ARTICOLI RECENTI

domenica 14 luglio 2019

Summer Goal. GLI EFFETTI DELL'ALCOL, IL SINISTRO DI PALANCA E...


 CALCIOMANIA RELOADED 
Forse è il caso che smetta con l’alcol perché i suoi effetti iniziano a farsi sentire in modo preoccupante. Ieri sera sono stato ad una grigliata e devo aver esagerato pesantemente con il vino (anzi, ho sicuramente esagerato) perché ad un certo punto ho dato una sbirciatina ai risultati degli anticipi e mi pare di aver visto Cesena-Milan 2-0 (!!!) e Cagliari-Roma 5-1(!!!). (...) Ma ciò che è peggio è che stamattina, quando pensavo che i fumi dell’alcol fossero svaniti, sono andato a ricontrollare e ho avuto l’impressione di aver visto nuovamente gli stessi risultati. Vabbè, mò aspetto che mi passi l’effetto dell’alcol e nel pomeriggio ricontrollo bene.


 LA PARTITA MEMORABILE 
Serie A - Stagione 1948-49
8 maggio 1949
TRIESTINA-PADOVA 9-1

21' GRILLONE – 22’ Ispiro – 40’ Blason – 46’ Ispiro – 51’ Ispiro – 61’ Ispiro – 63’ Rossetti – 72’ Ispiro – 74’ Rossetti - 90’ Carraro

Triestina: Striuli; Zorzin, Blason, Trevisan, Giannini, Grosso, Rossetti, Carraro, Ispiro, Tosolini, Begni.

Padova: Luisetto, Ballarin, Arrighini, Rolle, Celio, Zanon, Vitali, Beraldo, Checchetti, Ganzer, Grillone
Arbitro: Giuseppe CARPANI di Milano

 PERSONAGGI 
MASSIMO PALANCA
Dopo l’esperienza con Camerino e Frosinone, nella stagione 1974-75 approda al Catanzaro con cui conquista la serie A nella stagione 1975-76. L'esordio in Serie A avvenne il 3 ottobre 1976 in Catanzaro-Napoli, chiusasi sullo 0-0. Fu capocannoniere della Serie B nella stagione 1977-78 con 18 reti, stagione culminata con la seconda promozione personale in massima Serie. L'anno seguente, si laureò capocannoniere della Coppa Italia 1978-1979, trascinando il Catanzaro fino alle semifinali. Sempre in quella stagione, rimasero nella memoria di tutti, catanzaresi e non, le tre reti (di cui una direttamente dal calcio d'angolo) segnate allo stadio Olimpico durante l'incontro con la Roma del 4 marzo 1979, finito 3-1 per i giallorossi di Calabria.
Il gol segnato direttamente dalla bandierina non è casuale: in carriera ne ha segnati 13, tutti col piede sinistro. Nella stagione più fortunata per la squadra calabrese (7º posto nel campionato di Serie A 1980-81), segnò 13 reti, risultando il miglior marcatore del campionato dietro a Pruzzo.
Successivamente giocò nel Napoli, nel Como, ancora nel Napoli e poi nel Foligno, prima di chiudere la carriera a Catanzaro dove in quattro stagioni segnò 47 gol in 126 partite.
In totale, nella sua carriera, ha collezionato nei campionati professionistici 478 presenze e 186 gol. In seria A vanta 147 presenze e 39 gol. 36 sono state invece le presenze in Coppa Italia, con 22 gol.

 LE ULTIME PAROLE FAMOSE 
Solita conferma: Il fallo da dietro e' da espulsione(Corriere dello Sport, 1998) 

 LA FOTO 
FRANCESCO BAIANO - GIUSEPPE SIGNORI - ROBERTO RAMBAUDI.
Il tridente del Foggia di Zemanlandia, stagione 1990-91

 TWITTANDO 



Se ti è piaciuto l’articolo ISCRIVITI AI FEED per rimanere sempre aggiornato sui nuovi contenuti !!!

3 commenti:

Simone ha detto...

Il mitico baffo Palanca. Ne ho sempre sentito parlare, anche se non l'ho visto giocare. Aveva un piede sinistro favoloso.

Anonimo Romanista ha detto...

Tre gol all'Olimpico contro la Roma. Mio padre ancora non si è ripreso… :-) :-) :-)

Stefano ha detto...

Che tridente Baiano-Signori-Rambaudi!!! Quel Foggia era una signora squadra. Peccato che, come spesso succede, i giocatori più forti vanno poi in altre squadre.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails