GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 2 novembre 2013

TRE PUNTI AL FRIULI PER FESTEGGIARE QUEL 3 NOVEMBRE

“Espugnare lo Juventus Stadium. Andare lì e vincere, non importa come, va benissimo anche un rigore inesistente in fuorigioco al 94esimo. Cari cuori nerazzurri, ditemi che non ci avete pensato anche voi. Ditemi che non vi ha minimamente sfiorato l’idea di porre fine all’imbattibilità bianconera, di riuscire a batterli.”
Questo scrivevo 12 mesi fa alla vigilia di una trasferta che ci avrebbe regalato un’emozione indescrivibile e che, a distanza di qualche tempo, si rivelò il punto più alto della gestione di Stramaccioni, prima che iniziasse il lento declino.
Destino volle che domani, a distanza di dodici mesi esatti, l’Inter affronti una trasferta molto difficile contro una compagine bianconera. L’Udinese non è la Juventus, gli stimoli che abbiano nell’affrontare gli acerrimi rivali non sono uguali a quelli con cui affrontiamo la squadra friuliana, vincere al Friuli non sarà mai qualcosa di lontanamente avvicinabile all’emozione che proveremmo nel vincere allo Juventus Stadium.
Ma domani non avremo di fronte la Juventus ma l’Udinese. E allora è contro l’Udinese che dobbiamo concentrarci e rivolgere i nostri pensieri.

La sfida in terra friuliana è stata storicamente abbastanza equilibrata. In 40 precedenti abbiamo vinto 15 volte, pareggiato 11 e perso 14. Ma spesso l’Udinese ci ha regalato pesanti dispiaceri. Come quel 3-0 rimediato il giorno dell’Epifania di quest’anno che rappresenta l’ultimo precedente fra le due formazioni. Una sonora sconfitta che lasciò presagire il fatto che avremmo avuto un girone di ritorno abbastanza complicato.
Mazzarri recupera Handanovic ma è praticamente senza attaccanti visto che all’infortunato Milito e allo squalificato Belfodil si è aggiunto anche Icardi, non convocato per problemi fisici. Pertanto Mazzarri si ritrova col solito Palacio e porta con sé anche il giovane Puscas (pensare che Longo marcisce in panchina in quel di Verona…). Ma la grande notiziona è che tra i convocati risulta anche (udite, udite) Javier Zanetti!!! Il Capitano è quindi ufficialmente tornato a disposizione di mister Mazzarri. Difficile che possa tornare in campo già domani ma quando c’è di mezzo Zanetti nulla è impossibile.
La formazione nerazzurra è pressoché fatta con Handanovic in porta, Rolando, Samuel e Juan Jesus in difesa, Jonathan e Nagatomo esterni di centrocampo, Cambiasso, Gaurin e Alvarez in mezzo al campo e Kovacic dietro l’unica punta Palacio. Qualche dubbio riguarda la difesa con Ranocchia che potrebbe riappropiarsi di una maglia da titolare, e a centrocampo dove Taider potrebbe giocare al posto di Kovacic con Alvarez spostato dietro Palacio. Viste le difficoltà della squadra nerazzurra nel rendersi pericolosa in avanti io suggerirei di giocare con una sorta di 3-4-2-1 con Kovacic e Alvarez a fare i trequartisti dietro Palacio. Ovviamente questa è un’ipotesi personale, Mazzarri e io la pensiamo in modo differente, purtroppo.
Dopo il pareggio di Bergamo tornare da Udine con i tre punti non mi dispiacerebbe affatto (e a chi dispiacerebbe?). In realtà non butterei via nemmeno un pareggio. Anche se visto le vittorie odierne di Juventus, Napoli e Fiorentina, vincere domani pomeriggio dovrebbe essere quasi inevitabile per non continuare a perdere ancora terreno rispetto al treno che viaggia davanti a noi. Tornare da Udine con i tre punti. Il modo ideale per festeggiare quel 3 novembre di un anno fa. FORZA INTER !!!

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Brother ha detto...

La sfida di un anno fa fu una sorta di un"sliding doors" della stagione. Chissà che non succeda lo stesso stavolta. Nella speranza che stavolta sia una svolta positiva.

Winnie ha detto...

Ma Campagnaro non si riprende più? Poi magari va in nazionale e gioca 90 minuti...

Entius ha detto...

X Winnie. E vogliamo parlare di Pondrelli (spero di non aver sbagliato nome), il mago dei muscoli grazie alla quale lo scorso anno al Napoli la parola "infortunio" non esisteva? Forse il merito non era suo ma dei muscoli integri dei giocatori. Il nostro trend d'infortuni non mi pare che sia migliorato.

Tifosi_si_nasce ha detto...

sliding doors? L'anno scorso dopo quella vittoria ci penalizzarono gli arbitri, altrochè...

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails