GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 13 luglio 2017

BERGAMINI, RIESUMATA LA SALMA (e i primi accertamenti...)

Un altro mattoncino è stato messo per quanto riguarda la verità sulla morte di Donato “Denis” Bergamini. Una verità che aspettiamo ormai da 28 anni e che dopo così tanto tempo potrebbe vedere la luce.
Nei giorni scorsi su disposizione del Tribunale di Castrovillari è stato riesumato il corpo del giocatore e sottoposto a nuovi accertamenti tecnici, fra cui una tac tridimensionale e un esame del Dna, alla ricerca di elementi utili alle indagini.
E le prime indiscrezioni raccontano di eventi incongruenze rispetto al referto dell’autopsia effettuata a quel tempo. "La parte del corpo maggiormente interessata dal trauma sarebbe quella sinistra e non quella destra come invece si era sempre pensato e sulla sinistra del corpo ci sarebbe anche un taglio longitudinale sospetto della testa del femore che a detta dei consulenti e dei periti apparirebbe anomalo e innaturale".
Gli esiti degli esami saranno presentati fra qualche tempo, si parla di circa quattro mesi. I medici della procura e del tribunale infatti dovranno fare una lunga e dettagliata relazione per i magistrati.


Restano un'infinità, soprattutto a distanza di così tanto tempo, le domande a cui gli esiti di cui sopra dovranno provare a rispondere, per aiutare la procura che ha indagato per “omicidio volontario aggravato dalla premeditazione, dai motivi abietti e futili e dalle sevizie” l’ex fidanzata del ragazzo, Isabella Internò, e il camionista che operò il supposto "sormontamento" di cui parlano le carte dell'epoca, Raffaele Pisano.

Il legale della famiglia, Fabio Anselmo, continua a ribadire che "E' chiaro che si parla di un sormontamento parziale, non di un investimento. La lesività, cioè lo squarcio, si apre sulla pancia e la schiena è integra. E' evidente che Bergamini fosse coricato, supino, e non prono, il contrario di quello che mostrano le fotografie dell'epoca".

 POTREBBE INTERESSARVI LEGGERE ANCHE QUESTO 

 Inserisci il tuo indirizzo mail 
 per rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti: 


Servizio offerto da FeedBurner

1 commento:

LadyMarianne ha detto...

Merita giustizia. Lo merita Denis ingiustamente assassinato, ma soprattutto lo merita la sorella che sta portando avanti una battaglia senza mollare minimamente. Mi auguro che alla fine si riesca ad arrivare alla verità.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails