GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 5 gennaio 2014

UNA CALZA PIENA DI FORTUNA ALLA JUVE (e carbone ad una grande Roma)

Serie A 2013-2014 – 18^ Giornata
JUVENTUS-ROMA 3-0
17' Vidal - 49' Bonucci - 77' Vucinic (rig.)
JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal (dal 33’ s.t. Marchisio), Pirlo, Pogba, Asamoah; Llorente (dal 36’ s.t. Quagliarella), Tevez (dal 15’ s.t. Vucinic). (Storari, Rubinho, Caceres, Ogbonna, De Ceglie, Peluso, Isla, Padoin, Giovinco). All. Conte.
ROMA (4-3-3): De Sanctis; Maicon, Benatia, Castan, Dodò (dal 10’ s.t. Torosidis); Pjanic (dal 10’ s.t. Destro), De Rossi, Strootman; Ljajic, Totti (dal 27’ s.t. Florenzi), Gervinho. (Skorupski, Burdisso, Romagnoli, Jedvai, Taddei, Bradley, Florenzi, Marquinho, Borriello, Ricci). All. Garcia.
ARBITRO: Rizzoli.

Una grande Roma per quasi un’ora si deve arrendere ad una Juventus in grande difficoltà ma tremendamente fortunata a trovare i gol che decidono la gara. Rizzoli completa l’opera con due espulsioni “strane” nel giro di pochissimi minuti che però non incidono sull’esito finale della gara.
Parte meglio la Roma che dopo sette minuti si rende pericolosa con Ljajic: contropiede innescato da un errore di Bonucci che perde palla a vantaggio di Totti, dal cui piede arriva un assist perfetto per il serbo che viene però chiuso in angolo dall'uscita di Buffon. Al primo affondo dopo 17 minuti la Juventus passa in vantaggio: grande giocata di Tevez che protegge palla in area e serve Vidal che da pochi passi non sbaglia.

La Roma è però in totale controllo della partita e continua a macinare gioco e chiudere i bianconeri nella propria meta campo. I giallorossi provano subito a reagire ancora con Pjanic: il centrocampista stavolta chiama alla respinta d'istinto Buffon.

Al 34esimo ammonito Chiellini che interviene duro su Pjanic. Solo nei minuti finali della prima frazione la Juventus riesce ad uscire dalla propria metà campo e a rendersi pericolosa con Bonucci. Si va all’intervallo con la Juventus immeritatamente in vantaggio contro una grandissima Roma che ha fatto la partita per quasi tutto il primo tempo e che paga in modo eccessivo l’unico errore difensivo.
La ripresa riparte allo stesso modo del primo tempo ma evidentemente la Befana ha simpatie bianconere perché alla seconda occasione della partita la Juventus trova il raddoppio. E’ il 49esimo quando una punizione di Pirlo libera Bonucci che, solo in mezzo all'area, infila De Sanctis per il 2-0.
La Roma continua a fare la partita ma col passare dei minuti la spinta giallorossa si affievolisce e la Juventus riesce a mettere la testa fuori dalla propria area. I bianconeri sono in totale controllo della gara ma Rizzoli decide di mettere il suo timbro sulla gara con due espulsioni che destano non poche perplessità.
Al 75esimo De Rossi interviene in modo scomposto su Chiellini. E’ un fallo più maldestro che cattivo ma l’arbitro non è dello stesso parere e spedisce negli spogliatoi De Rossi. Sugli sviluppi della punizione Vucinic spinge sulla linea di porta Castan che con il corpo sbilanciato tocca il pallone con la mano (tocco netto ma probabilmente non volontario). Sarebbe fallo in attacco ma Rizzoli invece espelle il difensore giallorosso e dà rigore alla Juventus. Dal dischetto Vucinic fa 3-0 e chiude di fatto una gara che con la Roma in nove e il risultato in cassaforte si trascina oziosamente fino al 90esimo.
La Juventus, che spesso nelle grandi sfide si esalta con prestazioni maiuscole, stavolta porta a casa i tre punti in modo abbastanza immeritato. I bianconeri hanno sofferto per ampi tratti il gioco dei giallorossi, soprattutto nel primo tempo e hanno trovato i primi due gol più per un puro colpo di fortuna che per meriti propri.
La Roma ha fatto una grande gara con un notevole possesso palla (57 a 43), ma probabilmente ha peccato nei metri finali. Ljajic (che stranamente è rimasto in campo fino alla fine) è stato disastroso e Totti si è visto ben poco. Probabilmente con un Destro o un Borriello dall’inizio la gara sarebbe potuta finire diversamente.
La Juventus vola a +8 dopo un girone d’andata quasi perfetto (16 vittorie, un pareggio e una sconfitta) e si fa fatica a trovare chi potrebbe insidiare i bianconeri nella corsa verso uno scudetto che a questo punto è più difficile perdere che vincere.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

16 commenti:

BlackWhite ha detto...

Rosicate gente, rosicate. E intanto noi siamo in piena fuga. Provate a prenderci. Se ci riuscite.

Anonimo Romanista ha detto...

Grande Roma? Se domini in lungo e in largo (lo stesso Buffon ha ammesso di aver visto una grande Roma per 60 minuti) e ti ritrovi sotto di due gol di grande c'è solo la coglionaggine di tutta la squadra, allenatore compreso.

Nerazzurro ha detto...

Quando non vince per bravura é aiutata dagli arbitri o dalla fortuna. Come si fa a fermare questa Juventus? Questo scudetto é già suo. Anzi era suo già a settembre.

Anonimo ha detto...

La faziosità di chi scrive è allucinante... partita dominata dalla Roma?
Chi domina non prende 3 gol facendone zero.
Le espulsioni sono sacrosante, chi dice il contrario non capisce nulla di calcio, o peggio, è in malafede:

entrata di De Rossi: si butta a gambe parallele o quasi, una forbice in piena regola che se anche avesse preso solo la palla sarebbe lo stesso fallo.

Castan: braccio alto, molto staccato dal corpo. Fallo, punto.

Anonimo ha detto...

che dire, commento perfetto, si capisce che il calcio ce l'hai nel sangue!

Anonimo ha detto...

se scrivi solo per provocare, scusa se te lo dico, sei patetico. La visione degli episodi da te esposta potrebbe essere utilizzata per una puntata di x file. De Rossi prende la rincorsa, spicca un salto, entra a piedi uniti e hai il coraggio di dire che non è da espulsione ? Probabilmente ci sei rimasto male perchè non ha fatto veramente male a Chiellini. De Rossi di queste "uscite di testa" ne ha avute parecchie nella sua carriera. Castan colpisce con il pugno la palla molto prima del contatto con l'avversario, come fai a non vederlo ? Ha fatto la classica furbata, capendo che oramai qualcuno l'avrebbe buttata dentro, facendo, poi, anche la scena di essere stato spinto. Ma questi sono comunque dettagli ai quali si aggrappano i perdenti per giustificare le proprie frustrazioni. Mi dispiace leggere queste cose perchè mi rendo conto che la maggior parte degli italiani non ha nessun tipo di cultura ed etica.

Nerazzurro ha detto...

Eh vabbe. Così é troppo comodo. Va bene che chi vince ha sempre ragione ma qua siamo al limite dell'assurdo. La Roma ha dominato (le é mancato solo il gol) ma se lo dici sei patetico, se fai notare che le espulsioni non c'erano lo fai solo per provocare. L'intervento di Chiellini su Pjanic nel primo tempo non era meno violento (quando si accorge di non poter prendere palla alza la gamba per colpire l'avversario) eppure se l'é cavata con un giallo.

Anonimo ha detto...

Prenditi del Maalox che forse ti passa... LaRoma ha giocato i primi 16 min poi è svanita...questa e la partita che hanno visto tutti...tu stavi a gioca' a nascondino e non l'hai guardata

Anonimo ha detto...

Ma scusate... che cavolo c'entra che la Roma abbia tenuto di più la palla, fatto più gioco, torello, briscola... mi risulta che nel calcio vince chi segna più gol, non chi fa più possesso palla.

Si può parlare di vittoria immeritata in caso di 1-0, di 2-1... se non segni (e praticamente non sei mai pericoloso) e prendi 3 gol, vuoi pure dire che non meritavi la sconfitta?

qui la sportività è andata a farsi benedire...

Anonimo ha detto...

Ho capito che in rete tutti possono scrivere di tutti e di tutto...........ma quantomeno smetti di fare colazione con la grappa prima di scrivere
Dai retta ci fai più bella figura
Prescitto di sta cippa

Anonimo ha detto...

Smetti di fare colazione con la grappa prima di scrivere

Winnie ha detto...

Per una volta sto dalla parte degli anonimi juventini. E' difficile essere obiettivi quando si è tifosi. Se al posto della Juventus ci fosse stata l'Inter anche io avrei detto che la vittoria era meritata e che le espulsioni erano nette. La Roma ha dominato? Pazienza. La Juventus ha avuto fortuna? può capitare. Rizzoli ci ha messo del suo? siete solo rosiconi invidiosi.

Brother ha detto...

Ma tutti sti anonimi che sparano cazzate? Non hanno nemmeno le palle di firmarsi e se ne vanno in giro a blaterare.
"Smetti di fare colazione con la grappa" Ma se l'articolo l'ha scritto di sera...
E per quanto riguarda le considerazioni sulla partita sono d'accordo con Winnie. Sono juventini e come tale ragionano.

Carlo Sandri ha detto...

Persino da questo sconcertante "resoconto" della partita emerge che la Roma ha avuto due occasioni da gol (e sono già molto generoso a definirle tali) in tutta la partita. E ha perso 3-0. E non ci sono stati pali, traverse, errori arbitrali, fuorigioco sbagliati, marziani atterrati a metà partita.
Seriamente, di che cosa stiamo parlando?

Ma poi, esattamente, che cosa deve accadere perché si possa espellere un avversario della Juve senza che ci siano polemiche? Visto che il fallo più violento dell'intero campionato (ex aequo con Aquilani su Bonucci, forse), e una parata di un difensore sulla linea di porta, non sono sufficienti.

Geppo ha detto...

Rizzoli non è quello di Pechino?
O quello di Catania?
E non è quello di juve - Inter 1-3?
Ah, no, quello era Tagliavento.
Beh, se non è zuppa è pan bagnato...

Alex ha detto...

Seguo abbastanza assiduamente questo blog da poter affermare che in più di un'occasione Entius ha scritto di peggio. A parte l'interpretazione molto "personale" dèlle due espulsioni (che però ha avuto l'onestà sportiva di ammettere che non hanno influito sull'esito della gara) non ha scritto niente di astruso. In effetti la Roma ci ha messo in difficoltà ma noi siamo stati bravi a sfruttare le occasioni. La vittoria é meritata sebbene la nostra prestazione non sia stata eccezionale.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails