GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

domenica 16 gennaio 2011

SE C'E' UNA SPERANZA NON VOGLIAMO FARCELA SFUGGIRE

“L’Inter fa sul serio, se c’è una piccola speranza di rimontare sul Milan i nerazzurri non vogliono farsela sfuggire.” Partirei da questa piccola verità scritta ieri sera per analizzare la bella vittoria dei ragazzi sul Bologna. Un 4-1 che la dice lunga sullo stato di forma della squadra nerazzurra.
L’Inte
r in questo inizio di 2011 ha cambiato completamente rotta rispetto ai mesi finali del 2010. Con l’arrivo di Leonardo si respira un’aria diversa, c’è un clima diverso, c’è un Inter diversa.
Se Cambiasso, Zanetti ed Eto’o (e in parte anche Lucio) hanno mantenuto un rendimento standard da maggio ad oggi, non possiamo dire lo stesso per altri. Innanzitutto Maicon. Il laterale brasiliano è stato protagonista di un inizio di stagione molto opaco, fino a quasi farci imprecare per non averlo venduto in estate. Con l’arrivo di Leonardo è tornato ad essere il Maicon che conoscevamo. Anche se spesso si prende delle “pause di riflessione” è tornato ad essere incisivo e determinante nella manovra nerazzurra.
Abbiamo poi ritrovato Milito. Sebbene il Principe ieri sera abbia messo in rete il suo quarto gol in campionato, ha uno spirito diverso, lotta su ogni pallone, e, tabellino realizzativo a parte, sta tornando ad essere il nostro trascinatore del reparto offensivo. Se qualcuno aveva perplessità sull’utilizzo contemporaneo di Eto’o e Milito credo dovrà ricredersi. I due bomber si integrano a meraviglia e segnano. A questo aggiungiamo un centrocampo che è diventato motore e anima di questa squadra. Stankovic, trequartista per necessità, si sta esprimendo a livelli eccellenti e anche Thiago Motta finalmente libero da acciacchi e infortuni, può dare il meglio di sé.
Conferme arrivano da Castellazzi. L’ex portiere della Sampdoria è in piena evoluzione e nelle ultime uscite non sta facendo rimpiangere l’infortunato Julio Cesar. Evidentemente le notizie di mercato che volevano Viviano in nerazzurro per sostituire Julio Cesar hanno fatto bene al nostro portiere di riserva che sembra sia tornato ai livelli della prima parte di stagione dello scorso anno.
Nel complesso c’è un’Inter diversa. L’ho detto già altre volte. Ma vorrei sottolineare un altro aspetto che forse qualcuno ha dimenticato. Abbiamo giocato 4 partite in 9 giorni eppure non abbiamo subito nessun infortunio (toccatina, please). Questo è un elemento importante che differenza le due Inter di questa stagione. Vado a memoria ma non penso che l’Inter di Benitez sia riuscita a giocare quattro partite senza subire infortuni.
Se vogliamo trovare un neo a questa Inter, è quello dei gol subiti. I
n queste 4 partite abbiamo preso 5 gol di cui 4 da calcio da fermo (e il quinto era un rigore). E’ questa l’unica piccola lacuna su cui Leonardo dovrebbe lavorare. Lacuna non grave finché là davanti la butteranno dentro con grande regolarità.
Nonostante tutte queste note positive, io continuo a predicare prudenza riguardo alla possibilità di una rimonta. Chi sta davanti è sempre avvantaggiato perché deve pensare a vincere, mentre chi insegue deve vincere e sperare che chi è davanti faccia un passo falso. Inoltre il nostro svantaggio è pur sempre consistente e naturalmente è impossibile che da qui a maggio le vinceremo tutte. Io ci spero nella rimonta. Vorrebbe dire vivere un’altra primavera intensa ed appassionante e l’idea mi entusiasma. Io ci spero ma non mi faccio illusioni. Continuiamo sulla nostra strada, se son rose fioriranno. E fioriranno a primavera non oggi. Se c’è una piccola speranza di rimontare sul Milan i nerazzurri non vogliono farsela sfuggire. Per ora mi basta questo. Per il resto si vedrà.


VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Matrix ha detto...

Oltre agli stimoli derivanti dalle voci di mercato, sul netto miglioramento di Castellazzi ha pesato Alessandro Nista, nuovo preparatore dei portieri nerazzurro. Uno che sa fare bene il suo mestiere.

Matrix ha detto...

Sul cambio di marcia nerazzurro c'è poco da dire, è sotto gli occhi di tutti. Ora vediamo cosa succederà. Come sottolinei tu, se c'è una speranza non ce la faremo sfuggire e questo ci basta per sperare e sognare una rimonta.

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Speranze che aumentano visto quel che è accaduto poco fa in Salento...ciao!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails