ARTICOLI RECENTI

mercoledì 3 aprile 2019

RISCATTARSI RITROVANDO I TRE PUNTI: CHIEDIAMO IL MINIMO SINDACALE

Neanche il tempo di assimilare la sconfitta contro la Lazio e già si scende nuovamente in campo. Meglio così. Sono sempre del parere che dopo una sconfitta l’ideale è giocare subito un’altra partita, per provare a riscattarsi e ritrovare i tre punti. Riscattarsi e ritrovare i tre punti: è proprio quello che chiediamo a Handanovic e compagni per questa sera. Anzi è proprio quello che deve fare l’Inter stasera (non chiediamo troppo, vero?). Anche perché c’è sempre una qualificazione alla prossima Champions League da conquistare e considerando il mezzo passo falso del Milan che ieri sera ha pareggiato in casa con l’Udinese, abbiamo una ghiotta occasione per mettere un altro piccolo margine tra noi e le inseguitrici. Anche in considerazione del fatto che se da un lato Milan e Roma hanno rallentato il passo, dall’altro Lazio e Atalanta corrono e sarebbe meglio non arrivare alle ultime giornate con il fiatone o peggio ancora aspettare l’ultima giornata per conquistare la qualificazione Champions.



Di fronte avremo un Genoa che non sta certo facendo un campionato entusiasmante, ma che finora è l’unico ad aver battuto la Juventus (sui modi, vabbè, lasciamo stare) e inoltre nelle ultime stagioni si sta rivelando un brutto cliente (non vinciamo a Genova da sette anni e mezzo). Invertire la tendenza sarebbe il minimo sindacale che si può chiedere ai nostri ragazzi (ribadisco, non chiediamo troppo, vero?)
Spalletti, che deve ancora fare a meno degli infortunati Lautaro Martinez e De Vrij, ritrova finalmente Icardi, convocato e quasi sicuramente titolare. In difesa potrebbe trovare una maglia da titolare Cedric Soares come esterno destro con Asamoah sulla sinistra. In mezzo Miranda favorito su Ranocchia per affiancare Skriniar. A centrocampo Gagliardini al fianco di Brozovic con Vecino che si accomoderà in panchina. In avanti ballottaggio Joao Mario-Naingollan (con il portoghese favorito) per il ruolo di trequartista con Politano e Perisic sugli esterni e, come detto, Mauro Icardi che partirà titolare dopo quasi due mesi.
La trasferta nella Genova rossoblu è stata negli ultimi anni avari di soddisfazioni. Siamo infatti reduci da ben cinque sconfitte consecutive (vado a memoria, ma credo che una striscia così negativa non l’abbiamo con nessuna altra squadra). L’ultima vittoria nerazzurra risale al 13 dicembre 2011, quando Nagatomo firmò il gol che decise la partita. La stagione successiva la sfida finì 0-0 e da lì iniziò la serie di sconfitte già citata. Il bilancio invece è abbastanza equilibrato con 14 affermazioni nerazzurre, 18 vittorie rossoblu e 19 pareggi. I tifosi nerazzurri ricorderanno sicuramente con piacere il netto 5-0 con cui l’Inter vinse nell’ottobre 2009. Vittoria impreziosita anche da uno straordinario gol di Stankovic che beffò Amelia con un pallonetto da centrocampo.
Bei tempi!!! Purtroppo anche abbastanza lontani. In quella stagione conquistammo tutto il conquistabile, ora dobbiamo accontentarci di un terzo/quarto posto che è rimasto il minimo (ma anche il massimo) che possiamo conquistare. Ecco perché stasera non possiamo fallire, ecco perché vogliamo una prestazione di carattere e soprattutto una vittoria. Tre punti, tre semplicissimi punti. Non chiediamo altro. E non credo che pretendiamo troppo. FORZA INTER !!!

Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

2 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Trasferta non semplice. Ma io rimango ottimista. Speriamo di portare a casa i tre punti. Sarebbero tre punti fondamentali.

Winnie ha detto...

Ma sì, dai. Stasera la vinciamo. Me lo sento.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails