GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

venerdì 3 febbraio 2012

BENTORNATO "MONDO"

Per la serie “a volte ritornato”. Ieri sera sulla panchina del Novara si è accomodato Emiliano Mondonico. L’ex tecnico di Atalanta e Torino ha preso il posto di Attilio Tesser, esonerato dopo l’ennesima sconfitta subita dal club piemontese.
Mondonico torna ad allenare dopo i gravi problemi di salute che lo avevano costretto nel corso della scorsa stagione ad allontanarsi dalla panchina dell’Albinoleffe. Come lui stesso ha dichiarato a distanza di un anno il cerchio si chiude. L’anno scorso di questi tempi era alle prese con la prima operazione, ieri sera ha riassaporato dopo 7 anni la gioia di sedersi su una panchina di Serie A.
Mondonico vanta una grande esperienza da allenatore: 915 panchine, di cui 435 in serie A. Da sempre legato a Bergamo, dove centrò la semifinale di Coppa delle Coppe con l'Atalanta nella stagione 1987-1988, ha allenato anche il Torino, dove si era già affermato da giocatore tra il 1968 e il 1970. Con i granata perse la finale di Coppa Uefa del 1992 contro l'Ajax, in una partita che diventò celebre anche per l'episodio della sedia agitata in aria da Mondonico, furioso per le decisioni arbitrali sfavorevoli. Con il Torino riuscì però a conquistare la Coppa Italia l'anno successivo. Il tecnico di Rivolta d'Adda (Cremona) ha ottenuto anche cinque promozioni in serie A, la prima con la Cremonese nel 1984, l'ultima con la Fiorentina nel 2003-2004.

In carriera ha allenato anche Napoli, Fiorentina, Como e Cosenza. Nel gennaio 2006 fu chiamato dall'Albinoleffe per sostituire l'esonerato Vincenzo Esposito. Dopo aver salvato la squadra restò anche l'anno successivo, per poi cedere alle ragioni del cuore e scendere in serie C per allenare la 'sua' Cremonese. Nel 2009 di nuovo all'Albinoleffe al posto di Armando Madonna a guidare l'Albinoleffe centrando una salvezza tranquilla prima di fermarsi per combattere il nemico più ostico.
Come ho avuto modo di raccontarvi lo scorso anno, conobbi Mondonico quasi 10 anni fa. E fui subito colpito dalla sua umiltà e dalla sua semplicità. Una persona genuina che ho sempre apprezzato come uomo e come allenatore. Sono felice che sia tornato ad allenare. La sua nuova avventura non è iniziata nei migliori dei modi (il Novara ha perso in casa 2-1 col Chievo) ma spero che possa centrare l’obiettivo e condurre il Novara alla salvezza. Bentornato “Mondo”.

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Mattia ha detto...

Mi fa piacere che sia tornato in pista. Anche se non è partito col piede giusto, gli auguro che possa centrare la salvezza.

Pakos ha detto...

Non avrà un compito facile. Questo Novara ha dimostrato di avere dei grossi limiti.

Winnie ha detto...

Il Novara giusto a noi doveva a rompere le scatole... :-)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails