GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 6 agosto 2012

LUCAS AL PSG. L'ENNESIMO OBIETTIVO SFUMATO

Quasi a sorpresa si è diffusa in mattinata la notizia di un accordo tra il Psg e il San Paolo per Lucas, obiettivo numero uno dell’Inter negli ultimi mesi. I parigini avrebbero messo sul piatto 45 milioni di euro, una cifra ben più alta rispetto a quella offerta da Inter (ferma a 27-28) e Manchester United (che aveva offerto 35).
Nel pomeriggio sono arrivate le smentite dell’agente del giocatore e del presidente del club brasiliano ma l’affare, a quanto pare, si farà.
E anche Lucas è sfumato. Dopo Lavezzi, Giovinco, Isla, Destro, Paulinho e altri 50-60 giocatori che abbiamo contattato, trattato e poi aspettato che andassero altrove.
Non che ci abbia mai creduto più di tanto. Giusto giovedì sera guardando Hajduk-Inter ribadivo per l’ennesima volta la mia convinzione che l’affare non si sarebbe fatto (e le voci di un accordo praticamente fatto nella tarda serata di giovedì mi avevano colto di sorpresa e fatto venire il dubbio che forse stavolta mi ero sbagliato).
Non ci vuole un genio o un esperto per capire certe dinamiche di mercato. Se punti un giocatore e ci giri intorno per un anno e mezzo senza riuscire a concludere è abbastanza scontato che arriverà qualcun altro a rubarti l’affare.

Moratti giustamente oggi faceva notare che i 45 milioni di euro messi sul piatto dal Psg erano fuori da ogni logica e dalla nostra portata. E per quanto mi riguardo penso che anche i 25-30 che stavamo trattando erano un po’ troppi per un giocatore giovane che a molti tifosi nerazzurri piaceva ma non entusiasmava.
Ma allora che senso hanno tutti i viaggi di Branca in Brasile? Che senso ha perdere tempo per una trattativa che sai già non potrai portare a termine per mancanza di soldi?
L’ho già scritto e lo ribadisco. Il mercato nerazzurro è fatto senza seguire un filo logico e un progetto. A fine maggio scrivevo: "Non ho ancora capito (e probabilmente non lo capirò mai) se c’è una logica nel mercato nerazzurro o se è tutto frutto dell’improvvisazione e degli sbalzi d’umore di questo o quel dirigente. Dubito che esista una logica, ma se c’è, vi prego, qualcuno me la spieghi."
Concetto che, ahimè, ribadisco anche ora. Il fatto che si passi da Lucas a Gomez la dice lunga sulle idee chiare nella nostra società. Inoltre credo che quel tesoretto di 25-30 milioni di euro andrebbe speso per prendere un centrocampista che ci faccia fare il salto di qualità.
Non ho mai creduto all’arrivo di un grosso campione (parlano i fatti e i fatti dicono che non ci sono soldi) e continuo nella mia convinzione. Non possiamo competere a certi livelli né controbattere a certe offerte (ma il fair play finanziario vale solo per noi?). Faremo un mercato di basso profilo. E potrebbe anche andar bene. Se solo ci fosse una logica.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Brother ha detto...

Era evidente che l'affare non si sarebbe fatto. Quasi mi viene da pensare che si è trattato il giocatore (o si è fatto finta di trattarlo) solo per gettare fumo negli occhi dei tifosi.

Franzo50 ha detto...

Cari miei nemici interisti, così sapete da che parte sto! Mi sa che avete evitato di ingaggiare un bidone. Lo sto seguendo con particolare interesse a Londra 2012 e non mi ha dato l'impressione di essere un campione da 45 mln.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails