GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 2 marzo 2015

ABBIAMO MANCATO UNA GRANDE OCCASIONE (ah, la classifica...)

Stamattina in un impeto di autolesionismo ho dato una sbirciata alla classifica di Serie A nelle prime posizioni. Juventus 57 Roma 48 Napoli 45 Lazio 43 Fiorentina 42 Sampdoria 39 Genoa e Torino 36 Inter 35. Se ieri sera avessimo vinto ora saremmo ad un punto dalla Fiorentina, a quattro dalla Lazio e soprattutto a soli sette punti dal Napoli e quindi dalla Champions League. Nonostante la stagione di merda, nonostante i persi per strada, nonostante le tante prestazioni ad michiam, sarebbe bastato vincere ieri sera per riaccendere velate speranze di qualificazione alla Champions League, considerando che domenica sera andiamo a Napoli e tutto poteva succedere. Ma con i “se” non si va da nessuna parte e volenti o nolenti dobbiamo guardare la cruda realtà e i sette punti di distanza sono ora dall’Europa League.

Anche se il mio pensiero non è condiviso da tutti rimango del parere che ieri sera non abbiamo demeritato. Se Massa avesse dato quel rigore (rivedendolo direi che forse non era netto però poteva starci, al Milan gliene hanno dato di peggiori), se Icardi non avesse sparato sulla traversa, se Palacio avesse dato quella palla ad Icardi. Ok, troppi “se”, perfettamente inutili. Era comunque per dire che sarebbe bastato poco ieri sera per portare a casa la vittoria e quindi essere qui a commentare ben altro risultato con ben altro stato d’animo.
Proprio la prestazione dei nostri ragazzi è l’unica cosa che salvo. Abbiamo giocato bene, abbiamo avuto più occasioni della Fiorentina, ci è mancato solo un pizzico di cattiveria sotto porta e un po’ di fortuna. Certo, è difficile parlare di mancanza di fortuna se Handanovic fa un’uscita scellerata, se Salah solo in area ha tutto il tempo di bersi un caffè e fumarsi una sigaretta prima di tirare e fare gol, se Campagnaro non ne azzecca una, se Kovacic disputa l’ennesima partita sotto tono (ed è un peccato che il ragazzo non riesca a trovare una sua dimensione), se Podolski continua ad essere un corpo estraneo, se Shaqiri entra dopo un’ora di gioco, se Palacio fa l’egoista in area, se… vabbè potrei andare avanti all’infinito.
Rimane il fatto che abbiamo giocato una buona gara, che avremmo meritato il pareggio, che avremmo anche potuto vincere ma che alla fine abbiamo perso anche e soprattutto per demeriti nostri.
Non condanno Mancini per le scelte iniziali. Forse l’unico errore è insistere con Campagnaro e non schierare dal primo minuto D’Ambrosio. Tanto la scelta di Kovacic, quanto quella di Podolski potevano starci. I due hanno giocato una pessima partita, ma alle 18 Mancini ancora non poteva saperlo. Quello che invece Mancini sa perfettamente è che aspettare l’ora di gioco per buttare nella mischia Shaqiri è un lusso che al momento non possiamo permetterci. L’ingresso dello svizzero ha cambiato l’inerzia della partita. Cosa sarebbe successo se fosse entrato ad inizio ripresa o comunque prima? Boh, non è dato saperlo. Magari non sarebbe cambiato nulla. Magari non sarebbe cambiato nulla nemmeno se Massa avesse dato rigore (il rigorista l’avrebbe potuto sbagliare) o se Palacio avesse dato quella palla ad Icardi (Maurito avrebbe potuto tirare fuori o farsi parare il tiro).
Vabbè, inutile piangere sul latte versato. Speriamo che la sconfitta di ieri sera contro la Fiorentina sia stato solo un passo falso e che già da domenica prossima riprendiamo la nostra marcia verso l’Europa. Come ha scritto qualcuno, metterei la firma per avere l’andamento di tre vittorie e una sconfitta da qui fino a fine stagione. Voi no?

 *** Votaci in Net-Parade **

2 commenti:

Nicola ha detto...

Come dici anche tu con i "se" non si va da nessuna parte. Se avessimo vinto ieri sera, se avessimo vinto o pareggiato col Torino, se a Sassuolo avessimo fatto risultato,e via discorrendo.
Purtroppo non è successo nulla di tutto questo.

Anonimo ha detto...

Non sono d'accordo per nulla. Altro che giocare bene, fino al gol di Salah la palla l'abbiamo vista ben poco (il palo di Guarin è stato episodico), nonostante i centrocampisti più tecnici della Fiorentina, ossia Mati Fernandez, Borja Valero e Pizarro, fossero tutti assenti.... è vero che dopo abbiamo attaccato, ma a parte il mancato assist di Palacio ad Icardi, abbiamo sostanzialmente creato piuttosto poco, se consideriamo i problemi di infortuni della Fiorentina e la superiorità numerica.
Juan

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails