ARTICOLI RECENTI

sabato 24 agosto 2019

TUTTI PRONTI AI NASTRI DI PARTENZA: SERIE A SI PARTE!!!

Ancora poche ore poi saranno Parma e Juventus alle ore 18 di oggi pomeriggio a dare inizio alla stagione 2019-2020, ottantottesima edizione del campionato di Serie A a girone unico.
Come al solito nelle ultime stagioni è la Juventus la squadra da battere. I bianconeri puntano al nono titolo consecutivo e per farlo si affidano a Maurizio Sarri che questa estate ha rilevato la panchina di Massimiliano Allegri, oltre ad un paio di innesti interessanti come De Ligt (pagato un’occhio della testa), Rabiot e Ramsey. Le avversarie non staranno certo a guardare. Ad iniziare dal Napoli di Ancelotti, determinato più che mai a riportare lo scudetto sotto il Vesuvio dopo quasi 30 anni e con una coppia difensiva Manolas-Koulibaly che è tra le più forti d’Europa. L’Inter, alle prese sempre con la grana Icardi, è nelle mani dell’ex bianconero Antonio Conte, desideroso di prendersi una bella rivincita nei confronti della sua ex squadra e interrompere un dominio che iniziò otto anni fa grazie a lui. Per farlo si affida ai gol di Lukaku e alla solidità difensiva del trio Godin-Skriniar-DeVrij.

Leggermente indietro Milan, Roma, Atalanta e Lazio che si contenderanno un posto in Champions League. I rossoneri, con Giampaolo in panchina, sperano di riuscire a rilanciarsi e a vivere un campionato da protagonista. Stesso discorso per la Roma di Fonseca, che, senza De Rossi, confidano nei gol di Dzeko e nelle geometrie di Zaniolo per puntare al podio. L’Atalanta di Gasperini spera di ripetere l’ottima annata della scorsa stagione e nel frattempo si gusta l’ebbrezza di confrontarsi con le big europee in Champions League. Champions League che, come detto, è l’obiettivo anche di una Lazio, ancora nelle mani di Simone Inzaghi e che punta a far meglio dello scorso anno.
Grande curiosità intorno alla Fiorentina. L’arrivo di Ribery e la voglia di mettersi in mostra di Chiesa potranno essere il motore per un’ottima stagione che riscatti l’opaco campionato scorso conclusosi con la salvezza per un punto. Il Torino di Mazzarri potrà dire la sua, mentre la Sampdoria ha affidato la panchina ad un Eusebio Di Francesco in cerca di riscatto dopo l’esperienza giallorossa.
Affollata la schiera di squadre che potranno oscillare tra un campionato tranquillo di metà classifica e la lotta per non retrocedere. Ad iniziare dal Bologna, orfano di Mihajlovic, che cercherà di ripetere il buon campionato della scorsa stagione. Stesso discorso per il Sassuolo: De Zerbi è sinonimo di bel gioco e buoni risultati e se il neo-acquisto Caputo ripeterà l’exploit dello scorso anno i neroverdi vivranno una stagione interessante. Il Cagliari spera che il ritorno del figlio prodigo Naingollan sia sufficiente per fare un buon campionato (e occhio a Nandez, può essere la rivelazione del campionato), mentre il Parma spera di fare qualcosa in più rispetto allo scorso anno (e con un tridente offensivo Karamoh-Inglese-Gervinho tutto è possibile). Il Genoa punta sui gol del baby bomber Pinamonti, arrivato dall’Inter, e sull’esperienza di Schone (ex Ajax), mentre la Spal di Leonardo Semplici e l’Udinese di Tudor sperano in un campionato lontano dalle zone pericolose.
Come sempre sono le neopromosse le principali candidate alla lotta per non retrocedere, ma stavolta Brescia, Verona e Lecce hanno fatto un mercato di tutto rispetto per stravolgere questo andazzo. Le rondinelle si affidano a Mario Balotelli, mentre i pugliesi sperano nella voglia di riscatto di Lapadula.
Gli ingredienti ci sono tutti. Nella speranza di vivere un campionato emozionante, divertente, appassionante e soprattutto incerto fino alla fine, non ci rimane che metterci comodi e goderci lo spettacolo. E che spettacolo sia…
BUON CAMPIONATO A TUTTI !!!



6 commenti:

Theseus ha detto...

Vado leggermente controcorrente e dico che questa Juventus non mi sembra così solida come era un anno fa. Ha una rosa di tutto rispetto e Cristiano Ronaldo fa sempre la differenza, ma vedo alcuni scricchioli nello spogliatoio e soprattutto nella dirigenza.
Una Juventus meno solida potrebbe voler dire un campionato più equilibrato e combattuto. Ne beneficerebbe lo spettacolo...

Collettivo Contro i Ladri di Scudetti ha detto...

Ma non hai fatto i conti con la classe arbitrale. Se no che ci stanno a fare? Sono sicuro che faranno di tutto per aiutarla qualora si trovasse in difficoltà.

Nerazzurro ha detto...

Come darvi torto? Sono d'accordo con Theseus riguardo le difficoltà della Vecchia Signora. Ma, come scrive Collettivo, che ci stanno a fare gli arbitri?

Pippo ha detto...

Quindi non vinceremo con 20 punti di vantaggio?

Anonimo Romanista ha detto...

Io mi auguro un campionato equilibrato e combattuto. Sulla vittoria finale della Juventus ci sono pochi dubbi, ma speriamo che sia un trionfo sul filo di lana e non con 20 punti di distacco.

Theseus ha detto...

@AnonimoRomanista. Questo è l'augurio che facciamo tutti. Non ce ne vogliano i tifosi bianconeri ma un campionato incerto è sicuramente più divertente ed appassionante.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails