GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

giovedì 22 luglio 2010

POST A VALANGA. DAL CONGEDO DI ORIALI AI DUE MESI DAL TRIONFO

Ogni tanto mi piace buttar giù quelli che io chiamo “post a valanga”. Ovvero, inizio a scrivere a valanga, quello che mi passa per la testa, e scrivendo arriva lo spunto per il post che poi avete la fortuna di leggere.
Ecco questo è uno di quei post a valanga. Mi sarebbe piaciuto scrivere un post sul congedo di Oriali. Un post di s
aluto per ringraziarlo di questi anni di servizio nerazzurro. Non possiamo negare che negli ultimi anni l’ex mediano nerazzurro avesse acquistato una certa credibilità e una certa competenza nel suo lavoro. Insieme col compare Branca facevano una coppia niente male. E poi a me è sempre piaciuta l’idea di avere in società un pezzo di storia nerazzurra. Pezzo di storia che fino a qualche anno fa era rappresentato dall’immenso Giacinto e nelle ultime stagioni appunto da Lele Oriali. Purtroppo come in tutte le aziende, c’è sempre qualcuno che arriva e ti ruba il posto. Lele Oriali va via, al suo posto ci sarà Amedeo Carboni. Non proprio la stessa cosa.
Ma non andrà via solo Oriali. Balotelli ha ormai un piede e mezzo in Inghilterra. L’affare col Manchester City è ben avviato e il fatto che la trattativa sia stata confermata dallo stesso Moratti (che fino a pochi giorni fa negava tutto) vuol dire che siamo in dirittura d’arrivo. Qualche giorno fa scrissi che io Balotelli l’avrei venduto, negli ultimi due giorni vi confesso che inizio a nutrire dubbi su
questa cessione. Stiamo parlando di un potenziale campione che ha grandi qualità e che senza dubbio può diventare un giocatore fortissimo. Vabbè, ce ne faremo una ragione. Anche perché, come sostituto si è fatto il nome di Giuseppe Rossi, un giocatore che a me è sempre piaciuto e che vedrei bene in questa Inter.
Non si sa invece cosa farà Maicon. In questo momento le possibilità che vada via sono al 50%. Dipenderà dall’offerta del Real Madrid e dall’ingaggio del terzino brasiliano. Spero che resti ma dovesse andare via non mi dispiacerà. I soldi della sua cessione serviranno a rinforzare la squadra campione d’Europa.
Già, campioni d’Europa. Sembra passata un’eternità e invece è successo solo due mesi fa. Due mesi esatti. Che serata, che emozioni, che gioie. Ho i brividi ancora ora. E’ stata una serata straordinaria ed indimenticabile, difficilmente riusciremo a superarla e a pensare a quella serata senza avere un brivido, un nodo in gola, gli occhi lucidi.
Ci apprestiamo a vivere un’altra stagione che potrà regalarci gioie, emozioni e vittorie, ma nulla sarà più come prima. La serata del 22 maggio e la primavera 2010 rimarranno impressi a fuoco nei nostri cuori nerazzurri. Per sempre.



VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI E QUI OK NOTIZIE

Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

3 commenti:

Winnie ha detto...

Dispiace anche a me di Oriali. Peccato che sia andato via...

Nerazzurro ha detto...

Hai perfettamente ragione. Una serata che rimarrà impressa nei nsotri cuori.
Anche se resto del parere che non ce la siamo goduta appieno.

Entius ha detto...

E' vero, non ce la siamo goduta pienamente. Il guaio è che la sera stessa Mourinho ha annunciato il suo addio. E nei giorni seguenti tra l'addio di Mourinho, le incognite sul futuro della panchina nerazzurra e tutto il resto non c'è stato modo di goderci questo trionfo tanto aspettato e desiderato.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails