GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 21 settembre 2011

ESONERATO!!! GASPERINI FA LE VALIGIE...

F.C. Internazionale comunica che stamane, al centro sportivo di Appiano Gentile, l'allenamento della prima squadra è stato diretto da Daniele Bernazzani e Giuseppe Baresi.
La Società ringrazia Gian Piero Gasperini per l'impegno dimostrato nello svolgimento dell'incarico, manifestando il proprio rammarico per l'interruzione del rapporto tecnico.
(Inter.it)
Esonerato. Giampiero Gasperini da Grugliasco da stamattina non è più l’allenatore dell’Inter. Esonerato perché non ha mai avuto la fiducia della società. Esonerato perché non è stato messo in condizione di poter lavorare come avrebbe voluto, esonerato perché si è ostinato con l’idea di un 3-4-3 che non c’en
trava nulla con questa rosa, esonerato perché nel momento di difficoltà è stato lasciato solo, esonerato perché nel calcio contano i risultati e se alleni l’Inter e perdi quattro partite su cinque non hai giustificazioni, esonerato perché (è una mia sensazione) i giocatori non lo seguivano più e anzi volevano mandarlo via.
Termina così una delle gestioni più brevi della storia nerazzurra. Sicuramente la più negativa. Mai nessun allenatore era andato via dall’Inter senza aver vinto almeno una partita, mai Moratti aveva mandato via un allenatore dopo una sconfitta (spero di non aver scritto una sciocchezza).
Gasperini non era mai piaciuto veramente alla dirigenza nerazzurra. Era stato scelto perché non c’erano grosse alternative. Era stato scelto ma era tutt’altro che una prima scelta. Non a caso il mercato nerazzurro non era stato fatto per metterlo in condizioni di attuare il suo credo. Quel 3-4-3 che non convinceva nessuno, men che meno i giocatori.
Il buon Gasp ci ha messo del suo. Ostinandosi con il suo modulo e schierando giocatori fuori ruolo (Zanetti centrale di difesa, Sneijder in mediana, Castaignos e Forlan esterni d’attacco i più eclatanti).
Alla fine Moratti non poteva fare altro che dargli il benservito. L’era Gasperini si chiude qua, anche se forse l’allenatore quasi nemmeno se l’aspettava (cosa sperava? di avere fiducia ad oltranza da parte di una dirigenza a cui era indigesto?).
Da domani, salvo clamorosi colpi di scena, inizierà l’era Ranieri. La patata bollente passa al tecnico romano che proverà a rimettere la squadra in carreggiata e a farle disputare una stagione dignitosa. Impresa non semplice perché i problemi di rosa che aveva Gasperini li avrà anche Ranieri.
All’ex tecnico di Crotone e Genoa (e anche dell’Inter) auguriamo di trovare presto nuove sfide e riuscire altrove ad imporre il suo credo e conquistare soddisfazioni e gioie sportive.
All’Inter auguro di ritrovare la retta via. Questa stagione è partita male ma basta poco per finire peggio. Ci sono degli obiettivi minimi da raggiungere. Speriamo di centrarli…


VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Brother ha detto...

Scelta inevitabile. E' vero che la dirigenza non gli ha mai dato fiducia ma lui è stato bravissimo a complicarsi la vita da solo.

Nicola ha detto...

Ieri sera ho quasi avuto l'impressione che i giocatori non volessero impegnarsi. Come se volessero far fuori l'allenatore.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Aldilà degli errori di società e allenatore vogliamo dare un pò di colpe a chi va in campo?
Mi è bastato vedere gli highlights, mi sembra che non fosse passato neppure un minuto quando Chivu ha fatto quell'incredibile retropassaggio che tra un pò manda in gol Meggiorini, quello è un segnale di scarsa concentrazione, quasi di svogliatezza...
Comunque Ranieri sulla carta sembra la soluzione migliore per una stagione che essendo agli inizi può ancora essere raddrizzata...ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails