GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 24 settembre 2011

SCOSSA INTER, FINALMENTE RITROVIAMO I TRE PUNTI

Serie A 2011-2012 – 5^ Giornata

BOLOGNA - INTER 1 - 3
39’ PAZZINI – 66’ Diamanti (rig.) - 81’ MILITO (rig.) – 87’ LUCIO



BOLOGNA (4-2-3-1): Gillet (25' st Agliardi); Casarini, Portanova, Antonsson, Morleo; Mudingayi, Perez; Diamanti, Ramirez (34' st Krhin), Kone; Di Vaio (19' st Acquafresca).
A Disposizione: Loria, Vitale, Pulzetti, Paponi.
All.: Bisoli.
INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Nagatomo, Lucio, Samuel, Chivu; Obi (19' st Muntari), Cambiasso, Zanetti; Coutinho (11' st Jonathan); Pazzini, Forlan (30' st Milito).
A disposizione: Castellazzi, Alvarez, Zarate, Castaignos.
All. Ranieri.
ARBITRO: Tagliavento di Terni.

Parte col piede giusto l’avventura di Claudio Ranieri sulla panchina nerazzurra. L’Inter trova la sua prima vittoria stagionale anche se al termine di una prestazione tutt’altro che soddisfacente.
Rispetto alla formazione ipotizzata l’unica novità è rappresentata da Obi al posto di Muntari mentre Coutinho gioca più defilata sulla fascia e non dietro le punte.
E’ un’Inter diversa e lo si nota subito. Più compatta, più organizzata e soprattutto più vogliosa. Dopo 10 minuti di studio reciproco (con un’occasione per parte) è l’Inter a prendere il pallino del gioco. I nerazzurri sono padroni del campo, pressano, cercano di rendersi pericolosi e non corrono rischi in difesa. Il Bologna appare impacciata in difesa ma riesce ad arginare gli attacchi nerazzurri. Dopo aver dominato la parte centrale del primo tempo, l’Inter sembra mollare la presa ma a sette minuti dall’intervallo trova il meritato vantaggio. Splendida apertura di Forlan per Cambiasso che serve Pazzini. L’attaccante azzurro da fermo fa partire un tiro secco da fuori area che Gillet può solo sfiorare prima che s’infili nell’angolino. Inter in vantaggio grazie al bomber che Gasperini utilizzava per scaldare la panchina.
Nella ripresa l’Inter tira i remi in barca e si limita a gestire il vantaggio. Il Bologna fa possesso palla e attacca nella speranza di riuscire a trovare il pareggio. Al 65' bellissima punizione di Ramirez che Julio Cesar devia in angolo. Sul tiro da calcio d’angolo Samuel e Portanova cadono in area. E’ un normale contrasto di gioco, come se ne vedono a centinaia in una partita, ma l’arbitro Tagliavento non ha dubbi: rigore netto.
Dal dischetto Diamanti ristabilisce la parità. L’Inter sembra stanca, non riesce a rendersi pericolosa, è in affanno e si ha quasi la sensazione che debba rimandare l’appuntamento con la vittoria.
Ma all’80esimo arriva la svolta della partita. Passaggio filtrante di Cambiasso, Pazzini sfiora di tacco per Milito (subentrato al posto di Forlan) che si ritrova a tu per tu col portiere ma Morleo lo stende. Rigore ed espulsione del difensore rossoblu. Dal dischetto è lo stesso Milito a riportare avanti i nerazzurri che poi trovano anche il gol della tranquillità a tre minuti dal termine con Lucio.
Finisce 3-1 per l’Inter che può finalmente festeggiare la sua prima vittoria stagionale. Ranieri ha invertito la rotta ma rimane la sensazione di una squadra stanca che riesce a stare in piedi grazie alle giocate dei propri campioni. Molto positiva l’intesa tra Forlan e Pazzini (sicuramente migliore rispetto a quella tra Milito e Forlan), mi è piaciuto Coutinho, sembra più sicuro dei propri mezzi e meno leggerino fisicamente. Da rivedere invece la linea difensiva (deludenti tutti e quattro) e vedendo giocare Jonathan mi convinco sempre più che valeva la pena tenersi Santon.
Appunto finale sul rigore del Bologna. Se quello era rigore, allora gli arbitri dovrebbero fischiare dieci rigori a partita. Tagliavento è sicuramente tra i migliori arbitri in circolazione ma penso proprio che non gli stiamo molto simpatici.
Per fortuna abbiamo vinto e quel rigore (che possiamo tranquillamente definire scandaloso) passa in secondo piano. Ma sarà bene tenerlo a mente in futuro quando capiterà che daranno un rigore dubbio a noi.
L’importante è avere ritrovato la vittoria. Questi tre punti sono ossigeno puro e ridanno fiducia all’ambiente. Tra una settimana, dopo Cska Mosca e Napoli, sapremo se siamo rinati oppure no. Nel frattempo… FORZA INTER!!!



VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

8 commenti:

Winnie ha detto...

L'importante era ritrovare i tre punti. Il gioco e le prestazioni convincenti arriveranno col tempo.

Nerazzurro ha detto...

Quando una squadra vuole far fuori un'allenatore non c'è speranza. Gli stessi che martedì a Novara non si reggevano in piedi, stasera hanno messo in campo grinta e determinazione.
C'è stato un cambio totale di passo.

Brother ha detto...

A Palermo c'era rigore con espulsione. Ma è passato in secondo piano.
Con la Roma c'era un rigore di Burdisso su Sneijder. Ma è passato in secondo piano.
Con il Novara il rigore di Ranocchia era lo stesso di Burdisso. Ma è passato in secondo piano
Stasera il rigore per il Bologna non c'era. Ma passerà in secondo piano.
Aggiungiamoci pure le tre giornate di squalifica date a Ranocchia.
Scusate ma c'hanno rotto le pelotas....

Nerazzurro ha detto...

Brother, non tocchiamo questo argomento che è meglio.
I regolamenti con noi si applicano alla regola, con le altre si interpretano.
Ne è la prova il fatto che i falli di Burdisso e Ranocchia erano uguali (non simili, uguali!!!) e sono stati giudicati in modo diverso.

Entius ha detto...

Sono pienamente daccordo con voi ma finalmente abbiamo vinto. Almeno per stasera evitiamo inutili polemiche...

francescomisc ha detto...

Tre punti e non solo...

LeNny ha detto...

Ottimi i 3 punti e qualche piccolo miglioramento. Di strada ce n'è ancora tanta ma sembra quella giusta. Ora pensiamo subito alla gara di martedì sera alle 18:00 vs il CSKA.

Ciao ragazzi. :)

LeNny.

Vincenzo ha detto...

Non poteva iniziare meglio l'Inter di Ranieri.

Avanti così!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails