ARTICOLI RECENTI

domenica 19 gennaio 2020

MOLLE E SVAGATA: L'INTER FRENA ANCORA (e come sempre l'arbitro...)

Serie A 2019-2020 – 20^ Giornata
LECCE - INTER 1 - 1
72’ BASTONI – 77’ Mancosu

LECCE (3-4-1-2): Gabriel; Rossettini, Lucioni, Dell'Orco; Rispoli (31. st Falco), Deiola, Petriccione, Donati; Mancosu (38' st Meccariello); Lapadula (17' st Majer), Babacar.
A disp.: Vigorito, Gallo, Riccardi, Vera, Tachtsidis, Maselli, Chironi, Falco.
All.. Liverani.
INTER (3-5-2): Handanovic; Godin (23' st Bastoni), Skriniar, De Vrij; Candreva, Barella, Brozovic (37' st Borja Valero), Sensi (37' st Sanchez), Biraghi; Lukaku, Martinez.
A disp.: Padelli, Berni, Dimarco, Pirola, Lazaro, Ranocchia, Agoumè, Esposito.
All. Conte.

Qualcuno (purtroppo non io) l'aveva messo in preventivo. Queste sono le tipiche partite che sei sicuro di vincere e invece poi alla fine vieni beffato (vabbè, Matrix ha usato un'altra definizione, ma il significato è quello).
L’Inter torna da Lecce con un misero punticino, frutto di una partita giocata male (forse una delle peggiori Inter della stagione) in cui ci siamo fatti imbrigliare dall’avversario, dove gli esterni sono stati inguardabili, dove Lukaku e Lautaro e Martinez erano in giornata negativa, dove è mancato lo spunto di un giocatore di qualità (sì, Eriksen ci serve come il pane se vogliamo competere a certi livelli).
Il resto lo ha fatto l’arbitro, come sempre. Gol annullato a Lukaku per un fallo inesistente, mancata espulsione a Donati per un intervento killer sulla caviglia di Barella (ed è pure andato a rivederlo al Var). Sarebbe un grave errore dire che abbiamo perso per colpa dell’arbitro, ma ancora una volta il direttore di gara ha dato il suo contributo.
Conte conferma la formazione ipotizzata alla vigilia con l’unica eccezione di Godin preferito a Bastoni. Dopo un brivido creato da Babacar e Mancosu è l’Inter a prendere il pallino del gioco e a stringere d’assedio la porta avversaria. Arriva anche il gol, ma Giacomelli annulla per un presunto fallo di Lukaku su Gabriel (in realtà è il portiere che va addosso all’attaccante). Giacomelli ancora protagonista quando Donati entra con decisione sulla caviglia di Barella. In presa diretta sembrerebbe da espulsione, ma l’arbitro ammonisce soltanto il giocatore pugliese. Poi richiamato dal Var va a rivedere l’azione, ma non cambia opinione (a che serve il Var se poi se ne fa un utilizzo pessimo?). L’Inter attacca e Brozovic colpisce anche un palo alla mezzora. Poi in chiusura di tempo ancora protagonista Giacomelli. Il colpo di testa di Babacar finisce sulla coscia di Sensi e colpisce anche il braccio attaccato al corpo. A Giacomelli non gli pare vero di poter dare rigore al Lecce, ma viene richiamato dal Var ed è costretto a cambiare decisione.
Anche nella ripresa il registro non cambia con l’Inter che fa la partita e il Lecce che si difende e prova a rendersi pericoloso nelle rare ripartenze. Ma il risultato non cambia. Conte inserisce Bastoni per Godin al 68esimo e il giovane difensore azzurro risulta decisivo dopo appena 4 minuti con un colpo di testa su cross di Biraghi che trafigge Gabriel. Inter in vantaggio. I nerazzurri finalmente hanno sbloccato la partita e ci sarebbe solo da gestire il risultato e provare a chiuderla. Ma invece dopo 5 minuti una disattenzione difensiva permette a Mancosu di trovare il pareggio. Conte prova a inserire Sanchez per un inedito tridente, ma il risultato non cambia più. Finisce 1-1. L’Inter butta al vento due punti pesanti e vede la Juventus volare via (+4) e la Lazio avvicinarsi pericolosamente (sono a due punti, ma con una partita in meno, quindi teoricamente potrebbero essere davanti a noi). Una giornata storta può capitare, ma il campanello d’allarme sta suonando già da un po’. A questa squadra manca qualcosa e non sempre si può andare a 200 all’ora o sperare che Lukaku e Lautaro tolgano le castagne dal fuoco. Servono innesti e ricambi. E magari non sarebbe male neanche farsi sentire con il palazzo del potere per quanto riguarda gli arbitraggi. FORZA INTER !!! Juve Merda (che ci sta sempre bene, vero?)

PILLOLE STATISTICHE
• Il Lecce per la prima volta nella sua storia è rimasto imbattuto per tre gare interne consecutive contro l’Inter in Serie A (1V, 2N).
• L’Inter ha pareggiato quattro delle ultime sei gare in campionato (2V), dopo aver pareggiato una sola delle precedenti 17 sfide in Serie A.
• Solo Liverpool (16) e Real Madrid (15) hanno mandato a segno più giocatori dell'Inter (14) nei Top-5 campionati europei 2019/20.
• Solo de Ligt e Kumbulla sono più giovani di Bastoni tra i difensori andati a segno in questo campionato.
• Il Lecce è andato a segno con uno dei due tiri nello specchio realizzati durante il match.




 Non perderti i nuovi contenuti nerazzurri: 


 Servizio offerto da  FeedBurner

9 commenti:

Winnie ha detto...

Purtroppo tutti i nodi prima o poi vengono al pettine. Fermo restando che è la prima partita che falliamo completamente in questa stagione e quindi andiamoci piano con i processi.

Brother ha detto...

Credo che i principali colpevoli siamo noi. Inutile prendersela con l'arbitro quando giochi male e non fai nulla per provare a portarla a casa. Siamo un po’ in debito d'ossigeno e di energie, servirebbe una bella scossa.

Entius ha detto...

Assolutamente d’accordo. Se abbiamo perso è principalmente colpa nostra. Ma se convalidi il gol di Lukaku (REGOLARISSIMO) o espelli Donati (espulsione SACROSANTA), la partita prende un'altra forma senza ombra di dubbio.

Nicola ha detto...

Ma cosa vi aspettavate? Che ci avrebbero lasciati liberi di fare quello che ci pare? Prima o poi ci avrebbero presentato il conto. Ed eccolo qua: gol annullato e espulsione mancata.

Nicola ha detto...

Tra Juventus e Lazio abbiamo ben poche speranze, forse è meglio che ci mettiamo l'anima in pace e puntiamo a qualche coppetta (Coppa Italia o Europa League).

Brother ha detto...

Non cerchiamo scuse "arbitrali". Se al 75esimo sei in vantaggio contro una squadra di bassa classifica devi portare a casa il risultato. Senza se e senza ma.

Gaetano73 ha detto...

Caro Entius con l'Atalanta ti feci notare la mitezza con la quale parlasti del plateale errore sul placcaggio stile rugby di Martinez (rigore + espulsione).
Mi dicesti che avevo compreso male, ma quel "ci può stare" stranamente oggi nn compare. Ci sono invece i classici pugni sbattuti sul tavolo..... ma a rivendicare cosa?
Il gol di Lukaku è da annullare xke con il suo corpo tocca le braccia protese del portiere che blocca la palla. Quanto alla mancata espulsione di Donati, è plateale come egli calci la palla e proseguendo nel movimento vada sulla caviglia di Barella. Non prende pertanto direttamente la gamba come invece il buon Barella più volte ha fatto in qst campionato senza mai vedere il rosso (Inter-Udinese ti ricorda qualcosa?).
Quanto al rigore fallo di mano. giusto nn darlo, anzi direi "ci può stare nn darlo".Peccato che proprio a Lecce, contro la Juve fu assegnato un rigore per una palla che sbucò tra mille gambe e fini sul braccio di De Ligt.
Tu ed i compagni di merende, Nerazzurro e Nicola, dovreste cominciare a prendere esempio da quegli interisti che nn cercano il solito alibi (l'arbitro nn ci ha fatto vincere) x giustificare una mancata vittoria. Brother nel suo ultimo post dice parole sacrosante.

Nerazzurro ha detto...

Ma la gente non ha un cazzo da fare che viene sempre a rompere le palle qui?
Domando per un amico

Gaetano73 ha detto...

Ahhhh quanto fa male sentire le altre campane!!!
Meglio cantarsela e suonarsela da soli.
P.S.Avevo predetto il tuo pianto ed il tuo solito ritornello alla prima nn vittoria...."l'arbitro nn ci ha fatto vincere" e puntuale è arrivato.NOSTRADAMUS

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails