GLI ULTIMI 10 ARTICOLI

martedì 15 giugno 2010

SLOVACCHIA BEFFATA. 0-0 TRA DROGBA E CRISTIANO RONALDO. BRASILE, CHE FATICA BATTERE LA COREA


MONDIALI DI CALCIO 2010 – GIRONE E

NUOVA ZELANDA – SLOVACCHIA 1-1
49' Vittek (S) - 93' Reid (N)
E quando meno te l’aspetti, arriva la beffa. La Slovacchia aspettava solo il fischio finale dell'arbitro e difendeva l'1-0 sulla Nuova Zelanda, maturato grazie al gol di Vittek ad inizio ripresa. Ma al 93' ecco il colpo di scena: Winston Reid infila di testa e acciuffa un pareggio storico che per i ragazzi di Ricky Herbert vale un Mondiale, perché si tratta del primo punto conquistato dagli All Whites alla Coppa Del Mondo, dopo la prima sortita del 1982. Il pari mette in fila con un punto tutto il girone F, quello di Italia e Paraguay, che però possono dormire sonni tranquilli constatato lo spessore delle due squadre impegnate oggi. Entrambe le squadre sono sembrate poca roba, anche se un anno fa in amichevole i neozelandesi ci misero in grave difficoltà (e non è escluso che domenica la storia possa ripetersi)
Esordio assoluto ai Mondiali per la Slovacchia che forse paga un po' di emozione e non si dimostra brillante come al solito subendo il pareggio nei minuti di recupero dove una grande azione di Smeltz permette a Reid di pareggiare il gol di Vittek.
La retroguardia neozelandese è forte di testa, ma va in difficoltà se attaccata in velocità, la Slovacchia ne approfitta una volta passata in vantaggio e lasciando l'iniziativa agli avversari colpisce con rapidi contropiedi che trovano sistematicamente in inferiorità numerica i difensori della Nuova Zelanda che faticano a chiudere sui vari Vittek, Sestak, Hamsik e Weiss.


MONDIALI DI CALCIO 2010 – GIRONE G

COSTA D'AVORIO-PORTOGALLO 0-0

Il palo di Cristiano Ronaldo e il ritorno in campo di Didier Drogba, a dieci giorni dall’intervento sciagurato di Tanaka costato la frattura del braccio destro. Sono queste le due immagini più importanti dello 0-0 tra Costa d'Avorio e Portogallo, primo incontro del gruppo G del Mondiale. La sfida più affascinante di giornata, quella che sulla carta avrebbe dovuto designare la rivale più accreditata del Brasile in questo girone, finisce dunque senza un verdetto chiaro. Molta voglia, ma nessun gol. E se vogliamo dirla tutta, nonostante le qualità dei ventidue in campo la partita è abbastanza noiosa e priva di emozioni.
Nel giorno del debutto Mondiale Cristiano Ronaldo, il giocatore più pagato tra tutte le stelle presenti in Sudafrica, mostra la sua classe solo a sprazzi. Il problema è che attorno a Ronaldo i suoi compagni fanno da comparsa, Deco sparisce, Danny gira come un pazzo, Liedson conferma la tradizione dei centravanti di scorta del calcio portoghese.
Che la Costa d'Avorio sia la miglior squadra africana lo si evince innanzitutto dalla comprensione tattica del gioco: pur senza la propria punta di diamante Drogba, confinato in panchina dal gomito fratturato, gli Elefanti interpretano correttamente la gara.
Lo 0-0, a conti fatti, accontenta entrambe le squadre e lascia aperto il discorso qualificazione per entrambe. Chi avrà la meglio?


BRASILE-COREA DEL NORD 2-1
55’ Maicon (B) - 73’ Elano (B) - 89’ Ji Yun-Nam (C)
La Corea del Nord smentisce i pronostici della vigilia, che la danno quale vittima sacrificale delle stelle brasiliane, e dà vita a una prova maiuscola contro la Seleçao di Carlos Dunga. Il Brasile riesce a fatica a battere la Nord Corea per 2-1, ma non è stato così facile per la Seleçao. Dopo un primo tempo molto deludente, proprio quando il cronometro autorizzerebbe le prime paure, Dunga ringrazia una prodezza di Maicon. Poi arriverà anche il raddoppio di Elano, prima dello storico gol finale di Ji Yun. Ma rimane comunque la prestazione opaca di una nazionale che ha deluso molto e di un Corea del nord messa molto bene in campo e capace di dare filo da torcere ad un avversario ben più quotato. Gli applausi stasera sono tutti per gli asiatici che avrebbero nettamente meritato di uscire imbattuti dal match.
Nel Brasile il migliore è senza dubbio l’interista Maicon, autore del goal che sblocca la partita e di una prestazione di carattere, mentre i peggiori sono i due mediani Felipe Melo e Gilberto Silva, troppo lenti in fase di costruzione del gioco, e Luís Fabiano, che davanti non si vede quasi mai. Insufficiente anche la prova di Kakà. La Corea del Nord ha disputato invece un’ottima prova collettiva mettendo il Brasile in grossa difficoltà. Fra gli asiatici i migliori sono il centrocampista Ji Yun-Nam, autore dell’unico goal nordcoreano, e l’attaccante Jong Tae-Se, che impegna spesso in velocità la difesa verdeoro.
Al Mondiale in Sudafrica ai nordcoreani è andata meglio rispetto alla precedente partecipazione nel Mondiale del 1966. Allora infatti nella prima partita arrivò una sonora batosta per 3-0 contro l’Unione Sovietica.
Dal Brasile invece ci aspettiamo prestazioni più convincenti. Con tutti i campioni che ha in squadra, il minimo sarebbe di dare spettacolo e convincere oltre che vincere.


VOTA QUESTO POST CLICCANDO QUI E QUI OK NOTIZIE



Se ti è piaciuto l'articolo, iscriviti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!

2 commenti:

Nani ha detto...

Chissà come mai stasera non sei critico con il Brasile come ieri sera con l'Italia...

C'èSolol'Inter ha detto...

Ciao Entius, scusa la comunicazione di servizio ;D
ho inserito il link al tuo Sito sul nuovo sito http://www.iointerista.com ed inoltre l’ho inserito anche nell’aggregatore Nerazzurro
Se ti va, mi farebbe piacere uno scambio link anche con il nuovo sito!
Nell’attesa ti ringrazio, ciao!
FORZA INTER!!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails