GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 7 ottobre 2012

MURO NERAZZURRO, L'INTER TRIONFA NEL DERBY

Serie A 2012-2013 – 7^ Giornata
MILAN - INTER 0 - 1
3' SAMUEL

Milan (4-2-3-1): Abbiati; Bonera (5' st Abate), Yepes, Mexes, De Scigli (12' Robinho); De Jong, Montolivo; Emanuelson, Boateng, El Sharaawy (25' st Pazzini); Bojan.
A disposizione: Amelia, Zapata, Acerbi, Antonini, Constant, Ambrosini, Flamini, Nocerino, Niang.
All.: Allegri
Inter (3-4-1-2): Handanovic; Ranocchia, Samuel, Juan Jesus; Zanetti, Gargano, Cambiasso, Nagatomo; Coutinho (1' st Guarin); Milito (26' st Palacio), Cassano (7' st Pereira).
A disposizione: Castellazzi, Belec, Jonathan, Silvestre, Obi, Mudingayi, Bianchetti, Duncan, Livaja.
All.: Stramaccioni.
Arbitro: Valeri

Nel derby conta solo vincere. Ed è proprio quello che fa l’Inter nonostante rimanga in inferiorità numerica per quasi tutto il secondo tempo.
Stramaccioni conferma la formazione che ha battuta la Fiorentina sette giorni fa. Ranocchia, Samuel e Juan Jesus in difesa, Zanetti e Nagatomo esterni di centrocampo con Gargano e Cambiasso in mezzo, Coutinho a fare da trequartista dietro a Cassano e Milito.
Pronti, via e l’Inter va in vantaggio. Siamo al terzo minuto quando l’Inter guadagna una punizione nella trequarti avversaria. Il cross di Cambiasso finisce a Samuel sul secondo palo che di testa porta in vantaggio i nerazzurri.
L’Inter avrebbe subito dopo la possibilità di portarsi sul 2-0. Errore clamoroso di Abbiati in fase di disimpegno e palla che finisce sui piedi di Milito che sol soletto entra in area e spara sul portiere avversario che respinge ma Milito di testa colpisce molto fiacco. La spinta nerazzurra finisce praticamente qui.
Il Milan conquista campo e prova a rendersi pericolosa mentre l’Inter si limita a respingere gli attacchi difensivi e prova a creare qualche sporadico pericolo in contropiede.

Sul finire del tempo il Milan trova il gol del pari con Montolivo ma l’arbitro annulla per un precedente fallo di Emanuelson su Handanovic in uscita. Si va al riposo con l’Inter in vantaggio di un gol.
Nella ripresa Stramaccioni inserisce Guarin per Coutinho per rinfoltire il centrocampo ma dopo 3 minuti l’arbitro Valeri prova a mettere la sua firma sulla gara. Nagatomo, già ammonito tocca un pallone innocuo col braccio. L’arbitro mostra il secondo giallo al giapponese e lo espelle. Decisione forse giusta ma sicuramente eccessivamente severa perché la palla, nonostante il tocco, finisce comunque ad un giocatore avversario e perché l’azione avviene in una zona morta del campo.
Inizia l’assedio del Milan alla disperata ricerca del pareggio. Allegri spedisce in campo Robinho per De Sciglio e successivamente darà spazio anche a Pazzini. Stramaccioni dal canto suo inserisce Pereira per Cassano per rinforzare centrocampo e difesa.
E’ un monologo rossonero con gli uomini di Allegri che provano in tutti i modi di trovare il gol ma di fronte trovano un muro nerazzurro che non gli permette di creare grossi pericoli. I giocatori milanisti reclamano anche un rigore per un fallo (inesistente) di Samuel su Robinho. Ma il risultato non cambia e finisce 1-0 per i colori nerazzurri.
Partita sofferta per i nerazzurri (soprattutto per i tifosi…). Il primo tempo abbiamo smesso di giocare dopo 10 minuti mentre nella ripresa l’inferiorità numerica ci ha condizionato pesantemente.
Ma proprio nei momenti di difficoltà si vede la maturità e la forza di una squadra. Il modo in cui l’Inter ha difeso il vantaggio neutralizzando gli attacchi rossoneri mi è piaciuto molto. Per certi versi è sembrato di rivedere l’Inter tutta cuore e orgoglio dell’epoca mourinhiana.
Abbiamo dimostrato di essere una squadra solida e compatta che potrà disputare un campionato da protagonista (anche se, e non mi stancherò mai di ripeterlo, Juventus e Napoli rimangono una spanna sopra). Stasera abbiamo giocato da grande squadra. E sono più soddisfatto per questo motivo che per la vittoria. Tanto i derby ormai stiamo imparando a vincerli anche in 10 contro 11… FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

6 commenti:

Matrix ha detto...

Grande Inter!!! Forse abbiamo sofferto più del dovuto contro questo Milan però un derby portato a casa è sempre una cosa positiva.
FORZA INTER !!!

Brother ha detto...

Con un Milan così dovevamo vincere facile.
Non mi è piaciuta, soprattutto nel primo tempo. Per fortuna siamo andati subito in vantaggio altrimenti nella ripresa sarebbe stata dura superare la metà campo.

marco novelli ha detto...

complimenti per la partita...

http://blogcalciobianconero.blogspot.it/

yashal ha detto...

Avete sofferto ma vinto. Questi sono i momenti più belli che il calcio regala, godeteveli.

http://mondobiancoceleste.it

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Scusa ma cosa c'entra se il pallone toccato con un braccio da Nagatomo poi finisca a un milanista? E'stata l'unica decisione azzeccata da Valeri, il secondo cartellino è forse fiscale ma giustissimo!
Perchè poi scrivi di fallo di Emanuelson su Handanovic quando in realtà non è così?
E perchè dici rigore inesistente su Robinho quando invece ci sarebbe anche potuto stare?
Mah...ciao!

Entius ha detto...

Allora vado con ordine. Il tocco di braccio va sanzionato col giallo quando interrompe un'azione, la palla va al giocatore milanista quindi non c'è interruzione di gioco (a mio avviso).
A me è sembrato di capire che l'arbitro ha fischiato fallo di Emanuelson su Handanovic. Che ci sia oppure no è un altro discorso.
Il rigore non c'é. Se diamo quei rigori allora dovrebbero fischiare 4-5 rigori a partita.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails