GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

mercoledì 10 novembre 2010

INTER, E' SOLO UN PARI. ALTRO CHE FUORI GLI ATTRIBUTI...

Serie A 2010-2011 – 11^ Giornata
LECCE - INTER 1 - 1
76’ MILITO – 79’ Olivera
LECCE: Rosati; Rispoli, Gustavo, Giuliatto, Brivio (dal 37' s.t. Coppola); Giacomazzi; Di Michele, Vives, Olivera (dal 41' s.t. Piatti), Mesbah; Jeda (dal 20' s.t. Ofere).
A disposizione: Benassi, Sini, Grossmuller, Donati.
All. De Canio.
INTER: Castellazzi; Santon, Lucio, Cordoba, Chivu; J.Zanetti, Obi (dal 39' s.t. Mancini); Biabiany (dall'11' s.t. Stankovic), Pandev (dal 1' s.t. Milito), Coutinho; Eto'o.
A disposizione: Orlandoni, Materazzi, Natalino, Nwankwo.
All. Benitez.
ARBITRO Valeri di Roma.

Altra serata pessima, altro risultato deludente, altri punti persi. Alla fine l’unica notizia abbastanza buona è che non ci sono infortuni.
Benitez ripropone nuovamente il 4-4-2. A sorpresa Milito va in panchina mentre Pandev gioca in avanti con Eto’o e Coutinho e Biabiany fanno gli esterni di centrocampo.
Dopo 11 minuti occasionissima per l’Inter. Chivu lancia per Biabiany che si libera in velocità dell’avversario e scodella al centro area per Pandev in assoluta solitudine. Il macedone tira un piattone centrale su cui Rosati mette la manona. Bravo il portiere giallorosso ma clamorosa l’occasione sprecata da Pandev.
E’ l’unico acuto di un primo tempo davvero brutto (Recalcati in telecronaca lo definisce addirittura “schifoso”). Ad inizio ripresa Milito sostituisce Pandev, la squadra si schiera con il 4-2-3-1 e la musica cambia. I nerazzurri sono più incisivi e si rendono pericolosi. Quando poi entra Stankovic per Biabiany e la squadra diventa un 4-3-3 diventa un assedio alla porta avversaria, Milito colpisce il palo dopo una splendida azione.
Quando manca un quarto d’ora alla fine, arriva il meritato vantaggio. Splendida azione di Eto’o che dopo una giocata in area vede l’inserimento di Milito e gli serve un pallone splendido che il Principe spedisce in rete. 1-0. La gioia dura però solo 3 minuti. Su calcio d’angolo la difesa nerazzurra dimentica Olivera che di testa pareggia i conti.
Finisce qui. L’Inter incassa un altro pareggio, si allontana dal Milan capolista che è a +3 e che dovremo affrontare domenica nel derby, si fa superare dal Napoli e dimostra sempre più di essere in crisi.
Bisogna recuperare uomini. Piano piano li stiamo recuperando, stasera è rientrato Stankovic, domenica dovrebbero rientrare Cambiasso e Sneijder. Ma inizio a pensare che il problema sia un altro. Questa squadra non deve ritrovare uomini decisivi ma deve ritrovare cattiveria e rabbia agonistica. Bisogna giocare con grinta, mettendo in campo cuore e palle. In questo senso stasera mi è paiciuto molto Santon che ha giocato “alla Zanetti” per grinta e impegno. Poi magari ha sbagliato qualcosa, ha fatto qualche errore ma se non altro ha dato il massimo. Quello che purtroppo non tutti hanno fatto.
Domenica c’è il derby. Se l’affrontiamo con lo spirito e la (non) cattiveria delle ultime partite prevedo una brutta serata. Bisogna invertire la rotta. E bisogna farlo subito. Prima che sia troppo tardi.
FORZA INTER !!!

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Brother ha detto...

Ormai siamo senza parole. Sono molto preoccupato. Se domenica non ci fanno a fettine siamo fortunati.
Anzi, vi dò un consiglio. Se non avete impegni per domenica sbrigatevi a trovarli.
Perchè a sto giro il derby finisce davvero male.

Vincenzo ha detto...

Al derby sarà tutta un'altra musica raga!!!!

Cmq ieri Santon è stato abbastanza inguardabile per i miei gusti...

Cacciate fuori i coglioni!

Ciao.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails