ARTICOLI RECENTI

sabato 13 luglio 2019

STORIE DI BIDONI - SAMUEL IPOUA

Acquistati con la fama di campioni in grado di fare la differenza e finiti presto nel dimenticatoio. Sono tanti i bidoni arrivati in Italia preceduti e/o seguiti da grandi titoli di giornali e grandi aspettative dei propri tifosi e andati via senza troppo rimpianti. Elencarli tutti è impossibile, proveremo a ricordarne qualcuno.

SAMUEL IPOUA
Luogo di Nascita: Douala (Camerun)
Data di Nascita: 01/03/1973
Ruolo: Attaccante
Squadra: Torino

Seconda punta veloce di dubbie qualità e goleador del Nizza nella prima metà degli anni 90, Samuel Ipoua fu ingaggiato dall’Inter e poi girato in prestito al Torino quando la squadra granata si trovava in uno dei peggiori momenti della sua storia.
La sua avventura sotto la Mole non era iniziata nel migliore dei modi: s’era presentato al ritiro estivo di Gubbio grasso e claudicante per l’operazione di menisco affrontata senza avvertire né l’Inter né il Torino.
Il camerunense iniziò da titolare affiancando in attacco l’ex cremonese Matjaz Florijancic, ma ben presto il tecnico Mauro Sandreani si rese conto che era meglio valutare delle alternative.
Già a partire dalla gara d’esordio, al “Delle Alpi” contro il Cesena, non ci vuole molto per capire che non andrà molto lontano. E meno male che già a Settembre la società corse ai ripari assicurandosi i servigi di Marco Ferrante, che entrerà nella storia del Torino realizzando oltre 100 reti (tra A e B) con la maglia granata.

Nella stagione 1996/97 Ipoua in Italia giocò 9 gare senza segnare neanche lo straccio di una rete. Il suo bilancio in granata si racchiude in 383 minuti complessivi in campo in cui ha divorato un paio di occasioni d’oro e subito un’espulsione (contro la Salernitana). Per il resto tanta panchina o tribuna.
Pertanto, il 30 Gennaio 1997 si concretizza il suo trasferimento al Rapid Vienna. Lasciata Torino, girovagò per l’Europa tra Austria, Francia, Germania, Belgio e addirittura Lussemburgo, sempre, però, collezionando magre figure.
E pensare che riuscì addirittura a partecipare al Mondiale francese del 1998 con la maglia del Camerun (ancora adesso resta da capire come abbia fatto). Nel 2004, dopo aver fatto il giro d’Europa senza mietere alcun successi, decide saggiamente di ritirarsi.

Se ti è piaciuto l’articolo ISCRIVITI AI FEED per rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti !!!

2 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Un tempo li raccattavamo tutti noi questi bidoni. Sarei curioso di sapere all'epoca chi erano questi acuti osservatori.

Winnie ha detto...

Diciamo che negli anni 80-90 di bidoni ne sono arrivati a flotte. Alcuni hanno solo deluso, altri erano proprio scarsi. Ipoua è stato uno di questi.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails