GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 26 aprile 2016

E’ ANCORA TRIONFO JUVE: ECCO IL QUINTO SCUDETTO CONSECUTIVO

 CLASSE AAnalisi e commenti sul Campionato Italiano 
Per il quinto anno consecutivo a fare festa è la Juventus. La vittoria contro la Fiorentina e la sconfitta del Napoli a Roma hanno permesso ai bianconeri di dare il via ai festeggiamenti per l’ennesimo titolo tricolore, il 32esimo della sua lunga storia, il quinto consecutivo, il secondo con Max Allegri sul ponte di comando.
La formazione di Allegri era partita a rilento, tanto che molti l’avevano data per spacciata dopo le prime giornate. Ma dopo la sconfitta contro il Sassuolo alla decima giornata è scattato qualcosa. Da lì in poi è stato un monologo bianconero. 24 vittorie in 25 gare hanno permesso ai campioni d’Italia prima di mettere in atto una grande rimonta e poi di prendere il largo. La conquista del titolo è solo la diretta conseguenza di questo grande ruolino di marcia. Ruolino su cui ha influito e non poco una difesa di ferro, blindata da un Buffon che a 38 anni sta vivendo una delle sue stagioni migliori (prova ne è il record d’imbattibilità realizzato ad inizio aprile). Davanti a lui un Barzagli che a dispetto dell’età continua ad essere un baluardo difensivo. E’ lui il vero leader della difesa, sebbene spesso vengano reclamizzati i Bonucci e i Chiellini di turno.
A centrocampo l’assenza di Vidal e Pirlo è stata presto dimenticata grazie ai vari Pogba, Marchisio, Khedira, mentre in attacco è toccato a Dybala non far rimpiangere bomber Tevez, sebbene anche Morata, Manduzkic e Zaza hanno dato il loro contributo. Come hanno dato il loro contributo Lichsteiner e Alex Sandro, Cuadrado e Evra, Sturaro e Padoin, Hernanes e Lemina, Rugani e Pereyra.
Insomma è stata ancora una volta la vittoria del gruppo. Un gruppo ben guidato da Massimiliano Allegri. Uno che era stato liquidato in fretta e furia dal Milan, uno che a Cagliari come al Milan aveva fatto bene nel primo anno e poi nella seconda stagione si era sciolto come neve al sole. Non alla Juventus, dove è entrato di diritto nella storia portando a Torino il quinto scudetto consecutivo. Come la Juventus del quinquennio 1930-1935. Da allora solo il Grande Torino negli anni ’40 e l’Inter post-Calciopoli sono riusciti nella non facile impresa di conquistare cinque scudetti consecutivi.
E’ stato sicuramente uno scudetto più combattuto e sofferto rispetto agli ultimi. Vuoi per la partenza lenta, vuoi perché la concorrenza quest’anno sembrava essere davvero folta. Tanto che, come ricorderete, al giro di boia erano in quattro a giocarsi il titolo d’inverno. Poi però l’Inter è incappata in un gennaio-febbraio da incubo, Roma e Fiorentina hanno iniziato a perdersi per strada (sebbene i giallorossi abbiamo ritrovato la retta via con l’arrivo di Spalletti, ma quando era ormai troppo tardi), il Napoli si è sciolto sul più bello. Il titolo che sembrava una chimera ad ottobre, è diventata realtà ad aprile.
E pazienza se in qualche occasione i campioni d’Italia abbiamo beneficiato di qualche aiutino arbitrale di troppo. Sarebbe riduttivo e ingiusto dire che i bianconeri hanno vinto grazie agli arbitri. Come sarebbe riduttivo limitarci a citare solo le 24 vittorie in 25 gare per spiegare il trionfo bianconero. E’ il trionfo di una grande squadra, che gioca un buon calcio e che in Italia al momento non ha rivali (in Europa i colori bianconeri non hanno mai avuto particolare fortuna, ma questo è un altro discorso). E volenti e nolenti, aldilà del tifo, bisogna ammettere che questa Juventus ha tutte le carte in regola per continuare a dominare in Italia. Non una bella notizia per chi, come il sottoscritto, non ama quelle maglie non colorate.


Inserisci il tuo indirizzo mail 
per rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti:


Servizio offerto da FeedBurner

10 commenti:

Collettivo Contro i Ladri di Scudetti ha detto...

Mi ero promesso di non commentare più, ma è più forte di me. Davanti a queste celebrazioni di grande Juve è giusto dire pane al pane e vino al vino. Che la Juventus sia una grande squadra credo sia fuori discussione. Rimontare dalla quattordicesima posizione non è sempre facile, ma i campioni d'Italia ci sono riusciti.
Tutti ad elogiare la grande stagione di Buffon, la classe di Pogba, i gol di Dybala, ma bisogna dare atto anche del grande lavoro fatto dai cosiddetti gregari. I vari Rizzoli, Tagliavento, Rocchi, Mazzoleni, Doveri, Celi e via discorrendo hanno contribuito alla grande alla conquista di questo meritato quinto scudetto consecutivo. Non è forse merito loro se Zaza e Bonucci, che dovevano essere squalificati, hanno segnato gol pesanti contro Napoli e Inter? Non è forse merito loro se Bonucci ha giocato mezzo campionato da diffidato dando legnate a destra e a manca senza che scattasse l'ammonizione che voleva dire squalifica? Nelle 24 vittorie in 25 gare non c'é il loro prezioso contributo? Non è forse merito di Rizzoli se la Juventus ha portato a casa il derby a marzo? Non è forse merito di Tagliavento se domenica scorsa la Juventus ha espugnato Firenze?
Quindi diamo pane al pane e vino al vino e rendiamo merito a tutti i protagonisti di questa strepitosa cavalcata bianconera, non solo a chi ci fa comodo. Complimenti ai Campioni d'Italia.

Gaetano ha detto...

@Collettivo
Povero, davvero povero.
Avresti fatto davvero miglior figura a tacere, ma purtroppo la rabbia per uno scudetto sfumato perché il Napoli (e non solo) è manifestamente inferiore a questa Juve, proprio non ti va giu.
Capisco che essere tifosi a volte fa dire e per taluni farea cose poco belle per non dire spesso brutte, ma a bocce ferme, basterebbe riguardarsi il film del campionato per ammettere la superiorità degli avversari, esattamente quello che fa Entius.
Ciò che mi fa piacere leggendo commenti come i tuoi e di tutti voi napoletani (almeno della maggioranza) è che non vincerete neppure l'anno prossimo e sai perché? Si vince lavorando sulle proprie mancanze e non additando l'avversario pur di non ammetterne la superiorità.
Sarà un caso ma su 25 giornate citi solo 2 partite. sarà che raschiando il barile proprio non riesci a trovare altro se non calci d'angolo invertiti, punizioni non date, rimesse laterali sbagliate ecc.ecc.
Non credo che Zaza e Bonucci, il primo dei quali ha giocato pochissimo quest'anno in campionato, siano stati gli unici artefici di questo strepitoso campionato. Non stiamo parlando di Dybala e Pogba.
Lo so che fa molto male perdere all'88° quando già pregustavate il punticino per rimanere davamnti a noi.
Ti ricordo che Din Din Higuain è stato espluso quando gia perdevate 3-1. Ti ricordo che avete poi perso a Milano ed a Roma.
Quindi di cosa stiamo parlando?
Cercare alibi per giustificare le mancate vittorie non farà mai crescere te e la tua squadra.
Se avessero davvero voluto aiutare la Juve, vi avrebbero fatti fuori prima. Invece ci siete rimasti davanti e con il fiato sul collo per lungo lunghissimo tempo. Non si può tirare sempre fuori l'arbitro quando non si riesce più a vincere.
Credo ce i numeri parlino da soli, non serve ripeterli per risponderti.
Dovresti essere contento della tua squadra che ha fatto un gran campionato ma che ha fatto un grande errore.....festeggiare l'eliminazione della Juve dalla CL, cosi come esplicitamente dichiarato da quel mezzo portiere che è oggi Reina, che piuttosto che parlare di Juve, dovrebbe preoccuparsi di respingere qualche tiro dalla distanza.
Quanto a Din Din farebbe bene a lasciare Napoli o rischia di fare la stessa fine toccata a Lavezzi, Hamsik, Insigne ed al povero ma grande Luigi Necco......abbiate almeno un po' di rispetto per i vs.idoli!!!

Carlo Sandri ha detto...

Bravo Entius, il tifo ovviamente prescinde dai risultati, ma anche quest'anno (come i 3-4 precedenti, aggiungerei) non mi pare ci possa essere discussione sul fatto che il campionato sia andato alla squadra più forte.
Provate a pensare ad un paragone con la seconda classificata, il Napoli (squadra che fa di tutto per perdere le mie simpatie con polemiche stucchevoli ben oltre il limite della paranoia, ma che calcisticamente parlando ha fatto a sua volta una stagione grandiosa): se confrontiamo gli 11 titolari delle due squadre, penso ci troveremmo d'accordo in molti sul fatto che la Juve è superiore per 10/11. Solo Higuain giocherebbe titolare al posto di Mandzukic, per il resto i vari confronti Buffon-Reina, Barzagli-Albiol, Bonucci-Koulibaly, Pogba-Hamsik, Khedira-Allan, Dybala-Insigne, ecc... parlano da soli. Se ci aggiungiamo che la Juve ha pure una panchina più "lunga" e più forte, e che la Juve è stata la squadra con più infortuni di tutto il campionato ed il Napoli quella con meno, per me si capisce che i partenopei sono stati anche troppo bravi a resistere fin qui.
Aggiungerei una sola nota sui risultati in Europa, con tutto il rischio che sembri una rosicata. Premesso che non abbiamo vinto niente, e che questa è la cosa più importante, negli ultimi due anni siamo usciti una volta in finale col Barcellona, un'altra sfiorando la qualificazione contro il Bayern Monaco (dopo aver battuto due volte il Manchester City ai gironi). In entrambi i casi gli episodi arbitrali non ci hanno decisamente sorriso, e non lo dico per lamentarmi (anzi secondo me ha fatto una pessima figura Marotta a farlo pubblicamente, dopo l'eliminazione), ma per sottolineare ulteriormente come la squadra potesse meritare qualcosa in più. Insomma, risultati non ne sono arrivati, ma mi pare che questa squadra se la stia già giocando alla pari coi top club europei; se ci si rinforza ancora, tanto meglio, ma non è già più la Juve del (povero :p) primo Conte che doveva assaltare l'Europa con Padoin, Peluso, Vucinic e Matri tra i titolari.

Mark della Nord ha detto...

Per coloro i quali credono (e ce ne sono ancora!!) che il gioco sia regolare:
http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Juventus/27-10-2015/giraudo-tavecchio-cruciani-li-becca-parlavano-juve-figc-calciopoli-130678213439.shtml

Collettivo Contro i Ladri di Scudetti ha detto...

Tranquillo Mark, adesso Gaetano che-tutto-sa, ci illuminerà con le sue fantasiose teorie per giustificare le chiacchierate tra Giraudo e Tavecchio.
E ci spiegherà pure il perché dietro le società che sponsorizzano gli arbitri ci sia sempre la Juventus. Ovviamente casualmente, si intende.

Gaetano ha detto...

@Collettivo
Alla fine anche tu hai dovuto ammettere che so tutto....viva l'onestà :-)
Ancora una volta non posso che constatare la grande frustrazione che stai provando ad aver perso un campionato che ritenevi e ritieni di diritto di aver vinto. Bah bontà tua.
Io da parte mia non posso che sottolineare la straordinaria prestazione di una squadra composta da soli 12 giocatori veri (11 + Mertens) che, senza subire nessun infortunio, cosa davvero strana nel calcio di oggi e che per altre, anzi direi pure solo per un'altra avrebbe dato adito a sospetti, anzi a sospettoni, è riuscita a fare una stagione incredibile.
Peccato che il Presidente Cinepanettonaro invece che rinforzare seriamente la squadra a Gennaio, come fatto dalla Roma per esempio, che ha preso El-Shaarawy e Perotti, abbia preferito prendere Grassi e Regini (o Regeni?) che tutti sappiamo quale apporto abbiano dato alla squadra in termini di muscoli e cervello.
Ma capisco che per te e quelli come te certi discorsi contino poco.
Mi meraviglia e qui concludo, che ci siano persone italiane e non disposte ad investire milioni di € dalla Indonesia, dalla Cina, dall'America e tra un po' forse anche dalla Malesia, in un calcio corrotto dove chi vince è sempre la stessa squadra ma non perché più forte, ci mancherebbe.
Desidero lasciarti con alcuni aforismi che a mio modestissimo parere ben sintetizzano lo stato nel quale te, ed alcuni tuoi simili, versate da anni:

L'invidia non è altro che un odio per la superiorità altrui (P.Mantegazza)

L'invidia è cieca, né altro sa fare che sminuire il valore altrui, corrompendo gli onori ed i meriti che uno si merita
(Tito Livio)

P.S. Io proporrei di crearvi una Lega Campana. Vi create un campionato con Napoli, Avellino, Salernitana, Benevento e Casertana con andata e ritorno da farsi 4 volte in totale, modello Premier Scozzese....sai che bel campionato!!!!
Se prioprio l'idea non ti piace visto che De Perdentiis è sempre un vulcano di idee, proverei a chiedere "asilo politico" in Bundesliga, Premier, Liga o Ligue 1......vi accoglieranno a braccia aperte

Ti saluto

Mark della Nord ha detto...

@Collettivo Contro i Ladri di Scudetti
Per una volta ti sei sbagliato: non ha detto nulla circa le chiacchierate Giraudo-Tavecchio, né delle società che sponsorizzano gli arbitri.
Continua con i suoi deliri.

Mark della Nord ha detto...

@Collettivo Contro i Ladri di Scudetti
Ah, le frasi sull'invidia le ha trovate qui:
http://aforismi.meglio.it/frasi-invidia.htm

Qua, invece, avrebbe potuto trovare qualcosa che meglio avrebbe descritto la situazione reale:
http://aforisticamente.com/2015/04/07/frasi-citazioni-e-aforismi-su-ladri-e-furti/

pippo ha detto...

eh si,caro gaetano perchè non rispondi al link che ti segnala l'attento mark .Provo a ricostruire la vicenda.Dunque,Giraudo e il prode Tavi si incontrano "segretamente" nella hall di un albergo milanese e parlano ad alta voce di figc,calciopoli e magari del risarcimento chiesto dalla juve alla figc(magari Tavi avrò chiesto di mediare per risolvere la cosa senza andare allo scontro).Così ad alta voce che cruciani che "casualmente" si trovava nella stessa hall li ascolta e riporta la notizia.
Premesso che cruciani è uno che ha sempre difeso la juve da calciopoli in poi(uno dei pochi pur essendo laziale)è quantomeno strana la modalità di quanto accaduto.Di solito gli incontri segrati non si fanno nelle hall di un albergo milanese ma nei ristoranti in orario di chiusura.
La cosa notevole e risaputa però è che sin dal suo insediamento questa fedarazione ha trovato soprattutto nella juve ma anche nella roma le due più fiere avversarie tanto è vero che al potere in figc e lega ci sono senza ombra di dubbio il duo galliani lotito sponsorizzati da infront ai quali la squadra di mark si è svenduta per un contratto di sponsoring di circa 90 milioni in 4 anni .Subito dopo ha deciso si votare il prode...Tavi.
sulla solita castroneria della fiat che sponsorizza la nazionale etc...etc...etc...resta appunto una castroneria,
soprattutto perchè nessuno l'ha mai tirata fuori quando il principale sponsor di nazionale ,figc,campionato e tim cup era la TIM del Tronchetto della felicità,secondo azionista dell'inter quando presidente era Moratti.Semplicemente perchè era e resta ...una castroneria dovuta ad ignoranza.
eh si gaetano,queste cose dovresti proprio saperle ed....illuminarli.Ma temo che servirebbe a poco....

pippo ha detto...

Giova ricordare a lor signori che almeno fino al 2014(non so se ha rinnovato,ma mi sembra di no)tra i top sponsor della figc etc,,,etc,,,etc,,,risultava la finanziaria Compass del gruppo Mediobanca il cui vicepresidente si chiama.......Tronchetto della felicità.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails