GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

sabato 6 novembre 2010

SALVATI DA UN RIGORE DUBBIO. MA SIAMO MESSI MALE...

Serie A 2010-2011 – 10^ Giornata
INTER - BRESCIA 1 - 1
14’ Caracciolo – 73’ ETO'O (rig.)
INTER: Castellazzi; Maicon (dal 27' p.t. Cordoba), Lucio, Samuel (dal 6' s.t. Santon), Chivu; Coutinho, J.Zanetti, Sneijder (dal 1' s.t. Obi), Pandev; Milito, Eto'o.
A disposizione: Orlandoni, Materazzi, Nwankwo, Biabiany.
All. Benitez.
BRESCIA: Arcari; Berardi, Zebina, V.Martinez, Dallamano; Baiocco, Cordova (dal 21' s.t. Budel), Hetemaj; Diamanti (dal 38' s.t. Bega), Kone (dal 31' s. t. Eder); Caracciolo.
A disposizione: Leali, Vass, Zambelli, Possanzini.
All. Iachini.
ARBITRO Gava, di Conegliano Veneto (Treviso).

Se giochi in casa con il Brescia, pensi che sarà facile o che perlomeno non dovrai soffrire come un cane. E invece…
Benitez alla fine arretra Snejder sulla mediana e propone un inguardabile 4-4-2 con Pandev e Coutinho esterni di centrocampo e Eto’o e Milito davanti.
I nerazzurri partono forte, sono padroni del campo e danno l’impressione di poter gestire la partita. Ma è solo un’illusione. Dopo un quarto d’ora Caracciolo approfitta di un rimpallo fortuito tra le gambe di Samuel e trafigge Castellazzi.
Puntualmente arriva il primo infortunio. Stavolta si ferma Maicon e Benitez invece di inserire Santon preferisce far entrare Cordoba. E’ un’Inter spenta, incapace di far male mentre il Brescia mantiene il vantaggio col minimo sforzo.
Ad inizio ripresa Obi sostituisce Snejder (per l’olandese un malore). E dopo cinque minuti Samuel si fa male in un contrasto con Caracciolo. Il movimento del ginocchio e l’uscita in barella fanno pensare che quello del difensore argentino è un infortunio abbastanza serio.
Entra Santon con Cordoba che va al centro. I nuovi entrati hanno un buon impatto sulla partita. Obi è stato sicuramente tra i migliori in campo dei nerazzurri e Santon sulla fascia è stato decisamente più attivo e voglioso del Maicon visto nelle ultime partite.
Ma la partita è stregata e ci vuole un rigore per raddrizzarla. Zebina stende Eto’o. Ci sono parecchi dubbi sul contatto ma per l'arbitro è rigore. Dal dischetto Eto’o pareggia i conti. L’Inter prova a vincerla ma nei metri finali non riesce a rendersi pericolosa. Nel finale c’è un rigore, questo netto, su Milito ma l’arbitro sorvola e all’ultimo secondo sempre Milito sbaglia la palla che ci avrebbe regalato (immeritatamente) i tre punti.
Finisce con un pari. La situazione diventa sempre più complessa. “se davvero vogliamo puntare al titolo, è impensabile che non si riesca a fare bottino pieno contro una neopromossa in casa.” Scrivevo stamattina e aver perso due punti in casa contro il Brescia la dice lunga sulle nostre ambizioni tricolori. Niente è ancora perso ma bisogna cambiare rotta. Lo stiamo dicendo dopo ogni partita ma intanto la nostra nave imbarca acqua. E’ vero abbiamo molte assenze, anche oggi abbiamo perso due giocatori ma aspettando che si svuoti l’infermeria ci aspetteremo maggiore impegno da parte dei presenti. E magari Benitez dovrebbe azzeccare qualche cambio elementare. Si è fatto male un terzino? Metti un terzino non un centrale. Coutinho si rende pericoloso quando si accentra? Agli fare il trequartista o comunque fallo giocare centrale.
E nel frattempo siamo in una situazione che se non è crisi è qualcosa che si avvicina molto ad una crisi. Mercoledì il Lecce e domenica prossima il derby ci chiariranno le idee sul nostro momento e sulle nostre ambizioni. Possiamo ancora dire la nostra o dobbiamo rassegnarci ad abdicare?
In un caso o nell’altro…
FORZA INTER !!!


VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

6 commenti:

Winnie ha detto...

E' vero che non bisogna mai sottovalutare l'avversario ma sinceramente non pensavo che dovevamo preoccuparci del Brescia.
Partita brutta, pareggio meritato. E se perdevamo non c'era nulla da recriminare.

Brother ha detto...

A questo punto facciamo giocare i ragazzini. Tanto che abbiamo da perdere? Anche perché di questo passo saremo costretti a giocare con la Primavera.
Per quanto riguarda le ambizioni tricolori, nulla è ancora perduto.

Nerazzurro ha detto...

Il rigore su Eto’o forse non c’era ma quello su Milito era netto. E tanto per cambiare non ce l’hanno dato. E intanto ci hanno fatto perdere due punti.

Entius ha detto...

Il rigore su Milito era netto. Ma se giochi in casa contro il Brescia, che rimane pur sempre una neopromossa, e non vinci non puoi certo dare la colpa all’arbitro per un rigore non dato.

LeNny ha detto...

Ragazzi, che pietà... NOn so più cosa dire, è davvero una situazione imbarazzante. Ma...

Vincenzo ha detto...

aspetto che tornino i nostri campioni. allora la musica cambierà. per ora speriamo ke la sfortuna lasci appiano...

ciao

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails