GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 9 dicembre 2013

SI POTEVA E SI PUO' FARE DI PIU' (forse)

Dopo la pesante (e per ora anche unica) sconfitta contro la Roma, il calendario ci ha offerto su un piatto d’argento otto-gare-otto per capire le nostre reali potenzialità. Torino, Verona, Atalanta, Udinese, Livorno, Bologna, Sampdoria e Parma erano le avversarie ideali per misurare chi siamo e dove possiamo andare.
 Il bilancio di questi due mesi parla di tre vittorie e cinque (!!!) pareggi. E se ad Udine abbiamo fatto una gara pressoché perfetta dimostrando di essere una squadra che potesse ambire al podio, nelle altre gare siamo stati altalenanti. Per restare alle vittorie, col Verona la partita si è messa subito sui binari giusti, ma col Livorno abbiamo sofferto più del consentito e senza la sciagurata autorete di Bardi non è scontato che avremmo portato a casa i tre punti.
Come del resto è capitato anche nelle altre già citate gare. La cosa che mi fa irritare (e l’ho sicuramente scritto altre volte) è che in molte di queste gare si poteva vincere e invece alla fine abbiamo portato a casa un misero pareggio. Guardate la classifica e provate ad immaginare come sarebbe potuta essere con 4-6 punti in più.
Purtroppo, come faceva notare anche Brother nell’articolo precedente, questa rosa è sostanzialmente la stessa di quella che lo scorso anno arrivò nona. Con Cassano, Gargano e Samuel in meno e Belfodil, Taider e Rolando in più (lasciò giudicare a voi se ci abbiamo guadagnato o perso). Alcuni problemi li abbiamo risolti, vedi Alvarez, vedi Jonathan, vedi lo stesso Kovacic che ieri sera è stato tra i migliori in campo. Altri problemi persistono. Primo fra tutti la fase difensiva che in alcuni frangenti sembra quello dello scorso anno.
Non sono d’accordo con chi sostiene che Ranocchia e Juan Jesus non siano da Inter. Semplicemente devono lavorare e migliorare su le lacune che hanno. Volenti o nolenti sono giocatori su cui possiamo poggiare il nostro futuro e prima di liquidarli in gran fretta pensiamoci bene onde evitare di dovercene pentire fra non molto tempo.
Anche perché tanto Ranocchia quanto Juan Jesus hanno dimostrato in altre occasioni di non essere delle schiappe e di meritare la maglia da titolare dell’Inter. Bonucci, per fare un esempio, è sicuramente inferiore ai nostri due difensori ma nel contesto bianconero sembra un novello Nesta. Quindi piuttosto che gettare la croce sui singoli io mi concentrerei nel capire cosa non va nella fase difensiva. Perché, per esempio, se giochi con Guarin, Alvarez e Kovacic inevitabilmente hai bisogno di un centrocampista difensivo che faccia filtro. Cosa che allo stato attuale non mi pare possa fare Cambiasso. Ed è normale allora, come capitato ieri sera, che quando gli altri attaccano si vada in sofferenza.
Più volte ho sottolineato come Mazzarri ci stia mettendo del suo con scelte che lasciano perplessi, ma è anche vero che la rosa a disposizione è quella che è. In attacco, aspettando Milito e Icardi, non ha grosse alternative e pur essendo io convinto che bisogna giocare con due punte, riconosco il fatto che non ci sia una punta da poter affiancare al Trenza.
A volte, anzi spesso, (e chiudo con questa personale autocritica) vorremmo che la nostra squadra fosse un orologio svizzero dove ogni suo ingranaggio funzioni alla perfezione. Purtroppo non sempre è così. Vuoi per colpa dell’allenatore, vuoi per colpa dei giocatori, vuoi per i meriti dell’avversario, vuoi per le situazioni avverse (vedi la palla che scivola tra le gambe ad Handanovic). Il calcio è così, facciamocene una ragione. Partite così lo scorso anno le avremmo perse. Partite così 4 anni fa le avremmo vinte. E non solo per una questione di bravura.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Winnie ha detto...

Tu che difendi e giustifichi Mazzarri !?! Ci dobbiamo preoccupare?
Sono daccordo sul fatto che non sia un problema di difensori ma di fase difensiva dove anche il centrocampo non copre bene.

Anonimo ha detto...

Finalmente un articolo che mi trova d'accordo quasi su tutto... sulla questione Ranocchia Juan Jesus rispondo perché sono stato io ad affermare che non sono da Inter... ebbene, Juan Jesus dal punto di vista tecnico-fisico ha tutto per diventare un grande difensore, ma senza la testa non vai da nessuna parte... per intenderci, mi ricorda Zebina, il quale aveva mezzi mostruosi per un difensore (aveva fisico, velocità, stacco di testa, d'altronde non diventi pupillo di un certo Fabio Capello per caso), ma nonostante appunto la cura Capello è rimasto per tutta la carriera un difensore più dannoso che utile... Ranocchia invece purtroppo è lento da far paura ed anche poco reattivo: puntato uno contro uno viene SEMPRE saltato... anche Materazzi ad esempio era lento, ma lui almeno quando veniva puntato era DECISO nell'affrontare il suo avversario... se ci fate caso, Ranocchia, nell'uno contro uno, indietreggia sempre, resta nella via di mezzo tra l'intervenire ed il non intervenire, e l'avversario fa sempre quello che vuole... come se un portiere restasse a metà tra l'uscire ed il restare tra i pali, verrà sempre fregato... comunque voglio dare fiducia a Mazzarri che riuscirà a migliorarli entrambi... anche se credo che almeno Ranocchia, il quale ha già 25 anni (anzi, a febbraio ne fa 26), dovrebbe già camminare sulle sue gambe....
Il caso Bonucci va bene come esempio di crescita, e sicuramente il contesto di squadra fa molto, ma come dice il famoso detto "aiutati che Dio ti aiuta"... ad esempio Kovacic deve crescere molto, ma comunque il TALENTO si vede....
Sempre forza Inter!!!
Juan

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails