GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 6 gennaio 2016

IL CECCHINO ICARDI NON PERDONA, LA LEGGE DELL'UNO-A-ZERO NEMMENO

Serie A 2015-2016 – 18^ Giornata
EMPOLI - INTER 0 - 1
46’ pt ICARDI

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Laurini, Costa, Barba, Mario Rui; Zielinski, Paredes (dal 42' s.t. Piu), Buchel (dal 19' s.t. Croce); Saponara; Pucciarelli, Maccarone (dal 19' s.t. Livaja).
A Disposizione: Pugliesi, Pelagotti, Cosic, Camporese, Zambelli, Bittante, Maiello, Diousse, Krunic.
All. Giampaolo.
INTER (4-3-3): Handanovic; D'Ambrosio, Miranda, Murillo, Nagatomo; Brozovic, Medel, Kondogbia (dal 35' s.t. Guarin); Perisic, Icardi (dal 41' s.t. Jovetic), Ljajic (dal 45' s.t. Juan Jesus).
A Disposizione: Carrizo, Montoya, Santon, Ranocchia, Gnoukouri, Telles, Palacio, Biabiany, Manaj.
All. Mancini.
ARBITRO: Celi di Bari.

Parte bene il nuovo anno per l’Inter che ancora una volta mette insieme l’1-0 e una partita giocata così così e porta a casa il massimo risultato col minimo sforzo. Contro una delle formazioni più in forma del momento (e che ci ha messo parecchio in difficoltà) decide Icardi, che si conferma implacabile sottoporta buttando dentro una delle poche palle buone che sono passate dalle sue parti.
Mancini stavolta non fa grosse sorprese. L’unica novità rispetto alla formazione ipotizzata alla vigilia è Nagatomo sulla corsia sinistra, mentre Kondogbia vince il ballottaggio con Guarin per una maglia da titolare a centrocampo.
L’Empoli parte da padrone del campo cercando di imporre subito il proprio gioco fatto di reparti stretti e possesso di qualità. La prima conclusione in porta arriva dai piedi di Maccarone che batte una punizione dal limite (conclusione non irresistibile) e trova un attento Handanovic.
Altra nitida occasione, nata dai piedi di Pucciarelli, che scappa sul filo del fuorigioco e con un pallone all’indietro assiste Zielinski che di destro sfiora il palo alla sinistra dell’estremo difensore nerazzurro.
La prima frazione è di chiara marca toscana, mentre l’Inter fa fatica a rendersi pericolosa dalla parti di Skorupski. Ma allo scadere del primo tempo i nerazzurri colpiscono all’improvviso. Ljajic smista coi i tempi giusti il pallone sulla sinistra per Perisic che nell’uno contro uno riesce a superare Laurini, palla sul primo palo e tap-in inevitabile di Mauro Icardi. Primo tiro in porta e vantaggio nerazzurro. Ancora una volta gli uomini di Mancini si dimostrano cinici e freddi nei momenti decisivi della partita. Andare all’intervallo in vantaggio è un colpaccio non da poco.
In apertura di ripresa l’Inter sfiora la conclusione in rete con Ivan Perisic. Pronta risposta dei padroni di casa che sfruttando una disattenzione di Nagatomo mandano Saponara al tiro, fermato soltanto dalla grande risposta del sempre presente Handanovic (il migliore in campo dei nerazzurri).
Le occasioni da un lato e dall’altro non mancano. Mario Rui stoppa Ljajic, protagonista di un calcio di rigore in movimento, con conseguente tiro di poco fuori di Brozovic che aveva raccolto la respinta. Dall’altro lato Zielinski sfrutta una indecisione di Murillo per tentare la giocata ma incrocia troppo la traiettoria, non trovando neanche la porta avversaria.
L’Empoli non sembra voler arrendersi e anzi Giampaolo butta dentro due forze fresche, Livaja e Croce. I toscani si riversano nella metà campo nerazzurra dimostrando ancora una volta di essere in un momento estremamente favorevole condito da estrema fiducia. L’Inter soffre ma non prende particolari rischi, Mancini nel finale rinforza la difesa con Juan Jesus. E alla fine l’Inter porta a casa tre punti preziosissimi.
Per la nona volta in queste prime 18 giornate l’Inter ottiene i tre punti grazie ad un 1-0 che sta ormai diventando un marchio di fabbrica. E ora ha ritrovato anche i gol di Maurito Icardi.Il capitano nerazzurro ha firmato l’ottavo gol in campionato, il quinto nelle sue ultime cinque presenze, arrivato peraltro al dodicesimo tiro nello specchio in questo campionato. Un cecchino preziosissimo che si trova perfettamente a proprio agio in questa Inter tutta cinismo e sostanza. Con buona pace di avversari e giornalisti che continuano a chiedersi come sia possibile che questa Inter sia in testa al campionato. FORZA INTER !!!

21 commenti:

Winnie ha detto...

Brutti? Cinici? Inguardabili? Senza gioco? E cosa importa. Finché siamo vincenti va tutto bene. Salutate la capolista, signori.

Anonimo ha detto...

Vittoria rubata. C'era un rigore per l'Empoli nel primo tempo e uno sempre per l'Empoli nella ripresa. Ma questo tu non lo scrivi.
Ah, già. I ladri sono sempre gli altri. Chissà che polemiche se al posto dell'Inter c'era la Juventus. Ma per fortuna voi siete onesti.

pippo ha detto...

sorvolando sul fatto che,se gli episodi riguardano alcune squadre,l'articolo si imposta sugli episodi,se invece riguarda altre,nemmeno vi si fa accenno,amche solo per confutarli come ha fatto mancini(in modo un po' goffo),la verità è una sola(anche per quel che riguarda il"gioco"dell'inter): IL CAMPO HA SEMPRE RAGIONE.SEMPRE.

Entius ha detto...

Quello del primo tempo non mi sembra rigore. Più netto il fallo della ripresa, anche se non mi sembra clamoroso. Diciamo che poteva starci e se l'avesse fischiato nessuno avrebbe avuto da ridire.
Al momento di scrivere l'articolo mi sono sfuggiti i due episodi ma non è stato un'omissione volontaria.

Nerazzurro ha detto...

Il popolo juventino che si lamenta per presunti rigori non dati all'Empoli è al limite del ridicolo. Vorrei sottolineare che ad Empoli un mesetto fa la Juventus ha vinto grazie ad un gol in fuorigioco. Giusto per rinfrescare la memoria...

pippo ha detto...

per correttezza ,la juve non ha vinto per un gol in fuorigioco visto che stava già vincendo 2-1 e che l'empoli non ha segnato fino alla fine.Diversamente i 2 rigori negati all'empoli con l'inter erano sullo 0-0 e sull'0-1.va detto anche che rigore non vuol dire gol e che handanovic li avrebbe potuti parare entrambi.Comunque una certa differenza c'è.....
Resto comunque della mia opinione : IL CAMPO HA SEMPRE RAGIONE.SEMPRE.Penso che anche tu @NERAZZURRO sia daccordo(speriamo che mark non mi riprenda anche su questa univerbazione)........o no?
Noto però che t'è tornata l'euforia.Per dirla con le tue parole CHISSA COME MAI,,,,,,

pippo ha detto...

chissà

Mark della Nord ha detto...

Sei tu quello che mette in evidenza gli "strafalcioni" altrui, e poi ti lamenti se io faccio notare i tuoi.
Comunque, visto che mi hai citato e tanto per la cronaca, l'univerbazione di cui scrivi l'avrebbe fatta chi si è scelto quel nick e non tu, che l'hai soltanto ricopiato.
Per il resto:
1) Il goal del 3-1 (in fuorigioco), a meno di 10 minuti dalla fine dell'incontro, ha tagliato le gambe all'Empoli, che stava spendendo tutte le energie residue nel tentativo di pareggiare. Pertanto non potremo mai sapere come sarebbe finita la partita se quel goal fosse stato annullato, come doveva essere: magari terminava ugualmente 3-1, o magari 2-1, oppure 2-2 al 94', chi può dirlo.

2) In Empoli-Inter, sullo 0-0, non c'era alcun rigore: quella di Maccarone è stata una simulazione; non certamente nettissima come quella di Vasquez, a Palermo, che determinò l'ingiusta espulsione di Murillo e consequenziale falsamento della partita, che si sarebbe anche potuta vincere (o perdere), o chiara come quella del giocatore del Napoli che costò l'espulsione a Nagatomo, ma pur sempre una simulazione (che avrebbe dovuto essere sanzionata).
Il rigore (e relativa espulsione) c'era, semmai, sullo 0-1, per il fallo di Murillo.
Tale rigore fa, comunque, il paio tanto con quello solare non assegnato a Genova per fallo su Manaj (all'ultimo minuto di recupero) quanto con quello non dato contro la Lazio (sull'1-1).
I rigori, in ogni caso, come giustamente hai fatto notare, bisognerebbe poi realizzarli.

3) L'euforia di cui scrivi non può essere tornata per il semplice motivo che qui non c'è mai stata.
Perfettamente consci dei limiti della squadra (che il mercato di riparazione potrebbe soltanto correggere, e in parte, non eliminare) si resta tutti coi piedi ben saldi alla terra, consapevoli che l'obiettivo primario resta l'accesso ai gironi di Champions.

pippo ha detto...

1.quando parlo di univerbazione parlo della parola daccordo ,non capisco a quale nick ti riferisci.comunque il riferimento mi sembrava ironico considerato che la precedente annotazione su "daltronde" come ti ho spiegato non era uno.....strafalcione ma semplicemente una forma meno comune come da dizionario di ortografia e pronuncia (ma forse non hai letto la mia risposta alla discussione precedente) .
2.su tutto ciò che riguarda empoli e le partite con juve e inter mi viene da ridere e da commentare che le tue interpretazioni sono proprio da.....interista.Dunque Pucciarelli ha simulato,murillo sul secondo rigore non andava espulso,allan ha simulato,c'era il rigore su manaj,c'era il rigore con la lazio,non c'era il rigore per il carpi(matos ha sicuramente.....simulato),non c'era l'inversione della rimessa laterale dalla quale è nato il gol di jovetic con l'atalanta,non parliamo delle espulsioni di felipe melo........ma sicuramente l'empoli avrebbe segnato al 94' con la juve,quindi il gol in fuorigioco è inequivocabilmente....decisivo.
poveri interisti vessati dal mondo intero ,sempre danneggiati,con la federazione contro(quella stessa federazione alla quale vi siete svenduti).
come già detto in altro post ,vi piace troppo il rumore dei nemici,fa parte del vostro dna,si chiama SENTIMENTO POPOLARE e so che non ci si può far niente,è una tentazione troppo forte .

pippo ha detto...

per concludere:
1.il mio pensiero rimane lo stesso....IL CAMPO HA SEMPRE RAGIONE e quindi l'inter è lì meritatamente.Punto.Mi dà fastidio(ma nemmeno tanto)l'atteggiamento del sentimento popolare....
2.sull'euforia scrivevo in risposta a nerazzurro e lui sa cosa aveva scritto.....riconosco che gli interisti si mantengono giustamente e scaramanticamente....prudenti.

Mark della Nord ha detto...

Non avevo letto la tua risposta al mio post del 23/10/2015 (l'ho fatto adesso,
dopo che me ne hai dato notizia) essendo arrivata 12 giorni dopo (!!) e, quindi,
avendo completamente dimenticato la questione.
Per tornare a 15 giorni fa, della forma in cui hai scritto quella locuzione avverbiale ne viene decisamente sconsigliato l'uso dal sito da te consultato
(http://www.accademiadellacrusca.it/it/lingua-italiana/consulenza-linguistica/domande-risposte/unite-separate), mentre tutti i più importanti
dizionari della lingua italiana (Zingarelli, Devoto-Oli, De Mauro, Garzanti,
Sabatini-Coletti, Treccani, UTET) non la riportano nemmeno.
L'unico dizionario che ne accetta l'impiego, quantunque come "forma meno comune", è quello da te citato il quale, con una scelta assolutamente arbitraria (e, comunque, non condivisibile), viene considerato attendibile dall'Accademia della Crusca, mentre la stessa non fa menzione alcuna di quei dizionari (tutti autorevolissimi), prima citati, per i quali tale forma non è corretta.
Pertanto, poiché non v'è motivo di considerare, a meno di validissime e giustificate ragioni (che non sono state esplicitate), e che non siano d'arbitrio, un dizionario più attendibile di altri, io reputo (e continuerò a farlo!) "daltronde" uno strafalcione, così come "daccordo", del resto; e in questa mia determinazione pare sia in buona compagnia.

Per continuare, quella su Platini non era una "boiata" (come scrivi) ma la reltà dei fatti (a quanto pare la considerazione sulla "patente di delinquente" si è rivelata esatta).
Ripeto che qui nessuno è "nervoso", e non vi è alcun "clima elettrico": siamo
sempre con i piedi per terra, come già ho avuto modo di scriverti.
"Farsopoli", come ancora, nostalgicamente, ti ostini a chiamarla, non esiste più:
ora, dopo le sentenze sportive e penali definitive è, ufficialmente, "Calciopoli", con buona pace degli juventini tutti, anche dei più intransigenti e negazionisti (se non ricordo male, subito dopo il verdetto della Cassazione un noto sito integralista ha chiuso i battenti; che vuoi farci: sic transit gloria mundi).
Accetto di buon grado (e ringrazio per il pensiero carino), anche se in ritardo, gli auguri che mi hai inviato; che, però, non mi sento di ricambiare: ti chiedo scusa, ma mi riesce difficile augurare un anno buono ad uno che tempo fa, citando le parole di un noto personaggio letterario, ha fatto l'apologia della mafia.
No, proprio non ce la faccio: sarà un mio limite.

Per venire, ora, all'ultimo post, avevo considerato come univerbazione il termine
"nerazzurro": da qui il conseguente equivoco.
Poi:
- Pucciarelli non ha simulato: se avessi letto con più attenzione quello che ho
scritto ho ammesso che c'era rigore ed espulsione di Murillo.
Per la simulazione mi riferivo a Maccarone (che avrebbe dovuto essere ammonito
al posto di Murillo).
Pertanto la punizione dal limite era inesistente.
Per il resto, forse c'era il rigore per il Carpi, sicuramente non c'era l'inversione della rimessa contro l'Atalanta.
Per quanto riguarda, infine, il "sentimento popolare", non ho proprio capito cosa hai voluto dire: misteri del calcio.

pippo ha detto...

dunque la scelta dell'accademia della crusca(e del DOP) è....arbitraria mentre quello che tu reputi è.....inequivocabilmente corretto.
così come "forse" c'era il rigore per il carpi e non c'era assolutamente l'inversione della rimessa all'ultimo minuto con l'atalanta.
E' vero "voi siete proprio ......diversi"
p.s. quello che dicevo circa il romanzo di Sciascia non era assoutamente "apologia della mafia",purtroppo ti limiti a interpretare la lettera e non il .......senso delle cose. Pazienza.

pippo ha detto...

Il DOP,il più grande e completo dizionario di ortografia della lingua italiana,deve proprio essersi sbagliato.(?!) La vera differenza è che quella forma è "meno comune" nell'italiano contemporaneo e per questo non riportata dai vocabolari citati. SICURAMENTE nè daltronde,nè daccordo possono dirsi strafalcioni e aborro che vengano paragonati a "i juventini"ahahahahahah.....

Anonimo ha detto...

Pippo, non voglio entrare nel merito di tutte le questioni altrimenti non la finisco più. Ma ho avuto modo di vedere e rivedere questa pseudo rimessa invertita in Inter Atalanta. C'è un video inequivocabile su youtube che, dopo la partita, smaschera anche quella "signorina" della Ilaria D'Amico che affermava in maniera INEQUIVOCABILE l'errore sulla rimessa laterale, quando al contrario le immagini, altrettanto INEQUIVOCABILMENTE, confermavano la correttezza dell'assegnazione della stessa a favore dell'Inter. Infatti Boban, famoso interista del passato, era notevolmente perplesso sulla sicurezza mostrata al riguardo dalla D'Amico. Quindi Pippo se proprio ci tieni a spiattellarci l'elenco degli aiuti arbitrali a favore dell'Inter, almeno cita quelli in cui sei ragionevolmente sicuro di non farci una ben misera figura. Non andare dietro alle chiacchiere del Tuttosport o del blog juventino di turno. Per la serie, nessuno dell'Atalanta protesta, men che meno il giocatore più vicino all'azione che avrebbe dovuto reclamare la rimessa laterale.
Juan

Mark della Nord ha detto...

L'Accademia della Crusca che, in ogni caso, ricomprende "d'altronde" e "d'accordo" tra quelle "Parole o espressioni che devono essere scritte sempre
separate", cita quello che viene riportato soltanto dal DOP (a mio parere a mo' di curiosità), ignorando bellamente che gli altri dizionari (tutti, nessuno escluso), tali espressioni non le citano neppure e, quindi, le considerano inesistenti.
Tra "tutti gli altri dizionari" ve ne sono alcuni (quelli da me elencati) molto
autorevoli e prestigiosi, tra i quali il Treccani (il mio preferito: 5 volumi!) e l'UTET (21 volumi!!).
Pertanto la scelta di riportare unicamente il parere del DOP è assolutamente
arbitraria; e questo in quanto tale scelta manca di qualsivoglia giustificazione.
Non si è premurata infatti, l'Accademia, di spiegarci i motivi per cui ha inteso
escludere quanto riportato da tutti gli altri dizionari.
Per questi motivi io considero (e continuerò a farlo) "daltronde" e "daccordo"
errori di scrittura, quando non "strafalcioni".
Tu continua pure a scrivere tali parole senza l'apostrofo: è una tua scelta.
Ti faccio notare, comunque, che se ho evidenziato il tuo strafalcione è stato
perché tu hai fatto la medesima cosa con Nerazzurro e per ricordarti che nelle
polemiche contano soltanto i fatti, non le parole, corrette o sbagliate che siano.

Per continuare, è cosa assolutamente censurabile nonché riprovevole, qualunque
argomento si stia trattando, citare le parole di un mafioso il quale, avendo le mani lordate di sangue, non merita di appartenere alla categoria degli esseri umani.
Tu, invece, riportando le parole di Don Mariano, devi aver ritenuto le stesse altamente significative e/o rappresentative, e quindi hai fatto l'apologia della mafia, come detto prima.
Non c'è bisogno di spingersi oltre: fatto si giustifica da sé.

Per quanto riguarda la "rimessa invertita" in Inter -Atalanta, l'ottimo Juan (che saluto, e al quale ho già fatto pervenire l'invito ad intervenire o proporsi più spesso, specialmente in occasioni simili) ha scritto tutto quello che andava detto (in particolar modo circa le amenità dell'ineffabile nouvelle femme del portierone bianconero, scommettitore incallito), sollevando il sottoscritto dall'obbligo di approfondire ulteriormente l'argomento.

Anonimo ha detto...

Grazie per la stima (ricambiata) Mark, non mancherò di intervenire più spesso qualora se ne presenterà l'occasione.
Juan

Mark della Nord ha detto...

Mi auguro ciò accada, Juan, specialmente quando fanno la loro comparsa certi elementi i quali, sapientemente indottrinati dalla propaganda mediatica (e partigiana), pretendono di stravolgere la realtà raccontandola a modo loro.

pippo ha detto...

Che bel duetto,commovente.La tua risposta mark risulta perfettamente inutile perché continui a non capire il senso di quello che scrivo.pazienza.
A juan dico che non solo tuttosport ma anche gazzetta,corriere,Sky e Mediaset ritennero invertita la rimessa ma naturalmente per voi vale solo la vostra.....opinione.Succede sempre così con gli interisti,infatti il rigore per il carpi forse è rigore,vero mark?Forse....
Sempre vessati dagli arbitri,sempre diversi......ahahahah.Propaganda mediatica.....ahahahah

Mark della Nord ha detto...

La mia risposta sarà "perfettamente inutile" per te, non avevo dubbi in proposito, magari non per altri.
Per il resto meglio non parlare di Sky, Mediaset, Tuttosport, GDS, tutti pro juve e Milan (e contro l'Inter, naturalmente).
E ci aggiungo anche la RAI (vergognosa forse più degli altri).
L'unico che cerca di conservare un minimo di obiettività (senza peraltro riuscirvi sempre) è il Corriere.
Succede questo quando si è proprietari di giornali e televisioni (o si possiedono quote rilevanti).

N.B.: persino un giornale di Bergamo dette ragione all'arbitro nella decisione di non invertire la rimessa: http://www.bergamopost.it/che-succede/inter-atalanta-vista-alla-moviola/


Anonimo ha detto...

Pippo, vuoi continuare a fare brutta figura? Libero di farlo... le immagini ci sono, gli penso che tu li abbia (credo). Non serve l'opinionista di turno di Mediaset, Gazzetta o altro. Basta un pò di buona volontà. Ma da ciò che ho capito l'unico tuo interesse è solo quello di provocare. Perciò ci fai un'ulteriore figuraccia. Non avrai da me alcun'altra risposta. A non risentirci.
Juan

Anonimo ha detto...

Nel posto precedente volevo scrivere: "gli occhi penso che tu abbia (credo)". Errore di battitura.
Juan

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails