GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 7 marzo 2011

NON SARA' FACILE MA LOTTEREMO FINO ALLA FINE

Più riguardo le immagini di ieri pomeriggio e più mi convinco che ciò che ho scritto in un moto di entusiasmo per la bellissima vittoria corrisponde a verità. Da qui alla fine lotteremo con le unghie e con i denti e venderemo cara la pelle prima di mollare la corsa scudetto.
Non facciamoci ingannare dalla cinquina. In certe situazioni la componente mentale gioca un ruolo fondamentale. Dopo un tempo sei sotto di un gol, stai giocando male, chi è davanti doveva rallentare e invece non perde un colpo. E’ facile che inconsciamente molli un po’. E invece i nostri ragazzi sono rientrati in campo con uno spirito diverso. L’ingresso di Pandev ha rimescolato le carte dando nuovo vigore all’attacco ma ho visto un’Eto’o diverso rispetto alla prima frazione, uno Sneijder più al centro del gioco, gli esterni che partecipavano alla manovra. Insomma è stata un’Inter diversa quella del secondo tempo.
A questo punto il 3 aprile diventa il momento clou della stagione almeno per quanto riguarda il campionato. Arriviamo al derby con questo svantaggio (meglio ancora se riusciamo a rosicchiare uno o due punti) e poi ce la giochiamo. Fermo restando che dopo ci sono altre sette partite e che può ancora succedere tutto anche dopo. Però a questo punto il derby è il centro nevralgico della stagione. Per noi ma anche per loro. Chi vince oltre a guadagnare tre punti sull'altra riceverà una spinta non indifferente dal punto di vista emotivo.
Due mesi fa avremmo fatto carte false per ritrovarci in questa situazione. Ora dopo 60 giorni e 11 partite vinte su 13 abbiamo qualche rimpianto. I punti persi a novembre con Brescia, Lecce e Chievo ora pesano come macigni. E restando in tempi più recenti, sono convinto che i tre punti dati in beneficienza in quel di Torino saranno decisivi a fine stagione. Non fatemi pensare al fatto che abbiamo scialacquato quella vittoria perché mi viene voglia di andare a piedi fino ad Appiano Gentile e prendere a ginocchiate nelle gengive tutti i giocatori che sono scesi in campo quella sera.
Vabbè, inutile piangere sul latte versato. Guardiamo avanti. Per il momento ci godiamo questi due mesi positivi di mister Leonardo. In settimana accennavo al fatto che vincendo avrebbe battuto il record di punti nelle prime tredici giornate. Ovviamente il record è stato battuto. Per quello che è potuto servire.
Devo ricredermi su Leonardo. Finora ha fatto un ottimo lavoro. Anche se ha una visione del calcio che
non condivido. Lui rientra tra i sostenitori del “basta fare un gol più dell’avversario”. Visione sbagliata, perché purtroppo non sempre riesci a farne uno più dell’avversario e soprattutto in Europa è molto probabile che l’altra squadra riesca a neutralizzare i tuoi attacchi per cui alla fine le prendi, ma non le dai (giusto per usare un’espressione di Brother di ieri). La squadra sta migliorando nella fase difensiva ma troppo spesso prendiamo gol banali (i due di ieri per esempio). In fase offensiva invece possiamo contare su un Eto’o stratosferico che segna a ritmi indiavolati. Sneijder sta tornando ad essere il fulcro della manovra e anche Pandev è in crescita. Ieri il macedone non mi è dispiaciuto affatto. Ha cambiato la partita e ha dato il suo contributo. Credo che la panchina gli abbia fatto bene. Speriamo, perché con Milito ancora infortunato e Pazzini non schierabile non abbiamo molte alternative in Champions League fra 10 giorni. A Monaco avrebbe bisogno anche di lui. E lo stesso vale per questi 3-4 mesi che ci separano dalla fine della stagione.
Siamo ancora in piena corsa su tutti i fronti. Si prospetta un’altra primavera da raccontare?

VOTA QUESTO POST SU
http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Nicola ha detto...

Complimenti a Leonardo che ha raddrizzato una stagione che fino a due mesi fa sembrava da buttare.
Se penso a come stavamo messi a Natale vi dico che quasi quasi sarei contento anche del secondo posto.

Winnie ha detto...

Secondo posto??? Non esiste proprio. Noi vogliamo il primo posto!!!!

Simone ha detto...

Gli elogi vanno spesi anche per Ranocchia che in questi due mesi è cresciuto molto diventando ancora più forte di quanto fosse.
Se la difesa piano piano sta diventando meno perforabile è quasi esclusivamente merito suo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails