GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 16 febbraio 2014

ECCO L'INTER CHE VORREMMO SEMPRE VEDERE

Mettiamo il caso che l’arbitro avesse annullato il gol di Icardi e sarebbe finita 1-1 oppure mettiamo il caso che l’arbitro avesse annullato il gol di Icardi e che nel finale Gomez l’avesse buttata dentro e avremmo perso 2-1. Che giudizio avremmo dato all’Inter vista ieri sera?
 Ecco vorrei partire da questo punto che ritengo importante e allo stesso modo interessante. Indipendentemente dal risultato l’Inter che ha espugnato Firenze ha superato a pieni voti l’esame. Se contro il Sassuolo avevamo vinto ma non convinto, ieri sera direi che abbiamo ampiamente convinto al di là del risultato che ci ha sorriso. Non sto certo scoprendo l’acqua calda se dico che la prestazione spesso ha più importanza del risultato. Una vittoria può arrivare anche per una serie di circostanze fortuite (vedi appunto contro il Sassuolo), ma se invece giochi bene, fai una prestazione convincente, dimostri di avere idee e schemi di gioco, può perdere una volta ma la partita successiva quasi sicuramente torni a casa col bottino pieno.

A Firenze, per tornare al discorso iniziale, può anche starci che perdi o pareggi ma se giochi sempre come ieri sera, quasi certamente farà punti e conquisterai vittorie con altri avversari. Per dire, giocando così non sarebbe stato un problema portare a casa i tre punti contro Chievo e Catania.
Credo che in quel di Firenze abbiamo visto una delle migliori Inter della stagione. Anche ad Udine si era vista una Inter molto convincente ma a lungo andare si è capito che la formazione friulana era in crisi di risultati e quella vittoria è da dividere tra i nostri meriti e i loro demeriti. Tutt’altro discorso con la Fiorentina, squadra in forma, che gioca un buon calcio e che ha appena conquistato la finale di Coppa Italia. Abbiamo neutralizzato le loro fasce (Nagatomo su Cuadrado è stato eccezionale), li abbiamo bloccati in mezzo al campo e messi in grave difficoltà in difesa. Montella ha avuto il demerito di non schierare una vera prima punta fin dall’inizio ma credo che proprio la mancanza di punti di riferimento là davanti poteva essere un’arma in più per i viola contro la nostra balbettante difesa. 
Devo ammettere che c’è poco da contestare a Mazzarri. Ha avuto il merito di preparare bene la partita e i risultati si sono visti. Mi sembra eccessivo insistere su Milito, trovo stucchevoli certe dichiarazioni (tipo “Icardi ha solo 15 minuti nella gambe”) e alcune scelte in ottica futura andrebbero esaminate meglio (per dirne una, non sarebbe meglio puntare sul recupero di Ranocchia piuttosto che insistere su Samuel che a fine anno se ne va o su Rolando che è in prestito), però chi vince ha sempre ragione. E chi vince e convince ha tutte le ragioni del mondo. Se poi Mazzarri riuscirà a dare continuità al gioco e ai risultati dell’Inter e la riporterà sui livelli eccelsi di inizio stagione sono pronto anche a difenderlo a spada tratta.
In conclusione vorrei spendere due parole sul gol di Icardi. Che fosse in fuorigioco e che l’arbitro avrebbe dovuto annullarlo penso non ci siano dubbi. Trovo ridicolo l’accanimento dei juventini che tra ieri e oggi si sono precipitati a flotte a puntare il dito contro l’episodio per dire “avete visto aiutano anche voi, non solo la Juventus”.
Come se un episodio a favore dell’Inter cancellasse tutti gli episodi ai nostri danni (vi ricordo che stiamo ancora aspettando un rigore a favore) o tutti gli episodi a favore delle altre squadre. L’esempio più divertente e più azzeccato l’ha fatto un mio amico oggi pomeriggio: è come se una ragazza facesse sesso dopo un sacco di tempo e Elena Grimaldi (per chi non la conoscesse, una nota pronostar) si precipitasse a dire “vedi anche tu hai fatto sesso quindi anche tu sei una pornostar” (il mio amico ha usato un esempio e un linguaggio più colorito ma l’idea è quella).
Ma se il tifoso juventino è di parte e di conseguenza vede solo con occhi da tifoso (ovviamente il discorso vale anche per il tifoso nerazzurro e tutti gli altri tifosi), lo stesso non si può dire (o almeno così dovrebbe essere) della stampa. Il titolo del Corriere dello Sport di stamattina (ma non solo quello) sono l’emblema di come anche i giornali siano diventati di parte e molto bravi a mettere in risalto ciò che più fa comodo a loro. Disgustoso, davvero disgustoso.

Ecco due lampanti esempi di "prostituzione intellettuale"

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

BlackWhite ha detto...

Siete sempre bravi a criticare gli altri. Come vedete gli arbitri sono essere umani e come tale possono sbagliare. Voi vedete complotti dappertutto ma così non é. Forse é solo un pretesto per coprire i vostri fallimenti.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Non capisco in questo caso dove stia la prostituzione intellettuale, il gol di Icardi è in fuorigioco e visto che risulta decisivo non evidenziarlo sarebbe sì da prostitute intellettuali, poi per carità avete avuto tanti di quei torti che se per una volta vi gira bene non credo che nessuno si debba scandalizzare, men che meno gli juventini...
Da un punto di vista tecnico non capisco la tua critica a Mazzarri per ciò che concerne Samuel: non dovrebbe utilizzarlo perchè sarà il suo ultimo anno in nerazzurro? E perchè mai?
Evidentemente l'argentino dà più garanzie di Ranocchia e parità di condizione tra i due non c'è proprio confronto...ciao!

pippo ha detto...

la gazzetta pro juve? no,ma daiiiiiiiii.devono aver cambiato 3/4 della redazione.......

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails