GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 28 settembre 2017

SORPRESA BAYERN, ESONERATO ANCELOTTI

Il Bayern Monaco ha esonerato Carlo Ancelotti. Il comunicato ufficiale è arrivato attorno alle 16, dopo una profonda riflessione del club tedesco in seguito alla pesante sconfitta in Champions contro il Psg. Al posto del tecnico italiano prenderà la guida della squadra Willy Sagnol. "Fin dall'inizio della stagione le performance della squadra non sono state all'altezza delle nostre aspettative", si legge nel comunicato del club.
Impossibile continuare assieme. Il comunicato del club non ha lasciato dubbi: la storia di Carletto con il Bayern era arrivata ad una conclusione: "Le performance della nostra squadra sin dall'inizio della stagione non hanno soddisfatto le aspettative del club. La partita di Parigi ha dimostrato chiaramente che ci dovevano essere delle conseguenze", ha detto Karl-Heinz Rummenigge, Ceo del club. "Abbiamo avuto un incontro con Carlo, in cui era presente anche Salihamidzic e abbiamo informato Ancelotti della nostra decisione di non proseguire assieme".
Per la prima volta in carriera, Ancelotti si è trovato costretto a far fronte alle difficoltà nella gestione dello spogliatoio. Sfiduciato già da qualche settimana sia dalla dirigenza (soprattutto da Hoeness) e da alcuni giocatori. Le frizioni con Robben vanno ad aggiungersi a quelle recenti con Ribery, Lewandowski e Müller. I senatori della squadra, non proprio gli ultimi arrivati. Una spaccatura non risanata dentro e fuori dal campo.
Una situazione insostenibile al rientro a Monaco di Baviera, tanto da obbligare il club a un vertice d'urgenza per decidere la strategia da adottare. Ancelotti ha pensato alle dimissioni, ma alla fine le parti hanno convenuto per un esonero precoce, prima di Natale, che al Bayern mancava dal 1991.
Al posto di Ancelotti la panchina è stata affidata, ad interim, a Willy Sagnol, francese classe '77, che col Bayern ha giocato dal 2000 al 2009. Era il vice di Ancelotti. Oltre a Carletto, il Bayern ha dato il benservito anche a tutto lo staff del tecnico italiano: lasciano la Germania, quindi, il figlio Davide, Giovanni Mauri, Francesco Mauri e Mino Fulco.
Sul mercato tedesco è libero Tuchel, ma secondo tutti i media tedeschi l'idea del Bayern è di aspettare la fine della stagione per ingaggiare l'attuale tecnico dell'Hoffenheim, Julian Nagelsmann, classe '87.
Carlo Ancelotti è l’ennesimo allenatore fatto fuori dallo spogliatoio. Segno evidente che puoi essere il migliore allenatore del mondo (e Ancelotti è sicuramente tra i migliori), ma se la squadra decide di farti fuori, non puoi fare altro che raccogliere le valigie e tornartene a casa. Nel caso del tecnico di Reggiolo, aveva contro i senatori della squadra: impossibile andare avanti.
Da domani l’ex tecnico di Milan, Chelsea, Psg e Real Madrid si guarderà attorno, in attesa di una chiamata che lo riporti di nuovo nel giro. Le pretendenti non mancano, dal Milan che ha già messo in discussione Montella, alla Cina, passando per quella Nazionale Italiana che forse sarebbe il giusto epilogo per una carriera fantastica ricca di trofei e soddisfazioni. Non rimane che attendere.

3 commenti:

Theseus ha detto...

Esonero inevitabile. Il problema non è la sconfitta con il Paris Saint Germain come vogliono farci credere ma l'aria ormai pesante che si respira all'interno dello spogliatoio. Io credo che Carletto non abbia particolari colpe, hanno fatto tutto giocatori e società.

Pakos ha detto...

Assolutamente. Ancelotti non ha colpe. Lo spogliatoio l'ha scaricato e la dirigenza (che in questi casi dovrebbe sostenere l'allenatore) ha fatto altrettanto. Inevitabile questo epilogo.

Michele ha detto...

Dubito che torni al Milan... Più probabile che alleni la Nazionale. Quella italiana o una che gli offra un buon contratto.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails