GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 6 marzo 2011

INTER, CINQUE SQUILLI E UN MESSAGGIO: NOI NON MOLLEREMO

Serie A 2010-2011 – 28^ Giornata
INTER - GENOA 5 - 2
40' Palacio - 50' PAZZINI - 51' ETO'O - 57' ETO'O - 70' PANDEV - 84' NAGATOMO - 90' Boselli

INTER: Julio Cesar; Maicon, Lucio, Ranocchia (dal 32' st Nagatomo), Chivu; Zanetti, Thiago Motta, Stankovic (dal 1' st Pandev); Snejider; Eto'o, Pazzini (dal 29' st Kharja).
A Disposizione: Castellazzi, Materazzi, Mariga, Coutinho.
All.: Leonardo.
GENOA: Eduardo; Mesto, Dainelli, Kaladze (dal 37' st Chico), Moretti; Rafinha, Kucka , Konko (dal 29' st Antonelli), Rossi; Paloschi (dal 29' st Boselli), Palacio.
A Disposizione: Scarpi, Polenta, Milanetto, Jankovic.
All.: Regno (Ballardini squalificato).
ARBITRO: Russo di Nola.

Il Milan chiama, l’Inter risponde. I nerazzurri si addormentano per un tempo e poi accelerano e travolgono il Genoa.
Ancora una volta Ranocchia recupera a tempo di record e riprende la sua posizione in mezzo alla difesa al fianco di Lucio. Primo tempo fiacco, l’Inter stenta ad ingranare, il gioco è frammentario e inefficace. Il Genoa dal canto suo prova a farsi vedere ma senza troppa convinzione. Eppure al 40esimo i rossoblù vanno in vantaggio. Rapida verticalizzazione di Konko per Palacio che entra in area e trafigge Julio Cesar. Genoa a sorpresa in vantaggio. Un risultato insperato all’intervallo e a far festa è il Milan che si ritrova a +8 rispetto ai nerazzurri e al Napoli fermato sullo 0-0 dal Brescia.
Ma nella ripresa scende in campo un’Inter diversa. Leonardo inserisce Pandev per Stankovic e si affida al modulo 4-2-3-1 tanto caro a Mourinho. Ma il cambio vero e proprio è nella testa dei giocatori. E infatti il ciclone nerazzurro si abbatte sul Genoa. Al 50esimo Pazzini pareggia i conti, dopo un minuto Eto’o porta in vantaggio i nerazzurri e dopo altri sei minuti il camerunese realizza la doppietta personale chiudendo di fatto il match. Ma l’Inter è viva, gioca e continua a rendersi pericolosa. Pandev spreca due occasioni ma alla terza riesce a metterla dentro. C’è tempo ancora per il primo gol di Nagatomo, entrato al posto di Chivu pochi minuti prima, e per la rete della bandiera di Boselli che fissa il risultato sul 5-2 finale.
Se dopo la vittoria del Milan serviva una risposta, l’Inter l’ha data. I rossoneri rimangono i grandi favoriti per la vittoria finale ma noi abbiamo dimostrato che venderemo cara la pelle e che non molleremo facilmente.
Il repentino cambio di rotta tra primo e secondo tempo dimostra che quando vogliamo sappiamo imporre il nostro gioco e non ce n’è per nessuno. Se vogliamo, diventiamo un rullo compressore che non consoce ostacoli. Certo il Genoa è apparso davvero poca roba. Si è trovato in vantaggio più per demeriti nostri che per meriti propri, ma ribaltare il risultato non era facile. Spesso trovarsi in svantaggio crea frenesia mentale, fretta di recuperare e si va in confusione. Invece i nostri ragazzi hanno dato prova di lucidità e forza. L’uno-due ad inizio ripresa è stato letale come il morso di un serpente. E per tutta la ripresa abbiamo dato spettacolo e dominato.
Lo dico e lo ripeto. Il Milan, anche in virtù dei cinque punti di vantaggio, rimane favorito per la vittoria finale ma noi abbiamo dimostrato di esserci. Lotteremo fino alla fine e non molleremo la presa. Se i cugini vogliono vincere lo scudetto, dovranno sudarselo fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata. Perché l’Inter c’è ed è più viva che mai.
FORZA INTER!!!


VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

8 commenti:

Winnie ha detto...

A fine primo tempo i tifosi milanisti già esultavano. Poveri illusi... :-)
Il secondo tempo è stato un vero spettacolo. Grandi grandi grandi.

LeNny ha detto...

Gran bella vittoria e felice per il giapponesino. :) Dobbiamo, però, risolvere ancora gli svarioni in difesa; sembra una costante ormai prendere il solito gol prima di svegliarci e tirare fuori gli attributi.

LeNny

;)

Anonimo ha detto...

Vorrei dire: Dovranno comprarsi fino all'ultima partita!!

Brother ha detto...

Hai detto proprio bene... Lotteremo fino alla fine, lo stiamo dimostrando. Siamo una squadra che le prende e le dà, dipende alla fine se riusciremo a darne di più...

Matrix ha detto...

Dopo la vittoria rossoneri dovevamo dare un segnale di presenza e l'abbiamo dato.
Se ci presentiamo al derby con questo distacco possiamo ancora farcela. Crederci, dobbiamo solo crederci.

Nerazzurro ha detto...

Buonasera fratelli di fede nerazzurra. E' stato un pomeriggio duro ma alla fine abbiamo dimostrato ancora una volta di essere una squadra fortissima.
FORZA INTER!!!


"Che fatica salire e scendere dal carro ogni 45 minuti." (Interisti.org)

Vincenzo ha detto...

La fase difensiva è ancora da registrare, comunque è sempre bello fare 5 gol!

Antonio ha detto...

Questa Inter è sempre meno Mourinhana e sempre più Leonardiana..primo tempo inguardabile, col solito golletto preso tanto per non perdere il vizio, ripresa straripante con altro golletto preso (sempre per non perdere l'abitudine, non sia mai).

Questa squadra per filosofia del tecnico deve fare gol, altrimenti arrivano gli 1-0 con Juventus e Bayern, c'è poco da fare. Il segnale però è arrivato, e questo è quello che conta, almeno per adesso :)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails