proprio oggi compie esattamente tredici anni.
Ieri mattina nel dormiveglia pre-vigilia di Capodanno mi è tornato in mente come è nato il blog. L’idea maturata nella seconda metà di dicembre, una veloce ricerca per capire cosa bisognava fare per aprire un blog e poi il primo giorno dell’anno di quell’ormai lontanissimo 2007 la nascita della mia creatura.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails