ARTICOLI RECENTI

domenica 15 dicembre 2019

INTER, UN'ALTRA BEFFA IN QUEL DI FIRENZE

Serie A 2019-2020 – 16^ Giornata
FIORENTINA - INTER 1 - 1
8' B. VALERO – 92’ Vlahovic

FIORENTINA (3-5-2): Dragowski; Milenkovic, Pezzella, Caceres; Lirola, Pulgar, Badelj (21' st Benassi), Castrovilli (37' st Eysseric), Dalbert; Chiesa (14' st Vlahovic), Boateng.
A disp.: Terracciano, Ranieri, Pedro, Sottil, Cristoforo, Ceccherini, Ghezzal, Venuti, Zurkowski.
All.: Montella
INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni (42' st Godin); D'Ambrosio, Vecino, Brozovic, Borja Valero (37' st Agoume), Biraghi; Lautaro (37' st Politano), Lukaku.
A disp.: Padelli, Berni, Ranocchia, Lazaro, Dimarco, Esposito.
All.: Conte
Arbitro: Mariani

Per la terza stagione consecutiva l’Inter si fa raggiungere a Firenze in pieno recupero. Stavolta a beffare i nerazzurri è Vlahovic al 92esimo dopo che Borja Valero aveva portato in vantaggio la squadra di Conte dopo appena otto minuti di gioco. I nerazzurri non sono stati capaci di chiudere il match (in realtà Lautaro Martinez aveva raddoppiato nel primo tempo ma il sempre efficientissimo Var ha annullato per fuorigioco di Lukaku) e alla fine è arrivata la beffa. Inter che viene raggiunta in classifica dalla Juventus (che ovviamente vince facile contro l’amica Udinese) e affronterà sabato prossimo il Genoa senza gli squalificati Brozovic e Lautaro Martinez (l’arbitro Mariani stasera si è guadagnato la pagnotta).
Poco turn-over per Conte: davanti c’è il tandem intoccabile Lautaro-Lukaku, in difesa c’è Bastoni, perché Godin non è al meglio. Candreva ancora out, c’è D’Ambrosio.
All’Inter bastano otto minuti per andare in vantaggio. Palla filtrante di Brozovic per Borja Valero, che beffa Dragowski sul primo palo. La Fiorentina prova a reagire subito. Al 16esimo tiro velenoso di Badelj, Handanovic devia in angolo.
Al 39esimo Lautaro trova il gol su assist di Lukaku, ma il Var (che è sempre efficacissimo ed efficientissimo quando deve vivisezionare episodi che riguardano l’Inter) annulla per un presunto fuorigioco di Lukaku (probabilmente il “pacco” del belga era di qualche centimetro oltre la linea dei difensori).
Pochi minuti dopo è Dragowski con un miracolo su Lukaku a tenere ancora in partita la Fiorentina: il colpo di testa del belga è respinto sulla linea con un grande riflesso. L’ultimo squillo del primo tempo è di Boateng, ma Handanovic è bravo ad anticiparlo in uscita bassa.
Nella ripresa la Fiorentina non riesce ad alzare la pressione più di tanto. Al 58esimo ci prova Boateng di testa, ma non inquadra la porta. Al 62esimo torna a far paura l'Inter che crea due occasioni in pochi secondi con i soliti due, Lautaro e Lukaku. Al 73esimo ancora Dragowski nega il gol a Lukaku con una grande parata. Nei minuti finali la Fiorentina alza il ritmo e l'Inter fatica a farsi vedere dalle parti di Dragowski. In una delle rare sortite offensive nerazzurre il portiere viola travolge fuori area Lautaro Martinez, ma l’arbitro Mariani (che tiene famiglia e deve guadagnarsi la pagnotta pure lui) fischia fallo dell’attaccante argentino.
In pieno recupero Vlahovic, entrato al posto di Chiesa, beffa l’Inter. Progressione sulla sinistra e diagonale potente sotto l'incrocio che non lascia scampo ad Handanovic.
Finisce 1-1. Fanno festa i tifosi viola. E con loro anche quelli della Juventus che ritrovano la vetta e i tifosi milanisti (il perché non lo so, ma ormai i supporter rossoneri hanno a cuore più le sorti della Juventus che quelle del Milan).
L’Inter ha avuto il demerito di lasciare la partita aperta fino alla fine e di non cercare di chiuderla prima (anche per colpa dell’imprecisione sotto porta degli attaccanti). Un pareggio beffardo al termine di una settimana non eccezionale. Ma del resto, l’avevo scritto in tempi non sospetti che non potevamo vincerle tutte. Va bene così, tutto sommato. La stagione è ancora lunga e ci sarà modo di rifarci. FORZA INTER !!! 
PS: Juve Merda !!! Milanisti Merdacce !!!

PILLOLE STATISTICHE
    L'Inter è la squadra che ha segnato più gol nella prima mezz'ora di gioco in questo campionato (13), nei top-5 campionati europei nessuna formazione ha fatto meglio nei primi 30 minuti (13 anche il City).
    Borja Valero, che non trovava il gol nel massimo campionato da 588 giorni (6/5/2018), è il centrocampista centrale più anziano a trovare il gol in questa Serie A.
    Terzo gol di Borja Valero con la maglia dell'Inter in Serie A: tutti sono arrivati in trasferta.
    L'Inter, è con Atalanta, Cagliari e Roma, una delle 4 squadre ad aver mandato in gol più giocatori in questo campionato (12 con Borja Valero).

Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

2 commenti:

Nicola ha detto...

Squadra stanca e in debito d'ossigeno e di forze. Urge pausa.
Sull'arbitraggio non c'è nulla da dire. Il gol annullato è il fallo di Dragowski su Martinez (da espulsione o almeno ammonizione) parlano da soli. Sinceramente stasera mi aspettavo un arbitraggio del genere e non mi sono sbagliato.

Winnie ha detto...

Per quattro mesi siamo andati a mille e purtroppo siamo arrivati fin qui col fiato corto. Ci sono giocatori (vedi Brozovic, Lukaku, Lautaro Martinez, De Vrij, Skriniar) che stanno andando a mille da settembre, è normale che ora non ne abbiano più. Per fortuna fra una settimana c'é la pausa, anche se a questo punto la sfida col Genoa di sabato mi preoccupa più del dovuto.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails