ARTICOLI RECENTI

giovedì 31 gennaio 2019

INTER DA CARDIOPALMA, NAINGOLLAN LA TRADISCE

COPPA ITALIA 2018-2019 – Quarti di Finale
INTER - LAZIO 4 - 5 (1-1 dts)
108’ Immobile – 125’ ICARDI (rig.)

SEQUENZA RIGORI: Brozovic gol; Immobile gol; Lautaro Martinez sbagliato; Durmisi sbagliato; Icardi gol; Parolo gol; Cédric Soares gol; Acerbi gol; Nainggolan sbagliato; Lucas Leiva gol.

INTER (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Asamoah; Gagliardini(1' st Vecino), Brozovic, Joao Mario (35' st Martinez); Politano (1' sts Cedric), Icardi, Candreva (1' sts Nainggolan ).
A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Dalbert, Borja Valero, Perisic, Salcedo.
All.: Spalletti.
LAZIO (3-5-1-1): Strakosha; Wallace (25' st Bastos), Acerbi, Radu; Marusic, Milinkovic-Savic, Lucas Leiva, Luis Alberto (10' pts Parolo), Lulic (34' st Durmisi); Correa (40' st Caicedo); Immobile.
A disp.: Proto, Guerrieri, Kalaj, Zitelli, Badelj, Berisha, Neto.
All.: Inzaghi.
Arbitro: Abisso.

Fuori anche dalla Coppa Italia. Dopo essere eliminati dalla Champions League, l’Inter deve salutare anche la coppa nazionale. Lo fa dopo una partita infinita, con i 90 minuti finiti a reti bianche, con Immobile che segna ad inizio del secondo tempo supplementare e con l’Inter la riagguanta al secondo minuto di recupero grazie ad un rigore realizzato da Mauro Icardi. La lotteria dei rigori però premia la Lazio: Naingollan sbaglia il rigore decisivo, Lucas Leiva no. Biancocelesti in semifinale, Inter eliminata. I processi sono già cominciati (i pennivendoli non aspettavano altro) e Spalletti è sempre più sulla graticola.

Spalletti deve rinunciare a De Vrij infortunato oltre ai già noti Keita e Vrsaljko. Miranda affianca Skriniar in mezzo alla difesa, con D’Ambrosio e Asamoah sugli esterni. A centrocampo accanto a Brozovic spazio a Gagliardini e Joao Mario (che sostituisce Borja Valero infortunatosi nel riscaldamento), mentre in avanti Politano e Candreva a supporto di Icardi.

È la Lazio a prendere le redini del gioco e si rende pericolosa con Immobile (che sbaglia la conclusione a tu per tu con Handanovic), Luis Alberto (tiro debole e centrale) e Correa (Skriniar fa buona guardia). L’Inter è in difficoltà e non riesce a impensierire la retroguardia biancoceleste. I nerazzurri però protestano per un contatto in area tra Acerbi e Skriniar sugli sviluppi di un calcio d’angolo (il rigore poteva starci).
A inizio ripresa Spalletti lascia negli spogliatoi Gagliardini per gettare nella mischia Vecino. La prima grande chance è per la Lazio: al 50esimo Correa lancia sulla corsa Immobile che però si allunga troppo il pallone e viene poi bloccato in uscita da Handanovic. Il portiere dell'Inter si rifugia poi in corner al 52esimo su un velenoso destro a giro di Luis Alberto e sugli sviluppi dell'angolo si ripete subito sulla botta dal limite di Lulic.
Al 61esimo prima fiammata dell’Inter: tiro di Joao Mario respinto da Strakosha e incredibile errore di Candreva che a porta vuota manca lo specchio.
I nerazzurri, dopo un’ora di catalessi, sembrano svegliarsi. Punizione calciata dalla sinistra da Politano e Vecino di testa sfiora la traversa. Spalletti rinforza l’attacco con Lautaro Martinez al posto di Joao Mario.
Finale da cardiopalma. Al 88esimo Caicedo (entrato al posto di Correa) a tu per tu con Handanovic si fa ipnotizzare dallo sloveno che è miracoloso un minuto dopo su Immobile, mentre al 94esimo è Strakosha a salvare la porta su Politano, con Lautaro Martinez che da pochi passi spara alto.
Si va ai supplementari. Dopo 3 minuti finalmente si vede Icardi che di testa impegna Strakosha. Il capitano nerazzurro chiede poi un rigore per un contatto con Milinkovic-Savic ma dal Var fanno proseguire (errore clamoroso perché il rigore era abbastanza netto). Spalletti inserisce Nainggolan per Candreva e richiama Politano per regalare l'esordio al nuovo acquisto Cédric Soares. Ma al 108esimo la Lazio passa: doppio scambio Immobile-Caicedo e destro letale del bomber azzurro che supera Handanovic. Al 116esimo l’Inter rischia di restare in dieci: entrataccia di Asamoah su Milinkovic-Savic e Abisso, che è a un metro, sventola il rosso in faccia al ghanese prima di ripensarci e trasformarlo in giallo su consiglio del Var. La gara sembra finita ma al 122esimo il colpo di scena che non ti aspetti: contatto ali limite dell'area tra Milinkovic-Savic e D'Ambrosio, l'arbitro concede prima la punizione e poi, ancora su segnalazione del Var, assegna il rigore che Icardi trasforma quando ormai è il 125esimo portando la sfida ai rigori senza Radu (secondo giallo per proteste e rosso).
La sfida si decide dal dischetto Brozovic e Immobile fanno centro, Lautaro Martinez e Durmisi no, poi segnano Icardi, Parolo, Cedric Soares e Acerbi, prima che Naingollan si faccia parare il tiro da Strakosha e Lucas Leiva metta dentro il rigore decisivo.
La Lazio va ai quarti, per l’Inter ennesimo obiettivo stagionale che salta. I nerazzurri non hanno giocato una buona partita, sebbene le occasioni per passare in vantaggio non siano mancate (clamorosi gli errori di Candreva e Lautaro Martinez). Inutile recriminare per gli episodi dubbi in area di rigore (il fallo su Icardi è clamoroso), così come credo sia inutile buttare la croce addosso a Spalletti o Naingollan. È vero, in questo momento il belga non è al massimo della forma e affidargli il rigore decisivo non è sembrata una buona idea, ma l’avesse buttata dentro, ora saremmo qui a celebrare la rinascita del Ninja. Secondo me in questo momento manca la tranquillità mentale. Le voci di mercato e la spada di Damocle chiamata Antonio Conte che pende sulla testa di Spalletti non aiutano di certo. Bisogna ritrovare la tranquillità e tornare a giocare come abbiamo fatto tra ottobre e novembre. Da questo momento di crisi si esce fuori tutti insieme. I conti si fanno a fine stagione. Fare dei processi oggi è perfettamente inutile, oltre che controproducente. Ritroviamo la serenità e riprendiamo il nostro cammino, la stagione è ancora lunga e possiamo comunque portare a casa qualcosa di buono. FORZA INTER !!!

Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

30 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Purtroppo la Lazio ha giocato meglio. Noi abbiamo avuto le nostre occasioni e se Candreva o Lautaro Martinez l'avessero buttata dentro saremmo qui a raccontare un'altra partita. Ma purtroppo con i se e con i ma non si va da nessuna parte. Ora gambe in spalla e riprendiamo a pedalare che, come dici tu, la stagione non è ancora finita.

Nerazzurro ha detto...

Ripropongo il quesito fatto qualche giorno fa. Anche il Napoli è fuori dalla Champions League e dalla Coppa Italia. Perché non c'è nessuna ombra di Conte sulla testa di Ancelotti?

Winnie ha detto...

Se l'avesse buttata dentro saremo qui a celebrare Naingollan, il guaio è che non l'ha buttata dentro.

Matrix ha detto...

Le voci sull'arrivo di Conte hanno destabilizzato l'ambiente e ormai si pensa solo all'anno prossimo. Errore clamoroso, perché c'è ancora un terzo posta da blindare e un Europa League che rimane il nostro obiettivo principale.

Nicola ha detto...

Secondo me la squadra è contro Spalletti. Ormai tanto vale che si dimetta, farebbe più bella figura.

Entius ha detto...

Nerazzurro, pensiamo a noi che siamo già abbastanza inguaiati…

Gaetano73 ha detto...

Godo....punto.
Quanto accaduto tra ieri e mercoledì è lo specchio della vs.essenza.
Tanti hanno goduto come nn gli accadeva da tempo senza pensare che di lì a poco sarebbero scesi in campo i bidoni ops gli eroi nerazzurri.
Ebbene quello che accade oramai da un decennio e prima ancora per quasi una decina di lustri, si è materializzato....l'ennesima sconfitta, l'ennesima eliminazione e probabilmente l'ennesima stagione da ZERO TITULI.
Ogni anno la Juventus F.C.si pone come obiettivo quello di trionfare in tutti le competizioni alle quali partecipa e tale obiettivo coincide con quello dei propri tifosi.
Ogni anno l'Internazionale F.C.si pone l'obiettivo di trionfare nelle competizioni a cui partecipa ma tale obiettivo non coincide con quello dei propri tifosi che invece, è risaputo essere l'eliminazione della Juve dalla CL o EL, l'eliminazione della Juve dalla CI, mancata vittoria dello scudetto della Juve.
Sono questi i vs.veri obiettivi stagionali e credimi Entius, da oggi fino a fine stagione la vs.gioia più grande sarà eventualmente l'eliminazione della Juve dalla CL. Se ripensate alle gioie di questi 10 anni sono certo che molte coinciderebbero con le SCONFITTE piu eclatanti della Juve.
Ogni anno partite con l'ansia che l'esclusiva del triplete vi venga sottratta.Nn fate altro che parlare del triplete, l'unica cosa che vi tiene in vita e nn appena accade quanto accaduto mercoledì, tirate un sospiro di sollievo e riprendete a sorridere. Se la condanna da pagare si chiama OBLIO totale da tutte le manifestazioni, è un privilegio che vi lasciamo volentieri.Preferisco che la mia squadra lotti ogni anno su tutti i fronti, arrivando in fondo ovunque, anche a costo di perdere, piuttosto che arrivare ogni anno a Gennaio ed essere fuori da tutto, imprecando contro giocatori ridicoli, società ridicola e mister ridicolo.
A me del triplete nn frega nulla. Dice bene Pippo. A noi interessa vincere la CL. Nn è facile, bisogna avere grande culo e lo dimostra il fatto che lo avete vinto voi facendo una sola finale in 50 anni.....più culo di così!!!
Nn vi resta che sperare nell'arrivo di Conte. Si, proprio lui, un mister bianconero nel DNA, quello che dopo il famoso Juve Inter andò davanti ai microfoni con Ronaldo accanto, a rivendicare una vittoria meritata.
Parlate a noi di pudore, ma nn sapete cosa sia visto che fate i salti mortali x ingaggiare tutti coloro che nel mondo Juve hanno lavorato, da Trapattoni a Lippi, passando per Marotta e chissà forse x il gonde da voi tanto deriso, insultato e meritevole di radiazione xké corrotto.
Quando in un piatto si sputa, bisognerebbe avere la decenza di nn mangiarci dentro.
Tifando per una squadra come la vostra, ci penserei 1000 volte prima di fare ironia sugli altri, perché mentre noi sbagliamo qualche partita all'anno, voi ne azzeccate qualcuna all'anno.
Ed è un peccato che per merito della Juve, si proprio della Juve, in CL ci vadano 4 squadre, perché se il limite fosse stato 3, ho paura che l'anno prox sareste stati testa di serie in EL

Gaetano73 ha detto...

La risposta è semplice
Ancelotti è un vincente e Conte gli può solo fare le scarpe.
Spalletti è un perdente.

Gaetano73 ha detto...

Se Nedved nn fosse stato squalificato nel 2003, se del Piero nn si fosse infortunato prima della finale del '97 contro il Dortmund e Peruzzi nn fosse stato costretto a volare 2 volte in 24 ore x vedere il figlio appena nato, se Mjatovic nn avesse segnato in fuorigioco nel '98, se Iniesta nn avesse giocato nel 2015 e fosse stato dato il rigore su Pogba.......se se se.
Il Ninja aveva fretta perché doveva andare ad ubriacarsi in discoteca. Tutto qui

Gaetano73 ha detto...

Ti sbagli.
L'obiettivo principale è l'eliminazione della Juve dalla CL.....come ogni anno d'altronde.Avere culo come il 2010 sarebbe troppo e poi c'è il Napoli e nn solo. Questa si una vera squadra di calcio e nn un'armata brancaleone

Gaetano73 ha detto...

Se si dimette auspico il ritorno del grande Stramaccioni

Nicola ha detto...

Ah ah ah Gaetano si è messo a rispondere a tutti i commenti...
Mi sa che un pochetto gli rode er culo perché anche quest'anno niente Triplete...

Gaetano73 ha detto...

Ah ah ah ah mi sa che nn hai capito un ca***.
Rispondo ridendo a tutti voi che tanto avete goduto x la Juve. Alla fine come sempre, sarò ripetitivo, sono le uniche gioie delle vostre annate.
Lo ripeterò 100 volte. La storia del Triplete è una vostra invenzione x sentirvi vivi. In fondo, tolto il triplete l'interista di cosa altro puoi parlare? Delle figuracce in lungo ed in largo in Italia ed in Europa?

Mark della Nord ha detto...

Facciamo una premessa.
Tifare contro la juventus tocca aspetti che vanno oltre quello calcistico.
In verità, e per precisione, l'aspetto calcistico è marginale.
La juventus è mafia, malaffare, criminalità, inosservanza e spregio delle regole; è doping, associazione a delinquere, frode sportiva; è Agricola, Giraudo, Moggi e Agnelli.
La juventus è tutto questo e, pertanto, è il peggio del calcio mondiale. Se il termine "calcio" può essere associato ad una simile società.
Tifarle contro, dunque, è come prendere le distanze da tutto il marciume che oramai è legato in maniera indissolubile al suo nome; e che soltanto i suoi tifosi, mononeuronici rimbecilliti dalla propaganda partigiana, si rifiutano di vedere.
È un imperativo categorico, una legge morale.
È come dire "noi non siamo quella melma nelle quale sguazzate", "noi siamo altra cosa".
___
Detto ciò veniamo alla Champions del 2010 e al "culo" avuto nel vincerla.
In verità l'Inter, nella stagione 2009-2010, ha dovuto lottare contro tutto e tutti. Dai media agli avversari, dagli arbitri (e come dimenticare?) alle decisioni del giudice sportivo (ricordo, per esempio, che Cambiasso fu squalificato per due giornate anche se "scagionato" da Gastaldello e dalla Samp). Quella squadra dovette corazzarsi contro le avversità, e ancora oggi i tifosi interisti ringraziano per le espulsioni, le partite vinte in 9, i guardalinee che fanno gesti di esultanza al termine di una partita pareggiata, il continuo ritrovarsi con episodi contro: perché quello fu il passaggio indispensabile per superare gli ostacoli Champions, Barcellona in testa.
Contro il quale, nella semifinale di ritorno del Camp Nou, un arbitro insensibile e col bidone dell'immondizia al posto del cuore (non è accertato se moglie e figli fossero al seguito, e se si trovassero in tribuna a bere coca, sprite e fruttini, e a mangiare patatine) ci lasciò in 10 dal minuto 28 del primo tempo.
Come "culo" non c'è male. [Continua]

Mark della Nord ha detto...

Passiamo ora alla "magnifica ossessione" (a proposito, bellissimo film...altamente consigliato) che mette a dura prova il fegato dei tifosi gobbi (i quali naturalmente negano), cioé il triplete.
A tal proposito è stato proprio il loro presidente a dichiarare nell'agosto
scorso:"Quest'anno l'obiettivo è la Champions League, lo Scudetto, la Coppa Italia. Quest'anno dobbiamo vincere tutto!"
E un loro giocatore, Pjanic: 'Il triplete è un obiettivo della juve".
In verità tale ossessione si era già palesata in maniera evidente in occasione della finale (poi persa, as usual) contro il Barcellona, ma venne fuori con tutta la veemenza possibile nei giorni che precedettero la finale contro il Real.
Vediamo qualche uscita.
- 25/05/2017, ospite a JTV Ascanio Pacelli, ex concorrente del grande fratello e tifosissimo juve:
Triplete della juve? Meglio di quello dell'Inter."
Avete capito? Meglio di quello dell'Inter...
E prima ancora di averlo vinto.
- 9/05/2017, www.premiumsporthd.it, titolone: "Triplete juve: scudetto, coppa Italia e champions, ecco le date.
- 27/05/2017, Rinaudo:"Juve? Non basterebbe il triplete".
E, dopo avere ricordato tutte le migliaia di magliette che furono messe in commercio con la scritta "il vero triplete", ecco la perla.
A. Scanzi, giornalista de "Il Fatto Quotidiano", in una volta sola riversa tutto il proprio livore e le proprie frustrazioni.
"Nel mio personalissimo cartellino, il triplete juventino è ritenuto cosa fatta al 99.8%. Anche qui risiederà la forza bianconera: nel togliere all’Inter l’unica cosa che aveva solo lei. Gli interisti si vantavano che “noi il triplete e voi no”. Dal 3 giugno non potranno più farlo e resterà loro solo la litania stitica del “mai stati in B”. La Juve non è una squadra: è una sentenza. Altro che rubentus o minchiate simili. Può ricevere aiuti arbitrali come tutti, forse più di tutti. Ma è sideralmente la più forte in Italia e, quest’anno, la più forte d’Europa. Quindi tra le più forti al mondo. Per forza: portiere più forte del mondo, difesa idem, centrocampo sontuoso, attacco con due come Higuain e Dybala più Mandzukic a fare il jolly tuttofare (intuizione di Allegri, come Mourinho con Eto’o). Prendetene atto: sono marziani. Dal canto suo, l’Inter ha risposto con fiero cipiglio: vincendo a Roma contro la Lazio, ovvero facendo l’impresa quando l’impresa non serviva più. E’ torcida indefessa”.
Cosa fatta.
Al 99,8%.
La forza della Juventus sarebbe quella di togliere qualcosa all’Inter.
Dal 3 giugno non potranno farlo.
La Juventus è una sentenza.
La più forte d’Europa.
L'Inter ha risposto al triplete della juve vincendo a Roma.
Ora, a fronte di tutto questo, oltre a tutti i motivi specificati all'inizio, come si fa a non godere ancora?
___
P.S.: Pare che Gervinho sia stato avvistato oggi nei pressi della sede della juventus. Considerata l'attitudine ad acquistare tutti quelli che gli hanno fatto almeno due goal in una partita (v. Higuain, Ronaldo, Altobelli,ecc.) la notizia potrebbe essere considerata attendibile.

Pippo ha detto...

E dopo questa inutile spatafiata infarcita ancora di bugie (ricordare l'unico episodio contrario di quella Champion e dimenticare gli 8 episodi favorevoli e clamorosi che dalla Dinamo Kiev al Bayern accompagnarono cavalcata europea degli onestoni e mi fermo solo alla competizione europea a cui faceva riferimento Gaetano ) saremmo noi gli ossessionati? Capisco la frustrazione per l'ennesima stagione di merda. ....

Pippo ha detto...

Ooooooppppssss. Altra figura di merda con il Bologna. Forse a voi converrebbe veramente prendere Santander al posto di Icardi. ...

Gaetano73 ha detto...

Qui ti sbagli Pippo.
Credo che un centravanti forte ce l'abbiano gia in casa. Il suo nome è Ranocchia ops scusa 可笑

Pippo ha detto...

Prendere le distanze? Siamo altra cosa? Strano che poi per vincere prendono o tentano di prendere i nostri.
Da Allodi maestro di Moggi allo stesso Moggi (che tentarono in tutti i modi di portare all'Inter )a Lippi per finire al duo Marotta -Conte che con molta probabilità troveremo ricongiunti la prossima stagione.
Strano modo di prendere le distanze. ....Tanto poi ci pensa l'Eco di Crescenzago a celebrare il processo di beatificazione una volta arrivati all'Inter.
Non oso pensare cosa avrebbe scritto la carta igienica rosa se invece di Zhan fosse stato Andrea Agnelli a pronunciare il nuovo motto interista.
In pieno stile mafioso cinese :SCHIACCIEREMO TUTTI IN CAMPO E FUORI

Nerazzurro ha detto...

Noto con piacere che i nostri "risultati" hanno ringalluzzito i juventini. E poi vengono a dire a noi che godiamo delle loro sconfitte...
A me sembra quasi il contrario...

Pippo ha detto...

Mi sa che se guardi con attenzione non siamo noi ad aver iniziato. È un po' come la questione del triplete : noi ne saremmo ossessionati e poi siete sempre voi a parlarne.
I vostri risultati non ci ringalluzziscono per il semplice motivo che sono ormai normale routine

Gaetano73 ha detto...

Tu sei fuori come un balcone!!!
Ma ti rendi conto di quello che scrivi?
Detto che a noi nn servono le vostre figuracce x ringalluzzirci, sono un di piu, a noi basta la Juve, ti faccio notare, come fa il buon Pippo, che siete voi a cominciare.
Gioite x le tre pere di Bergamo ed il giorno dopo siete sbattuti fuori anche voi, adesso che senza la Juve potevate provare a non finire l'ennesima stagione con ZERO TITULI.
Pareggiamo con il Parma e fate ironia per poi perdere in casa con il fortissimo Bologna nonostante il tridente delle meraviglie in attacco.
Siete unici, siete fantastici, siete inimitabili.

Mark della Nord ha detto...

"SCHIACCIEREMO"?!
Temo che il nuovo ghost-writer sia peggiore di quello vecchio.

Pippo ha detto...

Colpito ed affondato. Grave errore

Pippo ha detto...

Quello vecchio su daltronte e daccordo aveva ragione .Ora che hai avuto i tuoi 10 secondi di notorietà rispondi in merito agli argomenti senza mentire come al solito

Mark della Nord ha detto...

Ho il fondato sospetto che la memoria ti stia abbandonando, e di questo me ne rammarico sinceramente.
Se ritieni non sia così, postami il link dove c'era stato il confronto su "daccordo" e la ragione che avevi avuto al riguardo.
Ti suggerisco, per non perdere inutilmente il tuo tempo, sicuramente prezioso, di evitare la ricerca della pagina nella quale si era parlato di "daltronte".
È un termine dal significato a me sconosciuto, e che inoltre vedo scritto per la prima volta in questa occasione.
Pertanto non potrei mai aver espresso nulla in proposito.

Pippo ha detto...

Uuuuhhhh. Non ce la posso fare a risalire alla discussione su daccordo e daltronde. Non ho tutto questo tempo a disposizione come te. E comunque non fare il furbo sviando l'attenzione dalle tue continue bugie

Gaetano73 ha detto...

Pippo però anche tu!!!
Ma dove hai studiato al CEPU?
C'è una bella differenza tra schiaccieremo e schiacceremo.....il senso cambia drasticamente.
Qui è ammesso solo sbagliare l'articolo determinativo davanti alla parola juventini.
Prima di venire a scrivere qui prenditi la Laura (come disse il grande principe).Qui nn è consentito scrivere se nn hai almeno 2 laure e 3 master.
L'ignorantita'nn è ammessa:-) :-)

Mark della Nord ha detto...

Molto più facile, invece, che abbia trovato il link, ti sia reso conto di esserti sbagliato, e ti sia giustificato con la mancanza di tempo per poterlo cercare.
Opportunismo gobbo.
Siamo abituati.
___
N.B.: A quello che ha scritto qui sopra, il quale evidentemente non sa neppure di cosa parla e non ha afferrato appieno cosa si diceva, per sgombrare il cervello dalla materia grigia e permettere in tal modo l'accesso alle direttive della propaganda mediatica partigiana, sarebbe inutile persino l'uso della terza narice, di guareschiana memoria, della quale pure è dotato, perché il cervello non ce l'ha mai avuto.

Gaetano73 ha detto...

Firmato......o'professore ahahahahahahah

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails