GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 23 novembre 2014

INTER, CARICA MANCINI PER SCONFIGGERE IL DIAVOLO

Due settimane fa, dopo il pareggio casalingo contro il Verona per colpa della pioggia, guardavo al derby con preoccupazione e con quella insana consapevolezza di essere preparato al peggio. Non che il Milan fosse (o per meglio dire è) uno squadrone imbattibile. Ma nel gioco del “chi sta messo peggio” noi eravamo decisamente in netto vantaggio.
Dopo due settimane e soprattutto dopo un cambio di allenatore, il mio (anzi il nostro) umore pre-derby è sicuramente in netta crescita. Non ho la pretesa di pensare che vinceremo sicuramente la stracittadina (guai ad esserne convinti, potrebbe portare male), ma rispetto a quindici giorni fa ho la convinzione e la quasi certezza che possiamo giocarcela alla pari e, complice il ritrovato entusiasmo, che venderemo cara la pelle nei 90 minuti di gioco.
I rossoneri questa sera si ritroveranno un’Inter ben diversa rispetto a quella che ha pareggiato in casa col Verona e anche se nessuno lo ammetterà apertamente, nel popolo rossonero c’è sicuramente qualcuno che sta maledicendo questo cambio di allenatore in casa nerazzurra.

Dopo sei anni Roberto Mancini stasera si riaccomoderà sulla panchina nerazzurra. La sua ultima apparizione era stata una piovosa domenica di metà maggio in cui l’Inter si era laureata campione d’Italia per la sedicesima volta. Per il suo grande ritorno in nerazzurro il Mancio avrà un battesimo di fuoco. Iniziare subito col derby non è il massimo, ma il tecnico jesino non è tipo da farsi impaurire da una grande sfida al suo esordio.
Dopo 18 mesi come per magia assisteremo a quella che ormai per noi tifosi nerazzurri era diventato un miraggio: la leggendaria difesa a quattro (ricordate di cosa si tratta vero?). Davanti ad Handanovic infatti la linea difensiva si schiera con quattro uomini. Nagatomo e Dodò saranno gli esterni mentre Ranocchia e Juan Jesus giocheranno al centro col sacrificio di Vidic che si accomoderà inizialmente in panchina. Qualche dubbio a centrocampo con MVila che dovrebbe sostituire lo squalificato Medel davanti la difesa e Guarin e Kuzmanovic a fungere da mezzale. Kovacic infine agirà dietro le punte Icardi e Palacio, ancora alla ricerca del suo primo gol stagionale.
Dall’altro lato un Milan privo di Abate, De Jong e, defezione dell’ultim’ora, anche di Alex.
A maggio fu De Jong a firmare il gol dei rossoneri che decretò la 27esima vittoria del Diavolo nella stracittadina su 80 precedenti giocati considerando il Milan padrone di casa. Nella stagione precedente fu l’Inter ad imporsi per la 31esima volta grazie ad un gol di Samuel dopo pochi minuti. Il pareggio (risultato avvenuto 22 volte) infine è assente da 10 anni, dal 24 ottobre 2004, quando finì 0-0. Nell’unica occasione in cui si è giocato il 23 novembre (nel 2002) fu il Milan ad imporsi per 1-0 con gol di Serginho. Nel 1992 si giocò il 22 novembre e finì 1-1 (fu il famoso derby in cui Antonioli fece una papera su tiro di De Agostini). Stesso risultato 4 anni dopo il 24 novembre quando segnarono Baggio e Djorkaeff.
Tutto azzerato. Stasera sarà un altro derby, un’altra storia. Dal punto di vista tecnico sarà un derby povero con entrambe le squadre alla ricerca di se stesse e per il momento lontane dalle posizioni di vertice, ma non per questo un derby meno importante. Il derby è sempre il derby. E se per la classifica vale solo tre punti, per il tifoso vale molto molto di più. Personalmente sogno un derby come quello dell’agosto 2009, ma mi basterebbe che stasera finisse con una vittoria nerazzurra. Mi va bene anche un gol al 90esimo su un rimpallo fortuito, purché si porti a casa i tre punti. Quale migliore modo per iniziare alla grande la seconda era della gestione Mancini? FORZA INTER !!!

3 commenti:

Matrix ha detto...

Sono anche io convinto che ce la giocheremo. Mi aspetto una bella partita da parte dei nostri ragazzi e se poi riuscissimo a portare a casa i tre punti...

Michele ha detto...

Occhio, in genere a vincere sono quelli sfavoriti e stavolta mi sa che i grandi favoriti siete voi. Quindi...

Winnie ha detto...

X Michele. Sto facendo i dovuti scongiuri...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails