ARTICOLI RECENTI

lunedì 3 febbraio 2020

VERSO UN INTENSO TOUR DE FORCE. SIAMO PRONTI?

Stamattina, mentre facevo uno spuntino a base di frutta, ho guardato per curiosità il calendario che ci aspetta nel prossimo mese.
In un mese avremo 9 partite. Si parte domenica prossima con il derby, poi, il 12 febbraio, l’andata della semifinale di Coppa Italia contro il Napoli (in casa), quattro giorni dopo la Lazio all’Olimpico, il 20 febbraio c’è l’andata dei sedicesimi di Europa League contro il Ludogorets (in Bulgaria), quindi Inter-Sampdoria in campionato e il giovedì successivo il ritorno di Europa League contro il Ludogorets (a Milano). Marzo si aprirà con il big match contro la Juventus all’Allianz Stadium, poi la semifinale di ritorno di Coppa Italia a Napoli e infine ,l’otto marzo, Inter-Sassuolo.

In circa un mese ci giochiamo i sedicesimi di Europa League, la qualificazione alla finale di Coppa Italia e una buona fetta di campionato considerando che affronteremo le dirette concorrenti per il titolo e il derby.

Insomma, archiviato un mese di gennaio avaro di soddisfazioni (anche se era iniziato in modo positivo con la vittoria a Napoli) e ritrovata la vittoria in quel di Udine, ci tocca ora affrontare un intenso tour de force che potrà dirci parecchio su questa stagione e su quale potrebbero essere le nostri ambizioni. Credo che l’obiettivo minimo sia la finale di Coppa Italia, gli ottavi di Europa League e raccogliere almeno (e sottolineo a-l-m-e-n-o) 11 punti in campionato (vittorie con Milan, Sampdoria e Sassuolo, pareggio a Roma e Torino). In particolare i primi due obiettivi sono fondamentali per poter puntare ad una stagione positiva (lo scudetto non ce lo lasceranno vincere e diventa sempre più evidente domenica dopo domenica, tanto vale puntare sulle Coppe).
Saremo in grado di uscire indenni da questo tour de force? Innanzitutto sarà fondamentale che la sfortuna ci lasci respirare un attimino. Abbiamo necessità che la nostra infermeria si svuoti, perché ci sarà bisogno di tutti. Poi serve che Eriksen si integri alla grande e che torni abile e arruolato Sensi. Dopodiché potendo contare su De Vrij, Skriniar, Bastoni e Godin in difesa, su Barella e Brozovic a centrocampo, su Young, Candreva e Moses sulle fasce e Lautaro Martinez, Lukaku e Sanchez in attacco, direi che siamo a posto.
Sarò fondamentale dosare le forze, far ruotare i giocatori (ci sarà spazio anche per i vari D’Ambrosio, Vecino, Borja Valero, Gagliardini, Esposito, Biraghi, se serve anche Ranocchia) e, come detto, avere la possibilità di poter contare su tutta la rosa.
Potremmo ritrovarci qui il 9 marzo, giorno del 113esimo compleanno dell’Inter, lanciati verso una primavera da protagonisti, con una finale di Coppa Italia in tasca e in piena corsa in Europa League e campionato. Roba che non viviamo da quasi 10 anni (se non ricordo male la stagione post-Triplete). Oppure ci ritroveremo sull’orlo di un precipizio, ad inveire contro società, giocatori, allenatore (qualcuno con cui prendersela lo troviamo sempre) per una stagione che mestamente finisce male. Scontato dire che io tifo fortemente per la prima opzione. È da un po’ che non proviamo l’ebbrezza di essere protagonisti. Riassaggiare quelle sensazioni a me non dispiacerebbe affatto. E a voi? FORZA INTER!!!

 Non perderti i nuovi contenuti nerazzurri: 


 Servizio offerto da  FeedBurner

3 commenti:

Matrix ha detto...

Spero vivamente che siamo pronti al tour de force, perché in questo mese ci giochiamo davvero tutto. Sarà importante rimanere compatti, concentrati e avere un po' di fortuna sotto forma di mancanza di infortuni. Possiamo e dobbiamo farcela.

Winnie ha detto...

Non possiamo permetterci passi falsi, dovrà essere un mese pressoché perfetto. É se poi riuscissimo a fare un colpaccio, tipo vincere a Torino...

Nerazzurro ha detto...

@Winnie. Vincere a Torino??? Non credo che "qualcuno" sia daccordo.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails