GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 26 agosto 2012

WES-DIEGO-COU: INTER, CHE PARTENZA !!!

Serie A 2012-2013 – 1^ Giornata
PESCARA - INTER 0 - 3
17’ SNEIJDER – 19’ MILITO – 80’ COUTINHO

PESCARA (4-3-3): Perin; Zanon, Romagnoli, Capuano, Balzano; Nielsen (dal 16’ s.t. Quintero), Colucci, Cascione; Weiss, Jonathas (dal 30’ s.t. Abbruscato), Caprari (dal 20’ s.t. Celik).
A disposizione: Anania, Bjarnason, Bocchetti, Brugman, Chiaretti, Cosic, Blasi, Terlizzi, Ragusa.
All. Stroppa.
INTER (4-3-2-1): Castellazzi; Zanetti, Silvestre, Ranocchia, Nagatomo; Guarin, Cambiasso, Gargano (dal 41’ s.t. Duncan); Cassano (dal 22’ s.t. Coutinho), Sneijder; Milito (dal 39’ s.t. Livaja).
A disposizione: Belec, Cincilla, Benassi, Samuel, Mbaye, Juan Jesus, Jonathan, Bianchetti, Longo.
All. Stramaccioni.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata.

Dopo 6 anni l’Inter inizia il campionato con una vittoria. I nerazzurri espugnano l’Adriatico con un secco 3-0 e portano a casa i primi tre punti.
Stramaccioni a sorpresa lascia Coutinho in panchina preferendogli Cassano. La partenza è tutta di marca pescarese ma poco dopo il quarto d’ora l’Inter chiude il match in due minuti. Prima è Milito a servire Sneijder per l’1-0, poi è Cassano, imbeccato sul filo del fuorigioco da Sneijder, a offrire su un piatto d’argento il pallone del raddoppio a Milito. Al minuto 18 la partita è già sul 2-0 e indirizzata sui binari giusti. L’Inter abbassa i ritmi, il Pescara si rende poco pericoloso e la partita scivola via senza troppe emozioni. Nella ripresa. A 10 minuti dal termine, c’è tempo per il gol di Coutinho, subentrato a Cassano, su assist del Principe Milito.

Finisce 3-0 un risultato che dice tutto e niente. L’Inter dopo sei anni parte con una vittoria, era dalla stagione 2005-2006 che non iniziava con un risultato così largo (Inter-Treviso 3-0) mentre bisogna andare indietro di oltre 20 anni per trovare un 3-0 all’esordio in trasferta (stagione 1990-91 Cagliari-Inter 0-3, tripletta di Klinsmann). La prestazione dei nerazzurri è stata sicuramente convincente con un Milito in forma strepitosa, uno Sneijder ispirato e un Coutinho che di nuovo timbra il cartellino da subentrato (è successo anche a Spalato). Inoltre considerando la sconfitta in casa del Milan (1-0 contro la Sampdoria) e il pareggio della Roma in extremis contro il Catania in casa, non abbiamo nulla di che lamentarci.
Di contro però c’è un Pescara in piena costruzione, senza Zeman in panchina, senza i bomber Insigne-Immobile in avanti e senza Verratti in mezzo al campo. Gli abruzzesi in questo momento non sono certo più forti di un Hajduk o di un Vaslui. Pertanto possiamo sicuramente essere soddisfatti della prestazione dei ragazzi ma non dobbiamo entusiasmarci troppo. Domenica prossima con la Roma in casa potremo testare veramente le ambizioni di questa Inter. Anche se l’inizio di stagione (tre trasferte, tre vittorie, otto gol realizzati nessuno subito) fa ben sperare per un annata da protagonisti (che non necessariamente deve significare vincere). Se poi tutto dovesse girare a nostro favore

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

marco novelli ha detto...

DOPO 6 ANNI L'INTER VINCE LA 1 DI CAMPIONATO.ERA ORA PER VOI TIFOSI INTERISTI....

http://blogcalciobianconero.blogspot.it/ QUESTO E IL MIO BLOG

Brother ha detto...

Esordio positivo e prestazione più che soddisfacente. Per ora va benissimo così.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails