ARTICOLI RECENTI

domenica 6 ottobre 2019

JUVE PIU' FORTE, L'INTER SI ARRENDE

Serie A 2019-2020 – 7^ Giornata
INTER - JUVENTUS 1 - 2
4' Dybala – 18’ MARTINEZ (rig.) – 80’ Higuain

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin (8' st Bastoni), De Vrij, Skriniar; D'Ambrosio, Barella, Brozovic, Sensi (33' Vecino), Asamoah; Lukaku, Lautaro Martinez (32' st Politano).
A disp.: Padelli, Ranocchia, Biraghi, Lazaro, Dimarco, Borja Valero, Gagliardini, Candreva, Esposito.
All.: Conte
JUVENTUS (4-3-1-2): Szczesny; Cuadrado, Bonucci, De Ligt, Alex Sandro; Khedira (16' st Bentancur), Pjanic, Matuidi; Bernardeschi (16' st Higuain); Dybala (25' st Emre Can), Ronaldo.
A disp.: Buffon, Pinsoglio, Rugani, Demiral, Rabiot, Ramsey.
All.: Sarri
Arbitro: Rocchi


La Juventus sbanca San Siro grazie al gol di Higuain a dieci minuti dalla fine e si porta in testa alla classifica. È questa la sentenza del big match del settimo turno di campionato. Una Juventus che ha giocato meglio e che già dopo quattro minuti si è portata in vantaggio con Dybala. L’Inter però ha risposto colpo su colpo e al 17esimo trova il pareggio con Lautaro Martinez su rigore (tocco di gomito di De Ligt). L’infortunio di Sensi intorno alla mezzora ha cambiato volto alla partita con un’Inter che soprattutto nella ripresa ha sofferto gli attacchi bianconeri. Il gol del Pipita regala tre punti meritati alla Juventus, mentre all’Inter, come già successo mercoledì, rimane la magra (e se vogliamo inutile) consolazione di aver giocato ad armi pari con un avversario ben più forte. Peccato che alla fine quello che conta è il risultato e aver giocato bene non serve una mazza se non porti a casa dei punti.


D’Ambrosio vince il ballottaggio con Candreva. È questa l’unica novità rispetto alla formazione ipotizzata alla vigilia con Lukaku, in dubbio fino alla fine, che affianca Lautaro Martinez in attacco.
Passano appena quattro minuti e la Juventus è in vantaggio. Pjanic lancia Dybala che con un diagonale perfetto supera Handanovic. Partita subito in salita per l’Inter che dopo 5 minuti rischia di affondare quando Cristiano Ronaldo dal limite fa partire un destro che si stampa sulla traversa.
Ma al 17esimo i nerazzurri raddrizzano il risultato. Cross di Barella, De Ligt tocca con un braccio: per Rocchi è rigore netto (momento di distrazione del direttore di gara, visto che questo sarà il solo fallo fischiato a nostro favore nel primo tempo). Lautaro Martinez dal dischetto non perdona. Inter 1 Juventus 1. La partita è spettacolare e giocata su ritmi molto intensi. Al 28esimo Szczesny nega a Lautaro il gol del 2-1. Pochi minuti dopo la gara svolta totalmente per l’Inter. Sensi si infortuna e al suo posto entra Vecino. La luce del centrocampo nerazzurro si spegne. Cristiano Ronaldo prima dell’intervallo trova il gol del 2-1, ma Rocchi annulla per fuorigioco. Nel finale di tempo proteste juventine per un presunto rigore per fallo di Godin su Dybala.
La Juve riparte aggressiva nella ripresa. I bianconeri alzano il pressing e schiacciano l’Inter. Al 56esimo Dybala ha un’ottima occasione, ma viene chiuso dal portiere nerazzurro in uscita. L’Inter riesce ad alzare il baricentro e si fa pericolosa con un’iniziativa personale di Lautaro, fermato da Alex Sandro. I nerazzurri protestano anche per un paio di interventi in area di De Ligt e Bonucci su Lukaku, ma ovviamente Rocchi lascia correre (due rigori contro la Juventus nella stessa partita oggettivamente mi sembrano troppi…). Al 69esimo Vecino sfiora il gol dopo una deviazione fortuita di De Ligt (palla sul palo).
Ma a 10 minuti dalla fine arriva la beffa per l’Inter. Al termine di una bella azione corale la Juventus trova il nuovo vantaggio con Higuain. È il gol che decide il match, nonostante l’Inter ci provi fino all’ultimo a trovare il meritato pareggio.
Finisce 2-1. Prima sconfitta stagionale per l’Inter che, come detto, cede la testa della classifica alla Juventus. I bianconeri hanno meritato la vittoria (ma se fosse finita il parità nessuno avrebbe gridato allo scandalo), dimostrando di essere ancora un passo avanti all’Inter. I nerazzurri hanno giocato una buona partita, ma hanno sofferto parecchio le offensive avversarie. Alla fine l’infortunio di Sensi ha pesato come un macigno sull’economia della partita. Con l’ex Sassuolo in campo molto probabilmente avremmo visto ben altra gara. Ma pazienza, la stagione è lunga e c’è tempo per recuperare. Soprattutto in considerazione del fatto che siamo sulla buona strada. FORZA INTER !!!

PS: Appunto finale sulla direzione di gara di Rocchi. Nessuna decisione eclatante, un paio di rigori non visti (ma ripeto, era impensabile che desse due rigori contro la Juventus nella stessa partita), molti falli non fischiati a nostro favore, ammonizione per simulazione a Barella e non a Dybala che almeno in un paio di occasioni simula il fallo per guadagnarsi un rigore. Nel complesso c’è andata molto meglio rispetto ad altre volte. Magra consolazione.

Inserisci il tuo indirizzo mail e non perderti i nuovi contenuti nerazzurri:


Servizio offerto da FeedBurner

13 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Non meritavamo di perdere, così come non meritavamo di perdere mercoledì scorso. Purtroppo come scrivi anche tu, quello che conta è il risultato.
Con ciò non voglio dire che la Juventus abbia vinto immeritatamente. Hanno giocato meglio e hanno dimostrato di essere più forti. Purtroppo.

Gaetano ha detto...

A qualcuno non è passato inosservato che abbia diradato le mie "visite" in questo blog. A molti farà anche piacere che un gobbo come me si tolga dalle palle e la finisca di scrivere stronzate.
La mia decisione nasce dal livello sempre più basso del blog, dove gli unici o meglio l'unico argomento, il leitmotiv è sempre lo stesso, ovvero gli arbitri e la Juve che vince solo grazie agli errori arbitrali.
Mi ha fatto effetto vedere l'articolo pre derby d'Italia, non scritto da un pinco pallino, ma dal creatore del blog che recitava:"Cristiano Ronaldo o l'arbitro Rocchi:chi temere di più?. Cosa dire davanti ad un articolo del genere.
Fino alla scorsa giornata gli arbitri costituivano una postilla perché il mantra è sempre lo stesso, se si vince è perché si è più forti, più belli, più cazzuti, appena cominciano le partite serie (e con esse le prime sconfitte), ecco che si tira in ballo, l'arbitro, il palazzo i complotti.
Qualcuno ha anche provato ad indignarsi sulla espulsione di Sanchez, tirando come sempre in ballo gli altri, ma ieri per esempio a Ferrara e' accaduto lo stesso per Strefezza.
Si chiudono però entrambi gli occhi quando è un proprio giocatore a macchiarsi di brutti falli, li si minimizza o si fa finta di nulla, come per la mancata espulsione di Barella in Inter Udinese per un fallaccio (è nelle sue corse) su De Paul, proprio quel De Paul che poco dopo, provocato, verrà espulso. Ma si sa, l'unico assassino in serie A è Chiellini.
Ma torniamo a noi.
Anche dopo una partita come quella di ieri ecco che il buon Entius ha il coraggio di terminare l'articolo post derby d'Italia parlando dell'arbitro e reclamando un paio di rigori. Non so dove e quando li abbia visti, ma di certo la mano di Godin su Dybala (per me non è rigore), ma soprattutto il rovinoso tamponamento di Brozovic su Betancourt non rientrano negli errori del buon Rocchi. Senza dimenticare che Skriniar ha fatto falli su tutti e non sempre banali, ma ha finito la partita immacolata.
Ancora una volta dimostrate la mancanza di sportività, quella sportività sbandierata come prerogativa del blog. Non vi ho mai visto ammettere una sconfitta o una mancata vittoria senza se e senza ma, con i se ed i ma che sappiamo benissimo a cosa alludano.
Mi piacerebbe sapere chi per voi è un arbitro gradito. Non credo davvero ne esista uno su questa terra.
Non esiste oggi e non esisterà mai.
Mi sarebbe piaciuto parlare di calcio, quello giocato, quello vero, di Dybala, di Sensi, di Conte, dell'Inter, di Marotta, di Paratici, ma credo non interessi a nessuno.
Pertanto chiudo con le testuali parole rilasciate alla vigilia della partita da una persona a voi molto cara e molto vicina:"Vince sempre il migliore, aldila' degli episodi".

Gaetano ha detto...

P.S. Ho dimenticato di completare il pensiero sui due episodi mensionati a sfavore Juve.
A parti invertite, anche la sola mano di Godin avrebbe sollevato un putiferio.
Zoom sulla mano, intensità del tocco sul bacino, interrogazione sulla persona deputata a visionare le immagini con relativa cronostoria di tutti gli episodi dalla stessa giudicati a vs.sfavore in occasione di precedenti partite.
Per l'episodio su Betancourt lasciamo perdere, sarebbe scattata la solita petizione.

Nicola ha detto...

@Gaetano. Ce ne faremo una ragione della tua assenza e cercheremo di fare a meno delle tue perle di saggezza. Tanto passi di qui solo quando ti conviene...

Alex ha detto...

Come volevasi dimostrare. L'ho già scritto ieri, gli intertristi mettono le mani avanti. Se hanno perso è sicuramente colpa dell'arbitro, mai della loro squadra di merda.

Pippo ha detto...

@Nicola @Entius. Ma alla fine Rocchi, l'uomo nero ,è stato determinante per la vostra sconfitta ? Si o no ?

Pippo ha detto...

Mi era sfuggito il p.s.
Due rigori a vostro favore?Nessuno a nostro favore ? Falli non fischiati a vostro favore? A' Entius. ....posa il fiasco. Non fa bene bere la sera. La vista si offusca.

Nicola ha detto...

Noto con piacere che i juventini sono ringalluzziti e ovviamente, essendo uno di loro, difendono Rocchi.
Ma dove eravate quando la vostra squadra vinceva per il rotto della cuffia dopo prestazioni di merda?

Entius ha detto...

@Gaetano. Non mi pare che ultimamente si sia parlato solo e soltanto di arbitri. L'ho fatto solo in occasione della sfida contro la Juventus perché la designazione di Rocchi, visti i precedenti con l'Inter, mi lasciava "perplesso" . I fatti non mi hanno dato tutti i torti sebbene l'Inter abbia perso per demeriti suoi.
Devo dire che oltre che passare raramente da queste parti lo fai anche distrattamente. Leggi "Cristiano Ronaldo o Rocchi chi temere di più?" ma ti sfugge "Juve più forte, l'Inter si arrende".
Non ti è sfuggito il PS finale, ma non ti sei accorto che nell'articolo avevo scritto che la Juventus aveva dimostrato di essere più forte e aveva meritato di vincere.
Se leggi solo quello che ti fa comodo non è colpa mia...

Entius ha detto...

@Pippo. Tranquillo, ci vedo benissimo e la mia vista è perfetta. Il problema è vostro perché vedete solo quello che vi fa comodo vedere.

Pippo ha detto...

@Nicola. Io non difendo Rocchi. Non me ne frega niente. Io attacco le cazzate che dici.
@Entius non ero preoccupato per la tua vista. Ho scritto solo. ......posa il fiasco.

Gaetano73 ha detto...

Come scrivo nell'articolo voi nn parlate di arbitri solo non vincete.
Ogniqualvolta nn arriva la vittoria, fosse anche solo un pareggio, ecco che il principale responsabile è l'arbitro.
Continui ancora adesso a ribadire che la conduzione arbitrale conferma i tuoi dubbi. Peccato che tutte le testate, gazzetta inclusa, lo abbiano promosso a pieni voti.
Ho poi scritto che ogni volta che nn vincete meritando la nn vittoria come in qst caso, c'è sempre un se, c'è sempre un ma legato all'arbitro, e qst è dimostrato proprio dal tuo P.S.
Dici a me che leggo quello che mi fa comodo.Io ti dico che tu fai altrettanto citando(sarebbe meglio dire facendo illazioni) fantomatici errori a vs.sfavore ed ignorando l'episodio x esempio su betancurt oppure i tanti falli di skriniar.....li tutto ok.
Ti ho ricordato l'episodio di barella contro l'Udinese perché anche in quel caso minimizzi e scrivi solo quello che ti fa comodo vedendo solo quello che ti va di vedere (altro che Pippo!!!).

Gaetano73 ha detto...

Veniamo al campione.
E meno male che era dei nostri!!!
Nonostante ciò non ha visto un rigore netto su Betancourt, ha ammonito A.Sandro dopo pochi minuti rischiando di condizionarne la partita ed ha concesso a Skriniar di randellare tutti dal 1°all'ultimo minuto letteralmente parlando, visto che al 94°ha fatto volare Ronaldo finendo la partita senza alcun giallo.
Dove ero quando giocavamo di merda e vincevamo? Beh capisco che in qst 10 anni a seguito delle figure di merda (uso il tuo francesismo) epiche della tua squadra tu abbia conseguito una laurea in materia, ma nn credo che le nostre siano state così di merda, ma te lo concedo a seguito del titolo conseguito.
Vincere x il rotto della cuffia giocando male è sempre una gioia doppia pensando al rosicamento di gente come te.Io da signore me ne stavo al mio posto esattamente come fatto quando a fare partite di merda, per di più perdendole, era la tua squadra. Se avessi voluto sfotterti e sbeffeguarti in qst 10 anni, nn avrei piu avuto una vita sociale. Io preferisco godere delle vittorie della mia squadra. C'è chi purtroppo in qst 10 anni ha potuto esclusivamente godere delle sconfitte della mia squadra e x cambiare rotta ha deciso di affidarsi a gente dal comprovato dna bianconero, corrotta, dopata, arrogante ma dalla mentalità vincente acquisita nell'ambiente Juve.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails