ARTICOLI RECENTI

sabato 6 aprile 2019

UN ESAME DI MATURITA’ DA NON FALLIRE

Archiviata in tutta fretta la larga vittoria ottenuta in quel di Marassi contro il Genoa, è già tempo di pensare alla prossima sfida. Prossima sfida che ci vedrà di fronte uno degli avversari più in forma del momento: l’Atalanta di Gasperini. I bergamaschi sono in piena corsa per la prossima Champions League e coltivano sogni in grande. Meritatamente, per quello che hanno fatto vedere in questa stagione. In realtà la formazione orobica già da qualche stagione sta dimostrando di essere una squadra solida che può competere con le avversarie più blasonate (non scordiamoci che due anni fa chiuse il campionato davanti a Inter e Milan). Gasperini sta facendo un ottimo lavoro in quel di Bergamo e ha a disposizione un organico di tutto rispetto.
Ok, basta con le sviolinate pro-Atalanta. Pensiamo a noi. Massimo rispetto per gli avversari, ma qua ci sono in palio tre punti pesanti per la corsa alla prossima Champions League e non abbiamo certo intenzione di regalarli ad un’avversaria diretta.
Anche perché già una settimana fa abbiamo regalato tre punti preziosi ad una diretta concorrente e poiché non siamo una Onlus che fa beneficienza a destra e manca, non possiamo certo permetterci di scialacquare qua e là punti che potrebbero rivelarsi importanti per raggiungere il nostro obiettivo.
Spalletti deve ancora fare a meno di De Vrij e Lautaro Martinez, quindi, con ogni probabilità, giocheranno gli undici che hanno battuto il Genoa tre giorni fa. In porta capitan Handanovic, in difesa D’Ambrosio e Asamoah saranno gli esterni con Skriniar-Miranda coppia centrale, a centrocampo Gagliardini e Brozovic e in avanti Politano, Naingollan e Perisic a sostegno dell’unica punta che sarà Mauro Icardi. Gli unici dubbi potrebbero essere sugli esterni difensivi con Cedric Soares e Dalbert che insidiano rispettivamente D’Ambrosio e Asamoah, e a centrocampo dove Vecino potrebbe essere preferito a Gagliardini. Scelta, quest’ultima, che personalmente ritengo infelice. Il centrocampista italiano ha fatto molto bene nelle ultime due partite in cui è stato schierato (derby e Genoa) e in questo momento privarsi di uno come lui potrebbe essere un errore.
I precedenti parlano nettamente nerazzurro milanese con l’Inter che ha vinto 40 delle 57 sfide fin qui disputate, 8 sono i pareggi (l’ultimo risale al 18 marzo 2012, 0-0) mentre l’Atalanta ha vinto in nove occasioni (l'ultima nel marzo 2014, doppietta di Bonaventura e gol di Icardi). Impossibile non ricordare il netto 7-1 con cui l’Inter travolse i bergamaschi due stagioni fa (triplette di Icardi e Banega e gol di Gagliardini per l’Inter, Freuler per l’Atalanta), anche se il record di partita con più gol appartiene ad un 7-2 risalente al 1990 (doppietta di Klismann e gol di Bergomi, Matthäus, Baresi, Berti e Serena per l’Inter, autogol di Ferri e Nicolini per l’Atalanta). I tifosi nerazzurri più attenti ricorderanno anche il 3-1 con cui l’Inter vinse nell’aprile 2010: il giorno dopo la Sampdoria vinse a Roma e l’Inter tornò di nuovo in vetta per non mollarla fino alla fine. Da sottolineare che Icardi ha segnato cinque gol negli ultimi due confronti a San Siro contro l’Atalanta.
Dall’altro lato però bisogna ricordare anche che gli ultimi due confronti che si sono disputati il 7 aprile sono stati gli ospiti ad avere la meglio. Nel 2002 finì 2-1 (Sala, Berretta e Vieri i marcatori), mentre nel 2013 la partita si concluse con un pirotecnico 4-3 dopo che l’Inter era stata in vantaggio per 3-1 e l’arbitro Gervasoni aveva concesso un discutibile rigore che aveva dato il via alla rimonta bergamasca.
Ovviamente il nostro obiettivo è invertire questa antipatica tendenza riguardante il 7 aprile. Anche perché, come detto, storicamente l’Atalanta ha sempre avuto vita difficile in quel di San Siro. Quindi speriamo che anche stavolta gli orobici se ne torni a Bergamo con le pive nel sacco. E ovviamente col bottino saldamente nel sacco interista. FORZA INTER !!!

Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

2 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Sfida abbastanza difficile. Dici bene nel titolo, è un esame da superare. L'Atalanta è in forma strepitosa e servirà un'Inter perfetta per batterla. Ma sono abbastanza ottimista.

Winnie ha detto...

Sono ottimista anche io, ma temo che non basterà. Questa Atalanta mi preoccupa parecchio.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails