GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 22 marzo 2011

TORINO NEL CAOS, L'ATALANTA VEDE LA A

LATO B – Appunti sulla Serie CadettaChe il Torino fosse in crisi era evidente, ma una decisione così clamorosa era difficile da prevedere. Sono bastati appena undici giorni e due partite di campionato ad Urbano Cairo per tornare sui suoi passi: via Papadopulo, torna Franco Lerda. L’allenatore toscano paga a carissimo prezzo le due sconfitte rimediate: quella casalinga col Livorno nella scorsa giornata e quella in casa del Frosinone penultimo in classifica, sancita da un gol di Biasi al 9’ della ripresa. Toccherà quindi nuovamente al tecnico esonerato neanche due settimane fa il compito di risollevare una squadra mai così in difficoltà in Serie B, senza punti da quattro gare (record nel campionato cadetto) e senza gol da 349 minuti. Nelle parti alte della classifica, invece, la Serie A è sempre più vicina per l’Atalanta, che ha approfittato della sconfitta del Novara per portarsi a +8 sul terzo posto. Sul campo dei nerazzurri si è dovuto arrendere anche il Piacenza, reduce da 16 punti nelle ultime 6 partite: è bastato un tempo ai padroni di casa per chiudere la partita, con due calci di rigore trasformati da Doni e il gol del 3-0 segnato da Ruopolo. La Figc ha però aperto un’inchiesta sulla gara, visto l’elevato numero di scommesse sul segno 1. Nel frattempo il Novara cadeva sotto i colpi di un Vicenza tornato in zona playoff e dell’arbitro Ciampi, colpevole di non aver visto un evidente fallo sul portiere Ujkani nell’azione del gol vittoria di Bastrini a un minuto dalla fine. Del passo falso degli uomini di Tesser ha approfittato anche il Siena a Crotone: partita subito in discesa per i toscani grazie al gol di Brienza dopo soli 20 secondi di gioco, Reginaldo raddoppia nella ripresa e De Giorgio segna l’inutile rete dei calabresi. È finita 1-1 tra Varese e Triestina, coi giuliani che come nel turno scorso hanno messo in difficoltà una ‘big’ del campionato ma restano inchiodati all’ultimo posto in classifica: è servito un gol del giovane De Luca a tre minuti dalla fine agli uomini di Sannino per rimediare al vantaggio triestino segnato da Miramontes. In zona playoff avanza l’Empoli, che nello scontro diretto giocato ieri ha battuto 1-0 la Reggina con gol di Forestieri al 16’ del secondo tempo. Ha fallito una buona occasione invece il Livorno, che contro il Grosseto era in vantaggio di una rete e di un uomo (espulso Alessandro) ma si è fatto raggiungere nei minuti di recupero da un calcio di rigore trasformato da Sforzini. Tra i risultati più sorprendenti della giornata c’è quello di Pescara, dove Alessandro Dal Canto potrebbe essersi guadagnato la conferma sulla panchina del Padova battendo 2-0 all’esordio i padroni di casa con doppietta di Ardemagni: per l’ex attaccante di Cittadella e Atalanta sono state le prime due reti con la maglia dei veneti (aveva già segnato in questo campionato, ma quando giocava per i bergamaschi), mentre per il portiere degli abruzzesi Pinna è stata la fine di un’imbattibilità casalinga durata 7 partite e 747 minuti. In coda, punti importanti per il Portogruaro che ha superato per 2-1 l’Albinoleffe in una partita salita agli onori delle cronache soprattutto per l’espulsione nel finale di Bombardini, che ha spintonato l’arbitro guadagnandosi ben 8 giornate di squalifica. Torna a respirare anche l’Ascoli, che ha espugnato il campo del Cittadella grazie a un gol di Giorgi nella ripresa. Nell’anticipo di venerdì, era finito 1-1 il derby tra Sassuolo e Modena: vantaggio dei canarini con Perna e pareggio neroverde grazie al primo gol in Serie B di Magnanelli. (TotalSport)
CLASSIFICA DOPO 32 GIORNATEAtalanta 63; Siena 60; Novara 55; Varese 51; Reggina 47; Vicenza 45; Livorno 44; Empoli 43; Grosseto 43; Pescara 42; Torino 41; Piacenza 41; Padova 40; Modena 39; Sassuolo 37; Albinoleffe 36; Cittadella 35; Crotone 34; Portogruaro 33; Ascoli 32; Frosinone 32; Triestina 29.Ascoli 2 partite in meno; Vicenza e Crotone una partita in meno; Ascoli penalizzato di 6 punti
VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Pakos ha detto...

Il Torino è in totale confusione. Esonera un'allenatore, ne assume un'altro, dopo 11 giorni esonera il secondo e richiama il primo. E come se non bastasse il presidente Cairo ha annunciato che a fine stagione lascerà. Bah...

Entius ha detto...

In effetti regna il caos nella società granata. E qualche responsabilità ce l'ha anche il direttore sportivo Petrachi, o perlomeno così mi è sembrato di capire.

Entius ha detto...

Ma se, per assurdo, il Torino dovesse conquistare la promozione tu pensi che Cairo lascerebbe comunque?

Pakos ha detto...

Lui ha dichiarato che lascerà anche in caso di promozione. Ma dubito che sarà così. Secondo me se il Toro conquista la promozione (cosa molto improbabile) resterà saldamente al comando.

Antonio ha detto...

Il Genoa rimase in B 10 anni, prima di tornare stabilmente in A..se al Toro non trovano un pò di stabilità, faranno la stessa fine..

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails