GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 14 luglio 2017

COLPACCIO: BONUCCI AL MILAN (ma chi ha fatto l’affare tra Milan e Juve?)

Leonardo Bonucci è un giocatore del Milan ora è arrivata anche l'ufficialità. Il difensore ex Juve ha firmato fino al 2022 un contratto da 6,5 milioni di euro a stagione più bonus e sabato si sottoporrà alle visite mediche di rito. Il nuovo giocatore è stato accolto da moltissimi tifosi all'arrivo in sede nel primo pomeriggio e dopo la firma si è recato a Milanello per i test fisici. Alla Juve vanno 40 milioni di euro.
Ad annunciarlo è il Milan sul proprio sito venerdì sera: "AC Milan comunica di aver sottoscritto con Juventus FC un contratto di trasferimento a titolo definitivo del giocatore Leonardo Bonucci. Il giocatore, previo il superamento delle visite mediche previste nei prossimi giorni, si legherà al Milan con un accordo di 5 anni".

A rendere noti i dettagli economici dell'operazione invece è stata la Juventus: "Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver raggiunto l’accordo con la società A.C. Milan per la cessione a titolo definitivo del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Leonardo Bonucci per un corrispettivo di € 42 milioni pagabili in tre esercizi. Tale operazione genera un effetto economico positivo di circa € 39,5 milioni".

A meno di novità dell'ultima ora, Bonucci, grazie alla sua esperienza maturata tra Nazionale e Juventus (con la quale ha vinto sei scudetti, tre Coppa Italia, due Supercoppa Italiana e partecipato a due finali di Champions League), dovrebbe essere il nuovo capitano del Milan.
Un affare lampo conclusosi in due giorni. Segno che probabilmente aveva più fretta la Juventus che il Milan a comprare. Non che i bianconeri considerassero Bonucci un peso da cui liberarsi. Ma purtroppo il difensore azzurro negli ultimi tempi aveva un po’ troppo alzato la cresta. E inevitabilmente si era arrivata la rottura. Prima con Allegri alla vigilia della sfida col Porto (il difensore finì in tribuna per punizione), poi con lo spogliatoio nel famoso intervallo di Cardiff quando il Beckenbauer de noartri arrivò quasi alle mani con Allegri e Barzagli.
Da qui la necessità di cedere. Tra l’altro ad un prezzo più basso rispetto alle offerte che arrivavano un anno fa dall’Inghilterra quando Conte avrebbe fatto ponti d’oro per averlo al centro del reparto difensivo del Chelsea.
Fermo restando che 42 milioni di euro non sono bruscolini per un difensore che sarà interessante vedere fuori dal contesto juventino. Perché in tutta onestà anche Ranocchia sembrerebbe Franco Baresi in una difesa juventina dove c’è Barzagli a coprirti le spalle e soprattutto può godere di una certa immunità arbitrale (anche se riguardo all’immunità credo che continuerà a goderne anche in maglia rossonera).
Per carità, non sto dicendo che Bonucci è una pippa, ma sicuramente sarà interessante testarne le qualità in un altro contesto che non sia la Juventus. Come sarà interessante vedere in che modo la Juventus sostituirà il centrale azzurro. Si affiderà a Rugani e Benatia? O punterà a comprare un altro difensore (si parla di Manolas e De Vrij)?
Si attendono risposte. E nel frattempo il Milan è a già a quota 10 acquisti. E scusate se è poco.

10 commenti:

BlackWhite ha detto...

Pagliaccio, buffone di merda!!! Noi ti abbiamo trattato come un re e alla fine questa è la ricompensa. Ti auguro di spaccarti il crociato alla prima amichevole e di saltare tutta la stagione e anche i Mondiali la prossima estate.
Pezzo di merda che non sei altro.

BlackWhite ha detto...

Entius, scusa lo sfogo. Ma quando ci vuole, ci vuole.

Entius ha detto...

BlackWhite, capisco la tua rabbia, anzi la vostra rabbia, ma credo che il problema non sia Bonucci. C'era una rottura insanabile tra Bonucci e il resto dello spogliatoio, Allegri incluso. Cederlo era l'unica soluzione possibile. La Juventus non poteva fare diversamente.

Alex ha detto...

Non facciamone un dramma, siamo sopravvissuti ad addii più dolorosi come quelli di Pirlo, Tevez, Vidal e Pogba. L'importante è rimpiazzarlo con un giocatore altrettanto bravo e vedrete che tempo un paio di mesi e Bonucci sarà solo un lontano ricordo.

Mark della Nord ha detto...

Vediamo se ho capito bene "la dottrina che s’asconde sotto ’l velame de li versi strani", per dirla col Poeta.
Quando è un giocatore della juventus a volersene andare viene coperto di insulti, quando invece a volerlo fare, per andare alla juve, è quello di una qualsiasi altra squadra, è giustificato ed esaltato.
Come Higuain, per esempio.
E pjanic.
Ora, era noto a tutti che a Torino non conoscessero l'aritmetica.
Adesso all'aritmetica si è aggiunta la logica.
Chissà l'anno prossimo cosa ci aspetta.
Poveri noi!!

Collettivo Contro i Ladri di Scudetti ha detto...

Quando Higuain o Pjanic preferivano la Juventus a Napoli o Roma era tutto normale. Ora che è Bonucci a preferire un'altra squadra alla Juventus partono le invettive e le offese. Ridicoli. Siete troppo abituati male. Vi piace vincere facile?

Nerazzurro ha detto...

Qualcosa la Juventus perde. Bonucci è comunque un difensore di qualità, uno di quelli che trova anche il gol con regolarità. Sostituirlo non sarà facile.
Anche perché non è semplice trovare un altro difensore spocchioso che picchia come un fabbro e fa il bullo con gli arbitri.

Pippo ha detto...

L'unica logica che va seguita è quella del professionismo.
La juve l'ha capito molto prima di tanti altri che ipocritamente parlano di bandiere o di un calcio pseudo romantico. Vale per Bonucci per Higuain per Pjanic (ma l'anno scorso molti non la pensavano così )
Cosa vi aspetta l'anno prossimo? Il solito -30 a proposito di aritmetica .
Qualcuno spieghi a nerazzurro che Leo non ha mai dato testate a Rizzoli. Magari lui ci crede ancora.
Grazie Leo per una magnifica storia scritta insieme. Ti auguro il meglio tranne lo. ...scudetto

Pippo ha detto...

L'unica logica che va seguita è quella del professionismo.
La juve l'ha capito molto prima di tanti altri che ipocritamente parlano di bandiere o di un calcio pseudo romantico. Vale per Bonucci per Higuain per Pjanic (ma l'anno scorso molti non la pensavano così )
Cosa vi aspetta l'anno prossimo? Il solito -30 a proposito di aritmetica .
Qualcuno spieghi a nerazzurro che Leo non ha mai dato testate a Rizzoli. Magari lui ci crede ancora.
Grazie Leo per una magnifica storia scritta insieme. Ti auguro il meglio tranne lo. ...scudetto

Mark della Nord ha detto...

Coloro i quali, quando parlano di calcio, credono alle certezze, equivocano a proprio danno.
Ultima conferma: Glasgow, 3 giugno 2017.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails