GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

lunedì 18 ottobre 2010

INTER IN DIFFICOLTA'? A ME NON SEMBRA...

Contava vincere e abbiamo vinto. Questo in sintesi il commento riguarda alla sfida di ieri. Difficile poter dare un giudizio sulla squadra vista al Sant’Elia. Mancavano elementi importanti come Milito, Cambiasso e Pandev, mentre Zanetti e Thiago Motta erano al rientro.
Sinceramente non mi è piaciuto come ha giocato la squadra. La manovra è stata poco incisiva e in difesa abbiamo concesso qualcosina di troppo. Se portiamo a casa i tre punti è merito di Eto’o e di Julio Cesar. Ma, come scrivevo anche ieri negli altri blog, non potevamo pretendere di più da questa squadra.
Certo se sei costretto a ribaltare le abitudini del pranzo domenicale (per la cronaca io ho fatto un pranzo lampo iniziando alle 12 in punto e prendendo il caffè mentre Tagliavento fischiava l’inizio) ti aspetteresti almeno di farlo per una bella partita e invece i 90 minuti di Cagliari erano ideali per favorire la pennichella post-pranzo (e scommetto che qualcuno di voi si è assopito…).
Purtroppo in questo momento dobbiamo accontentarci di quello che passa il convento. Questo inizio di stagione è stato abbastanza tribolato, con l’infermeria praticamente sempre affollata. Però siamo lì, siamo ad un passo dalla Lazio capolista, alla pari del Milan che, almeno secondo i giudizi di alcuni “esperti”, è nettamente più forte di noi.
Finora abbiamo potuto contare su Eto’o in formato Pallone d’Oro ma per il resto la squadra non è al top. Milito ha smarrito al via del gol, Sneijder è molto discontinuo e Maicon è solo un lontano parente del forte terzino che abbiamo imparato a vedere. Aggiungiamo pure il cambio di allenatore e l’inevitabile fase di appagamento post-sbornia Triplete. Considerando tutti gli elementi elencati non siamo messi poi così male, anzi la nostra situazione di classifica è tutt’altro che pessima. Inoltre dopo solo 7 giornate abbiamo già affrontato Roma e Juventus e l’insidiosa trasferta di Palermo.
E dulcis in fundo abbiamo una difesa impenetrabile. In 7 gare abbiamo preso solo 3 gol. Non succedeva dal 1988-89 che non prendevano così pochi gol nelle prime 7 giornate e solo la Juventus nel 2005-2006 aveva fatto meglio subendo appena 2 gol fino a questo punto della stagione. Finora solo Udinese, Palermo e Roma sono riusciti a perforare la nostra saracinesca e soltanto il gol di Vucinic (subito peraltro in pieno recupero) è stato influente ai fini del risultato. Inoltre rispetto alle ultime due stagioni abbiamo solo due punti in meno, frutto di un pareggio in più e una vittoria in meno.
Quindi, in fin dei conti, nonostante il gioco non brillante, la non perfetta forma fisica di molti giocatori e l’infermeria affollata come il centro di Milano nell’ora di punta, siamo più vivi che mai. Alla faccia di chi ci vede in crisi e a tutti quelli (tra cui, ahimè, anche molti interisti) che criticano Benitez. L’Inter c’è, questa è la buona notizia per i cuori nerazzurri. La cattiva notizia per tutti gli altri tifosi è che questa Inter può solo crescere e migliorare.

VOTA QUESTO POST SU http://www.wikio.it/ E SU

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!


1 commento:

Winnie ha detto...

Aggiungiamo anche il fatto che Eto'o sta segnando con una regolarità impressionante. Se ho fatto bene i conti ha segnato 12 gol in 11 partite. Una media straordinaria.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails