GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 27 settembre 2017

NAPOLI-ROMA-JUVE: TRIS VINCENTE (Appunti sparsi sulla Champions League)

Dopo la prima deludente giornata, pronto riscatto delle squadre italiane tutte e tre vittoriose. Il Napoli si è sbarazzato facilmente del Feyenoord con un comodo 3-1 (Insigne, Mertens e Callejon i marcatori con Reina che sul 2-0 para un rigore a Toornstra). Vittoriosa anche la Roma che ha battuto 2-1 il Qarabaq in terra azera (Manolas e Dzeko chiudono la pratica nel primo quarto d’ora). Fatica ma ottiene i tre punti anche la Juventus, vittoriosa per 2-0 (Higuain e Manduzkic i marcatori).

Se il Napoli ha vinto il scioltezza senza faticare troppo (il Feyenoord si è rivelato ben poca cosa) e correndo pochi brividi (forse solo uno, il rigore che poteva riaprire il match e che Reina ha neutralizzato), non possiamo dire lo stesso della Juventus che contro un Olimpiakos in crisi (ha da poco sostituito l’allenatore) è riuscita a sbloccare il match solo al minuto 70 e dopo aver corso qualche rischio di troppo. Di sicuro tutte e tre le nostre squadre hanno le carte in regola per essere protagonisti in questa manifestazione (compito però arduo per una Roma che dovrà contendere la qualificazione a Chelsea ed Atletico Madrid).
La partita più divertente è stata Borussia Dortmund-Real Madrid (finita 3-1 per le merengues). Occasioni da una parte e dall’altra e sfida che avrebbe meritato di finire in parità. I tedeschi rimangono a zero punti e mettono a serio rischio la qualificazione (solo 7 volte su 77 chi aveva zero punti dopo 180 minuti è riuscito poi a qualificarsi).

Wissam Ben Yedder del Siviglia e Henry Kane del Tottenham portano a casa il pallone grazie alle triplette realizzate contro Maribor e Apoel Nicosia. Tra l’altro l’attaccante inglese è attualmente il capocannoniere della manifestazione con cinque reti in due gare.

Pesante il 3-0 rimediato dal Bayern Monaco al Parco dei Principi dal Paris Saint Germain che ci mette due minuti a portarsi in vantaggio. La formazione di Ancelotti sta attraversando un periodo di scarsa forma e appare una lontana parente della squadra apprezzata fino alla scorsa stagione.

Combattuta Atletico Madrid-Chelsea con i padroni di casa che passano in vantaggio nel primo tempo con un rigore realizzato da Griezmann. I Blues pareggiano al 60esimo con Morata (ex della sfida avendo giocato con i colchoneros fino a 15 anni) e in pieno recupero trovano con Batshuayi il gol che vale i tre punti.

Vittoria per il Basilea che non vinceva in Champions League da 10 partite. Il 5-0 con cui si sbarazza del Benfica rappresenta anche la vittoria più larga mai ottenuta dagli svizzeri nella competizione. Emozionante vedere in campo Julio Cesar, oggi estremo difensore dei portoghesi. Peccato per il pokerissimo rimediato.

La sorpresa e la delusione dopo 180 minuti arrivano entrambe dal gruppo G, dove il Besikstas è capolista con sei punti e il Monaco è fanalino di coda con un punto. I turchi dopo aver sbancato Oporto con un secco 3-1, ieri sera hanno battuto 2-0 il Lipsia. Falcao e compagni invece dopo aver pareggiato 1-1 a Lipsia, hanno rimediato un pesante 3-0 casalingo dal Porto di Sergio Conceicao.


2 commenti:

Anonimo Romanista ha detto...

Piccola nota. La Roma non vinceva in trasferta in Champions League da sette anni...

Stefano ha detto...

Ed erano sei anni che le italiane non facevano tris in Champions League.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails