GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 24 ottobre 2010

IL SOLITO ETO'O SALVA L'INTER. MA COSI' NON VA...

Serie A 2010-2011 - 8^ Giornata
INTER - SAMPDORIA 1 - 1
62’ Guberti - 85’
ETO’O

INTER: Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Chivu (dal 32’ s.t. Santon); Zanetti, Cambiasso; Biabiany (dal 18’ s.t. Pandev), Sneijder, Coutinho (dal 43’ s.t. Obi); Eto’o.
A Disposizione: Castellazzi, Materazzi, Muntari, Nwanko.
All. Benitez.
SAMPDORIA: Curci (dal 33’ s.t Da Costa); Zauri, Volta, Gastaldello, Ziegler; Koman, Palombo, Tissone (dal 22’ s.t. Poli), Guberti (dal 27’ s.t. Marilungo); Pazzini, Cassano.
A Disposizione: Accardi, Dessena, Mannini, Pozzi.
All. Di Carlo.
ARBITRO: Orsato (Schio).

Benitez conferma la formazione di mercoledì con l’unica novità anticipata di Cambiasso per Stankovic.
L’Inter parte forte, fa circolare palla, è padrona del campo ma negli ultimi metri non riesce ad essere incisiva come dovrebbe.
Il primo tempo è senso unico, un assedio al fortino della Sampdoria che si difende e cerca di rendersi pericolosa in contropiede.
Ripresa sulla stessa falsariga. Inter padrona ma è la Sampdoria a trovare il vantaggio. Cross di Cassano, Tiro di Guberti che Julio Cesar smanaccia ma non riesce a respingere. Sampdoria in gol ma è una rete che andrebbe annullata. Infatti l’azione è viziata di un fallo di Cassano che per recuperare palla, spinge Chivu in modo evidente a pochi passi dal guardalinee che evidentemente pensava al ristorante da prenotare per dopo la gara.
L’Inter però non ci sta e riparte all’arrembaggio alla ricerca di un pareggio che infatti arriva a 10 minuti dal termine.
Coutinho imbecca Eto’o che da pochi passi trafigge il portiere blucerchiato. Finisce qui. L’Inter butta al vento due punti. Abbiamo visto un’Inter spettacolare con possesso palla, predominio territoriale, dribbling, gioco palla a terra. Ma nei metri finali siamo troppo legati alle prodezze di Eto’o e per certi versi diventiamo anche prevedibili.
Bisogna migliorare sotto questo aspetto perché si sente l’assenza dei gol di Milito e della fantasia di Sneijder.
Nel frattempo ci godiamo Eto’o (non uso aggettivi perché non ce ne sono più). Benissimo anche Coutinho e Lucio mentre ho visto sottotono Biabiany e Chivu è stato disastroso in occasione del gol. Ci sarebbe da discutere sull’episodio del gol. L’errore dell’arbitro e del guardalinee è a dir poco plateale e se ci fosse stato Mourinho avremmo sicuramente assistito a qualche altro show. Benitez invece si è limitato a protestare in modo calmo. Forse perché è consapevole del fatto che, fermo restando l’errore arbitrale molto grave, l’Inter ha la sua dose di colpe se non è riuscita a fare bottino pieno stasera.
E intanto in classifica la Lazio vola a +4 aspettando Napoli-Milan di domani sera. Se i rossoneri vincono andranno a +2. Il nostro campionato inizia a farsi in salita…

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

5 commenti:

Winnie ha detto...

L'arbitraggio ha lasciato a desiderare, non solo in occasione del gol della Sampdoria.
Ma sarebbe un errore imputare a Orsato le colpe per un pareggio.
L'Inter è mancata di cattiveria e grinta.
Ci dobbiamo dare una svegliata...

Nerazzurro ha detto...

Sto seguendo Controcampo. Cazzarola quante stronzate. Coutinho da 5, fallo di Cassano non evidente. Vabbè essere di parte ma questi non sono bravi nemmeno nel dire le stronzate

yashal ha detto...

Beh! gli amici nerazzurri restano sempre i preferiti al titolo ma un bel pareggio non può che fare felice il popolo biancoceleste. saluti laziali

Entius ha detto...

Yashal, ovviamente ognuno tira acqua al proprio mulino. Ed è ovvio che un pari vi renda felici.

yashal ha detto...

Dimenticavo...lasciami la tua email sul mio blog così ti contatto. ciaoo

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails