GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 12 aprile 2012

I TANTI PUNTI PERSI E IL TERZO POSTO CHE NON VOGLIO

"Dopo queste partite, guardando la classifica mi girano le scatole. Con qualche punto in più potevamo essere in tutt'altra situazione. I sei punti regalati a Novara e Bologna in casa, i pareggi casalinghi con Palermo e Atalanta fino ai due punti persi col Cagliari sabato scorso. Bastava poco per essere altrove."
Bastava poco per essere altrove. Brother non ha tutti i torti e guardando la classifica in molti fanno lo stesso pensiero.
Noi possiamo conquistare il terzo posto...
Perché purtroppo di punti, soprattutto nel girone di ritorno, ne abbiamo buttati via parecchio. 11 quelli contati da Brother a cui ne aggiungerei altri 2-3. Per esempio a Lecce avremmo potuto strappare almeno un pareggio e col Catania in casa avremmo potuto fare altre tre punti. Totale 14 punti che sommati ai 48 che abbiamo sarebbero 62. A cinque punti dalla Juventus. Vabbè, ok sono stato troppo ottimista. Pretendo un passo da Inter 2006-07, no è troppo.
Ok, azzero tutto. Facciamo un altro tipo di calcolo. Dei 14 punti detti sopra, ipotizziamo di averne fatti la metà. Saremmo a 55, un punto in più della Lazio terza. Anche solo 5 di quei punti persi sarebbero stati sufficienti per essere in piena lotta per il terzo posto e di avere più chance, e di poterci permettere anche qualche passo falso (tipo pareggiare sabato a Udine).
E invece di punti ne abbiamo buttati a iosa e non escluderei che nelle restanti sei gare non butteremo via altri punti. Vabbè, la stagione è andata così. Certe stagioni gira tutto bene, altre un po’ meno. Sia nel primo che nel secondo caso ci metti molto del tuo, il resto lo aggiungono gli altri, buona sorte inclusa.
E non puoi fare a meno di guardare la classifica. E ti girano le scatole. Sì, ha ragione Brother, ti girano le scatole. E non puoi fare a meno di incazzarti e di imprecare mentre pensi ai tanti, troppi “se…” di questa stagione. E a quel terzo posto così vicino e allo stesso tempo così lontano.
No, non lo voglio il terzo posto. No, neanche in Europa League dobbiamo andare. Dobbiamo restare fuori da tutto. Così ci ricorderemo di questa stagione, ci ricorderemo del mercato di merda fatto, degli acquisti ad minchiam, degli allenatori scelti coi bussolotti della riffa, dei senatori lasciati a marcire in campo e dei punti regalati a destra e manca.
Tutto questo deve rimanere ben impresso nella mente di tutti. Ecco perché non voglio il terzo posto, rischieremo di cancellare tutto e di pensare che tutto sommato questa stagione non è stato poi così malvagia. E invece è una stagione di merda e come tale bisogna ricordarla.
Ricordate la stagione 1993-94? Fu davvero disastrosa e rischiammo seriamente di retrocedere (ci salvammo per un punto). Però quell’anno vincemmo la Coppa Uefa. Fu una stagione di merda però trionfammo in Europa (all’epoca la Coppa Uefa non era quella competizione da Lega Pro che è adesso l’Europa League). E quel trionfo la fa (giustamente) apparire meno pessima.
Ecco, se noi conquistiamo il terzo posto questa stagione ce la ricorderemo allo stesso modo. Con l’aggravante che se conquistiamo il terzo posto il nostro Presidente potrebbe pensare che tutto sommato questa rosa non è messa poi così male e rischiamo seriamente di presentarci ai nastri di partenza della stagione 2012-13 ancora con Cambiasso, Stankovic, Forlan, Chivu e via discorrendo.
No, è meglio non conquistarlo quel terzo posto. Sembra un paradosso o un discorso autolesionistico ma se ci riflettete bene una stagione negativa potrebbe farci bene. Non siete d’accordo?

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

4 commenti:

Nerazzurro ha detto...

Ma non diciamo cazzate!!! Il terzo posto ti farebbe schifo? Preferiresti restare fuori da tutto?
Ma ti sei fumato il cervello?

Matrix ha detto...

Oddio, tanto una cazzata non è. Il discorso di Entius ha una sua logica.
E' preferibile una stagione da buttare per poter azzerare tutto e ripartire da zero.
Cosa che non succederebbe se raggiungeremmo il terzo posto.

Winnie ha detto...

Ok, il discorso ha una sua logica. Però non potete negare che è alquanto contorto e, per certi versi, anche un tantino anti-interista.
Che ci sia bisogno di rifondare lo hanno capito tutti e si farà a prescindere dal risultato che otterremo.
Con il terzo posto arriverebbe quella liquidità in più per poterci permettere di spendere meglio sul mercato.

Nerazzurro ha detto...

Ma quale discorso logico?? Non c'è logica in un interista che si augura che l'Inter rimanga fuori dalla Champions League e fuori dall'Europa.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails