ARTICOLI RECENTI

martedì 14 maggio 2019

AD UN PASSO DALLA CHAMPIONS (nonostante i punti rubati e i gol di Icardi)

A 180 minuti dalla fine del campionato la classifica per quanto riguarda la corsa alla prossima Champions League recita: Inter 66, Atalanta 65, Milan 62, Roma, 62, Torino 60. Conti alla mano, lo dicevamo anche ieri sera, ci bastano 3 punti per avere la matematica certezza di andare in Champions League anche l’anno prossimo. Ma, sempre conti alla mano, c’è l’ipotesi alquanto remota che, in caso di suicidio sportivo nelle ultime due giornate, l’Inter possa rimanere fuori dall’Europa. Ripeto, è solo un’ipotesi remota, ma comunque c’é. Ma non sono qui a mettervi (e a mettermi) ansia addosso, bisogna essere ottimisti e pensare sempre positivi. Sono sicuro che alla fine sta qualificazione arriverà, per la gioia di tutti.
Una qualificazione che (è giusto sottolinearlo) arriva nonostante mille difficoltà. A Spalletti era stato chiesto ad inizio stagione un passo avanti rispetto alla scorsa stagione, ovvero fare più strada possibile nelle Coppe e conquistare una tranquilla qualificazione in Champions League.
Tralasciamo il discorso delle Coppe (l’ho ripetuto mille volte, la Coppa Italia era alla nostra portata e in Europa si poteva fare qualcosina in più) e concentriamoci sulla qualificazione in Champions League. Qualificazione che a 180 minuti dalla fine del campionato non è ancora sicura, quindi l’obiettivo non è stato centrato. Di conseguenza mi pare che siamo tutti d’accordo sul fatto che Spalletti ha fallito. Già, ma perché ha fallito? Incapacità? Inadeguatezza? Forse sì, ma non solo.
Come mi faceva notare un amico oggi pomeriggio, siamo ad un passo dalla Champions League e possiamo fare gli stessi punti dello scorso anno, ma senza i gol di Icardi, che lo scorso anno chiuse a 29 reti e che quest'anno è ancora a 10. Quindi 19 gol in meno (ammesso che nelle ultime due giornate segni due triplette sarebbero comunque 13 gol in meno). A questo aggiungiamo i due punti persi con la Fiorentina grazie ad Abisso e i tre punti di inizio stagione col Parma (cito i due episodi più eclatanti, ma ce ne sono almeno altri 2-3). Non ci vuole un genio per capire che con i cinque punti che ci hanno rubato e almeno una decina di gol in più di Icardi la qualificazione in Champions League sarebbe arrivata in assoluta tranquillità come richiesto dalla società.
Attenzione, non sto cercando di dare un alibi a Spalletti. Il tecnico toscano ha anche le sue colpe. Non dobbiamo dimenticarci il modo in cui abbiamo buttato in fumo una qualificazione agli ottavi di Champions League che ad un certo punto sembrava alla nostra portata, né il blackout totale di inizio anno quando tra Sassuolo, Torino e Bologna abbiamo raccolto appena un punto. Ma prima di dare il benservito a Spalletti (che ormai è praticamente certo…) bisognerebbe valutare tutti questi fattori, incluso il fatto che non gli sia stato dato un centrocampista di qualità da affiancare a Brozovic o la pessima gestione da parte della società del caso Icardi.
Vabbè, considerazioni che lasciano il tempo che trovano. Ora conta solo centrare l’obiettivo Champions League, nient’altro.
Prima di chiudere un paio di appunti post-Chievo: 1) Cedric Soares non è male come terzino, bisognerebbe dargli un po’ più di spazio e comunque se l’alternativa è Darmian forse è meglio tenersi il portoghese. 2) Quando vuole, Perisic riesce a fare la differenza. 3) Un Icardi così pessimo non me lo ricordo. 4) Se segnasse qualche gol in più, Politano sarebbe un esterno eccezionale.

PS: Faccio contento il caro Gaetano e dico la mia sull’arrivo, praticamente certo, di Antonio Conte sulla panchina nerazzurra. Non mi entusiasma per i trascorsi bianconeri, ma ha comunque vinto anche col Chelsea e in Nazionale ha fatto bene (non stiamo parlando di un Lippi che ha vinto solo alla Juve e sappiamo bene come). Se, come è quasi certo, Spalletti andrà via e considerando che si vuole un tecnico affermato, non vedo grosse alternative valide in giro (il ritorno di Mourinho mi entusiasma poco e non credo che gente come Pochettino o Klopp vengano all’Inter). I trascorsi bianconeri si dimenticano in fretta se dovessero arrivare le vittorie e se si ritorna ad essere competitivi.

Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

19 commenti:

Matrix ha detto...

Spalletti ha molte colpe e pagherà con l’esonero, ma tutti gli altri? Chi pagherà per la pessima gestione del caso Icardi? Chi pagherà per gli errori di mercato? Chi pagherà per non aver dato il massimo in campo? Chi pagherà per aver manifestato la volontà di andare via? Chi pagherà per le stronzate con cui ha riempito i social?

Gaetano73 ha detto...

@Entius
Peccato che dimentichi che Lippi ha vinto un mondiale x il quale anche tu hai festeggiato ed in Asia ha vinto la CL asiatica.
Come al solito scrivi cose non vere o meglio ometti verità acclarate x un mister che resta un grande mister.
Quanto a Conte mi sarei aspettato da voi "onesti" una presa di posizione netta nei confronti della società, esattamente come fatto x lo scambio Guarin-Vucinic.
Chi ha combattuto la mafia nn si è mai mischiato con essa ed invece voi che fate?
Sputate addosso alla Juve ed ai suoi tesserati, ma nn appena se ne presenta l'occasione li accogliete a braccia aperte dimenticando tutto quanto si è detto e scritto prima. E no caro, nn è così che potete pensare di ritenervi diversi se vi mischiate con il marcio.
Ricordo Conte che viene braccato negli spogliatoi in quel famoso 5 Maggio con un compagno che gli mette la mano sulla bocca x evitare che si udissero le parole che stava rivolgendo nei Vs.confronti.
Mi rendo conto che pur di tornare a vincere siete disposti a tutto, ma almeno finitela di piangere e di sparare sempre a zero sulla Juve.

Gaetano73 ha detto...

P.S.
Quando scrivi ".....di un Lippi che ha vinto solo alla Juve e sappiamo bene come)", la tua conoscenza deriva dall'aver letto il libro di Ferruccio Mazzola?

Entius ha detto...

Quando scrivo di "Lippi che ha vinto solo alla Juve e sappiamo bene come" mi riferisco ai "miracoli" di Agricola e ai "magheggi" di Moggi. Ci siamo forse dimenticati di tutti gli episodi arbitrali discutibili avvenuti in quegli anni?

Ha vinto la Champions League asiatica? Cavolo, allora Guardiola e Ferguson gli fanno una pippa.

Nicola ha detto...

Bene, abbiamo scoperto che in Asia esiste pure la Champions League. E che Lippi l'ha vinta. E allora a sto punto diciamo pure che Lippi ha vinto il Torneo Europeo di Briscola e la Coppa Nazionale di Tresette (poi revocata perché aveva barato, il lupo perde il pelo....)

Nicola ha detto...

Tornando a cose più serie. Aldilà delle attenuanti (sul caso Icardi ha anche lui le sue colpe), credo di poter dire che Spalletti ha fallito e che bisogna guardare oltre.

Gaetano73 ha detto...

Ancora una volta vi piace raccontate solo quello che vi fa comodo.
Il mondiale è ancora una volta magicamente sparito.
Vabbè resta il fatto che gli "onesti"x professarsi tali nn dovrebbero mischiarsi con i "disonesti".

Gaetano73 ha detto...

Appunto, gli stessi "miracoli" di HH?

Gaetano73 ha detto...

I tornei di briscola e la coppa nazionale di tresette li vincete voi da anni ad Agosto

Winnie ha detto...

Con un bomber da 20 gol, un Naingollan in forma e un centrocampista di qualità (le decisioni arbitrali sfavorevoli vanno sempre messe in conto se non ti chiami Juventus) avremmo potuto assistere a ben altra stagione. Senza considerare che Perisic non ha fatto la differenza come ci aspettavamo. Sarebbe un errore considerare fallimentare la stagione di Spalletti, ma una sua riconferma è da valutare con attenzione.

Mark della Nord ha detto...

Sarei curioso di sapere in quale pronunciamento (passato in giudicato) è scritto a chiare lettere che all'Inter si è fatto uso di sostanze o farmaci proibiti, come in maniera indiscutibile è stato accertato altrove.
E, soprattutto, quale sostanza HH scioglieva nei caffè che poi faceva bere ai suoi giocatori.
Qualche anima di buona volontà potrebbe agevolarmi?

Nerazzurro ha detto...

Ma solo io ho l'impressione che qui ci sia qualcuno che sta a rosicare perché Conte viene all'Inter?

@Mark, prova a vedere ne "Il Grande Libro delle Verità Bianconere", dove in appendice trovi anche il regolamento del calcio secondo i juventini.

Gaetano73 ha detto...

Fa un certo effetto sentire da voi la parola rosicare.
Ancora una volta si sposta l'attenzione dal nocciolo della questione che ribadisco per l'ennesima volta....chi si professa onesto nn può e nn deve mischiarsi con chi ritiene, alla luce di condanne comminate, disonesto.
Qst mostra chi siete veramente.....ma nn avevo dubbi.

Gaetano73 ha detto...

A me nn serve leggere il Vs.libro x convincermi.Mi bastano le parole di Sandro Mazzola, diretto interessato ed interista nell'animo. Valgono più di qualsiasi altra cosa.
Le cose che dice nn hanno bisogno di interpretazioni e nn serve ripeterle xke tanto voi siete innocenti, puri e candidi.
Peccato che vi affidiate a gente impura come Conte e Marotta per provare a tornare a primeggiare....il fine giustifica i mezzi

Nicola ha detto...

Qualcuno dia una camomilla a Gaetano che lo vedo agitato…

Mark della Nord ha detto...

Il "rosicamento" è evidentissimo.
Ma non è un caso isolato: è diffuso tra tutti i tifosi gobbi (basta fare un giro in rete).
I quali pagherebbero di tasca loro perché Conte tornasse per sostituire quell'asino di allenatore che si ritrovano.
Potevano pensarci prima, invece di costringerlo alle dimissioni.
Per quanto riguarda le dichiarazioni di S. Mazzola che varrebbero "più di qualsiasi altra cosa", esse naturalmente lasciano il tempo che trovano; e se ho deciso di parlarne è stato soltanto perché qualcuno si sarebbe illuso di averci messo con le spalle al muro.
Prima il nostro buon Sandro si schiera contro il fratello (quello del libro), rompe i rapporti, lo considera un bugiardo e un traditore, e dichiara che non lo avrebbe più salutato. Qualche anno dopo fa marcia indietro e gli dà addirittura ragione. Non proprio un esempio lineare di pensiero e di coerenza (gli brucerà, così come per Bergomi, il fatto di non aver avuto un ruolo in Società?).
Fatto si è che la verità può essere accertata soltanto nell'aula di un tribunale e dalle sentenze, non dalle pagine di un libro (sospettosamente pubblicato per sopperire a dichiarate difficoltà economiche; e magari pure imbeccato da qualcuno...).

Gaetano73 ha detto...

Sono calmissimo.
I pagliacci invece gioiscono per l'accoppiata Conte-Marotta.
È l'unico modo che avete per provare a sognare un colpo "gobbo" a noi.
Siete talmente senza dignità che siete disposti ad aspettare un allenatore che vorrebbe la Juve ma nn l'avrà x come si è comportato e mi sembra giusto che sia così.
Cosa si fa per provare actornsre a vincere qualcosa.....

Mark della Nord ha detto...

Ah, dimenticavo Conte+Marotta.
Potrebbero non piacere, qualcuno potrebbe non perdonargli i loro trascorsi (e lo capirei), qualcun altro ancora glieli perdonerebbe ma si tapperebbe il naso (e capirei anche questo), ma nessuno dei due ha condanne penali che gli pendono sul groppone.
O preclusioni "alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc".

Mark della Nord ha detto...

Ma...ho letto bene?
Dignità?
Uno juventino che parla di dignità?!
Bellissima!!
E deve aver creduto pure alla favoletta di Conte che vorrebbe la juve (l'avrà letta sulla sua Pravda o in un articolo di Damascelli, moggiano di ferro come lui).
Qualcuno gli dica che esiste un accordo con Marotta già da qualche mese, prima che il livello della bilirubina gli si alzi definitivamente.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails