ARTICOLI RECENTI

giovedì 5 marzo 2020

IL CAGLIARI RIPARTE DALL'UOMO RAGNO

Il Cagliari riparte dall'Uomo Ragno. Ufficializzato l'esonero di Rolando Maran, la società rossoblù ha scelto Walter Zenga per dare la classica scossa a un ambiente che in tre mesi senza vittorie è passato dall'euforia del quarto posto in classifica con vista Champions alla paura di essere risucchiati nella lotta per non retrocedere. Il tutto nell'anno del centenario e dei 50 anni dallo storico scudetto della squadra di Gigi Riva, che culminerà con una grande festa il 31 maggio alla Sardegna Arena. Il presidente Tommaso Giulini di sicuro non si aspettava che improvvisamente il giocattolo di Maran (al quale nel frattempo aveva prolungato il contratto sino al 2022) si sfasciasse così fragorosamente.

E così, all'indomani della sconfitta interna con la Roma (la settima nelle ultime 11 gare) e un digiuno da vittorie di tre mesi in campionato, è arrivata la decisione di esonerare Maran e affidare la squadra a Zenga, che sarà affiancato dall'allenatore della Primavera rivelazione, Max Canzi.

La stagione scorsa il suo Cagliari ha chiuso al 15esimo posto, dopo un finale complicato. Quest'anno, sino a dicembre, il Cagliari era stata la rivelazione della Serie A. Iniziato il campionato con due sconfitte, la squadra rossoblu aveva ingranato la quinta fino a sognare l'Europa (12 gare utili di fila), poi quell'incredibile rimonta subita nel recupero della partita con la Lazio ha spento la luce. Dal 16 dicembre ad oggi 7 sconfitte e 3 pareggi, oltre all'eliminazione in Coppa Italia per mano dell'Inter. Nainggolan e soci sono precipitati all'undicesimo posto con 7 punti di vantaggio sulla zona retrocessione.
Attraverso il proprio sito ufficiale, il Cagliari ha annunciato la scelta del nuovo tecnico che sostituirà Rolando Maran alla guida dei rossoblù per la seconda parte di stagione e per la prossima. Si legge nel comunicato del club: "Il Cagliari Calcio comunica di avere affidato la guida tecnica della prima squadra a Walter Zenga: l’allenatore ha firmato un contratto che lo lega alla società rossoblù sino al 30 giugno 2021".
Ora è la volta del giramondo Zenga. Ha allenato in 8 Paesi diversi: Usa, Romania, Serbia, Turchia, Emirati Arabi, Arabia Saudita, Inghilterra e Italia. E adesso la Sardegna, che aveva sfiorato nella stagione 2014/15, quando Giulini lo chiamò dopo l'esonero di Zeman, ma Zenga preferì restare a Dubai. Ritorna in Serie A dopo l'esperienza di Crotone, e la parentesi non fortunata la scorsa stagione a Venezia in B.
E ovviamente facciamo un caloroso augurio a Walter Zenga, vecchio cuore nerazzurro, per la sua nuova esperienza. In bocca al lupo Walterone.


4 commenti:

Winnie ha detto...

In bocca al lupo al mitico Walter. Spero che faccia molto bene a Cagliari.

Brother ha detto...

Aldilà del grandissimo affetto che nutro (e nutriamo) per questo grandissimo campione dal cuore nerazzurro, bisogna ammettere che come allenatore non è certo il massimo.

Stefano ha detto...

@Brother. Non è un grande allenatore, ma qualcosa ha combinato. Ha vinto parecchio all'estero e in Italia qualche buon risultato lo ha ottenuto.

Simone ha detto...

Vogliamo parlare del fatto che si esonera con troppa facilità? Maran a Cagliari stava facendo bene, considerando anche la rosa a sua disposizione. Licenziarlo mi sembra una grande cazzata.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails