GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 24 novembre 2015

ROMA, CHE FIGURACCIA: "SEI" INGUARDABILE!!!

Champions League 2015-2016 – Girone E. Quinta Giornata
BARCELLONA-ROMA 6-1
15’ Suarez – 18’ Messi – 44’ Suarez – 56’ Piquè – 60’ Messi - 77’ Adriano – 91’ Dzeko
BARCELLONA (4-3-3) Ter Stegen; Dani Alves, Piquè (dall'11' s.t. Bartra), Vermailen, Jordi Alba; Rakitic, Busquets (dzl 1' s.t. Samper), Sergi Roberto (dal 19' Adriano); Messi, Suarez, Neymar. (Bravo, Iniesta, Bartra, El Haddadi, Mathieu) All. Luis Enrique
ROMA (4-4-1-1) Szczesny; Maicon, Manolas, Rudiger, Digne; Florenzi (dal 13' s.t. Vainquer), Keita, Nainggolan (dal 1' s.t. Iturbe), Iago Falque; Pjanic (dal 30' s.t. Uçan); Dzeko. (De Sanctis, Castan, Iturbe, De Rossi, Torosidis). All. Garcia
ARBITRO Cakir (Tur)

La Roma ci ricasca. Non è un 7-1, ma poco ci manca. Dopo Manchester United (nell’aprile del 2007) e Bayern Monaco (la scorsa stagione), la Roma incassa un'altra umiliazione in Champions League, perdendo 6-1 con il Barcellona al Camp Nou. Tre gol per tempo, doppietta di Suarez, doppietta di Messi, Adriano e Pique. All'appello manca solo Neymar, che sbaglia anche un rigore.

Poco più che un allenamento. Questo è stato Barcellona-Roma in una serata che teoricamente avrebbe potuto promuovere aritmeticamente agli ottavi di finale i giallorossi in caso di vittoria, grazie al pareggio del Bayer Leverkusen sul campo del Bate Borisov.

La squadra di Garcia invece, come già detto, va incontro ad un'umiliazione incredibile, demolita da un 6-1 che non ammette repliche al cospetto dei campioni d'Europa, che ritrovano Messi al gol (doppietta per lui) 202 giorni dopo l'ultima volta e che esibiscono sul palcoscenico della Champions League un Neymar semplicemente di un altro pianeta e a cui manca solo il gol (sulla rete del 6-0 di Adriano, Szczesny gli para un rigore) e il solito Suarez nelle vesti del cecchino implacabile, a sua volta a segno due volte e semplicemente da applausi con la spettacolare volèe per il momentaneo 3-0. Alla festa partecipano anche Piquè e, come detto, Adriano (uno che in estate è stato ad un passo dal vestirsi di giallorosso), mentre nel finale Dzeko prima sbaglia un rigore da lui stesso conquistato e a tempo scaduto firma la rete della bandiera. Termina "solo" 6-1, ma sarebbe potuta finire anche peggio. 
Il prossimo 9 dicembre, contro il Bate Borisov la Roma deve vincere per centrare l'accesso agli ottavi di finale e, dopo una serata così, sarebbe il minimo per far dimenticare ai tifosi una delle serate più amare della storia recente del club.


Dopo il Real ecco la #Roma. Ormai le avversarie del #Barcellona scendono in campo a fare da spettatori. #BarcellonaRoma #ChampionsLeague
— CALCIOMANIA 90 (@EntiusDRC) 24 Novembre 2015




2 commenti:

Anonimo Romanista ha detto...

Semplicemente inguardabili. Mai in partita, siamo stati sovrastati sotto tutti i punti di vista. Vergognosi!!!

Simone ha detto...

Se per due anni consecutivi rimedi una pesante goleada, forse qualche domanda te la dovresti fare...
Mi sa che l'approccio a certi tipi di partita andrebbe rivisto...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails