GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 15 giugno 2016

HAMSIK-SHOW: SLOVACCHIA PRIMA STORICA VITTORIA - STANCU ILLUDE LA ROMANIA

EUROPEI DI CALCIO “FRANCIA 2016” – GIRONE B
RUSSIA-SLOVACCHIA 1-2
32’ Weiss – 45’ Hamsik – 80’ Glushakov

RUSSIA (4-2-3-1) Akinfeev; Smolnikov, V.Berezutski, Ignashevich, Schennikov; Golovin (dal 1' s.t. Glushakov), Neustader (dal 1' s.t. Mamaev); Shatov, Smolov, Kokorin (dal 30' st Shirokov); Dzyuba. (Lodygin, Guilherme, Shishkin, A. Berezutski, Kombarov, Yusupov, Ivanov, Samedov, Torbinski). All.: Slutsky.
SLOVACCHIA (4-3-3) Kozacik; Pekarik, Skrtel, Durica, Hubocan; Kucka, Pecovsky, Hamsik; Mak (dal 35' s.t. Duris), Duda (dal 22' s.t. Nemec), Weiss (dal 27' Svento). (Mucha, Novota, Salata, Gyomber, Skriniar, Gregus, Hrosovsky, Stoch, Sestak). All.: Kozak.
ARBITRO Skomina (Slovenia).

Prima storica vittoria agli Europei per la Slovacchia, che cancella la sconfitta dell’esordio superando 2-1 la Russia nel Gruppo B e si mette in corsa per la qualificazione agli ottavi di finale. E’ invece un ko pesante per la squadra di Slutsky che rischia seriamente di andare a casa per colpa di un fuoriclasse come Hamsik: ispira il primo gol e poi inventa il raddoppio.
La Slovacchia inizia la partita a gran ritmo, mettendo in difficoltà fin dai primi minuti i russi, costretti sulla difensiva. Al 32esimo la Slovacchia passa a condurre: Hamsik apre sulla sinistra dell'area per l'incursione di Weiss, che stoppa perfettamente il pallone, sterza e con un bel tiro a giro batte Akinfeev sul secondo palo per l'1-0.
Proprio quando le due squadre stanno per rientrare negli spogliatoi, Hamsik prende la palla dalla sinistra dell'area, fa una finta portandosi la palla sul destro e con un tiro di rara bellezza la manda prima a colpire il palo più lontano, poi imparabilmente in rete alle spalle di Akinfeev per un 2-0 che stende la Russia anche nel morale.
Il gol del centrocampista è anche il primo in assoluto nella storia di un giocatore del Napoli agli Europei.
Nella ripresa diminuisce l'intensità della gara, e la Russia riesce a riaprirla all'80esimo: il neo-entrato Glushakov riceve un cross dalla sinistra di Shatov e con un preciso colpo di testa insacca sul secondo palo.
Sotto di un gol, la Nazionale di Slutsky ci prova fino alla fine, ma gli attaccanti russi sono però imprecisi sotto porta, e alla fine la Slovacchia può festeggiare la prima storica vittoria agli Europei. I russi si giocheranno tutto nel match finale contro il Galles.

EUROPEI DI CALCIO “FRANCIA 2016” – GIRONE A
ROMANIA-SVIZZERA 1-1
18' Stancu (rig.) - 57' Mehmedi

ROMANIA (4-2-3-1): Tatarusanu; Sapunaru, Chiriches, Grigore, Rat (61' Filip); Pintilii (46' Hoban); Prepelita, Torje, Stancu (83' Andone), Chipciu; Keseru.
A disp.: Lung, Pantilimon, Gaman, Matel, Moti, Popa, Sanmartean, Stanciu, Alibec.
All.: Iordanescu.
SVIZZERA (4-3-3): Sommer; Lichtsteiner, Djourou, Schar, Rodriguez; Behrami, Dzemaili (81' Lang), Xhaka; Mehmedi, Seferovic (63' Embolo), Shaqiri (89' Tarashaj).
A disp.: Burki, Hitz, Elvedi, Moubandje, Von Bergen, Fernandes, Frei, Zakaria, Derdiyok.
All.: Petkovic.
ARBITRO: Sergej Karasev.

Dopo la beffa nell’esordio contro i padroni di casa, la Romania impatta per 1-1 contro la Svizzera di Petkovic. Un punto fondamentale, per affrontare con più tranquillità l'ultima partita del girone,, contro l'Albania, mentre gli elvetici affronteranno la Francia. Decidono le reti di Stancu, su calcio di rigore, e di Mehmedi, lasciato completamente solo dai difensori rumeni. In occasione del rigore per la Romania grossa ingenuità dello juventino Lichtsteiner, che trattiene a lungo per la maglia il rivale Chipciu.
Il terzino destro della Juventus (forse perché invidioso del suo collega Evra) al 18esimo provoca il fallo da rigore che l’arbitro concede giustamente. Dagli undici metri trasforma, spiazzando Sommer, Stancu. In apparenza la Svizzera appare comunque più sciolta, ma la Romania si concede una libertà di costruzione che non aveva contro i Bleus, facendo valere anche un tasso tecnico non trascurabile soprattutto nelle fasce dove Chipciu e Torje muovono con autorevolezza.
Dopo il pari sfumato per l'errore di testa di Dzemaili da posizione ideale al 39esimo del primo tempo, la Svizzera si presenta più determinata nella ripresa. E trova il gol del pari. La rete la sigla Mehmedi con un diagonale al volo di sinistro sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Tatarusanu, comunque impeccabile, non ci può fare nulla. L'1-1 finale lascia quindi aperte le possibilità di qualificazione ad entrambi, anche se premia sicuramente più gli elvetici, che difendono così il secondo posto nel girone A in attesa di un risultato positivo dalla sfida tra Francia ed Albania.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Le rumene son tutte troie !!!

Theseus ha detto...

Grazie della prestazione informazione di cui, almeno personalmente, non ce ne importa una beata mazza (scusate il francesismo, ma era doveroso)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails